nel tradimento, chi ha paura d’amare?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old 666

Guest
nel tradimento, chi ha paura d’amare?

Nell’ultimo periodo sono stato assente dal forum per vari motivi, in questi mesi di peregrinare per i cinque continenti, ho vissuto una bella storia d’amore che porterò sempre con me, questo mio racconto inizia così:

ero appena arrivato sul posto di lavoro, soltanto il tempo di conoscere i primi colleghi e colleghe, scambiare due parole sistemando velocemente il mio ufficio, che mi si presenta davanti lei…
è stato il classico colpo di fulmine una sensazione che non provavo da molto tempo…come se lei fosse sempre stata dentro il mio cuore, aspettando solo me…
I giorni passavano ed il nostro sentimento cresceva sempre più, finche un bel giorno ci siamo decisi a superare le nostre paure, conoscendoci sempre più, abbiamo capito quanto soli eravamo stati, da lì in poi, nulla di noi è stato più come prima…

Sono stati veri momenti d’amore, sapevamo che il nostro amore clandestino, non ci avrebbe mai portato da nessuna parte, ma ogni volta facevamo l’amore i nostri corpi si univano a tal punto che non sapevamo più chi era chi e cosa era cosa, ci sembrava come di toccare il cielo con il nostro cuore, per andare in paradiso tutte le volte che volevamo grazie al nostro amore.

Come ben sappiamo i momenti felici passano sempre troppo in fretta e per chi non l’avesse ancora capito questa mia storia parla di tradimento, lei purtroppo era già sposata, tra l’atro la sua religione non permette il divorzio, senza contare che se avesse lasciato la sua famiglia facilmente avrebbero fatto del male a lei o a me.

A questo punto quando tutti rifiutano una simile situazione, il nostro sentimento ci ha unito ancor di più, facendoci passare il resto della nostra breve storia d’amore come il sentimento più puro che abbia mai provato.

Ora sono tornato in italia, sono tornato da solo, sono molto diverso, cambiato, se già prima rifiutavo il mio passato, ora e ancor di più voglio cambiare in meglio, vivendo ancora ogni storia d’amore che riuscirà ad aprire il mio piccolo cuore…

Molto spesso su questo forum si parla di tradimento, molti lo fanno con frivola leggerezza, molti per sesso e taluni per qualcos’altro…ma io dico "chi siamo noi per giudicare?"
perchè parlando con amici di un ipotetica situazione si è arrivati ai commenti più biechi....non sapendo che fossi io il diretto interessato.
Io invece penso che anche i sentimenti più belli della nostra vita possono nascere da qualsiasi esperienza anche da un tradimento.
molto spesso si viene giudicati ancora prima del nostro peccato, additati come traditori o persone di poca fede, tutto questo ci deve far capire quanto bigotto sia l’essere umano, che deve nascondendosi dietro le sue leggi…per fermare l’amore in ogni modo.

Scusate questo mio sfogo, ma volevo gridarlo al mondo, volevo far sapere a tutti che la parola tradimento non si può specificare con due semplici parole su un dizionario e solo voi potete capire come ci si sente, se non si può parlare con nessuno, perchè sicuramente al di fuori di questo forum, noi tutti verremmo etichettati solo con poche semplici parole prese proprio da un dizionario.


Con questo chiedo, chi di voi ha paura d’amare ancora una volta? e perché?
non sarebbe bello poter parlare d'amore vero anche nel tradimento...




dedicato a lei:

Voglio vivere ogni momento della mia vita riflesso nella luce del nostro amore,
ogni giorno, ogni momento che passerà, il ricordo del tuo amore sarà eterno,
come eterno è stato è sarà il sentimento che ho provato per te…

666
 
O

Old Fa.

Guest
Non c’è dubbio che hai sollevato una bella questione 666.


Credo che nel forum ci siano giudizi diversi: …. alcuni che danno sentenze su tutti e tutto, … altri arrabbiati, altri delusi, chi da opinioni… e via cos. Non credo si possa dire semplicemente giudizi. `

Di fatto è interessante l’etimologia di Giudizio, che rispecchia proprio il contrario di quello che sembra … il Giudicare:

GIUDIZIO etimologia: dal latino iudicium, nei vari significati (derivazione di iudex "giudice").
significato corrente: 1. l’attribuzione di un oggetto a una categoria (oggettiva e soggettiva), espressa mediante il rapporto di due concetti. 2 la capacità individuale di valutare o definire.

A mio modesto parere, chi da un Giudizio si limita ad esporre un proprio parere, mentre chi Giudica cerca di imporre il suo giudizio come una legge-sentenza. In altre parole, non ho ancora letto nessuno in questo forum Giudicare qualcuno.

Vabbè, … tranquillo 666, ... qui mi sono disperso


C’è solo un problema nella tua storia, che per altro hai sottolineato in queste tue frasi (estrapolate):

“….. sapevamo che il nostro amore clandestino, non ci avrebbe mai portato da nessuna parte, … “

“A questo punto quando tutti rifiutano una simile situazione, il nostro sentimento ci ha unito ancor di più, facendoci passare il resto della nostra breve storia d’amore come il sentimento più puro che abbia mai provato.”

Gli ostacoli comuni creano unioni, … senza questi non è facile “giudicarsi”, immaginando che:

E Se, …. non ce ne fosse alcuno (ostacolo ed entrambi liberi), .... come sarebbe la tua storia adesso ?


PS: per la cronaca, anch’io ci sono passato a suo tempo (10 anni fa, ne ho oggi 38), … mi è rimasta nel cuore … ma non sono sicuro che senza l’impossibilità di frequentarci sarebbe stata la stessa cosa. La visione è tutta sfasata.
 

dererumnatura

Utente di lunga data
Non c’è dubbio che hai sollevato una bella questione 666.


Credo che nel forum ci siano giudizi diversi: …. alcuni che danno sentenze su tutti e tutto, … altri arrabbiati, altri delusi, chi da opinioni… e via cos. Non credo si possa dire semplicemente giudizi. `

Di fatto è interessante l’etimologia di Giudizio, che rispecchia proprio il contrario di quello che sembra … il Giudicare:

GIUDIZIO etimologia: dal latino iudicium, nei vari significati (derivazione di iudex "giudice").
significato corrente: 1. l’attribuzione di un oggetto a una categoria (oggettiva e soggettiva), espressa mediante il rapporto di due concetti. 2 la capacità individuale di valutare o definire.

A mio modesto parere, chi da un Giudizio si limita ad esporre un proprio parere, mentre chi Giudica cerca di imporre il suo giudizio come una legge-sentenza. In altre parole, non ho ancora letto nessuno in questo forum Giudicare qualcuno.

Vabbè, … tranquillo 666, ... qui mi sono disperso


C’è solo un problema nella tua storia, che per altro hai sottolineato in queste tue frasi (estrapolate):

“….. sapevamo che il nostro amore clandestino, non ci avrebbe mai portato da nessuna parte, … “

“A questo punto quando tutti rifiutano una simile situazione, il nostro sentimento ci ha unito ancor di più, facendoci passare il resto della nostra breve storia d’amore come il sentimento più puro che abbia mai provato.”

Gli ostacoli comuni creano unioni, … senza questi non è facile “giudicarsi”, immaginando che:

E Se, …. non ce ne fosse alcuno (ostacolo ed entrambi liberi), .... come sarebbe la tua storia adesso ?


PS: per la cronaca, anch’io ci sono passato a suo tempo (10 anni fa, ne ho oggi 38), … mi è rimasta nel cuore … ma non sono sicuro che senza l’impossibilità di frequentarci sarebbe stata la stessa cosa. La visione è tutta sfasata.
Condivido.Alcune storie sono più belle proprio perchè impossibile o contrastate.
Hanno un qualcosa di romanzesco che le rende così..saporite.
L'importante è che non rimanga il fantasma di queste storie..il ricordo sì..non il fantasma.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
mal disposta dal tuo nick...

...ho avuto resistenze a intervenire...
...forse un po' te la racconti...
..ma è ammirevole come sei stato capace di vivere quel che ti è stato concesso di vivere e non hai scaricato su di lei responsabilità e rancori...ma hai riconosciuto quel che ti ha saputo dare...



P.S. Proprio fuori luogo il nick
 

Old lancillotto

Utente di lunga data
Indipendentemente da tutte le valutazioni della storia di 666, o del suo nick, o della valutazione che "è bella perchè impossibile, se possibile era meno bella", lui ha fatto una domanda che probabilmente non interessa nessuno visto che nessuno si è preoccupato di rispondere.

Con questo chiedo, chi di voi ha paura d’amare ancora una volta? e perché?
non sarebbe bello poter parlare d'amore vero anche nel tradimento...

Io ti rispondo che ho paura di amare, ho paura non perchè sia bello o brutto farlo, ma perchè vivo ancora una situazione famigliare bella anche se resa difficile da un mio errore e l'errore è stato proprio quello di "amare" un'altra persona.

Oggi temo l'amore perchè la passione di fa commettere molte cose scellerate (e bellissime), ma spesso ti fa perdere di vista l'orizzonte della tua vita (da qui anche il mitizzare una storia impossibile)

Per certi versi la storia con mia moglie è una storia impossibile, per viverla io e lei ci siamo trovati soli contro tutti. E' stato l'amore per lei che mi ha portato a vincere contro tutti. Oggi la amo, ma i vent'anni di convivenza creano quel filo di ruggine che impedisce agli ingranaggi di girare liberamente e l'amore rimane anch'esso irrigidito, questo aumenta ancor di più la paura di amare.

Se dovessi essere single, sono certo che non avrei nessuna paura di amare perchè l'amore è stato da sempre il mio propellente
 

Bruja

Utente di lunga data
666

La tua storia è molto bella e poetica............e credo che lancillotto ti abbia dato una risposta che, fra le tante, ha una sua dose di buon senso.
Io posso solo dirti che non si tratta di paura di amare............... noi amiamo sempre e comunque, ma che tu devi valutare bene le TUE circostanze.
Hai avuto una serie di situazioni concomitanti positive che raramente si presentano. Una donna che ti piaceva e che era disponibilissima, eri all'estero, lei era comunque legata e questo ha reso il costro amore impossibile e struggente, e tu ti sei abbandonato a questa storia travolgente. Avete fatto l'amore come lo fanno quelli che si amano.........esattamente come succede a chi si ama!
Se lei fosse stata libera, se fosse stat in Italia, se tu non fossi una persona che ha motivi per distrarsi tutto sarebbe stato più "normale"
Intendiamoci non sto facendo bieca realtà pedestre sulla tua realtà romanzesca, sto solo guardando da una parte distaccata e non coinvolta.
Tu parli di cose idilliache e sono fantastiche se vissute, ma come ben sai la vita in sè è diversa, e non si tratta di amare ancora o di avere il coraggio di amare, che coraggio sarebbe, quello di ascoltare le proprie pulsioni ed il proprio cuore? Chi non lo ha o non vorrebbe averlo.
Io non giudico e non voglio ridurre nulla del tuo meraviglioso ricordo, nè mi accoderò a chi dice che sono tutte cose campate in aria, ma ti risponderò in modo metaforico.
Nella vita si ha bisogno di sogni come la società ha bisogno di eroi, i sogni, anche vissuti, sono utili quando la realtà è poco stimolante, così come gli eroi servono a dare esempio a chi è inerte sul suo solo dovere o responsabilità.
Un saggio ha detto infelice quella terra che ha bisogno di eroi, io dico triste che per vivere non basti la vita stessa ma si debba avere un sogno realizzato ..................si dovrebbe avere diritto al sogno di una vita vissuta!!!
Buone cose
Bruja
 

Old lancillotto

Utente di lunga data
Nella vita si ha bisogno di sogni come la società ha bisogno di eroi, i sogni, anche vissuti, sono utili quando la realtà è poco stimolante, così come gli eroi servono a dare esempio a chi è inerte sul suo solo dovere o responsabilità.
Un saggio ha detto infelice quella terra che ha bisogno di eroi, io dico triste che per vivere non basti la vita stessa ma si debba avere un sogno realizzato ..................si dovrebbe avere diritto al sogno di una vita vissuta!!!

Grazie Bruja, queste parole sono davvero belle e utili........
 

Bruja

Utente di lunga data
lancillotto

Tu dici che la tua situazione in famiglia ha come forte deterrente la paura di amare chi dovesse capitarti per non rischiare la tranquillità.
Peccato sarebbe stato meglio leggere che lo facevi perchè comunque ruggine o meno amavi ancora tua moglie!
Se è vero come dici che per lei e con lei avete fatto scelte coraggiose, credo che questo "credito" possa essere speso per tacitare le eventuali voglie di avventure che potrebbero capitare. E non lo dico per moralismo, ma perchè sono certa che ogni avventura porti in sè un po' di disistima in chi la frutta....... mentire agli altri porta a fare i conti con noi stessi.
Questa cosa dovrebbe valutarla soprattutto 666 con la sua meravigliosa storia che comunque ha un inganno come basamento. E questo non è giudicare ma valutare un fatto.
Io credo che se tu fossi single avresti certamente le avventure che dici, ma non saresti sicuramente nella condizione illusoria di credere che i grandi amori non diventino poi amori come tutti gli altri. é la non realizzazione che li rende tali, quindi saresti, come molti, destinato a molte storie, relazioni, avventure ma staresti molto attentoa prenderle per la storia della vita

Quindi anche se passerò per scettica, l'amore diventa speciale soprattutto se vive del proprio ricordo più che del proprio vissuto.
Bruja

p.s.
Mi pare di averlo già detto .............. ma c'è speranza per te, stai seguendo un cammino alto :-;
 

Old lancillotto

Utente di lunga data
Tu dici che la tua situazione in famiglia ha come forte deterrente la paura di amare chi dovesse capitarti per non rischiare la tranquillità.
Peccato sarebbe stato meglio leggere che lo facevi perchè comunque ruggine o meno amavi ancora tua moglie!
Se è vero come dici che per lei e con lei avete fatto scelte coraggiose, credo che questo "credito" possa essere speso per tacitare le eventuali voglie di avventure che potrebbero capitare. E non lo dico per moralismo, ma perchè sono certa che ogni avventura porti in sè un po' di disistima in chi la frutta....... mentire agli altri porta a fare i conti con noi stessi.
Questa cosa dovrebbe valutarla soprattutto 666 con la sua meravigliosa storia che comunque ha un inganno come basamento. E questo non è giudicare ma valutare un fatto.
Io credo che se tu fossi single avresti certamente le avventure che dici, ma non saresti sicuramente nella condizione illusoria di credere che i grandi amori non diventino poi amori come tutti gli altri. é la non realizzazione che li rende tali, quindi saresti, come molti, destinato a molte storie, relazioni, avventure ma staresti molto attentoa prenderle per la storia della vita

Quindi anche se passerò per scettica, l'amore diventa speciale soprattutto se vive del proprio ricordo più che del proprio vissuto.
Bruja

p.s.
Mi pare di averlo già detto .............. ma c'è speranza per te, stai seguendo un cammino alto :-;

Ma sei TREMENDA!!!

Stai sempre a farmi la punta alla matita

Per certi versi la storia con mia moglie è una storia impossibile, per viverla io e lei ci siamo trovati soli contro tutti. E' stato l'amore per lei che mi ha portato a vincere contro tutti. Oggi la amo, ma i vent'anni di convivenza creano quel filo di ruggine che impedisce agli ingranaggi di girare liberamente e l'amore rimane anch'esso irrigidito, questo aumenta ancor di più la paura di amare.
Come vedi ho affermato di amare mia moglie, non il contrario.

Adesso dimmi se contesti il sentimento, o il fatto che dopo tanto tempo risulti difficile viverlo serenamente??

Io credo che tutte le passioni siano purtroppo suscettibili al tempo. Lo vedo anche in altri ambiti come la musica, il modellismo, il collezionismo, ecc., sono poche le persone che mantengono una passione tutta la vita e anche loro, non dedicano lo stesso tempo per tutta la vita.

La mia unione non è finita, anzi, ma sfido chiunque a smentire che dopo un certo periodo di convivenza non si affermi che il/la partner per certi versi lo si trovi "insopportabile" (non voglio essere volgare). Fa parte del ruolo di convivente arrivare a scaricare le tensioni sull'altro e si arriva sempre a dire che l'altro ROMPE........

Ecco che il voler continuare è sintomo di volontà e di amore che ti permette di vedere al di là del rapporto giornaliero.

Sembra che tu ti diverta a cogliermi in castagna per "abbattermi" insieme alla mia lucente armatura......


Non ho mai detto di essere bravo, bello, alto e con gli occhi azzurri (se lo sapessero qui, mi correrebbero tutte dietro......), cerco di dare di me l'immagine più reale possibile (e non è facile dato che devo essere io a descriverla). A volte correggo il "colore" per essere più credibile, se fossi sempre felice, sempre perfetto e a parole è molto facile, sempre giusto, sempre corretto, come pensi sarebbero prese le mie affermazioni????
 

Verena67

Utente di lunga data
Il tema...

..che Bruja e Lancillotto stanno discutendo è tra i piu' difficili al mondo, e tra i piu' controversi. Io, nelle mie elucubrazioni, ci inciampo quotidianamente.

Anzi, direi che archiviata l'ineluttabile viltà del mio ex amante, è il mio vero punto dolente.

Che fare di un matrimonio con della "ruggine", come dice Lancillotto?

Nei quindici anni che si è stati insieme si è costruito tantissimo, ci si è voluti bene pur tra i possibili contrasti, tra le insoddisfazioni e le sconfitte. Si sono amati e molto due figli che ci adorano e ci vogliono insieme...

...e ci si è allontanati.

Io non ho sposato la persona che piu' ho amato, ho sposato quella a me piu' congeniale, a me ed al mio progetto di vita e famigliare, e di questo non mi pentirò mai. Nessuno potrà cancellare questi 15 anni, il nostro passato, i nostri figli, e il sentimento di profonda gratitudine che provo per il mio compagno.

Ma allora perché questa voglia devastante di amare ancora? E la sensazione che la mia vita sentimentale non finisca qui?


Sarà la diversa età, 39 non sono 49 e neanche 59, ma io - se da un lato mi vergogno di questo desiderio di "vita" - dall'altro so che prima o poi amerò ancora


Spero sempre possa essere il mio compagno l'oggetto di questa mia rinnovata passione....ma se così non fosse, dopo quest'esperienza, vi giuro che non tradirei. Lascerei mio marito e basta prima di buttarmi nella nuova storia.

Un bacio!
 
N

Non registrato

Guest
Nell’ultimo periodo sono stato assente dal forum per vari motivi, in questi mesi di peregrinare per i cinque continenti, ho vissuto una bella storia d’amore che porterò sempre con me, questo mio racconto inizia così:

ero appena arrivato sul posto di lavoro, soltanto il tempo di conoscere i primi colleghi e colleghe, scambiare due parole sistemando velocemente il mio ufficio, che mi si presenta davanti lei…
è stato il classico colpo di fulmine una sensazione che non provavo da molto tempo…come se lei fosse sempre stata dentro il mio cuore, aspettando solo me…
I giorni passavano ed il nostro sentimento cresceva sempre più, finche un bel giorno ci siamo decisi a superare le nostre paure, conoscendoci sempre più, abbiamo capito quanto soli eravamo stati, da lì in poi, nulla di noi è stato più come prima…

Sono stati veri momenti d’amore, sapevamo che il nostro amore clandestino, non ci avrebbe mai portato da nessuna parte, ma ogni volta facevamo l’amore i nostri corpi si univano a tal punto che non sapevamo più chi era chi e cosa era cosa, ci sembrava come di toccare il cielo con il nostro cuore, per andare in paradiso tutte le volte che volevamo grazie al nostro amore.

Come ben sappiamo i momenti felici passano sempre troppo in fretta e per chi non l’avesse ancora capito questa mia storia parla di tradimento, lei purtroppo era già sposata, tra l’atro la sua religione non permette il divorzio, senza contare che se avesse lasciato la sua famiglia facilmente avrebbero fatto del male a lei o a me.

A questo punto quando tutti rifiutano una simile situazione, il nostro sentimento ci ha unito ancor di più, facendoci passare il resto della nostra breve storia d’amore come il sentimento più puro che abbia mai provato.

Ora sono tornato in italia, sono tornato da solo, sono molto diverso, cambiato, se già prima rifiutavo il mio passato, ora e ancor di più voglio cambiare in meglio, vivendo ancora ogni storia d’amore che riuscirà ad aprire il mio piccolo cuore…

Molto spesso su questo forum si parla di tradimento, molti lo fanno con frivola leggerezza, molti per sesso e taluni per qualcos’altro…ma io dico "chi siamo noi per giudicare?"
perchè parlando con amici di un ipotetica situazione si è arrivati ai commenti più biechi....non sapendo che fossi io il diretto interessato.
Io invece penso che anche i sentimenti più belli della nostra vita possono nascere da qualsiasi esperienza anche da un tradimento.
molto spesso si viene giudicati ancora prima del nostro peccato, additati come traditori o persone di poca fede, tutto questo ci deve far capire quanto bigotto sia l’essere umano, che deve nascondendosi dietro le sue leggi…per fermare l’amore in ogni modo.

Scusate questo mio sfogo, ma volevo gridarlo al mondo, volevo far sapere a tutti che la parola tradimento non si può specificare con due semplici parole su un dizionario e solo voi potete capire come ci si sente, se non si può parlare con nessuno, perchè sicuramente al di fuori di questo forum, noi tutti verremmo etichettati solo con poche semplici parole prese proprio da un dizionario.


Con questo chiedo, chi di voi ha paura d’amare ancora una volta? e perché?
non sarebbe bello poter parlare d'amore vero anche nel tradimento...




dedicato a lei:

Voglio vivere ogni momento della mia vita riflesso nella luce del nostro amore,
ogni giorno, ogni momento che passerà, il ricordo del tuo amore sarà eterno,
come eterno è stato è sarà il sentimento che ho provato per te…

666

bellissimo il tuo post, bellissima la tua storia - io ero (e sono) dalla parte di colui che farebbe le pazzie (i.e. lasciare moglie e figli piccoli) proprio per ciò che tu hai descritto. credo in quel sentimento che tu descrivi al cui cospetto tutto mi sembra poco. credo solo che tutto ciò sia dannatamente esclusivo. il mio carattere non credo consenta di "amare" due persone contemporaneamente. e io in questo momento non so - pur avendola amata molto - se io amo mia moglie. certo amo i miei bimbi e non vorrei farli mai soffrire ed è per questo che giorno per giorno cerco di dedicarmi a loro cerco di frenare i miei impeti verso qualcuno (a cui però non riesco a rinunciare nonostante mi abbia detto chiaramente pic!) insomma .. mi baracameno in una strana situazione fatta di momenti, oserei dire di istanti.... proprio io capitano di azienda .... capace di prendere mille decisioni in un giorno lavorare settimane intere non riesco a prendere quella più importante...
bella storia la tua conservala sempre dentro di te sarà sempre un potentissimo fremito di vita. un caro saluto

bastardo dentro
 

Bruja

Utente di lunga data
lancillotto

Ma si dai che è divertente rimbeccarci, comunque capisco benissimo il tuo punto di vista ed ho soprattutto confutato per dare più spazio a chiarimenti e spiegazioni che per come scrivo sanno tutti che condivido.
Tranquillo alla tua armatura ci sono affezionata come tutte le signore del forum.......... anzi se ti serve una lucidatina..................sai com'è a volte un po' di ruggine ...... abbiamo dei brillantanti che te la fanno diventare a specchio!!!

Magari avessero in tanti la tua buona volontà

Bruja


x Verena
Da te non mi aspettavo neè più nè meno di ciò che hai scritto
 
O

Old 666

Guest
grazie per le risposte

Le vostre risposte sono tutte giuste, ognuno vive la propria vita nel meglio e i nostri sentimenti crescono dentro di noi in maniera diversa l’uno dall’altro per questo l’essere umano è unico nell’universo, possono esserci persone simili a volte quasi uguali, ma dentro ognuno di noi è unico…e lo dimostrate voi, ogni giorno, scrivendo e rispondendo il questo forum liberamente...

Partendo da questo mio pensiero, ora vivo la mia vita in modo diverso, vedete il mio nik "666" rispecchia quanto sono stato "io" nel mio passato, ero una persona molto boriosa che pensava solo a se stesso, pensava che l’amore fosse un sentimento molto diverso da quello che prova adesso…pensava che tradire fosse una situazione molto normale in un mondo moderno come il nostro, ho sempre tradito, se ripenso ad alcuni dei miei tradimenti, ho vergogna di me stesso e di quello che ho fatto.

una volta una mia amica mi disse il primo amore non è il più importante se il secondo te lo fa dimenticare…

Il tradimento è come un vento di passione, nel suo respiro noi viviamo aspettando la balia del suo soffio, che ci porti molto lontano dai nostri luoghi e dalla nostra vita…la sua brezza ci fa dimenticare chi noi siamo e da dove veniamo.
chi ha tradito sa quanto vera sia la frase che ho appena scritto, quando noi tradiamo tendiamo a distaccarci dalla nostra vita quotidiana, dimenticando mariti, mogli, figli e per pochi attimi di follia, ci lasciamo andare alla passione che nasce da questo sentimento.

Ora però come gridava giovanna d’arco “chi mi ama mi segua”
quanti di noi coltivano veramente questo sentimento?
perché non credo che tutti tradiscano solo per una bella scopata, molte volte il tradimento come mi è capitato, porta a un crescendo d’emozioni che a stento si possono controllare.

Può sembrare retorico e so già che molti non approveranno questo mio pensiero ma il tradimento, forse, è rimasto l’ultimo metodo per amare liberamente, per non avere la pura di dire ti amo, ti ho amato e quanto t’amerò ancora…
per questo mi chiedo ancora una volta, perché abbiamo paura d’amare veramente qualcuno?
Per la paura che questa persona un giorno ci lasci? paura di rimanere soli? paura di perdere quanto abbiamo vissuto fino a ora? Come vedete potremmo elencare una infinità di domande…

Ora però vi dico la mia risposta che in cuor mio mi sono aperto, ora non ho più paura di dire veramente ti amo, non ho più paura di essere etichettato come un distruggi famiglie, non ho più paura di rimanere solo...se quanto proverò nascerà anche da un tradimento e sarà ancora una volta vero amore, anche per un solo attimo....

666
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
x 666 ...mah

Quest'ultimo tuo post mi lascia perplessa ...ci starebbe come titolo uno da soap opera o ..da telenovela ...sembra addirittura scritto da un'adolescente (l'apostrofo non è un errore!) anni '50..
Sembra che conti solo il "soffio della passione" l'evasione ..come se si trattasse proprio di storie adolescenziali e un tradimento non coinvolga, travolga e faccia soffrire altre persone che con maturità e senso della realtà dimostrano amore nella quotidianeità..
Se vuoi cambiare nick..vedo bene Delly ...Liala era una donna, ma Delly..se non erro...era lo pseudonimo di una coppia di scrittori..fratello e sorella...ti si addice
 

Bruja

Utente di lunga data
b.d.

bellissimo il tuo post, bellissima la tua storia - io ero (e sono) dalla parte di colui che farebbe le pazzie (i.e. lasciare moglie e figli piccoli) proprio per ciò che tu hai descritto. credo in quel sentimento che tu descrivi al cui cospetto tutto mi sembra poco. credo solo che tutto ciò sia dannatamente esclusivo. il mio carattere non credo consenta di "amare" due persone contemporaneamente. e io in questo momento non so - pur avendola amata molto - se io amo mia moglie. certo amo i miei bimbi e non vorrei farli mai soffrire ed è per questo che giorno per giorno cerco di dedicarmi a loro cerco di frenare i miei impeti verso qualcuno (a cui però non riesco a rinunciare nonostante mi abbia detto chiaramente pic!) insomma .. mi baracameno in una strana situazione fatta di momenti, oserei dire di istanti.... proprio io capitano di azienda .... capace di prendere mille decisioni in un giorno lavorare settimane intere non riesco a prendere quella più importante...
bella storia la tua conservala sempre dentro di te sarà sempre un potentissimo fremito di vita. un caro saluto
bastardo dentro
Davvero non sai perchè non prendi quella decisione?
Pensaci bene, sarebbe come scegliere un fornitore che sai bene ti creerà mille problemi ma ti piace quello che fa anche se non ha mercato.........e, scegliendolo, per assonanza, andresti in crisi d'azienda e con te le persone che lavorano e dipendono dalle tue decisioni!!
Sai cosa serve a far capire che certo decisionismo da pulsione può fare più guasti che dare piaceri o soddisfazioni? Quella solita cosetta che si chiama coscienza e che spesso fionda nella nostra volontà quelle cosette che si chiamano scrupoli.........
E poi arriva il tempo, bonario e paziente che ci mostra come spesso, certe scelte di vita coraggiose ed intraprendenti, una volta prese ci portino spesso al punto di partenza..........è solo cambiata la persona, non le circostanze che hanno anche in precedenza spento i roghi della passione.
So bene che io faccio la parte della doccia fredda, ma qualche volta è disperante sapere che a posteriori molte persone si sono trovate a dire............."eppure me lo avevano detto", ma possono mai i grilli parlanti essere più seduttivi delle cicale!???
Bruja

p.s. Nessuno ama due persone contemporaneamente, una la si può amare, dell'altra si è innamorati..........e l'innamoramento sappiamo benissimo cosa sia ed a quali stati d'animo umani si attacchi per il tempo che durerà!
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top