Lottare

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Ho trovato questo verbo "lottare" in molti post come soluzione per avere qualcuno: lottare per lui, lottare per lei, lottare per il nostro amore, lottare per far capire quanto ci si tiene, lottare per il matrimonio, lottare per la famiglia (anche quando i figli maggiorenni non stanno aspettando altro che l'indipendenza economica per andarsene...)...
Ma perché?
Perché il partner deve essere considerato una città da conquistare al nemico o da difendere dall'assedio, perché?
L'amore o è libero spontaneo o non è... se si deve lottare per averlo ...non è amore
Se una persona sceglie il miglior offerente o miglior lottatore o il maggior sofferente non sta scegliendo per amore, ma per gratificazione del proprio nercisismo, per l'egoismo che la porta a scegliere la situazione più confortevole ...ma chi vuole essere scelto per questo!?
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Ah

...e poi si dovrebbe lottare che in pratica consisterebbe nell'agghindarsi, umiliarsi, usare tattiche per rendersi sfuggenti, desiderabili per chi per noi non sarebbe disposto ad attraversare la strada!



http://it.wikipedia.org/wiki/L'amante_(film_1970)
 
O

Old Confusamente

Guest
E' la stessa cosa che sostengo io.
Ti dirò una cosa: a detta di lui (L'uomo con cui stavo), una delle cose che ha pesato di più nella sua scelta, oltre alla minaccia di suicidio, è stato il fatto che io abbia rifiutato di sposarlo una volta divorziato, e pure di vivere assieme.
Io non voglio uno che stia con me perché ha firmato un pezzo di carta. Io voglio uno che VOGLIA stare con me, altrimenti non so che farmene. Io non LOTTO per un uomo che vuol andarsene: gli apro la porta. Do' me stessa e i miei sentimenti, e se questo non basta, se io non basto, allora non è l'uomo che fa per me, semplicemente.
 
O

Old Addos

Guest
Lottano o l' ottano ?

Con i recenti aumenti dei carburanti , credo che il vero obiettivo sia l' ottano ;


quanto all' argomento del thread , a mio avviso è una questione di orgoglio ; ci si incaponisce a perseguire un obiettivo , quando sarebbe più semplice dire , come farebbe Tex Willer , " che vada a farsi impiccare da un' altra parte " ;

la gente , si sa , ha grande talento a complicarsi la vita , ma questo è un discorso moooooolto lungo . . . . . . .
 

Old Giusy

Utente di lunga data
Lottare per un uomo? Ma neanche se mi pagassero!
Io lotto per me stessa, per modificarmi, per migliorarmi, per realizzarmi, per aiutare gli altri, per eliminare le piccole ingiustizie nella mia vita di tutti i giorni, per l'affermazione della cultura nella scuola....queste sono le cose per cui lotto.
Per gli uomini non ho mai lottato, l'amore o fila liscio dall'inizio o non val la pena! Più che altro mi sono arrabbiata quando non capivo certi atteggiamenti, ma ora sono arrivata ad estremizzare: non si fa sentire, ok, non è interessato; non ha voglia di uscire, ok, non è interessato; non risponde al messaggio, ok, non è interessato. E chiudo. Tutto.
 
O

Old fay

Guest
Anche io non ho lottato, lei ha lottato per riprenderselo, è stato lui a cercarmi, ma tanto questa cosa agli uomini non fa differenza. . E nemmeno con mio marito, quando ho confessato tutto e ho voluto se ne andasse, mi lasciasse, invece...nulla!!!
 
O

Old Confusamente

Guest
All'uomo piace molto fare il gallo nel pollaio (Pure a certe donne, per carità): loro son lì e le polle si scannano per lui. Lui deve solo votarsi verso quella che morde di più.
Due schiaffi ben assestati e pedalare, altro che pizza e fichi...
 
O

Old AlexRo

Guest
Perchè a volte si deve lottare contro le convenzioni. Contro il perbenismo che si cela dietro il lavaggio in famiglia dei panni sporchi. A volte si deve lottare per vincere (o far vincere) la paura di perdere di vista gli obiettivi. Non è solo questione di imbellettarsi il grugno e leggersi un libro sulle tecniche di seduzione. Ci sono infiniti motivi per cui è necessario lottare. Il punto di vista che evidenzi è solo un aspetto.

Ultimamente mi sto sempre più ponendo la questione del perche le amanti fanno le amanti. A volte magari confondono l'amore con il prurito di una storia sordida con qualcuno che in quanto occupato diventa magicamente affascinante.
Altre volte forse è anche una questione di amore. Neanche in quel caso vale la pena lottare?
 
O

Old Confusamente

Guest
Perchè a volte si deve lottare contro le convenzioni. Contro il perbenismo che si cela dietro il lavaggio in famiglia dei panni sporchi. A volte si deve lottare per vincere (o far vincere) la paura di perdere di vista gli obiettivi. Non è solo questione di imbellettarsi il grugno e leggersi un libro sulle tecniche di seduzione. Ci sono infiniti motivi per cui è necessario lottare. Il punto di vista che evidenzi è solo un aspetto.

Ultimamente mi sto sempre più ponendo la questione del perche le amanti fanno le amanti. A volte magari confondono l'amore con il prurito di una storia sordida con qualcuno che in quanto occupato diventa magicamente affascinante.
Altre volte forse è anche una questione di amore. Neanche in quel caso vale la pena lottare?
No.
Io non devo aver bisogno di convincerti che è me che ami, che è me che vuoi. Se non ne sei sicuro, allora si vede che non è così come dici, o che per te le convenzioni sono più importanti dell'amore.
In un caso o nell'altro, non sei la persona che fa per me.
 

Old Giusy

Utente di lunga data
Perchè a volte si deve lottare contro le convenzioni. Contro il perbenismo che si cela dietro il lavaggio in famiglia dei panni sporchi. A volte si deve lottare per vincere (o far vincere) la paura di perdere di vista gli obiettivi. Non è solo questione di imbellettarsi il grugno e leggersi un libro sulle tecniche di seduzione. Ci sono infiniti motivi per cui è necessario lottare. Il punto di vista che evidenzi è solo un aspetto.

Ultimamente mi sto sempre più ponendo la questione del perche le amanti fanno le amanti. A volte magari confondono l'amore con il prurito di una storia sordida con qualcuno che in quanto occupato diventa magicamente affascinante.
Altre volte forse è anche una questione di amore. Neanche in quel caso vale la pena lottare?
Lottare per un uomo traditore?
C'è solo da perdere, SOPRATTUTTO se si è innamorati....
 
O

Old AlexRo

Guest
No.
Io non devo aver bisogno di convincerti che è me che ami, che è me che vuoi. Se non ne sei sicuro, allora si vede che non è così come dici, o che per te le convenzioni sono più importanti dell'amore.
In un caso o nell'altro, non sei la persona che fa per me.
Troppo schematico come ragionamento. Esistono tanti fattori, tante sfumature. Se il cavaliere non è pronto a salire sul suo destriero al primo anelito sei già convinta che non sia quello giusto?
Io non so se sei così realmente disposta a sacrificarti sempre tu per prima.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Perchè a volte si deve lottare contro le convenzioni. Contro il perbenismo che si cela dietro il lavaggio in famiglia dei panni sporchi. A volte si deve lottare per vincere (o far vincere) la paura di perdere di vista gli obiettivi. Non è solo questione di imbellettarsi il grugno e leggersi un libro sulle tecniche di seduzione. Ci sono infiniti motivi per cui è necessario lottare. Il punto di vista che evidenzi è solo un aspetto.

Ultimamente mi sto sempre più ponendo la questione del perche le amanti fanno le amanti. A volte magari confondono l'amore con il prurito di una storia sordida con qualcuno che in quanto occupato diventa magicamente affascinante.
Altre volte forse è anche una questione di amore. Neanche in quel caso vale la pena lottare?
Il lottare a cui mi riferivo è il lottare per avere una persona.
Forse il lottare a cui ti riferisci tu è impegnarsi concretamente per superare gli ostacoli, ma questo è un costruire, anche demolendo altri rapporti, insieme, ma non è un dimostrare nulla alla persona che si vuole per "meritarsela" "contro" qualcun altro!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Troppo schematico come ragionamento. Esistono tanti fattori, tante sfumature. Se il cavaliere non è pronto a salire sul suo destriero al primo anelito sei già convinta che non sia quello giusto?
Io non so se sei così realmente disposta a sacrificarti sempre tu per prima.
Se il cavaliere non è pronto a saltare in groppa al destriero significa che è già su un altro destriero e non avrebbe nessuna voglia di scenderci da solo ...ci resti!
 

Old Giusy

Utente di lunga data
Se il cavaliere non è pronto a saltare in groppa al destriero significa che è già su un altro destriero e non avrebbe nessuna voglia di scenderci da solo ...ci resti!


Il resto sono scuse....
 
O

Old Confusamente

Guest
Troppo schematico come ragionamento. Esistono tanti fattori, tante sfumature. Se il cavaliere non è pronto a salire sul suo destriero al primo anelito sei già convinta che non sia quello giusto?
Io non so se sei così realmente disposta a sacrificarti sempre tu per prima.
Troppo aleatorio e autogarante il tuo.
Io sono questa: confezione e contenuto. Che altro dovrei dare, se non me stessa? Promesse (Ridicole) di amore imperituro? Minacce autolesionistiche? Devo tirare fuori il barbatrucco?
E tu davvero vorresti uno che hai tirato fuori da un altro rapporto in cui evidentemente voleva restare, con le unghie e coi denti?
Io no, non lo vorrei manco regalato.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Poi...

...poi in pratica si fanno cose assurde per "amore" ...ma non sopporto il "lottare" come idea di conquista contro qualcun'altro che rende la persona amata un oggetto di contesa.
Purtroppo per molti è proprio la lotta e la conflittualità, la contesa, la rivalità che rendono interessante la relazione ...ma si risolverebbe meglio la cosa, con meno dolore, andando in analisi e riconoscendo il complesso edipico non superato...
 
Ultima modifica:

Old Actarus

Utente di lunga data
Persa\Ritrovata

Non ritengo giusto 'lottare' per un amore, per una persona che ami, a cui tieni.
Lottare è in antitesi con il lasciarsi andare quando si è innamorati.
L'essere umano deve essere libero e non costretto dalla lotta del patner a starci vicino.
Come altri qui dentro io non lotto mai, mi allontano per primo anche se amo.
 
O

Old Leone 73

Guest
No.
Io non devo aver bisogno di convincerti che è me che ami, che è me che vuoi. Se non ne sei sicuro, allora si vede che non è così come dici, o che per te le convenzioni sono più importanti dell'amore.
In un caso o nell'altro, non sei la persona che fa per me.

giusto
 

Verena67

Utente di lunga data
I've got a dream

(parafrasando M.L. King)

Io penso (ora che ho 40 anni, ma sostanzialmente l'ho sempre pensato) che se MAI dovessi rifarmi una vita con qualcuno che non fosse mio marito - quale che fosse il mio stato civile...o il suo... - vorrebbe dire che questa persona SCEGLIE AUTONOMAMENTE di crearsi un progetto di vita con me, perché é cio' che desidera lui (e che desidero io, ovviamente). E cio' indipendentemente da cio' che desidera il resto del mondo (ma in considerazione delle necessità e delle realtà del resto del mondo).


Per i se, ma, forse, pero', così è, non c'è posto.

Me ne sto serenamente da sola. Ma sul serio.

Bacio!
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top