Le prospettive del tampone fai da te

Skorpio

Utente di lunga data
Presentato da poche ore dal Governatore del Veneto, il tampone fai da te può aprire una serie di prospettive collegate al recupero repentino della socialità collettiva.

Se sarà dimostrata in sede di sperimentazione la sua attendibilità, potrà infatti essere usato come una sorta di patente per l'accesso ad esempio in un locale, oppure anche più semplicemente per potersi abbracciare senza pensieri.

Ma soprattutto, e specialmente in fasi acute del contagio come quella attuale, potrebbe evitare inutili allarmismi e corse a intasare i pronto soccorso per un paio di starnuti o un colpo di tosse

Cosa ne pensate di questa innovazione e come immaginate i suoi possibili utilizzi ?
Lo utilizzereste per voi?
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Presentato da poche ore dal Governatore del Veneto, il tampone fai da te può aprire una serie di prospettive collegate al recupero repentino della socialità collettiva.

Se sarà dimostrata in sede di sperimentazione la sua attendibilità, potrà infatti essere usato come una sorta di patente per l'accesso ad esempio in un locale, oppure anche più semplicemente per potersi abbracciare senza pensieri.

Ma soprattutto, e specialmente in fasi acute del contagio come quella attuale, potrebbe evitare inutili allarmismi e corse a intasare i pronto soccorso per un paio di starnuti o un colpo di tosse

Cosa ne pensate di questa innovazione e come immaginate i suoi possibili utilizzi ?
Lo utilizzereste per voi?
dipende dalla veridicità, se i risultati sono attendibili al 50% direi che non serve molto
 

Skorpio

Utente di lunga data
dipende dalla veridicità, se i risultati sono attendibili al 50% direi che non serve molto
Eh beh.. Restando sul pour parler, in teoria non dovrebbero essere attendibili così poco, ma avere una attendibilità molto più alta
 

Marjanna

Utente di lunga data
Presentato da poche ore dal Governatore del Veneto, il tampone fai da te può aprire una serie di prospettive collegate al recupero repentino della socialità collettiva.

Se sarà dimostrata in sede di sperimentazione la sua attendibilità, potrà infatti essere usato come una sorta di patente per l'accesso ad esempio in un locale, oppure anche più semplicemente per potersi abbracciare senza pensieri.

Ma soprattutto, e specialmente in fasi acute del contagio come quella attuale, potrebbe evitare inutili allarmismi e corse a intasare i pronto soccorso per un paio di starnuti o un colpo di tosse

Cosa ne pensate di questa innovazione e come immaginate i suoi possibili utilizzi ?
Lo utilizzereste per voi?
Si lo userei. Per quanto riguarda immaginare potrebbe senza dubbio essere utile per lo sblocco della attività commerciali.
Mi sembra rimanga un po' da definire il quadro della tracciabilità, ma sotto questo aspetto viene da pensare che chi ha adottato il famoso buon senso fino ad ora continuerà a farlo, chi non l'ha fatto prima idem continuerà su quella via.
Spero il prezzo finale al pubblico sia congruo, specialmente per chi si troverà a doverne acquistare quantitativi alti. Quello che non ho capito è se per margine di errore potrei risultare positivo al test, ripetendolo andrei ad aver conferma.

 

Vera

Moderator
Staff Forum
Presentato da poche ore dal Governatore del Veneto, il tampone fai da te può aprire una serie di prospettive collegate al recupero repentino della socialità collettiva.

Se sarà dimostrata in sede di sperimentazione la sua attendibilità, potrà infatti essere usato come una sorta di patente per l'accesso ad esempio in un locale, oppure anche più semplicemente per potersi abbracciare senza pensieri.

Ma soprattutto, e specialmente in fasi acute del contagio come quella attuale, potrebbe evitare inutili allarmismi e corse a intasare i pronto soccorso per un paio di starnuti o un colpo di tosse

Cosa ne pensate di questa innovazione e come immaginate i suoi possibili utilizzi ?
Lo utilizzereste per voi?
Lo trovo molto utile soprattutto per alleggerire l'ansia da esito tampone, date le tempistiche attuali, e per placare le corse al Pronto Soccorso e dai medici di famiglia.
Le prospettive di validità dicono siano buone, vedremo fra un mese.
Io, in caso di dubbio, lo farei. Ho eseguito anche il test rapido, da noi gratuito, ripetibile ogni 2 mesi, per tutti gli studenti, parenti conviventi e nonni, anche se non conviventi.
L'affluenza alle farmacie abilitate è stata tanta. Sinceramente non penso lo rifarò. L'esito negativo non ti assicura di non essere in realtà positivo. Conosco persone che hanno fatto il test con esito negativo per poi risultare positivi al tampone, 3 giorni dopo.
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Lo trovo molto utile soprattutto per alleggerire l'ansia da esito tampone, date le tempistiche attuali, e per placare le corse al Pronto Soccorso e dai medici di famiglia.
Le prospettive di validità dicono siano buone, vedremo fra un mese.
Io, in caso di dubbio, lo farei. Ho eseguito anche il test rapido, da noi gratuito, ripetibile ogni 2 mesi, per tutti gli studenti, parenti conviventi e nonni, anche se non conviventi.
L'affluenza alle farmacie abilitate è stata tanta. Sinceramente non penso lo rifarò. L'esito negativo non ti assicura di non essere in realtà positivo. Conosco persone che hanno fatto il test con esito negativo per poi risultare positivi al tampone, 3 giorni dopo.
Appunto, è successo anche a un mio conoscente. Sinceramente non vedo l'utilità se non di sollevare il morale delle persone
 

ologramma

Utente di lunga data
Si lo userei. Per quanto riguarda immaginare potrebbe senza dubbio essere utile per lo sblocco della attività commerciali.
Mi sembra rimanga un po' da definire il quadro della tracciabilità, ma sotto questo aspetto viene da pensare che chi ha adottato il famoso buon senso fino ad ora continuerà a farlo, chi non l'ha fatto prima idem continuerà su quella via.
Spero il prezzo finale al pubblico sia congruo, specialmente per chi si troverà a doverne acquistare quantitativi alti. Quello che non ho capito è se per margine di errore potrei risultare positivo al test, ripetendolo andrei ad aver conferma.

farlo a prescindere non lo vedo corretto , bisogna tracciare non fare a cazzum , poi farlo ma non è la panacea il meglio è il molecolare dopo un po di tempo che si sa che sei stato in contatto con un positivo., se poi hai frequentato un asintomatico potrebbe essere una forma corretta ma comunque sarebbe da sanzionare chi lo ha infettato perchè il coglione non portava la protezione .
Le tre regolette sono la regola da seguire , ma tanto che lo dico a fare la gente imbecille non le attua e quindi sono sempre cazzi nostri
 

Skorpio

Utente di lunga data
Se la validità viene confermata (sottolineando il SE) potrebbe anche essere inteso come una sorta di kit tipo 10 confezioni per un uso mensile, da fare magari prima del pranzo di Natale oppure prima di rientrare da un viaggio (sto buttando li quel che mi viene in mente, nel senso che può essere incamerato nell'uso personale alla stregua delle mascherine di oggi, come dotazione personale)

Se (e ribadisco il se) fosse attestata la sua attendibilità, io lo Intenderei così, come uso

Alla fine 30 euro al mese (10 tamponi) penso per me sarebbero ben spese

Un uso un po' continuo e costante, ecco

Si comunque non è che lo mettono domani in vendita. Lo hanno presentato. Se ascolti la conferenza stampa spiegano.
Al Meyer a Firenze lo stanno usando da un po', sui bambini ricoverati

Lo trovo molto utile soprattutto per alleggerire l'ansia da esito tampone, date le tempistiche attuali, e per placare le corse al Pronto Soccorso e dai medici di famiglia.
Le prospettive di validità dicono siano buone, vedremo fra un mese.
Io, in caso di dubbio, lo farei. Ho eseguito anche il test rapido, da noi gratuito, ripetibile ogni 2 mesi, per tutti gli studenti, parenti conviventi e nonni, anche se non conviventi.
L'affluenza alle farmacie abilitate è stata tanta. Sinceramente non penso lo rifarò. L'esito negativo non ti assicura di non essere in realtà positivo. Conosco persone che hanno fatto il test con esito negativo per poi risultare positivi al tampone, 3 giorni dopo.
Io penso a luoghi oggi "puniti" tipo ristoranti o palestre o scuole di danza
Se la validità fosse accertata, basterebbe subordinare l'ingresso alla esecuzione del test in loco
Paradossalmente si trasformerebbero nei luoghi più sicuri di tutti

farlo a prescindere non lo vedo corretto , bisogna tracciare non fare a cazzum , poi farlo ma non è la panacea il meglio è il molecolare dopo un po di tempo che si sa che sei stato in contatto con un positivo., se poi hai frequentato un asintomatico potrebbe essere una forma corretta ma comunque sarebbe da sanzionare chi lo ha infettato perchè il coglione non portava la protezione .
Le tre regolette sono la regola da seguire , ma tanto che lo dico a fare la gente imbecille non le attua e quindi sono sempre cazzi nostri
Ma per tracciare perbene serve una persona per ogni infetto che ci lavori sopra 12 ore e forse anche di più
E sperando che quello infetto ti dica tutto per filo e per segno

È nella evidenza della operatività che puoi attivare nel nostro contesto (inclusa la forza lavoro che ci puoi mettere) che un tracciamento attendibile è impossibile da fare

Ma cosa vuoi tracciare..
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Io penso a luoghi oggi "puniti" tipo ristoranti o palestre o scuole di danza
Se la validità fosse accertata, basterebbe subordinare l'ingresso alla esecuzione del test in loco
Paradossalmente si trasformerebbero nei luoghi più sicuri di tutti
Sì, sono d'accordo. Io sarei favorevole a fornirli gratuitamente se fosse necessario a riaprire la scuola di danza.
 

Marjanna

Utente di lunga data
farlo a prescindere non lo vedo corretto , bisogna tracciare non fare a cazzum , poi farlo ma non è la panacea il meglio è il molecolare dopo un po di tempo che si sa che sei stato in contatto con un positivo., se poi hai frequentato un asintomatico potrebbe essere una forma corretta ma comunque sarebbe da sanzionare chi lo ha infettato perchè il coglione non portava la protezione .
Le tre regolette sono la regola da seguire , ma tanto che lo dico a fare la gente imbecille non le attua e quindi sono sempre cazzi nostri
Forse ho interpretato male la domanda di @Skorpio. Io non intendevo farlo a cazzum... ma ovviamente, come qualsiasi cosa venduta in farmacia e che si può acquistare senza ricetta medica, sta alla persona la libertà di acquistare o meno.
Attualmente ci ancora persone che manifestano chiaramente sintomatologia da covid, ma rimangono in attesa giorni prima di un tampone.

Non è che il tampone fai da te cambi qualcosa nel tenere le distanze, indossare le mascherine ed evitare assembramenti.

Riguarda la gente "imbecille", al punto che in cui siamo oggi, io temo che sia una reazione psicologica alla paura. In particolare i negazionisti, ripetono tutti le stesse cose, che perlopiù sono niente, se non citare nomi di medici "con curriculum", dire di andare a guardare "in internet" e dare degli stupidi caproni agli altri, urlando di svegliarsi. Sono persone molto spaventate che si sentono in qualche modo rassicurate nel riuscire a dare una forma visibile a ciò che gli fa paura.
Non so se sia presente un qualche numero verde a livello nazionale o regionale (a seconda della regione) dove qualche psicologo può arginare la possibile "perdita" di queste persone, aiutandole nella gestione di quanto provano.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Forse ho interpretato male la domanda di @Skorpio. Io non intendevo farlo a cazzum... ma ovviamente, come qualsiasi cosa venduta in farmacia e che si può acquistare senza ricetta medica, sta alla persona la libertà di acquistare o meno.
Attualmente ci ancora persone che manifestano chiaramente sintomatologia da covid, ma rimangono in attesa giorni prima di un tampone.

Non è che il tampone fai da te cambi qualcosa nel tenere le distanze, indossare le mascherine ed evitare assembramenti.

Riguarda la gente "imbecille", al punto che in cui siamo oggi, io temo che sia una reazione psicologica alla paura. In particolare i negazionisti, ripetono tutti le stesse cose, che perlopiù sono niente, se non citare nomi di medici "con curriculum", dire di andare a guardare "in internet" e dare degli stupidi caproni agli altri, urlando di svegliarsi. Sono persone molto spaventate che si sentono in qualche modo rassicurate nel riuscire a dare una forma visibile a ciò che gli fa paura.
Non so se sia presente un qualche numero verde a livello nazionale o regionale (a seconda della regione) dove qualche psicologo può arginare la possibile "perdita" di queste persone, aiutandole nella gestione di quanto provano.
Certo che starebbe a ciascuno di noi comprarlo, se un domani ci fosse uno strumento così realmente efficace.

Non è che si possa arrivare a pensare che il governo si deve preoccupare di tutto, compreso il metterci anche il preservativo all'uccello

Se lo strumento ci fosse starebbe a ognuno di noi

Ma appunto se lo strumento fosse effettivamente attendibile, potrebbe anche essere usato come "patente di accesso" in vari posti oggi interdetti alla frequentazione

Uno non se lo vuol fare? Benissimo

Ma x esempio al ristorante non c'entra
Nell'interesse dei clienti del ristorante e del ristorante stesso

E quindi si mangia un bel panino col prosciutto a casa sua
 

Foglia

utente viva e vegeta
Certo che starebbe a ciascuno di noi comprarlo, se un domani ci fosse uno strumento così realmente efficace.

Non è che si possa arrivare a pensare che il governo si deve preoccupare di tutto, compreso il metterci anche il preservativo all'uccello

Se lo strumento ci fosse starebbe a ognuno di noi

Ma appunto se lo strumento fosse effettivamente attendibile, potrebbe anche essere usato come "patente di accesso" in vari posti oggi interdetti alla frequentazione

Uno non se lo vuol fare? Benissimo

Ma x esempio al ristorante non c'entra
Nell'interesse dei clienti del ristorante e del ristorante stesso

E quindi si mangia un bel panino col prosciutto a casa sua
Sono d'accordo.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Forse ho interpretato male la domanda di @Skorpio. Io non intendevo farlo a cazzum... ma ovviamente, come qualsiasi cosa venduta in farmacia e che si può acquistare senza ricetta medica, sta alla persona la libertà di acquistare o meno.
Attualmente ci ancora persone che manifestano chiaramente sintomatologia da covid, ma rimangono in attesa giorni prima di un tampone.

Non è che il tampone fai da te cambi qualcosa nel tenere le distanze, indossare le mascherine ed evitare assembramenti.

Riguarda la gente "imbecille", al punto che in cui siamo oggi, io temo che sia una reazione psicologica alla paura. In particolare i negazionisti, ripetono tutti le stesse cose, che perlopiù sono niente, se non citare nomi di medici "con curriculum", dire di andare a guardare "in internet" e dare degli stupidi caproni agli altri, urlando di svegliarsi. Sono persone molto spaventate che si sentono in qualche modo rassicurate nel riuscire a dare una forma visibile a ciò che gli fa paura.
Non so se sia presente un qualche numero verde a livello nazionale o regionale (a seconda della regione) dove qualche psicologo può arginare la possibile "perdita" di queste persone, aiutandole nella gestione di quanto provano.
Sul grassetto: io ci ho rinunciato :)
Mio figlio (che molto probabilmente è, o è stato, positivo) rientrerà all'asilo in quindicesima giornata.
Quanto a me, la roba più rilevante che ho avuto in questi giorni è stato un drastico abbassamento della voce (e qualche giorno con la tosse e un pò di mal di gola). Vai a capire se è stato raffreddore o altro, boh. Possibile (anzi: altamente probabile) che fosse "quello". Peraltro ho letto (da pigliar con le pinze eh) che nei giovani sotto i 18 anni il COVID spesso si manifesta anche solo con una semplice raucedine. Io che sono diversamente ciofine ( :D ) sono rimasta 2-3 giorni con la voce inesistente (mai avuta una roba così, proprio la voce via, senza particolare raffreddore. Una mattina soltanto con febbre a 37.3 :eek:, ma quella notte in effetti ho tossito parecchio).
A questo punto spero di essermela sfangata in questo modo :) , e di non averla in incubazione.
Di fatto sono in quarantena pure io ancora per una settimana, pure inutile fare il tampone. Quando lo dico c'è chi gli viene l'ansia al posto mio, quindi non oso nemmeno immaginare la gente che si è buttata al P.S. impanicata e pure senza chissà quali sintomi....

Comunque qui siamo all' "en plein", vale a dire che ce l'hanno praticamente tutti ;)
Peraltro fortunatamente tutte le persone che conosco io sino ad ora (e che hanno eseguito il tampone) non hanno avuto nulla di che. Pure il mio ex non ha avuto un grammo nemmeno di febbre (almeno a suo dire), però ha avuto dei sintomi più "tipici" rispetto ai miei (quali la perdita di gusto e olfatto).

Peraltro (e torno sulla mia rinuncia al tampone) sai quale è "la libidine" in tutto questo? :D
Che - saputa la positività dell'ex - volevo fare la segnalazione al mio medico di base. Per scrupolo in più, non necessario. Provo a chiamare e.... numero inesistente. Morale? Andata in pensione ad agosto, senza dire nulla :D
In questo periodo dove se non usi zoom, skype eccetera (a tue spese) sei dimenticato dal mondo, invece i medici di base non sono tenuti nemmeno ad avere una mailing list e a mandare una mail. E'.... il ringraziamento dovuto a chi - come me - per il momento ha pesato assai poco sul sistema sanitario nazionale (ma lo ha sempre PAGATO), e quindi non andando ogni 3x2 dal medico è rimasto.... senza medico :D
Sicché IO mi dovrei precipitare al P.S. per "avere" un tampone.

Ora ho cambiato medico (online), mi hanno risposto che la mia domanda sarà evasa entro 15 giorni :D, fantastici.

No comment, e meno male che sono come sono :)
 

Martes

Utente di lunga data
Io penso che se fosse realmente attendibile potrebbe essere molto utile.
Se partiamo dal presupposto che tanto la gente è imbecille allora non va bene niente, salvo misure che solo un regime dittatoriale può attuare.
Non farei a cambio, comunque.
 

Marjanna

Utente di lunga data
Certo che starebbe a ciascuno di noi comprarlo, se un domani ci fosse uno strumento così realmente efficace.

Non è che si possa arrivare a pensare che il governo si deve preoccupare di tutto, compreso il metterci anche il preservativo all'uccello

Se lo strumento ci fosse starebbe a ognuno di noi

Ma appunto se lo strumento fosse effettivamente attendibile, potrebbe anche essere usato come "patente di accesso" in vari posti oggi interdetti alla frequentazione

Uno non se lo vuol fare? Benissimo

Ma x esempio al ristorante non c'entra
Nell'interesse dei clienti del ristorante e del ristorante stesso

E quindi si mangia un bel panino col prosciutto a casa sua
Anche perchè almeno mandassero la Ursula.. che dici? :p

covid_web.jpg

In alcune realtà potrebbe essere funzionale, in altre tipo bar la vedo dura. Se fan spendere metti 4 euro (e mi fermo ad 1 euro di rincaro ai costi di produzione) al barista, e gli entra uno che spende 1,20 euro per un cappuccino, gli conviene lasciarlo fuori direttamente.
Più facile girino il costo al cliente, tipo covid tax. Rimpallo di rimpallo la gente si incavolerà comunque.
Già ora c'è gente che fa grane all'esercente o al commesso per tenere la mascherina nel viso, e non come girocollo. Chi si trova dall'altra parte prova delicatamente a far rispettare le norme, ma se si trova un muro dall'altro lato, si sente abbandonato anche sotto quell'aspetto.
Ad ogni modo è inutile anticipare quel che accadrà, finchè non si sa neppure se entrerà in commercio questo tampone.

Rimane un gruppo di persone che continua a rifiutare tutto a prescindere.
 

Marjanna

Utente di lunga data
Sul grassetto: io ci ho rinunciato :)
Mio figlio (che molto probabilmente è, o è stato, positivo) rientrerà all'asilo in quindicesima giornata.
Quanto a me, la roba più rilevante che ho avuto in questi giorni è stato un drastico abbassamento della voce (e qualche giorno con la tosse e un pò di mal di gola). Vai a capire se è stato raffreddore o altro, boh. Possibile (anzi: altamente probabile) che fosse "quello". Peraltro ho letto (da pigliar con le pinze eh) che nei giovani sotto i 18 anni il COVID spesso si manifesta anche solo con una semplice raucedine. Io che sono diversamente ciofine ( :D ) sono rimasta 2-3 giorni con la voce inesistente (mai avuta una roba così, proprio la voce via, senza particolare raffreddore. Una mattina soltanto con febbre a 37.3 :eek:, ma quella notte in effetti ho tossito parecchio).
A questo punto spero di essermela sfangata in questo modo :) , e di non averla in incubazione.
Di fatto sono in quarantena pure io ancora per una settimana, pure inutile fare il tampone. Quando lo dico c'è chi gli viene l'ansia al posto mio, quindi non oso nemmeno immaginare la gente che si è buttata al P.S. impanicata e pure senza chissà quali sintomi....

Comunque qui siamo all' "en plein", vale a dire che ce l'hanno praticamente tutti ;)
Peraltro fortunatamente tutte le persone che conosco io sino ad ora (e che hanno eseguito il tampone) non hanno avuto nulla di che. Pure il mio ex non ha avuto un grammo nemmeno di febbre (almeno a suo dire), però ha avuto dei sintomi più "tipici" rispetto ai miei (quali la perdita di gusto e olfatto).

Peraltro (e torno sulla mia rinuncia al tampone) sai quale è "la libidine" in tutto questo? :D
Che - saputa la positività dell'ex - volevo fare la segnalazione al mio medico di base. Per scrupolo in più, non necessario. Provo a chiamare e.... numero inesistente. Morale? Andata in pensione ad agosto, senza dire nulla :D
In questo periodo dove se non usi zoom, skype eccetera (a tue spese) sei dimenticato dal mondo, invece i medici di base non sono tenuti nemmeno ad avere una mailing list e a mandare una mail. E'.... il ringraziamento dovuto a chi - come me - per il momento ha pesato assai poco sul sistema sanitario nazionale (ma lo ha sempre PAGATO), e quindi non andando ogni 3x2 dal medico è rimasto.... senza medico :D
Sicché IO mi dovrei precipitare al P.S. per "avere" un tampone.

Ora ho cambiato medico (online), mi hanno risposto che la mia domanda sarà evasa entro 15 giorni :D, fantastici.

No comment, e meno male che sono come sono :)
Io ho cambiato più volte medico di base, recandomi fisicamente all'ULSS, ed è stata una cosa immediata. L'unica cosa è che vai a caso, a parte consultare il sito del fnomceo per vedere l'anno di laurea ed eventuali specializzazioni (ove presenti) altro non puoi sapere.
Non ho dovuto aspettare. Forse con il covid valutano altri parametri, non ho idea. Tutto il settore sanitario è bloccato.

Ma quindi non gli hanno mai fatto alcun tampone, o hai rinunciato tu a chiederlo (per il piccolo intendo)?
 

Foglia

utente viva e vegeta
Io ho cambiato più volte medico di base, recandomi fisicamente all'ULSS, ed è stata una cosa immediata. L'unica cosa è che vai a caso, a parte consultare il sito del fnomceo per vedere l'anno di laurea ed eventuali specializzazioni (ove presenti) altro non puoi sapere.
Non ho dovuto aspettare. Forse con il covid valutano altri parametri, non ho idea. Tutto il settore sanitario è bloccato.

Ma quindi non gli hanno mai fatto alcun tampone, o hai rinunciato tu a chiederlo (per il piccolo intendo)?
Si può scegliere. O tampone in decima giornata, o rientro in quindicesima. Considerato che da me un esito si può aspettare anche per una settimana e più a quel punto tanto vale....

Il cambio "istantaneo " del medico di base funziona ad andare di persona. Purtroppo l'ho saputo quando mio figlio è entrato in quarantena. A quel punto avrei dovuto portare il bambino con me.... In modalità telematica ci ho impiegato pochi minuti (scegliendo la dottoressa più vicina a casa che risultasse disponibile), in compenso a distanza di oramai più di una settimana risulto ancora senza medico....

P.s. comunque non vedo l'ora che torni all'asilo :D , umanamente non ce la faccio più 😥
 
Top