Mi piacerebbe capire cosa provano le amanti ...

Jacaranda

Utente di lunga data
Carissimi, come sapete sono in una fase pseudo zen.
Mio marito mi ha tradita é ho scoperto di essere stata oggetto di una quantità innumerevole di bugie.
Una volta scoperto il tradimento e cercato di comprenderne i motivi, ora ci stiamo riprovando, con grande fatica da parte mia.

Sto cercando pero' anche di capire cosa provino le amanti e quali siano le bugie che devono subire loro (perché chi mente, mente a tutti).

Ho scoperto che lui ha interrotto la relazione dicendole che, come aveva premesso sin dall'inizio, non voleva lasciare i figli e in piu' non voleva farle fare l'amante a tempo perso.
Era la donna perfetta, ma era giunto il momento di lasciar perdere.
Per inciso, a me ha detto in contemporanea che sono la donna della sua vita... mah?!?!

Naturalmente nessun riferimento a me o al dichiarato e presunto amore ritrovato...ma ci stà.
Chiaramente in questo modo lei non ha fatto altro che pensare "che uomo meraviglioso...pensa anche a me, oltre che ai figli...mette tutti al di sopra pur soffrendo molto...".
Non ha capito che mio marito ha continuato fino a che non l'ho scoperto..poi non é stata una scelta di altruismo nei confronti di amante e figli, ma del male minore per lui..Quindi, l'apoteosi dell'egoismo.
Quando gli ho detto "cosa penserà lei... si sentirà illusa..." la sua risposta é stata: "non mi importa di cosa pensa lei, ma di cosa pensiamo noi.".. Vi giuro che in quel momento lei mi ha fatto pena.

Ho letto molta letteratura sulla figura dell'amante; il tutto riassumibile in :
- sono persone che hanno dei problemi a relazionarsi con i vari partner
- non capiscono che portano spesso nuova linfa al matrimonio di lui, immolandosi ad una causa persa.
- non capiscono che se fossero oggetto di vero amore, lui farebbe il grande passo di lasciare la famiglia invece di trovare scuse tipo:
  • Vorrei lasciare mia moglie ma i bimbi sono piccoli
  • Adesso non posso lasciarla, pero' amo solo te e con lei non ho alcun rapporto da quando ci sei tu
  • Perché mi fai del male? Lo sai che se potessi l'avrei già lasciata..se tu mi amassi quanto io amo te, mi capiresti.

etc. etc.

Dato che per natura l'essere umano sceglie la situazione che lo fa stare meglio, significa che le amanti si amano poco? Significa che hanno davvero un sacco di problemi? sono masochiste?
Ovviamente ogni caso puo' essere diverso, ma per analizzare il fenomeno nel complesso é necessario generalizzare un po'...
Mi scuso anche per aver considerato solo il caso "amante donna". Credo si tratti di situazioni culturalmente molto diverse.

Grazie per l'ascolto e buona giornata a tutti.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Le amanti sono donne. (Gli amanti uomini :mexican:)
Le donne non sono tutte uguali e quindi le amanti non sono tutte uguali.
Una storia sentimentale è una storia sentimentale con la sua banalità e la sua unicità.
Dopo queste premesse può risultare evidenti che ci siano amanti professioniste perché non vogliono o non sono in grado di avere una storia progettuale e non vogliono o non possono sviluppare un forte attaccamento.
Vi sono amanti che frequentano e si innamorano di un uomo impegnato e accettano i limiti della relazione oppure desiderano che si sviluppi come alternativa.
Potrei continuare in modo noioso un elenco di tipologie, ma credo che ci siamo capite.
Credo che tu sia in una fase in cui hai bisogno di vedere l'amante più sfigata di te.
Il problema è che tu ti senta sfigata.
 

iosolo

Utente di lunga data
Carissimi, come sapete sono in una fase pseudo zen.
Mio marito mi ha tradita é ho scoperto di essere stata oggetto di una quantità innumerevole di bugie.
Una volta scoperto il tradimento e cercato di comprenderne i motivi, ora ci stiamo riprovando, con grande fatica da parte mia.

Sto cercando pero' anche di capire cosa provino le amanti e quali siano le bugie che devono subire loro (perché chi mente, mente a tutti).

Ho scoperto che lui ha interrotto la relazione dicendole che, come aveva premesso sin dall'inizio, non voleva lasciare i figli e in piu' non voleva farle fare l'amante a tempo perso.
Era la donna perfetta, ma era giunto il momento di lasciar perdere.
Per inciso, a me ha detto in contemporanea che sono la donna della sua vita... mah?!?!

Naturalmente nessun riferimento a me o al dichiarato e presunto amore ritrovato...ma ci stà.
Chiaramente in questo modo lei non ha fatto altro che pensare "che uomo meraviglioso...pensa anche a me, oltre che ai figli...mette tutti al di sopra pur soffrendo molto...".
Non ha capito che mio marito ha continuato fino a che non l'ho scoperto..poi non é stata una scelta di altruismo nei confronti di amante e figli, ma del male minore per lui..Quindi, l'apoteosi dell'egoismo.
Quando gli ho detto "cosa penserà lei... si sentirà illusa..." la sua risposta é stata: "non mi importa di cosa pensa lei, ma di cosa pensiamo noi.".. Vi giuro che in quel momento lei mi ha fatto pena.

Ho letto molta letteratura sulla figura dell'amante; il tutto riassumibile in :
- sono persone che hanno dei problemi a relazionarsi con i vari partner
- non capiscono che portano spesso nuova linfa al matrimonio di lui, immolandosi ad una causa persa.
- non capiscono che se fossero oggetto di vero amore, lui farebbe il grande passo di lasciare la famiglia invece di trovare scuse tipo:
  • Vorrei lasciare mia moglie ma i bimbi sono piccoli
  • Adesso non posso lasciarla, pero' amo solo te e con lei non ho alcun rapporto da quando ci sei tu
  • Perché mi fai del male? Lo sai che se potessi l'avrei già lasciata..se tu mi amassi quanto io amo te, mi capiresti.

etc. etc.

Dato che per natura l'essere umano sceglie la situazione che lo fa stare meglio, significa che le amanti si amano poco? Significa che hanno davvero un sacco di problemi? sono masochiste?
Ovviamente ogni caso puo' essere diverso, ma per analizzare il fenomeno nel complesso é necessario generalizzare un po'...
Mi scuso anche per aver considerato solo il caso "amante donna". Credo si tratti di situazioni culturalmente molto diverse.

Grazie per l'ascolto e buona giornata a tutti.
Sinceramente non capisco questa curiosità!
Perchè hai bisogno di capire i sentimenti dell'altra? Per non odiarla? Per sentirti meno sola nel mondo delle bugie di tuo marito?
 

noa

Utente
Non sono un’amante ma come te una moglie tradita, a differenza tua ho deciso per la separazione, situazione diversa, ho una figlia adulta ma non avevo nessuna intenzione di riprovare, non ce la facevo proprio a passare oltre, sarebbe stata solo una perdita di tempo, ma comprendo le tue decisioni.
Secondo me nella figura dell’amante si deve necessariamente fare un distinguo, amante sposata/o, amante single
Nel primo caso la partita è alla pari, entrambi vivono la storia per la solita “boccata d’ossigeno”, nel secondo effettivamente anch’io non comprendo, qual è la motivazione per infilarsi un una situazione del genere, poi tutti a lamentarsi perché si vuole di più, poi partono i sentimenti, ma prima, prima di tutto questo quali sono le motivazioni che spingono ad iniziare questa relazione….domanda veramente molto interessante…..
 

Skorpio

Utente di lunga data
...

Le amanti sono donne. (Gli amanti uomini :mexican:)
Le donne non sono tutte uguali e quindi le amanti non sono tutte uguali.
Una storia sentimentale è una storia sentimentale con la sua banalità e la sua unicità.
Dopo queste premesse può risultare evidenti che ci siano amanti professioniste perché non vogliono o non sono in grado di avere una storia progettuale e non vogliono o non possono sviluppare un forte attaccamento.
Vi sono amanti che frequentano e si innamorano di un uomo impegnato e accettano i limiti della relazione oppure desiderano che si sviluppi come alternativa.
Potrei continuare in modo noioso un elenco di tipologie, ma credo che ci siamo capite.
Credo che tu sia in una fase in cui hai bisogno di vedere l'amante più sfigata di te.
Il problema è che tu ti senta sfigata.
Quoto questo intervento..

Ogni persona prova cose diverse nelle diverse situazioni..

Con la stessa curiosità ci si potrebbe chiedere cosa provano i mariti o le mogli fedeli, che magari non riescono nell'arco di una serata a dirsi 5 parole messe in croce l'un con l'altro, che escano dalle normali "comunicazioni di servizio"..
 

Orbis Tertius

Utente di lunga data
Sarò di parte, ma gli amanti non mentono: sono solo confusi...
Lo so, non era richiesta ma... :rolleyes:
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Le amanti sono donne. (Gli amanti uomini :mexican:)
Le donne non sono tutte uguali e quindi le amanti non sono tutte uguali.
Una storia sentimentale è una storia sentimentale con la sua banalità e la sua unicità.
Dopo queste premesse può risultare evidenti che ci siano amanti professioniste perché non vogliono o non sono in grado di avere una storia progettuale e non vogliono o non possono sviluppare un forte attaccamento.
Vi sono amanti che frequentano e si innamorano di un uomo impegnato e accettano i limiti della relazione oppure desiderano che si sviluppi come alternativa.
Potrei continuare in modo noioso un elenco di tipologie, ma credo che ci siamo capite.
Credo che tu sia in una fase in cui hai bisogno di vedere l'amante più sfigata di te.
Il problema è che tu ti senta sfigata.
Ciao,
in realtà non mi sento sfigata... ma capisco che possa sembrare così...
Oggi sono nella giornata in cui vedo sfigati loro due.. non per bisogno..ma la sento proprio come una condizione reale...
Di lui ho già detto ampiamente...ora tocca a lei.
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Quoto questo intervento..

Ogni persona prova cose diverse nelle diverse situazioni..

Con la stessa curiosità ci si potrebbe chiedere cosa provano i mariti o le mogli fedeli, che magari non riescono nell'arco di una serata a dirsi 5 parole messe in croce l'un con l'altro, che escano dalle normali "comunicazioni di servizio"..
Ciao Skorpio, questa curiosità io non ce l'ho.
Ho chiesto solo un'opinione su quella che ora é una mia curiosità.
grazie
 

iosolo

Utente di lunga data
curiosità?
Io non la odio, davvero. Non é colpa sua.
Curiosità per cosa?!
Te lo chiedo perchè io sinceramente non mi sono mai posta questa domanda e non per menefreghismo ma proprio perchè qualsiasi risposta potevo darmi non avrebbe aggiunto nulla a me personalmente.

Mi chiedevo appunto cosa ha spinto la tua curiosità?
E te lo chiedo per meglio capire cosa non ha spinto la mia.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Ciao Skorpio, questa curiosità io non ce l'ho.
Ho chiesto solo un'opinione su quella che ora é una mia curiosità.
grazie
Alcune qui sono state amanti, e potranno parlarne..
Troverai sensazioni molto diverse, credo... Da una situazione all'altra
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Alcune qui sono state amanti, e potranno parlarne..
Troverai sensazioni molto diverse, credo... Da una situazione all'altra
immagino di si...
Quella dell'amante é una situazione in cui non mi sono mai trovata e in cui non vorrei trovarmici mai.
Sono davvero curiosa di sapere quale sia la VERA spinta che porta ad intraprendere una relazione di sicura sofferenza.
Non credo ai: "mi é capitato per sbaglio......non pensavo... etc.."
 

flower7700

Gli unicorni hanno rotto
Ciao, io sono stata un'amante. E sono single, dunque la partita non era alla pari.
Le motivazioni ? Razionalmente nessuna donna single vorrebbe mai fare l'amante, e fin quando non ci sei dentro pensi "io l'amante? mai!". Poi accade che conosci qualcuno, col quale magari condividi qualcosa, hobby o interessi, ti relazioni in maniera "amichevole" e poi in genere accade che è l'UOMO che fa il primo passo mostrando interesse verso di te. E da lì se la donna è un po' fragile e magari bisognosa di attenzioni non riesce a dire no e dunque si trova immischiata suo malgrado... ma ripeto è l'uomo che comincia il tutto. Questa è stata la mia esperienza. Io all'inizio ho pure espresso dubbi perché temevo che lui si sentisse "colpevole" verso la moglie ma la risposta è stata che lui non si sentiva colpevole di nulla.

Come mi sono sentita? All'inizio l'ho presa leggera pensando che magari dopo poche volte lui sarebbe sparito invece è durata parecchio tempo e io mi sono affezionata e logicamente volevo di più, essendo single.

.. continuo dopo...
 

disincantata

Utente di lunga data
immagino di si...
Quella dell'amante é una situazione in cui non mi sono mai trovata e in cui non vorrei trovarmici mai.
Sono davvero curiosa di sapere quale sia la VERA spinta che porta ad intraprendere una relazione di sicura sofferenza.
Non credo ai: "mi é capitato per sbaglio......non pensavo... etc.."

Se vuoi ti passo il numero di cellulare dell'ex amante di mio marito, magari te lo spiega e poi mi racconti.
Scherzi a parte ci sono mille modi di fare l'amante, sia che si sia libere, sia sposate.
Dipende dalle aspettative che una si pone.
Alcune magari partono credendo sia una storia che non durera', poi per vari motivi, determinazione, circostanze dura anni, ed inevitabilmente si affezionano. Alcune si innamorano. Qualcuna realizza il sogno. Poi magari il sogno si infrange, perche' il dopo non e' mai poetico e stuzzicante come il prima, anche se il prima e' durato anni.

Vedi la storia di Jim Cain qui nel forum.

Sinceramente non mi sono mai fermata a pensare un solo secondo ai sentimenti che poteva provare la piccolina verso mio marito, e poco pure su quelli di mio marito per lei. Meno ancora, diversamente da molte/i altri mi e' sorta curiosità su cosa facessero a letto, non stento infatti ad immaginarlo. A che serve chiedere o anche solo sapere, se non a farsi del male? Era liberissimo di andarsene, seduta stante. Ormai il danno lo aveva fatto. Permanente.

Quello nella tua storia che mi lascia perplessa e' tuo marito, hai scritto che non e' stata l'unica se ricordo bene.

Vale la,pena rischiare per restare con un seriale? Sicura che uno con questo vizietto non ci ricaschi , magari in maniera saltuaria ma frequente? Sei giovane, non buttare via la tua vita.
 

Jacaranda

Utente di lunga data
Curiosità per cosa?!
Te lo chiedo perchè io sinceramente non mi sono mai posta questa domanda e non per menefreghismo ma proprio perchè qualsiasi risposta potevo darmi non avrebbe aggiunto nulla a me personalmente.

Mi chiedevo appunto cosa ha spinto la tua curiosità?
E te lo chiedo per meglio capire cosa non ha spinto la mia.

Per natura mi pongo delle domande.
Mi piace capire cosa spinga le persone a fare certe cose.. per capire...
Forse capire anche lei mi aiuterà a dare un senso a tutto questo...
 

mistral

Utente di lunga data
Mah,l'amante di mio marito era incazzata nera Perche ,pur non volendo lasciare il marito ,avrebbe voluto che l'amante se la contendesse e si struggesse il giusto anziché darsela a gambe appena scoperto.Insomma,voleva essere lei a scaricarlo.
In quanto a bugie,lei non è stata da meno anzi,ha anche mentito o meglio,omesso,su una frequentazione "parallela" che intratteneva.Quindi non direi che l'amante sia sempre una santarellina sfigata,prende le sue decisioni.
Lui si faceva vedere per quello che non era ma che a lei piaceva ,lei idem.Si sono autogratificati e questo li faceva stare bene.
Non mi hanno fatto pena se non in senso figurato nessuno dei due.
 
Top