ncontri "superficiali" in motel

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
E

edipy

Guest
L'amante è in ferie. Gli mando un messaggio caldo. Mi risponde subito proponendo un incontro. Decido di prendermi una mezza giornata di ferie per dedicarmi a noi. Ho voglia di farlo ma anche di conoscerlo.
Ho voglia di sesso, affetto e testa.
Ne esco sconfitta di testa e appagata di sesso.
Bella e intensa la prima...mi dice cha andremo avanti parecchio, che c'è parecchia intesa, che sembro nata per farlo, che sembro una bimba, mi chiede le mie fantasie e le mie realtà ..mi chiede se mi osno innamorata di lui ed io rido, rido perchè è una realtà lontana, pechè non mi sono mai innamorata senza consocere una persona, perchè non mi ricordo più le sensazioni d'innamoramento, e tanto lontane sono che me addirittura in dubbio di essermi mai innamorata.
Lui pensa invece di avere punta sul vivo.
Silenzio.
E poi le altre ore di divertimento erotico.
Sono state inframmezzate da chiacchere e chiacchere, ma non parole ma non pensieri.
E' la prima volta che non noto un crescendo di complicità e intesa in una storia.
E' anche vero è la mia prima volta con un amante.
La situazione è piatta. Noto che non sente desiderio di chiamarmi, di parlarmi.
Mi piacerebbe sentire le vostre esperienze in motel, l'esistenza effettiva di storie di solo e bellissimo sesso, che cosa ne pensano gli uomini, e come reagiscono le altre donne...
 
O

Old Fa.

Guest
In qualità di ex amante (eh sì, ho avuto anche questo ruolo ? per questo non me la sono presa contro l?amante della mia ex) ?. devo dire che mi sono ritrovato malissimo quando mi sono perdutamente innamorato, ... lei 3 figli e un biglietto di giustificazioni che per la verità non sarebbe servito. Essere amante ti accende molto per il fatto che hai una ?strada? molto limitata, e non puoi avere una relazione normale e di tua scelta.

Ancora oggi penso a lei la sposina con prole che per altro aveva a suo tempo 7 anni più di me, ? il punto è che come amanti si cerca di ottenere sempre di più ? inevitabile. Oggi considero fare l?amante un autentico suicidio sentimentale. Senza sentimento credo possa passare, ... ma devo ancora provare.


Però non capisco edipy; cosa significa che ti sei innamorata senza conoscere la persona ?

PS: ad ogni modo io se non ho l?ambiente giusto non faccio nulla, ? escludo Motel, auto ecc ? non per altro, ? ma mi sembra di fare le cose in un gabinetto. Va bene la clandestinità, ma mica bisogna per forza rendere la cosa squallida ... stile "Noi i ragazzi dello Zoo di Berlino".
 

Insonne di Seattle

Utente di lunga data
cosa vuoi che ne pensino gli uomini (sto parlando degli uomini tipici, non di me) ?

qualunque uomo sarebbe contento di trovare una con cui fare sesso in un albergo senza problemi, più che altro per i seguenti vantaggi:

1) la vedo quando mi pare a me e quindi non interferisce troppo nella mia vita (cioè con mia moglie o con la mia voglia di trovare una donna seria).
2) ho qualcosa di nuovo con cui vantarmi con gli amici (Oh, regà, me sto a trombà una sposata!!! L'ho messa così e cosà! M'ha fatto questo, questo e quest'altro!!!).
3) se dovessi andare con una prostituta, spenderei circa 200 euro per una botta. Questa invece mi tiene per una giornata, totalmente gratis! Magari, se un giorno comincia a dare segni di non volermi vedere più, le dico che l'amo. Tanto a me che mi costa?

fai un pò tu...

ps. Considera che se al tuo posto ci fosse un'altra, per lui non cambierebbe niente.
ps 2. Io non giudico nessuno. Però il fatto che tu lo voglia conoscere (tra un tempo refrattario e l'altro) è grottesco! Sa tanto di alibi per non sentirsi con se stessa come una ricadente nella menzionata categoria 3).
Sarò all'antica (anche se ho solo 30 anni) ma io in genere una prima la conosco e poi ci vado a letto (a meno che non è un rapporto occasionale, ma la cosa finisce lì)
 
O

Old Albatros

Guest
solo sesso

Le mie esperienze di solo sesso sono stantie e si fermano a 15 anni fa. Però ricordo bene le sensazioni provate. All'inizio era entusiasmante non tanto per il fatto in sè, quanto per l'adrenalina dell'imprevisto e per la grossa botta di vita che ne guadagnava il mio narcisismo. Da collezionista cronico di buche ero passato a collezionista di fanciulle e mi sembrava di sognare. Poi, dopo un paio d'anni nei quali mi è successo di tutto, era diventato routine pure quello. Sul piano fisico era diventato poco più che masturbazione, anche se la lei di turno era una diva del sesso. Sul piano mentale era il piatto assoluto. Sempre le stesse frasi, al termine della serata o della giornata non mi rimaneva nulla e di lei non mi interessava più nulla. Quando mi cercava di nuovo ci andavo solo se non avevo proprio nulla da fare.
Finchè ho deciso che per me quell'esperienza era conclusa. Mi è stata indispensabile però a capire me stesso e quello che voglio.
Io non so se per te in questa fase della tua vita è la prima volta che fai certe esperienze. Sono convinto che però anche questo ci debba essere nella vita di una persona. Poi conosco gente che ne ha fatto uno stile di vita, ma nessuno di loro è felice. Da uomo oggi penso che il bello delle donne è riuscirle a penetrare non solo in un senso ma in tutti quelli possibili e soprattutto mentalmente. E sapersi fare penetrare da loro in un gioco infinitamente più ricco e sfumato del sesso e basta.
Lasciando loro inviolato il mistero bellissimo della loro femminilità e sensibilità.
End of file


edipy ha detto:
L'amante è in ferie. Gli mando un messaggio caldo. Mi risponde subito proponendo un incontro. Decido di prendermi una mezza giornata di ferie per dedicarmi a noi. Ho voglia di farlo ma anche di conoscerlo.
Ho voglia di sesso, affetto e testa.
Ne esco sconfitta di testa e appagata di sesso.
Bella e intensa la prima...mi dice cha andremo avanti parecchio, che c'è parecchia intesa, che sembro nata per farlo, che sembro una bimba, mi chiede le mie fantasie e le mie realtà ..mi chiede se mi osno innamorata di lui ed io rido, rido perchè è una realtà lontana, pechè non mi sono mai innamorata senza consocere una persona, perchè non mi ricordo più le sensazioni d'innamoramento, e tanto lontane sono che me addirittura in dubbio di essermi mai innamorata.
Lui pensa invece di avere punta sul vivo.
Silenzio.
E poi le altre ore di divertimento erotico.
Sono state inframmezzate da chiacchere e chiacchere, ma non parole ma non pensieri.
E' la prima volta che non noto un crescendo di complicità e intesa in una storia.
E' anche vero è la mia prima volta con un amante.
La situazione è piatta. Noto che non sente desiderio di chiamarmi, di parlarmi.
Mi piacerebbe sentire le vostre esperienze in motel, l'esistenza effettiva di storie di solo e bellissimo sesso, che cosa ne pensano gli uomini, e come reagiscono le altre donne...
 

Bruja

Utente di lunga data
beh..........

Mi astengo dal commentare perchè alla fine mi pare che ci sia unA PERFETTA INTESA DI INTENTI E TRAGUARDI..................insomma sta bene così ad entrambi, quindi c'è poco da aggiungere.
Come dice il post di Insonne, che condivido, ognuno si fa bastare quello che torna conveniente e contingente.
Bruja
 
E

edipy

Guest
No, è qui la scoperta...scopro che non mi basta. ma non mi basta per come sono fatta io ed è indipendente dalla persona.
Ovvero, non è che mi sono innamorata di questa persona e quindi desidero averla / sentirla più vicina a me ... è che alla quarta volta in motel, dopo aver fatto l'ultima volta un'indigestione di sesso (4h), splendido in tutti i particolari... mi sono sentita vuota...appagata fisicamente (è molto attento a tutti i particolari femminili e alle coccole).. ma vuota mentalmente.
Questo non lo potevo sapere prima, non potevo sapere che non mi sarebbe bastato solo il sesso e non potevo sapere che avrei ricevuto solo sesso.
Sono comunque molto contenta dell'esperienza fatta, perchè
- ne avevo bisogno fisicamente/psicologicamente visti i problemi con il marito fedifrago
- ho capito nuovi aspetti di me stessa, ovvero che cosa cerco in un rapporto nuovo in questa situazione coniugale scomoda
- non è un rapporto tra amanti squallido
quello che volevo capire con il vostro aiuto è se la mia reazione è standard tipica di tutte le donne che sono transitate i una relaizone di quetso tipo (quindi nulla che dipenda dalla mia perosnalità)
e dall'altra parte se gli uomini riescono a dare solo sesso e se anche per loro è sufficiente ...
 
O

Old Fa.

Guest
edipy ha detto:
....e dall'altra parte se gli uomini riescono a dare solo sesso e se anche per loro è sufficiente ...
Io credo che sia ormai superata la storia degli uomini fanno, e le donne sono altro.

Entrambi possono dare solo sesso, oppure innamorarsi ed il sesso diventa insufficiente.

Tutto sta con chi si è, ... se un amante è palloso quando parla ma è bravo a letto, credo si possa dire che il sesso sia sufficiente.

Stessa cosa per un'amante donna, ... se questa dice cretinate e non ha un portamento affascinante o qualcosa che ci piace, ... solo sesso è già troppo.
 
O

Old kay

Guest
l'amante perfetta

Condivido che lo squallore di farlo in posti rappezzati, anche se eleganti ed in ordine, rende l'incontro erotico un pò ... calcolato, ed a lungo andare forse un pò triste, ma se la persona ti va e non ci sono scelte bisogna magari usare un pò la fantasia. E' un rappoorto tra amanti non una scopata selvaggia e basta.

Parlo da single che ahimè negli ultimi tanti tanti anni ha fatto quasi sempre l'amante, purtroppo gli uomini liberi, interessanti scarseggiano ed il problema del motel non me lo sono mai posto. Ed i miei amanti, tutti nel cuore, dopo tanti anni ricordano ancora quanto fosse bella una serata a casa di Kay, che non prevede solo sesso. Prevede anche tante altre cose, l'intimità, il quotidiano, l'affetto, un consiglio, la pace lontano da casa e dai figli e dalle mogli piaghe. Basta davvero poco ancora oggi se chiamo per un saluto o ci si incontra per caso vedo occhi languidi che aspettano un invito, ma non si può sempre. a volte capitano anche rapporti importanti e sono da preservare sempre. Sono una sognatrice qualcuno direppe pura in attesa dell'amore perfetto, ed in attesa di quello non ho mai rinunciato a voler bene a persone non libere, mi sono adattata? No, mai!!!sono un'ottimista ho visto il lato migliore di quel rapporto e solo quanto ti accorgi che quello che cala le braghe ci tiene anche alla tua persona oltre all'apparato genitale ed alle prestazioni acrobatico-ginniche allora scatta in me il ruolo dell'amante perfetta!!! e mi piace pure inventare nuove serate e lo stare insieme. i miei amanti sposati in fondo mi hanno a volte dato molto di più di miseri uomini liberi che non avevano nemmeno il corraggio di dirtelo che tanto era solo per la ginnastica, potevano risparmirsi un pò di telefonate, di cene e di moine. I quattro colpi sono carini e simpatici da effettuarsi, ma gli uomini sarebbero molto più eleganti se non facessero troppe recite tipo sei la donna della mia vita, sei bellissima ... poi fatte le prestazioni spariscono giusto per poi forse richiamarti al momento di un'altra necessità fisiologica. Squallidi, ergo dopo aver imparato che l'uomo mente per definizione nella caccia, è la sua natura, vediamo di capire che tipo è prima di meritarsi l'amante perfetta! E se ha recitato un pò troppo l'uomo perfetto scatta la punizione verbale, le donne sanno essere molti ficcanti con le parole e ce ne sono alcune particolarmente pungenti per certi tipi. Gli tendi la trappola al miele con contorno di peperoncino, lui cade e come può non cadere ha già perso i sensi ... ormai sai che il cafone fingeva e ... con nonchalance butti là la frase (scelta a doc, ogni uomo fortunatamente è diverso anche nei punti deboli) ..... ma che soddisfazione!!!!
Rimane inebetito!!! Ho imparato dagli uomini "scopaefuggi" ad essere per così dire un pò teutonico-asburgico nella punizione. Ci rimangono molto male, molto e care ragazze, se l'uomo che avevi creduto l'amante perfetto, si è dimostrato un scopaefuggi vi consiglio di adottare la mia strategia, con molta nonchalance, niente discussioni non servono! l'ape regina è la donna e ci sono sempre tanti fuchi nell'alveare, tenersi il più squallido sarebbe sciocco. Mi annoio solo con la ginnastica, seppur acrobatica di ore ore e ore e l'assenza totale o quasi del resto della mia persona.
 
O

Old Fa.

Guest
Guarda Kay, ... ha leggere il tuo post ho capito una cosa.

Credo davvero che tu ti prenda solo il meglio degli uomini che hai frequentato, ... perchè ti assicuro che viverci insieme non sarebbe proprio quello che si dice una pacchia.

Lo sai, ... mi hai convinto, ... mi lamentavo che le ragazze sono tutte occupate, ... ma credo che ripiego volentieri per prendermi anch'io il meglio delle persone e seguire le tue orme, ... che diavolo, ... quando stai insieme ad una ragazza libera tempo 2 o 3 mesi, ... si sfonda la diga dei casini.

Ho proprio la convinzione che a te sia andata di lusso, e credo che dovrò impegnarmi di fregarmene che siano occupate.

Un bacione
 

Bruja

Utente di lunga data
Kay

Brava Kay, illuminante e gradevolissimo il tuo post.
Ho solo un dubbio, che questo rutilare di amanti sia tanto eccitante ma come mi danno l'impresssione delle ostriche e del caviale tutti i giorni.
Magari mi sbaglio ma se gli uomini sono sempre gli stessi e i tuoi amanti non sono mutanti.... saranno gli stessi che per le feste comandate, gli impegni improrogabili e le responsabilità che debbono al loro stato matrimoniale, salvo casi imponderabili sarai depositaria di una beata solitudo che, probabilmente per te sarà quasi una forma di riposo della guerriera....

Ti capisco sai, non sto a dilungarmi sulla mia autobiografia ma ti capisco più di quanto tu non creda. E sono perfettamente in grado di capire cosa significhi inchiodare al palo verbale un ometto cialtroncello.
Solo un consiglio, da amica, attrezzati ad essere perfettamente soddisfatta della compagnia di te stessa, ti servirà, ovviamente se non arriva prima l'amore che tutto falcia e annulla cambiando la dirittura del tuo futuro, per gli anni in cui gli amanti non saranno così facilmente sostituibili.
Concordo con Fa, considerando il panorama della domanda e dell'offerta, a te finora è andata di lusso.
Ti auguro che ciò che desideri avvenga.
Bruja
 
O

Old kay

Guest
Gli uomini non erano tutti gli stessi, negli anni sono cambiati e non sempre erano notti festose, c'erano anche le sere davanti alla televisione o notti in cui mi addormenatvo tra le sue braccia senza sesso ed usciva poi all'orario comandato senza fare rumore. Con la scelta di dedicarmi al lavoro difficile sarebbe stato un impegno anche sentimentale vero. Scelte certamente obbligate dalle scarsa qualità delle persone incontrate. Ma la tenerezza degli amanti sposati è qualcosa di raro, tu sei per loro la luce sempre anche anni dopo che non li vedi più, nonostante tu sia spettinata o furente per il lavoro. Per loro sei sempre meravigliosa certo mancano alle feste comandate, ma alcuni di loro chi li avrebbe voluti nella vita vera!!! Non io, con il mio carattere, che amo la libertà delle scelte, tutte e rispetta sempre il ruolo che ricopre. Sono diventata saggia negli anni e non accetterei mai un uomo libero, pur di non stare sola, mai. la mia solitudine è la libertà di poter amare senza scendere a compromessi con me stessa, non potrei sopportarli. L'amore ha infinite sfaccettature e questi amori a volte valgono molto più di tanti matrimoni finti, creati per la paura di non stare soli.
La solitudine mi ha reso forte nelle mie scelte anche quelle più difficili sentimentalmente, non potrei mai costringere qualcuno a scegliere prima me e poi se stesso, sarebbe troppo facile. Sono esigente nel lavoro per definizione, ma nella vita lo sono parimenti. Dò l'anima davvero se voglio bene e non contano le distanze, le mogli ed i figli. L'amore che ho dato e che dò continua a rifiorire ogni giorno perchè quanto hai fatto era vero.
Vera la rabbia, vera la passione, vera la dolcezza, vero il desiderio, vera la delusione, vero l'amore, vero il dolore, vera la stanchezza, vera la noia... Certo che preferisco la mia solitudine a rapporti inutili e squallidi, non ne ho bisogno. Se ho la tristezza nel cuore e la voglia di una carezza o di sesso so chi chiamare, tempo max due giorni si organizza. E appena apro quella porta i suoi occhi già mi fanno sentire meravigliosa e l'unica al mondo. Ma capita molto molto di rado di avere l'esigenza di chiamarlo. Oggi dopo tanti anni (8anni di cui i primi quattro insieme) mi piace vederlo con i suoi figli, tenero papà molto apprensivo piuttosto che nel mio letto per una scopata selvaggia ....
E' un amore diverso, da quello canonico di coppia, ma non ha minore valore, da ragazza non lo sapevo che potesse esistere, certo è raro che accada così. Ogni uomo ha le sue peculiarità e le sue debolezze e vero è anche che io sarei la stessa in un rapporto classico, non è l'amante sposato-non libero che condiziona il mio atteggiamento io sono sempre così e mi piaccio anche molto e attendo romanticamente il mio uomo imperfetto, da amare. Sono paziente, coerente con me stessa e non sopporto la falsità e la mediocrità.
Mi piace immaginarmi come un diamante, se si scalfisce perde la sua lucentezza perfetta dovuta alle infinite sfaccettature del taglio. Le squallide cose non mi sono mai piaciute e forse sono tanto ricercate da alcuni semplicemente per la paura di guardarsi dentro veramente. Non ho più paura di dire certe cose, belle o brutte ed è semplicemente illuminante vedere come si sta meglio. Nemmeno il dolore più grande anche al di fuori dei sentimenti ha fatto crollare in toto la mia vita .... ma questa è un'altra storia ....
 

Bruja

Utente di lunga data
Kay

Insomma sei un'amante che vive la parte che le compete e condivide per interposta persona la vita canonica di alcuni dei tuoi più riusciti amanti.
Credo che sia un modo positivo di vivere queste situazioni; d'altronde ognuno conoscendo se stesso sa cosa può accettare, cosa negare e cosa farsi bastare, l'importante è che l'equilibrio del proprio sentire sia bilanciato, e mi pare che in te lo sia.
Questo però non risolve il futuro............ non potrai all'infinito stare in questa situazione, a meno che essenso tu autonoma psicologicamente ed economicamente decida che il cabotaggio attuale ti va bene fino a che si diraderà per forza di cose.
Avrai i tuoi bei ricordi, ed a volte, non sono poca cosa contro chi magari ha solo rancori mai eliminati.
Posso farti una sola domanda, e te la faccio da donna non da semplice partecipante al forum? Posto che se non ci fossi tu, per i tuoi amanti, ci sarebbe stata un'altra, non hai mai pensato alle loro mogli?
Mi spiego meglio, non sto facendo un discorso morale ma interiore........ non hai mai avuto la sensazione di essere una specie di cuculo (passami il termine) degli affetti?
Ti leggo molto in gamba e mi pare nebulosa la tua scarsa presa in considerazione per questo fatto reiterato e quasi consolidato; sappiamo bene che spesso gli uomini raccontato alle amanti di turno le stesse frottole che propinano alle mogli.
Tu sei troppo intelligente per credere che a te siano capitati solo perle rare di sincerità.
Però è anche vero che una persona può benissimo lasciare che gli altri credano che si creda quello che vogliono perchè tanto sono funzionali allo scopo.
Devi scusarmi se insisto nel commentare i tuoi post ma poichè non mi è semplice capire una condizione come quella da te descritta vissuta per lungo tempo, cerco solo di capire le ragioni dei tuoi avalli, che hanno sicuramente valide motivazioni già nella base caratteriale.
Tu hai dalla trua un'arma perfetta..... non appari e non sei una rompiscatole, sei paga del tuo ruolo, e nel rapporto non cerchi rassicurazioni e progettualità costruttive; tutto questo per gli uomini sposati, qualunque sia la loro estrazione, cultura e carattere è ambrosia !!!
Bruja
 
E

edipy

Guest
rispondo all'insonne:
cosa vuoi che ne pensino gli uomini (sto parlando degli uomini tipici, non di me) ?
MI PIACEREBBE CONOSCERE IL PARERE DI UN UOMO TIPICO, MA MI SA CHE NON FREQUENTANO QUESTO FORUM PERCHE' FANNO E NON MEDITANO.

qualunque uomo sarebbe contento di trovare una con cui fare sesso in un albergo senza problemi SONO ABITUATA A PENSARLO ANCH'IO ...potrebbe però anche essere un cliché...


1) la vedo quando mi pare a me e quindi non interferisce troppo nella mia vita (cioè con mia moglie o con la mia voglia di trovare una donna seria).
SI', MA PER QUANTO? DIVENTA RIPETITIVO ANCHE PER LUI ...

2) ho qualcosa di nuovo con cui vantarmi con gli amici (Oh, regà, me sto a trombà una sposata!!! L'ho messa così e cosà! M'ha fatto questo, questo e quest'altro!!!).
QUESTO LO FA UN RAGAZZINO

3) se dovessi andare con una prostituta, spenderei circa 200 euro per una botta. Questa invece mi tiene per una giornata, totalmente gratis! Magari, se un giorno comincia a dare segni di non volermi vedere più, le dico che l'amo. Tanto a me che mi costa?
CRUDO MA VERO

ps. Considera che se al tuo posto ci fosse un'altra, per lui non cambierebbe niente.
CAMBIEREBBE IL TIPO DI SESSO E DI INTIMITA', che potrebbe essere peggio ma anche meglio, o meglio più simile al suo

ps 2. Io non giudico nessuno. Però il fatto che tu lo voglia conoscere (tra un tempo refrattario e l'altro) è grottesco! Sa tanto di alibi per non sentirsi con se stessa come una ricadente nella menzionata categoria 3).
PROBABILMENTE NON HAI SEGUITO I MIEI POST PRECEDENTI, non mi sento assolutamente ricadere nella categoria 3, anzi mi sento del tutto giustificata e a posto con gli altri e con me stessa soprattutto.
Io lo consocevo già sul luogo di lavoro, abbiamo lavorato per circa sei mesi su un progetto comune sentendoci solo per lavoro almeno una decina di volte al giorno.

Un paio di volte, stanchi dal progetto siamo usciti a bere un aperitivo e abbiamo fatto i discorsi tipici dei colleghi di lavoro (lui è al livello del mio capo).

Tra l'altro in questi discorsi mi ha fatto intravvedere una maggiore responsabilità che si sarebbe aggiunta al mio lavoro. e in effetti così è successo un paio di settimane fa'.
INfatti un dubbio mi sorge che non l'abbia ottenuta solo per merito ma anche...
Certo dovrebbe esserla studiata troppo in modo strategico..però..

Comunque usciamo una terza volta con una risorsa del mio ufficio, alla quale sono anche legata da una sorta di amicizia professionale e andiamo a prenderci un aperitivo.
Abbiamo parlato, riso e scherzato e .....BEVUTO.
La collega ha preso la bici mentre io cercavo il taxi, che non arrivava e alla fine dopo lunghe insistenze mi accompagna a casa in macchina, anzi a un certo punto lo facccio scendere e mi autoaccompagno a casa.
Sotto casa allunga le mani, ma..mi piaceva, mi piacevano le mani e i baci e le strette. Lo sento. Mi risveglio dopo qualche minuto e gli dico.. ma adesso cosa vorresti un bacio, o fare davanti o ...: Apro la portiera e mentre me ne vado senza girarmi gli dico ...e adesso sognati un p ..ino.
Dal giorno dopo inizia a chiamarmi e chiedermi continuamente quando ci saremmo rivisti in privato ed io ho resistito qualche giorno e poi un pomeriggio del tutto imbarazzata (lui è un vecchio volpone che da 20 anni persevera su questa strada ..pour moi c'était la première fois) gli ho detto ok.
In macchina mi chiede cosa volessi fare bere,chiaccherare o motel...
E lì , ho deciso che era inutile raccontarsela, avevo voglia di lui .. e siamo andati.
E' stato bellissimo.Bellissimo sesso ma il tempo permetteva solo questo (ho pensato).
Mi ha cercata con telefonate i giorni seguenti . ci siamo rivisti dopo 3 giorni e si è ripetuto il tutto.
Da lì le telefonate sono diminuite, i msg pari a zero.. ci siamo visti solo e eslcusivamente in qualche riunione di lavoro, senza ammicamenti alcuni.
E lì io avevo voglia anche d'altro , avrei voluto telefonate lunghe per dirci chi sei, come sei , cosa ti piace e cosa no, quali sono le cose che ci hanno portato a questo........io non ho fatto nulla se non un paio di telefonate per tastare il terreno che sono state in qualche modo tranchant ovvero o si parlava di lavoro o di sesso.
La terza mi ricerca, riavvene in motel, e visti i tempi brevi solo sesso.
A quel punto ho questo un incontro più lungo , ho preso il pomeriggio di ferie....ed è lì che ho capito che non vuole darmi di più che un bel sesso. Che spreco!



Sarò all'antica (anche se ho solo 30 anni) ma io in genere una prima la conosco e poi ci vado a letto (a meno che non è un rapporto occasionale, ma la cosa finisce lì)
 
E

edipy

Guest
commenti per albatros

Poi, dopo un paio d'anni nei quali mi è successo di tutto, era diventato routine pure quello. Sul piano fisico era diventato poco più che masturbazione, anche se la lei di turno era una diva del sesso.
QUESTA AFFERMAZIONE LA TROVO MOLTO INTERESSANTE LA PUOI DETTAGLIARE CON QUALCHE ESEMPIO...
Sul piano mentale era il piatto assoluto.
ANCHE SE LE PERSONE ERANO INTERESSANTI?
Ovvero io mi giudico una persona con molteplici interessi, estroversa, con me si può parlare di tutto...e quindi anche se la persona poteva dare sul piano mntale eri tu che ti tiravi indietro?

Sempre le stesse frasi, al termine della serata o della giornata non mi rimaneva nulla e di lei non mi interessava più nulla.
QUESTO L'HO PROVATO ANCH'IO, addirittura anche mentre lo facevamo ripeteva sempre le stesse cose..

Quando mi cercava di nuovo ci andavo solo se non avevo proprio nulla da fare.
CAPISCO E' VERO , E QUINDI NON LO CERCO.


Sono convinto che però anche questo ci debba essere nella vita di una persona.
ANCH'IO SONO CONTENTA DI AVERLO PROVATO:

Poi conosco gente che ne ha fatto uno stile di vita, ma nessuno di loro è felice.
ANCHE A ME NON DA' l'IDEA DI UNA PERSONA FELICE, però lo vedo comunque molto sereno
 

Lettrice

Utente di lunga data
kay

Ho letto i toi post con molto piacere...quasi ho provato un filo d'invidia per il tuo equilibrio...
Sfortunatamente io sono una di quelle che lanciano tacchi a spillo...
 
O

Old Fa.

Guest
Lettrice ha detto:
Ho letto i toi post con molto piacere...quasi ho provato un filo d'invidia per il tuo equilibrio...
Sfortunatamente io sono una di quelle che lanciano tacchi a spillo...
Sai Lettrice che anch'io quando leggo Kay, ... mi viene un senso d'invida, ... non pensavo fosse piacevole provare invidia per qualcuno. Non so se definirla invidia, di solito dicono che è una cosa che rosicchia parecchio, questa invece questa mi stuzzica.
 

Insonne di Seattle

Utente di lunga data
rispondo all'insonne:
cosa vuoi che ne pensino gli uomini (sto parlando degli uomini tipici, non di me) ?
MI PIACEREBBE CONOSCERE IL PARERE DI UN UOMO TIPICO, MA MI SA CHE NON FREQUENTANO QUESTO FORUM PERCHE' FANNO E NON MEDITANO.

i pareri che ti ho dato sono proprio quelli degli uomini tipici (tra cui non mi annovero). Comunque, anche meditare tra un albergo e l'altro non è male, sai?



qualunque uomo sarebbe contento di trovare una con cui fare sesso in un albergo senza problemi SONO ABITUATA A PENSARLO ANCH'IO ...potrebbe però anche essere un cliché...
... chiamalo come ti pare. Intanto quel clichè ti si tromba.


la vedo quando mi pare a me e quindi non interferisce troppo nella mia vita (cioè con mia moglie o con la mia voglia di trovare una donna seria).
SI', MA PER QUANTO? DIVENTA RIPETITIVO ANCHE PER LUI ...
Per quanto gli parrà a lui. E' lui il capo, no? Comunque, ti assicuro che di certe cose non ci si stanca (a meno che non vorrà sollazzarsi con qualche altra sottoposta).


ho qualcosa di nuovo con cui vantarmi con gli amici (Oh, regà, me sto a trombà una sposata!!! L'ho messa così e cosà! M'ha fatto questo, questo e quest'altro!!!).
QUESTO LO FA UN RAGAZZINO
Ma di che cosa ti credi che parlerà alle riunioni aziendali? Inoltre, ti assicuro che il girl's talking sessuale è superdiffuso allo stesso modo tra le donne.



ps 2. Io non giudico nessuno. Però il fatto che tu lo voglia conoscere (tra un tempo refrattario e l'altro) è grottesco! Sa tanto di alibi per non sentirsi con se stessa come una ricadente nella menzionata categoria 3).
PROBABILMENTE NON HAI SEGUITO I MIEI POST PRECEDENTI, non mi sento assolutamente ricadere nella categoria 3, anzi mi sento del tutto giustificata e a posto con gli altri e con me stessa soprattutto.
... brava! Sono contento che sei orgogliosa di te stessa! Perchè se sei così sicura di te, non racconti tutto a tuo marito? Vedtrai come sarà orgoglioso anche lui.


Un paio di volte, stanchi dal progetto siamo usciti a bere un aperitivo e abbiamo fatto i discorsi tipici dei colleghi di lavoro (lui è al livello del mio capo).
Tra l'altro in questi discorsi mi ha fatto intravvedere una maggiore responsabilità che si sarebbe aggiunta al mio lavoro. e in effetti così è successo un paio di settimane fa'.
INfatti un dubbio mi sorge che non l'abbia ottenuta solo per merito ma anche...
Certo dovrebbe esserla studiata troppo in modo strategico..però..

... Perdonami, ma non sto più nella pelle. Questa parte del tuo racconto è raccapricciante. Lo so che non devo giudicare nessuno, ma questa cosa mi tocca enormemente (è per quello che lavoro in proprio e rifuggo le realtà aziendali).
Credo che un uomo attempato e sposato che sfrutti la sua posizione aziendale per sedurre e portarsi le sue sottoposte (anche loro sposate) faccia l'azione più becera ed ignobile che si possa fare. Qualitativamente, quest'uomo si colloca a metà tra il nero che si forma sotto le unghie di un contadino ghanese sudato e una pozzanghera di vomito prodotto da una ingestione repentina di una pizza margherita e 7 nastro azzurro calde.

Per quanto riguarda te, spero che l'incarico di maggior responsabilità che tu hai ottenuto sia dipeso dalla tua bravura, perchè se così non fosse, la vedo proprio male per te. Si spargerà la voce tra i capi, e tu diventerai una sorta di friday night girl aziendale, che otterrà scatti o retrocessioni o mobbizzazioni a seconda che si conceda o meno. Chi semina raccoglie.
Se sei una persona di valore (come credo che tu sia) dovresti rifiutare tutto questo sul nascere per i citati rischi. Se invece non vali una cicca e hai bisogno di questi mezzucci per fare carriera, in bocca al lupo. ne avrai bisogno (poi però non ti lamentare se scriveranno il tuo numero di cell sulle piastrelle del bagno degli uomini).

(w la meritocrazia! lo sai che in Usa c'è gente che marcisce in carcere per anni per molestie sessuali sul luogo di lavoro?)

spero che tu non ti sia offesa, ma io la vedo proprio così.
 

Lettrice

Utente di lunga data
Fa. ha detto:
Sai Lettrice che anch'io quando leggo Kay, ... mi viene un senso d'invida, ... non pensavo fosse piacevole provare invidia per qualcuno. Non so se definirla invidia, di solito dicono che è una cosa che rosicchia parecchio, questa invece questa mi stuzzica.
Nooo non e' quell'invidia brutta che rode fino all'osso...infatti forse non e' proprio invidia ma piu' una presa di coscenza...della serie non saro' cosi pacata nemmeno fra 100 anni...
 

Lettrice

Utente di lunga data
. Qualitativamente, quest'uomo si colloca a metà tra il nero che si forma sotto le unghie di un contadino ghanese sudato e una pozzanghera di vomito prodotto da una ingestione repentina di una pizza margherita e 7 nastro azzurro calde.

 
E

edipy

Guest
sesso e lavoro ..per chiarire

La fai troppo semplice e forse anche un po' banale... sono ingegnere e sono dieci anni che lavoro ed ho fatto una buona carriera solo per merito mio.
Questa maggiore responsabilità l'ho ricevuta perchè il progetto di cui ero repsonsabile è stato di successo. Non ho mai pensato di averlo ottenuto in altro modo.
Il mio pensiero precedente era rivolto ad interpretare un suo atteggiamento (dell'amante ) del timing in cui me l'ha detto...
Sul fatto che lui possa averlo detto ad altre persone del lavoro, continuo a trovarlo un po' troppo da aragazzino, ed in più le persone cha lavorano e hanno lavorato con me mi ocnoscono bene e sanno che sono una persona molto seria sul lavoro e con dei forti principi quali onestà, correttezza, trasparenza ed etica.

Mi sembra che tu sia un po' troppo incazzato e giovane e pertanto non cogli le sfumature con cui vengono scritte determinate cose.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top