mi sto sentendo non me

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old fay

Guest
e mi dispiace. Non voglio sentirmi sminuita. Forse per capirlo bisogna sbatterci il muso, adesso comincio a capire che tornare indietro è svilente, non dico che voglio andare avanti stile kamikaze, posso anche stare ferma, non ho più la smania...e avrei anche meno sofferenza a starmene da sola. Insomma per farla breve...fa male vedere una cosa che è stata bella, importante, e che si nutriva di progettualità, cambiare. Fa male. Facevo prima l'esempio con un'amica. Un esempio forte, forse eticamente scorretto ma è un esempio. Se hai una persona cara, metti un parente stretto che ha avuto un incidente e sta per morire...preghi che ciò non accada, speri di potertelo riportare a casa anche offeso, anche come un vegetale purchè non muoia. Sopravvive. Lo riporti a casa, lo curi, lo accudisci, lo nutri con il sondino, insomma, è ancora vivo ma come fosse morto, però la sua presenza c'è, ti rassicura, ti fa stare bene, comunque ce l'hai, non è morto, ma dopo un pò, vederlo ridotto così come un vegetale ti fa stare male, ti chiedi se non fosse stato meglio fosse morto. Ecco, io mi sento così. Sbaglio?
 
O

Old Anna A

Guest
e mi dispiace. Non voglio sentirmi sminuita. Forse per capirlo bisogna sbatterci il muso, adesso comincio a capire che tornare indietro è svilente, non dico che voglio andare avanti stile kamikaze, posso anche stare ferma, non ho più la smania...e avrei anche meno sofferenza a starmene da sola. Insomma per farla breve...fa male vedere una cosa che è stata bella, importante, e che si nutriva di progettualità, cambiare. Fa male. Facevo prima l'esempio con un'amica. Un esempio forte, forse eticamente scorretto ma è un esempio. Se hai una persona cara, metti un parente stretto che ha avuto un incidente e sta per morire...preghi che ciò non accada, speri di potertelo riportare a casa anche offeso, anche come un vegetale purchè non muoia. Sopravvive. Lo riporti a casa, lo curi, lo accudisci, lo nutri con il sondino, insomma, è ancora vivo ma come fosse morto, però la sua presenza c'è, ti rassicura, ti fa stare bene, comunque ce l'hai, non è morto, ma dopo un pò, vederlo ridotto così come un vegetale ti fa stare male, ti chiedi se non fosse stato meglio fosse morto. Ecco, io mi sento così. Sbaglio?

Fay, mi piace di te la dedizione che hai per il tuo amore, quello che non mi piace è il tuo volerlo ammantare a tutti i costi di una sostanza che non ha mai avuto...
ma davvero, Fay, renditi conto...
 
O

Old fay

Guest
Anna A grazie! Pensa che nel mio matrimonio ho avuto forse molto meno...O forse ho avuto delle cose che non ho saputo vedere. Adesso devo capire tutto questo, devo assolutamente capirlo. Bacio!
 
O

Old fay

Guest
Spero di non invecchiare...e di capirle prima. Capirle le ho capite, devo assimilarle. La cosa strana è che io non mi sono mai sentita amante, adesso invece si. La cosa strana è che lui inizialmente ha fatto di tutto per fare di tutto con me, non gli interessava mortificare lei, non si sentiva in colpa, oggi, dopo quello che è accaduto ci si sente, e si vede dall'atteggiamento che ha nei miei confronti.
 
O

Old Anna A

Guest
Spero di non invecchiare...e di capirle prima. Capirle le ho capite, devo assimilarle. La cosa strana è che io non mi sono mai sentita amante, adesso invece si. La cosa strana è che lui inizialmente ha fatto di tutto per fare di tutto con me, non gli interessava mortificare lei, non si sentiva in colpa, oggi, dopo quello che è accaduto ci si sente, e si vede dall'atteggiamento che ha nei miei confronti.
ecco. ed è scoccata l'ora x, quella del non ritorno.
una signora dovrebbe sempre sapere quando è il momento di uscire di scena.
 
O

Old fay

Guest
Oh, se mi vedessi sembro la pantera rosa...sempre in punta di piedi, sempre pronta ad esserci e a sparire, mi fa incazzare sta cosa, comincia a darmi fastidio, si!
 
O

Old Anna A

Guest
Oh, se mi vedessi sembro la pantera rosa...sempre in punta di piedi, sempre pronta ad esserci e a sparire, mi fa incazzare sta cosa, comincia a darmi fastidio, si!
è ora di sparire dalla scena...
fallo e basta.
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Spero di non invecchiare...e di capirle prima. Capirle le ho capite, devo assimilarle. La cosa strana è che io non mi sono mai sentita amante, adesso invece si. La cosa strana è che lui inizialmente ha fatto di tutto per fare di tutto con me, non gli interessava mortificare lei, non si sentiva in colpa, oggi, dopo quello che è accaduto ci si sente, e si vede dall'atteggiamento che ha nei miei confronti.
è ora di sparire dalla scena...
fallo e basta.
E' ora di farle davvero tue, perchè l'invecchiare, inteso come scorrere del tempo, non si ferma...e se son almeno due anni, che come dice verena, che vivi questo e ti sollecitiamo a rendertene consapevole, quanto ancora vuoi perderci della tua vita? (perchè qui in rosso si va di sicuro...e lo sai!)


Più che sparire di scena, io irromperei da protagonista UNICA....ma nella TUA vita!
 
O

Old Anna A

Guest
E' ora di farle davvero tue, perchè l'invecchiare, inteso come scorrere del tempo, non si ferma...e se son almeno due anni, che come dice verena, che vivi questo e ti sollecitiamo a rendertene consapevole, quanto ancora vuoi perderci della tua vita? (perchè qui in rosso si va di sicuro...e lo sai!)


Più che sparire di scena, io irromperei da protagonista UNICA....ma nella TUA vita!
ma non è nemmeno andare in rosso.. magari lo fosse...
è diventare patetiche...
e ciò non deve mai accadere.
e come dice dacia maraini...
Mie donne assoggettate che io amo per
Somiglianza e rancore perché vi fate
Mettere nel sacco mille volte al giorno
Come sciocche sbadate buffe sordomute
Silenziose carnefici di voi stesse,
senza sapere niente di voi, donne mie,
senza sapere che siete malnate, malvissute,
male amate in questa società di soli uomini
che amano se stessi in voi, come un riflesso.
Donne mie assonnate, vigilate, vinte
Dall’inerzia di essere sempre impure e
Deboli col sangue fluido fra le gambe serrate.

Donne mie malate di essere donne, voi non
Sapete quanto siete malate per mancanza
Di orgoglio, di ricchezza, di furore,
voi non volete sapere cosa volete,
siete caute, incredule, forti e senza minaccia,
vi accontentate di fare figli, di baciare
bocche bugiarde e sessi trionfali […].
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
e mi dispiace. Non voglio sentirmi sminuita. Forse per capirlo bisogna sbatterci il muso, adesso comincio a capire che tornare indietro è svilente, non dico che voglio andare avanti stile kamikaze, posso anche stare ferma, non ho più la smania...e avrei anche meno sofferenza a starmene da sola. Insomma per farla breve...fa male vedere una cosa che è stata bella, importante, e che si nutriva di progettualità, cambiare. Fa male. Facevo prima l'esempio con un'amica. Un esempio forte, forse eticamente scorretto ma è un esempio. Se hai una persona cara, metti un parente stretto che ha avuto un incidente e sta per morire...preghi che ciò non accada, speri di potertelo riportare a casa anche offeso, anche come un vegetale purchè non muoia. Sopravvive. Lo riporti a casa, lo curi, lo accudisci, lo nutri con il sondino, insomma, è ancora vivo ma come fosse morto, però la sua presenza c'è, ti rassicura, ti fa stare bene, comunque ce l'hai, non è morto, ma dopo un pò, vederlo ridotto così come un vegetale ti fa stare male, ti chiedi se non fosse stato meglio fosse morto. Ecco, io mi sento così. Sbaglio?
Fay...eutanasia attiva!!!
 

Old Giusy

Utente di lunga data
ma non è nemmeno andare in rosso.. magari lo fosse...
è diventare patetiche...
e ciò non deve mai accadere.
e come dice dacia maraini...
Mie donne assoggettate che io amo per
Somiglianza e rancore perché vi fate
Mettere nel sacco mille volte al giorno
Come sciocche sbadate buffe sordomute
Silenziose carnefici di voi stesse,
senza sapere niente di voi, donne mie,
senza sapere che siete malnate, malvissute,
male amate in questa società di soli uomini
che amano se stessi in voi, come un riflesso.
Donne mie assonnate, vigilate, vinte
Dall’inerzia di essere sempre impure e
Deboli col sangue fluido fra le gambe serrate.

Donne mie malate di essere donne, voi non
Sapete quanto siete malate per mancanza
Di orgoglio, di ricchezza, di furore,
voi non volete sapere cosa volete,
siete caute, incredule, forti e senza minaccia,
vi accontentate di fare figli, di baciare
bocche bugiarde e sessi trionfali […].
Cavoli quanti spunti di riflessione....
 
O

Old AlexRo

Guest
Le storie che a volte viviamo nascono a rovescio. E partono con un passo che è già di per se sbagliato. E' difficile in queste condizioni camminare verso qualcosa che sfoci in un appagamento "normale".
Mi sono fatto l'idea che le storie di amanti siano rovesciate. Partono dal letto per poi eventualmente arrivare altrove. Ciò le rende anomale e destinate ad una breve vita. Io vivo la mia storia sperando che sia qualcosa di più ma ti leggo e mi vedo in te a casa con tuo marito (mia moglie) e credo che il destino sarà lo stesso. Io ho avuto come unici lutti gravi la morte di due nonni che ho amato e che in fin di vita ho sperato morissero per evitare di vederli vegetali o peggio ancora sofferenti. Ma qui si parla di altro.
Neanche di fronte all'evidenza si è disposti ad ammettere che è finita perchè non si vedono i tubi di flebo attaccati alle nostre speranze.

Besos.
 
O

Old fay

Guest
A dicembre mio marito si trasferisce allo studio nello stesso palazzo in cui viviamo, è già un passo. Il mio "amante" mi sta defnendo qualitativamente superiore alla sua donna. Frasi fatte. Meglio un'ora con te ma valida anche in un supermercato che non tre giorni a Parigi con lei. Tu sei il mio stimolo, il mio futuro...lei la mia abitudine, la mia pigrizia...non ama lei più di me...ama il suo passato più del suo futuro incerto. Ed io?
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top