Milanovirus

danny

Utente di lunga data
L'atmosfera è quasi surreale. E' un giorno feriale, i vagoni della metropolitana sono quasi vuoti, ci sono posti a sedere, di solito fatico a trovare spazio in piedi.
I tornelli sono sgombri, non c'è la solita fila, le gente che spinge, quello a cui non funziona la tessera che blocca tutti.
Alcune persone hanno la mascherina. Sono perlopiù ragazze, quasi sempre turisti ad indossarla.
Altri hanno la sciarpa o il bavero del giaccone a nascondere la bocca.
Piazza del Duomo alle 8,30 di un giorno feriale ospita più piccioni che persone.
L'architettura della piazza emerge come non mai. Godo nello scattare qualche foto senza avere troppe persone intorno.
Le bici e i monopattini elettrici vanno via veloci. I rider hanno tutti il volto seminascosto, ma oggi non fa freddo.
Percepisci che le persone mantengono una distanza tra loro, osservi che la loro camminata è più circospetta.
Qualcuno fuma, appoggiato a un muro, la mascherina al collo.
Sul cartellone della Scala c'è una banda che annuncia la sospensione delle attività per ragioni sanitarie.
Neanche all'ora di pranzo la città ritrova l'atmosfera di un giorno feriale qualsiasi.
E' tutto sospeso.
I turisti con le mascherine, gli sparuti capannelli vocianti di persone dai quali emerge talvolta la parola Coronavirus.
I ristoranti di solito strapieni ora con i tavoli vuoti, Mac Donald dove non fai la coda ai totem e l'hamburger è in cassa prima che tu abbia finito di pagare.
I bar più gettonati dai pendolari adesso deserti.
I negozi aperti senza clienti.
Di fianco al Teatro Strehler campeggia un'insegna luminosa con la scritta "Be strong China".
In periferia le cose non vanno meglio.
C'è un silenzio surreale dove lavoro.
Sono riuscito a fare foto stando in mezzo alla strada, dove di solito non riesci ad attraversare.
Non si sente il rumore della carrozzeria, neppure quello della fabbrica di fronte.
I marciapiedi sono vuoti.
 

ivanl

Utente di lunga data
Mcdonalds?? (n)
qu in azienda saremo una 50 presenti, su quasi 800...tutti a casa in telelavoro..una pace incredibile :LOL:
 

danny

Utente di lunga data
(e comunque i grandi protagonisti social di questi giorni sono stati IL RIANIMATORE, la PEDIATRA e la DOTTORESSA DEL SACCO.)
images.jpeg
 

stany

Utente di lunga data
Danny.... È un bellissimo incipit per un libro; trova dei personaggi, dei protagonisti, e continua. Inquadra il tutto in una vicenda specifica; magari un traffico internazionale di diamanti, oppure il ritrovamento del sacro Graal, ad opera della comunità cinese

.😂😉
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Danny.... È un bellissimo incipit per un libro; trova dei personaggi, dei protagonisti, e continua. Inquadra il tutto in una vicenda specifica; magari un traffico internazionale di diamanti, oppure il ritrovamento del sacro Graal, ad opera della comunità cinese

.😂😉
il preservativo di Paolo
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
L'atmosfera è quasi surreale. E' un giorno feriale, i vagoni della metropolitana sono quasi vuoti, ci sono posti a sedere, di solito fatico a trovare spazio in piedi.
I tornelli sono sgombri, non c'è la solita fila, le gente che spinge, quello a cui non funziona la tessera che blocca tutti.
Alcune persone hanno la mascherina. Sono perlopiù ragazze, quasi sempre turisti ad indossarla.
Altri hanno la sciarpa o il bavero del giaccone a nascondere la bocca.
Piazza del Duomo alle 8,30 di un giorno feriale ospita più piccioni che persone.
L'architettura della piazza emerge come non mai. Godo nello scattare qualche foto senza avere troppe persone intorno.
Le bici e i monopattini elettrici vanno via veloci. I rider hanno tutti il volto seminascosto, ma oggi non fa freddo.
Percepisci che le persone mantengono una distanza tra loro, osservi che la loro camminata è più circospetta.
Qualcuno fuma, appoggiato a un muro, la mascherina al collo.
Sul cartellone della Scala c'è una banda che annuncia la sospensione delle attività per ragioni sanitarie.
Neanche all'ora di pranzo la città ritrova l'atmosfera di un giorno feriale qualsiasi.
E' tutto sospeso.
I turisti con le mascherine, gli sparuti capannelli vocianti di persone dai quali emerge talvolta la parola Coronavirus.
I ristoranti di solito strapieni ora con i tavoli vuoti, Mac Donald dove non fai la coda ai totem e l'hamburger è in cassa prima che tu abbia finito di pagare.
I bar più gettonati dai pendolari adesso deserti.
I negozi aperti senza clienti.
Di fianco al Teatro Strehler campeggia un'insegna luminosa con la scritta "Be strong China".
In periferia le cose non vanno meglio.
C'è un silenzio surreale dove lavoro.
Sono riuscito a fare foto stando in mezzo alla strada, dove di solito non riesci ad attraversare.
Non si sente il rumore della carrozzeria, neppure quello della fabbrica di fronte.
I marciapiedi sono vuoti.
anche le tangenziali questa mattina erano libere.
Quello che mi ha colpito di più è stato ieri sera verso le 23, macchine in giro praticamente non ce n'erano.
Il silenzio ricordava il silenzio delle serata di neve.
I bar chiudono alle 18, la movida non c'è, tutti a casa.
Se ci fosse stato in queste sere San Remo avrebbe avuto il record di ascolti
 

Skorpio

Utente di lunga data
Questione di poco e.. Sperando in bene, ma La bomba sta x scoppiare anche a firenze
 

Skorpio

Utente di lunga data
@stany non posso tecnicamente allegare file audio di cui sono in possesso, ma da una radio privata fiorentina ho ascoltato e parzialmente registrato la testimonianza in diretta del presidente del Cda di una scuola di 600 ragazzi (presidente Cda non uno scemotto) in cui c'è una situazione diciamo così "delicata" collegata al caso di Firenze di oggi, e nessuno ai vertici sa (alle ore 18) che cazzo deve fare.

Ripeto, speriamo bene, magari un po' di culo ci assiste per una volta..

Il tg nazionale non ne ha parlato e ha fatto anche bene, ma La cosa resta
 

Lara3

Utente di lunga data
@stany non posso tecnicamente allegare file audio di cui sono in possesso, ma da una radio privata fiorentina ho ascoltato e parzialmente registrato la testimonianza in diretta del presidente del Cda di una scuola di 600 ragazzi (presidente Cda non uno scemotto) in cui c'è una situazione diciamo così "delicata" collegata al caso di Firenze di oggi, e nessuno ai vertici sa (alle ore 18) che cazzo deve fare.

Ripeto, speriamo bene, magari un po' di culo ci assiste per una volta..

Il tg nazionale non ne ha parlato e ha fatto anche bene, ma La cosa resta
Perché la situazione è delicata per il caso di Firenze ? Cosa è successo ?
 

Skorpio

Utente di lunga data
Perché la situazione è delicata per il caso di Firenze ? Cosa è successo ?
L'uomo di affari fiorentino che oggi è risultato positivo, dopo esser rientrato da alcune settimane da un viaggio di affari da singapore, ha moglie e figlio

Il figlio frequenta una scuola di 600 ragazzi, I cui vertici attendono istruzioni dalla Asl su "cosa devono fare"

Il figlio è stato sottoposto stamani a tampone con la mamma, ma non hanno notizie sugli esiti e sulle. Misure di profilassi da adottare con tutti gli studenti, come plesso.

La Asl gli ha detto "ci informeremo e vi facciamo sapere" ma alle 18 non sapevano ancora nulla

Se l'esame del tampone sul ragazzo sarà negativo, meglio x tutti
 

danny

Utente di lunga data
Anch'io sto aspettando l'esito di un tampone di una persona collegata a me.
Ci vogliono 3 giorni ora.
 

Darietto

Utente di lunga data
Eppure alle 22 tangenziale nord Milano più traffico del solito. Catena Sushi, Roadhouse e Old wild west vicino all'entrata dell'autostrada non poca gente dentro (come al solito, per essere martedì sera). I vari Mc Donald lungo la strada pieni.
Onestamente di diverso vedo solo i supermercati saccheggiati. Per il resto sembra non essere cambiato nulla.

Ah, ho visto alcuni centri massaggi cinesi aperti e anche qualche slot.
 

stany

Utente di lunga data
@stany non posso tecnicamente allegare file audio di cui sono in possesso, ma da una radio privata fiorentina ho ascoltato e parzialmente registrato la testimonianza in diretta del presidente del Cda di una scuola di 600 ragazzi (presidente Cda non uno scemotto) in cui c'è una situazione diciamo così "delicata" collegata al caso di Firenze di oggi, e nessuno ai vertici sa (alle ore 18) che cazzo deve fare.

Ripeto, speriamo bene, magari un po' di culo ci assiste per una volta..

Il tg nazionale non ne ha parlato e ha fatto anche bene, ma La cosa resta
Ad ora il ministro dell'istruzione da Floris mi pare che non abbia accennato alla chiusura delle scuole a Firenze o in Toscana
 

Nocciola

Super Moderatore
Staff Forum
Eppure alle 22 tangenziale nord Milano più traffico del solito. Catena Sushi, Roadhouse e Old wild west vicino all'entrata dell'autostrada non poca gente dentro (come al solito, per essere martedì sera). I vari Mc Donald lungo la strada pieni.
Onestamente di diverso vedo solo i supermercati saccheggiati. Per il resto sembra non essere cambiato nulla.

Ah, ho visto alcuni centri massaggi cinesi aperti e anche qualche slot.
Al mattino le tangenziali sono deserte. Io ci metto 1/3 del tempo. Sembra ferragosto. Unica nota positiva di questo delirio
 

danny

Utente di lunga data
La sera l'autobus dell'hinterland era pieno, come al solito.
Hanno lasciato a casa il terziario, scarseggiano i turisti, chiuso le scuole, i corsi, annullato gli eventi.
Passa la polizia locale a controllare le attività oggetto di restrizione da parte dell'ordinanza. Accaduto a persone che conosco. Ci sono ammende pesanti, forse anche il penale se ho capito bene.
Tutto il resto, dalle partite IVA agli operai lavora come prima.
Ho notato, anche oggi, che la maggior parte delle mascherine le indossano gli orientali e i nordafricani.
O hanno paura di ammalarsi in una terra straniera o hanno una diversa sensibilità nei confronti delle malattie.
Alcuni italiani sembrano noncuranti. Ai parchi le mamme si incontrano come prima, i bambini giocano tra di loro, i contatti restano gli stessi.
Nei supermercati ci sono state lunghe file. All'ambulatorio medico i pazienti ora vengono lasciati fuori in strada. Alcuni medici di base non visitano più. Da noi la mia dottoressa è uscita incazzandosi e rimandando a casa chi aveva le ricette da fare o non aveva particolari necessità. Lavorano con le mascherine. Risulta difficile farsi visitare quando si è malati. Hanno pubblicizzato tre numeri ma ci sono difficoltà a contattarli, mi dice chi ha avuto necessità. D'altronde il personale è quello, anzi, meno di prima per comprensibili ragioni.
Il suggerimento iniziale di evitare gli assembramenti e di stare a una distanza di 2 metri non sembra sempre venire recepito da tutti.
Noto che sui social come sui media tradizionali sta passando l'informazione che questa situazione sia esagerata, che si tratti di una banale influenza, che basti lavarsi le mani (come Ponzio Pilato?) per essere tranquilli, che colpisce solo vecchi malati già da discarica - ovviamente del 38enne in terapia intensiva non si parla più, per cui gli altri stanno tutti tranquilli. Ho letto post in cui c'era chi si lamentava di questo continuo parlare del virus, che tanto non gliene frega un cazzo se muoiono vecchi. Parliamo di altro, scongiura.
Temo che a breve verrà tutto insabbiato. Conte ha già annunciato che l'informazione deve essere più cauta e ridursi. Ufficialmente per calmare la popolazione. Io ripiegherò su CNN o sui media stranieri, come fossero Radio Londra.
Lorenzo Tosa scrive un post in cui accosta gli italiani rispediti dal Madagascar e le loro giuste lamentele agli immigrati dei barconi. Qualcuno gli dà contro, lui ribatte con le paroline magiche "Analfabeti funzionali", il resto dei fan applaude, altri lo imitano postando qua e là post simili. Scrivevano Be Strong China, ma quando tocca ai lombardi ci godono. Applaudita anche la dottoressa con le labbra e gli zigomi rifatti (l'unica ricercatrice o dottoressa tra quelle che ho conosciuto ad averlo fatto, mi ha stupito questa cosa.) che ha sbagliato a leggere i dati e prima di andare in tv ha cancellato i post dove faceva quell'errore su Facebook. Ormai ha anche lei i suoi follower, esattamente come il rianimatore o la pediatra hanno i fan, piccoli eroi rassicuranti generati da quella che qualcuno chiama follia . Si capisce dove si vuole andare a parare. Tranquillizzare le persone, negare cosa sta accadendo, celare la responsabilità (colpa dell'ospedale - falso, a detta di chi ci lavora e che conosco) dimenticarsi dei 50.000 della zona rossa come si è fatto per i vari terremotati, e di tutti gli altri che chiuderanno attività o resteranno a casa nella zona gialla, oltre a quelli che si ammaleranno di Covid senza che si sappia. Il metodo cinese. O quello Titanic, se preferite tanto è lo stesso. Intanto attorno a me il silenzio.
Va tutto bene, don't Panic.
 
Top