La mia storia

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old Angel

Guest
Copiato e incollato per non intasare i post degli altri

Visto che questo è il post delle storie simili mi confesso pure io, come voi sono stato tradito ma purtroppo questa storia è durata la bellezza di 4 anni, cosa che mi ha distrutto psicologicamente, cercherò solo di essere telegrafico, sto insieme a mia moglie da quando avevamo 17 anni dopo il secondo figlio lei è sclerata di brutto e ho scoperto che aveva una relazione virtuale la cosa mi sconvolse a tal punto che nel giro di pochi mesi persi 15 kg e tentai anche il suicidio, entrai in quel suo mondo in rete per cercare di riconquistarla e li io conobbi anche lui che in un primo momento mi sembrò pure un bravo ragazzo, ci parlammo mi disse che non si erano mai incontrati ma che si erano innamorati .....era successo così comunque io continuavo a sclerare finchè dopo un paio di mesi mia moglie mi garantì che tutto era finito, io comunque avevo perso la fiducia e cominciai a spiarla, in casa era tutto degenerato a diferenza di molte donne questa relazione per mia moglie a mio parere è stata distruttiva perchè ha cominciato a imbruttirsi in maniera assurda, cure fisiche 0 rapporti con i parenti 0 i figli lasciamo perdere perchè secondo me ne stanno ancora pagando le conseguenze non che gli facesse del male ma pizza tutte le sere bagno una volta al mese, mucchi di roba sporca per tutta la casa, io arrivavo la sera a casa e cercavo di fare quello che potevo, l'unica cosa un aumento della nostra attività sessuale.
Poi scoprii che si sentivano ancora dopo varie litigate feci le valige e me ne andai via di casa, ma lei dopo un paio di giorni perchè guai se non ci si sentiva per telefono volle che tornassi a casa e da qui incomincio la mia tortura, sapevo che si sentivano e più volte le chiesi la separazione ma tutte le volte con il sesso con le lacrime mi faceva cambiare idea, continuava a dirmi che non c'era niente etc. etc. sinceramente la cosa che mi tratteneva era sempre questo spiraglio nei miei confronti, e poi sembrò che tutto finii nel 2004 rimase incinta e nel 2005 abbiamo avuto il nostro 3° bellisimo bimbo verso la fine del 2005 cosa scopro che si sentivano ancora FURORE purtroppo il tipo si trova a 500km di distanza ci siamo scambiati delle belle email fiorite e un paio di telefonate finchè alla fine di quest'anno nella nostra penultima telefonata LUI mi confessa che si vedevano da 2 anni e mezzo con relativi rapporti sessuali, io allora non ci ho visto più e sono andato dai miei genitori piangendo e gli ho detto portatemi dall'avvocato perchè se torno a casa mi frega di nuovo, iniziate le pratiche di divorzio con addebito, mi pareva il minimo e non era per una questione di soldi, quindi tutta la cosa è poi scoppiata in famiglia, cioè sono diventato cornuto agli occhi di tutti anche se fanno finta di niente, ma dopo un paio di giorni lei ritorna alla carica, in tanto il bastardo mi ha accusato di essere violento, malato di testa, ricattatore e di far leva sui figli, stronzate assurde che comunque mi hanno fatto un male pazzesco anche perchè penso che non fosse tutta farina del suo sacco, io ho sempre amato con tutta l'anima mia moglie sono un bell'uomo simpatico e dolce se avessi voluto avrei potuto tradirla 1000 volte senza problemi ed avrei potuto rifarmi una vita tranquillamente e di questo ne sono stato conscio specialemente dopo aver perso quei 15kg
, di lui so che è più giovane di noi di 5 anni single brutto e minidotato con seri problemi relazionali con il sesso opposto cosa a suo favore solo una gran intelligenza cosa di cui mi avevano messo in guardia e tanti soldi, leader in game ma in real.... aveva promesso a mia moglie suo trasferimento in zona casa grande, la tata, la donna delle pulizie, serate al teatro, cinema, ristorante etc.. etc.. e sarebbe entrato nella vita dei MIEI bimbi un pò per volta.
Alla fine sono ancora con lei che è cambiata notevolmente tornando la donna di una volta, però ho sofferto le pene dell'inferno è un anno che vado dallo psicologo e mi sono fatto pure una cura antidepressiva di 3 mesi perchè a cosa finita dopo vari mesi pensavo intensamente al suicidio oltre a tutti i sintomi della tipica depressione tutt'ora scrivendo queste cose e vi garantisco sono una piccola parte di ciò che ho passato mi viene da vomitare, a dimenticavo vivo comunque nel dubbio che il 3° bimbo non sia mia figlio, anche se lo amo con tutto il cuore, e mia moglie nega tutto.
Vorrei ancora scrivere tanto perchè ci sarebbe tanto ancora da dire ma penso che sto veramente intasando il post di un altro e me ne scuso.
Scusate anche che purtroppo a differenza dello stronzone io non so scrivere bene spero di non aver fatto troppo casino
 
O

Old Angel

Guest
E... tutto questo... tutto questo solo per tenersi quella donna?

No, dico, Angelì, guardami negli occhi:
Tutto questo solo per tenersela?

Ragazzi, vado ad accendere il teletrasporto.
Sicuramente amo mia moglie ma allo stesso tempo la odio per quello che mi ha fatto ma i bimbi......
Vedi un pò di tempo fa avevo fatto per l'ennesima volta le valige, mio figlio più grande mi ha visto (8 anni all'epoca) e si è messo a piangere silenziosamente,
non immagini il mio cuore che botta ha preso e loro non possono pagare perchè la loro madre in quel periodo ragionava come un uomo (ormai penso leggenda metropolitana) dalla cinta in giù
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
vedi ..sono stato tradito

Ti ho argomentato nell'altra discussione perché ritengo che tua moglie abbia problemi (oltre a essere indibbiamente una cialtrona ..per dirlo con Bruja e ..essere fini!) ..e che ne abbia gravi.
Hai visto il bellissimo film di Kim Rossi Stuart "Anche libero va bene" ?
Se no ...se te la senti ...da solo o con qualcuno con cui non ti vergogni a farti vedere piangere ..cerca di vederlo ..anche se non dà molta speranza
coraggio
Un bacio
 
O

Old ISA

Guest
Devi essere una persona eccezionale, forse meritavi qualcosa di meglio dalla vita. Ora dovrai affrontare enormi difficoltà, per vedere i figli, economiche, di organizzazione insomma. E' solo che, come diceva mia nonna, quando si chiude una porta si apre poi un portone. Cerca di riprenderti, lei non ti merita, ormai i cocci non li puoi incollare più.
E se proprio vuoi sapere quello che ho pensato quando ho letto il tuo sfogo..."l'avessi incontrato io uno così!"
 
O

Old Angel

Guest
...ma davvero ...ma davvero davvero?
Ma dove sono la fiducia ..la lealtà ..il rispetto..?
Hai raccontato benissimo...i fatti
Mi sembra di capire che tu hai reagito sembre con dolore e depressione e che tieni a lei per il sesso (non mi sembra che la stimi ..né che ti fidi..) non credi ai suoi sentimenti per te né alla sua sincerità ...tieni ai figli ...tieni a salvare (ma non ci sei riuscito) la tua immagine con i parenti (ci tieni più che non si sappia che sei cornuto più che a non esserlo)
Ma non è chiaro su cosa è ORA basato il vostro rapporto ..non lo capisco...
Viene naturale domandarsi ..ma perché?
E dirti ..ma lascia perdere..
Ma è anche chiaro che tu vuoi (per molte ragioni) salvare la tua famiglia e quindi è giusto che provi a capire.
Per quanto riguarda lei ..non può aver avuto una relazione per anni solo perché abbagliata dall'idea di una possibile futura vita da ricca...ne ha avrà ricavato gratificazioni immediate!
Sicuramente conferme del suo fascino e delle sue capacità seduttive (nonostante fosse anche sciatta) sia con lui sia con te... Deve avere profonde insicurezze che cerca di compensare sentendosi una dea del sesso sia dal punto di vista fisico (sicuramente con te) sia dal punto di vista cerebrale (con l'altro) e il sentirsi intellettualmente seduttiva la stimola anche fisicamente..
Ma da tuttociò sei certo che ricavi anche reale sicurezza di sé e appagamento fisico? Forse di una terapia ne ha bisogno lei...

Non è che tengo a lei per il sesso, è dall'età di 17 anni che sto insieme a lei ora ne ho 40 fai due conti, comunque siamo sempre stati molto bene insieme, quando è cominciata questa storia avevamo 2 bimbi bellisimi bravissimi ma con un difetto non dormivano e a portarli in giro era una tragedia, stavamo passando un periodo moooolto stressante, cosa che faceva sclerare moolto mia moglie e quando ho scritto che mi attirava con il sesso e che vedevo nei miei confronti una porta aperta...non voleva perdermi, come dicevo prime dovrei scrivere moolte più cose è magari piano piano saltano fuori, lei mi disse apertamente che ci voleva tutti e due cosa che io non ho assolutamente accetato e che mi faceva andare di matto, più volte gli dissi di prendere scusa la parola la vita per i coglioni e fare una scelta io avrei sofferto ma mi sarei fatto da parte se era quello che voleva, stesse cose preso dall'esasperazione le avevo dette pure a lui ma niente.. molti miei gesti alla fine non erano manco più dettati dalla disperazione ma dall'esasperazione, e sono convinto che in quel periodo lei non era psicologicamente a posto, con questo non è che la giustifico ma non volevo che la nostra vita andasse a rotoli per un cazzone malato più di lei.
La questione corna, non sono uno che ha problemi a confidarmi o a dire che sono cornuto, ma comunque davanti ai parenti fa male non è una cosa grave è solo la ciliegina sulla torta, per di più una quando tutto è finito sono andato sia dai miei che dai suoi chiedendo di far finta di niente ......altra umiliazione per me,
anche se lo stronzo ha accusato i miei genitori perchè avevo chiesto l'addebito loro non hanno mai detto una parola anzi le hanno sempre rivolto un sorriso idem per sua madre.
La sua relazione e si durata 4 anni di sms e un incontro ogni tanto di esattamente un ora, giusto na botta e via, e non comprenderò come potevano definirlo amore.
Vedi sicuramente io ho fatto il passo di andare in terapia perchè volevo cambiare, volevo tornare la persona solare di un tempo, ma purtroppo lei nega tutto io prove concrete non ne ho, ho solo la telefonata del tipo che mi urlava LASCIALA LASCIALA che mi rimbomba tutt'ora nelle orecchie.
Secondo il suo ragionamento lei non ha fatto niente non deve chiedere scusa di niente, non deve curarsi, sono io il malato che si è inventato tutto.
Sinceramente su cosa è basato il nostro rapporto ora......bho non lo so ho ancora le idee molto confuse e la fiducia e a 0.
 
O

Old lilith_666

Guest
Mistero...

Scusate se busso, ma dove son finiti i post?? leggo solo quote

Magari da quelche altro forum????
 
O

Old lilith_666

Guest
Dai Fa,

Dimmelo, no? son curiosa di leggere gli altri interventi, cosí posso dare mia opinione. E non scherzare!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
vicini e lontani

Sei un uomo, ma ..quasi..nella situazione mia e per questo ti sento vicino ...ma ci fa essere enormemente lontani la differenza di età e mi fa vedere la tua vicenda in un'ottica diversa..
Capisco il tuo dolore ..lo capisco fin troppo bene ..e capisco il tuo bisogno di un sostegno ..ma chi ha problemi gravi è tua moglie!!
Almeno mio marito sta male!
Tua moglie dice che non ha problemi..con quel che ha fatto?!
Non sono certo contenta che mio marito stia male, ma è almeno il segno di una presa di coscienza ..a cui tua moglie mi sembra lontana...
Esistono pure teorizzazioni filosofiche e psicologiche contro la monogamia vista come costruzione culturale che limita la libera espressione di sé ..mi sono documentata .. Ma sono tutte teorie che si scontrano con il dolore di chi è tradito..
E' inconcepibile che si possa pensare di disporre liberamente di sé dicendo che si prova un sentimento per la persona che si tradisce ..visto che questa persona ne è straziata!!!
Però man mano che aggiungi particolari il quadro si fa più nitido...tu cerchi di capire cercando eventi esterni che spieghino (ridicolo quello dei bimbi che non dormono ..i miei non dormivano e era un motivo di più per non aver voglia di pensare ad altro...) offrendo in questo modo alibi a tua moglie...mentre credo che le ragioni siano interne a tua moglie..
Le modalità della storia fan pensare proprio a un'evasione dalla realtà ..un ricercare una relazione romantica adolescenziale di fronte alla concreta realtà dell'essere diventati adulti con figli e destino deciso...
Siete giovani e tua moglie deve essere veramente molto fragile...anche la trascuratezza è un disagio agito di tipo adolescenziale ..sono comportamenti che esprimono disagio più che innamoramento per un altro uomo...quasi provocazioni (non consapevoli..proprio come quelle delle adolescenti ..verso di te...
Ciò non solleva tua moglie dalle sue responsabilità di aver cercato di alleggerirsi dei suoi disagi provocando disastri..sono pèroprio le persone fragili che lo fanno ..ma l'essere fragili non toglie responsabilità.
Penso che il vostro rapporto sia ancora in evoluzione (tutti lo sono e sempre ..ma il vostro di più) alla ricerca di ruoli ed equibri. Forse sei stato così comprensivo non solo perché innamorato (benché tu lo sia e molto) ..ma anche perché anche tu sei stato e sei in in una fase di crescita personale e hai intuito le difficoltà di tua moglie ..anche se non accetti la cura che lei ha individuato...nel vostro rapporto cominciato quando eravate veramente molto giovani...
Non mi sembra che l'equilibrio trovato possa essere stabile se lei non prende coscienza dei suoi disagi e accetta il peso della responsabilità del dolore arrecato.
 

Bruja

Utente di lunga data
Angel

La sua relazione e si durata 4 anni di sms e un incontro ogni tanto di esattamente un ora, giusto na botta e via, e non comprenderò come potevano definirlo amore.
Vedi sicuramente io ho fatto il passo di andare in terapia perchè volevo cambiare, volevo tornare la persona solare di un tempo, ma purtroppo lei nega tutto io prove concrete non ne ho, ho solo la telefonata del tipo che mi urlava LASCIALA LASCIALA che mi rimbomba tutt'ora nelle orecchie.
Secondo il suo ragionamento lei non ha fatto niente non deve chiedere scusa di niente, non deve curarsi, sono io il malato che si è inventato tutto.
Sinceramente su cosa è basato il nostro rapporto ora......bho non lo so ho ancora le idee molto confuse e la fiducia e a 0.[/quote]

Scusa se riporto sola parte del tuo post, ma ti garantisco che più ti leggo e più trasecolo!
Ma siamo proprio fuori di testa?
Lui si permette di dirti cosa devi fare del tuo matrimonio ed accusa i tuoi!
Se tua moglie è una vera dissociata (e le ulteriori cose che hai detto aggravano solo la sua responsabilità perchè stranamente il SUO interesse sa sempre dove sia) questo rusiduato cosiddetto intelligente e danaroso conferma solo una realtà, un imbecille ricco è sempre consideratto ricco da chi lo guarda con occhi interessati, per me resta un imbecille e perfino saccente a vuoto!
Quanto alle pregresse condizioni che avrebbero creato problemi.............. guarda che sono alcuni secoli che le donne hanno figli che a volte non dormono di notte o che hanno orari non precisamente coincidenti con quelli che fanno comodo a noi! Tutti i genitori passano notti in bianco, ma non per questo si creano crisi esistenziali di tale portata. Per intenderci io capisco tutto, ma tua moglie ci fà oltre che c'è!
Lei è convinta che non deve chiedere scusa, che non ha fatto nulla, ovviamente supportata da quella specie di Toulouse Lautrec di provincia che è il suo amante vate! La cosa che più mi stupisce è che redamo di avere a che fare con te come se fossi il loro lacché..........
Senti, fai quello che preferisci della tua vita, tieni duro per non vedere piangere i bambini, ma lei trattala per quello che è e che di dimostra una colf profumatamente pagata.
Qui non si tratta di salvare un rapporto in crisi e neppure di fare la figura del cornuto contento, si tratta di avere rispetto e considerazione per la propria vita.
Come fai a guardarti in una situazione tanto sbalestrata? Ripeto la sola via per uscire da questo pantano è metterla di fronte alle sue responsabilità e se continua a negare, ignorala, che faccia la sua parte di lavori domestici di cucina e di governo della casa, per il resto si arrangiasse come ha dimostrato di saper fare benissimo...................è la tua unica chance per riavere un po' di rispetto e per dimostrarle che i calzoni, anche se stracciati moralmente, li porti ancora tu!
Stai tranquillo che quell'altro buono da niente ma capace di tutto non se la piglia neppure gratis.......... hanno fatto bene i loro conti quei due, tu paghi e loro se la godono, perchè se credi che fra loro sia finita significa che credi ad oltranza per non vedere la raltà.
Mi spiace, te lo ripeto, ma questi due sono come i ladri di Pisa che di giorno si ignoravano e di notte andavano a rubare insieme.
D'altronde che razza di rapporto aveva questa coppia tutta spleen e romanticismo?....... Quello solito, bieco e opportunista che hanno tutti gli amanti di comodo, altro che affinità elettive!
Se dovessero, sia uno che l'altra, azzardarsi ancora a parlare o discutere su di te o suoi tuoi parenti calunniosamente, devi dire loro pari pari che uno è capace solo di trovarsi donne a mezzo servizio perchè di completamente sue non ne trova neppure pagandole e l'altra con tutte le sue grandi doti, la sua dignità e le sue proteste di innocenza a cui crede solo lei, è ancora qui a fare la "mantenuta legittima" di un uomo di cui sa solo parlare male........sul suo ruolo di madre poi stendiamo non un velo pietoso ma una cerata da coroner!!
Bruja

p.s. mi sto proprio irritando con questa storia e non è da me, ma tua moglie supera ogni misura, avesse almeno l'attenuante di essere un'adolescente...... invece è solo una donna immatura e irrisolta.
 
O

Old Angel

Guest
Non è che voglio trovare delle giustificazioni, ma sono convinto che lei non era tutto a posto con la testa, dico questo perchè nel giro di poco tempo praticamente un pò prima che cominciasse questa storia è cambiata notevolmente, come madre era molto apprensiva e dolce, è vero che molti bambini non dormono di notte ma vorrei precisare che i miei non hanno dormito per 7 anni e questo non ogni tanto ma ogni giorno, penso che la stanchezza sia stato un fattore scatenante di altri problemi saltati fuori solo ultimamente tipo tiroide e altre cosette, e i sintomi c'erano già all'epoca depresione peso eccessivo che non andava giù etc.. etc.. con questo non la giustifico chiaramente perchè sinceramente penso di essermi donato a lei nella mia totalità, mi spiego meglio non voglio ne fare il martire ne vantarmi.....anzi no voglio fare il martire perchè sta storia è stata squallida e vantarmi perchè di certe cose ne vado fiero, per lei ho perso amici e parenti gli sono stato vicino sempre in tutto e per tutto, ho creduto in lei quando tutti le davano contro e lo sempre incitata a superare paure dove anche qui nessuno credeva in lei, mi sono adeguato a lei alle sue paure a le sue fisse, sempre stato attivo in casa, credo nella parità dei diritti che detto così sembra normale perchè tutti lo dicono ma dietro la pensano diversamente, questo vale per donne e uomini, e forse quello che fa più male che sicuramente in un periodo di crisi invece di rivolgersi a me si è appoggiata a uno più malato di lei, la cosa che mi sconvolge ancora tanto e che comunque mi convince sempre più del suo periodo di insanità mentale perchè non posso giudicarlo diversamente il fatto che non voleva perdermi ed era molto gelosa, e poi altra cosa che dopo la rivelazione da parte di quel malato ho fatto 2+2 e che praticamente se è vero che s'incontravano quando poi veniva a casa faceva l'amore con me solo scusate i particolari ma pensare che dove lui ci metteva il suo coso poi io magari ci mettevo la bocca mi viene da vomitare, a questo punto mi chiedo che non la soddisfacesse sessualmente ma che era più una cosa di testa? con un tipo del genere complesso di Maria Teresa di calcutta?
Cavolo sta cosa è stata talmente lunga ed esasperante che ora proprio non riesco a non farmi milioni di domande tutti i giorni dalla mattina alla sera, una cosa è certa sono diventato molto più duro e freddo sto cercando di dare una seconda possibilità al nostro matrimonio più per la felicità dei figli che per altro, una parte di me vorrebbe tradirla non per vendetta, non per provare sti brividi e batticuori adolescenziali ma per fargli capire cosa si soffre ma purtroppo per come sono fatto io non ne sono capace.
Uno dei momenti più belli è stato un giorno che mio figlio tornato da catechismo è andato dalla madre chiedendo cos'era l'adulterio, lei lo ha spiegato ma che faccia che ha fatto.
Sinceramente il tradimento sessuale fa molto male ma secondo me è il male minore, e per come lo subito io lo considero a livello di uno stupro, cercherò di metterlo da parte ma non potrò perdonarlo mai.
 

Verena67

Utente di lunga data
Ma alla fine....

...non è che sono piu' "sani" e "Normali" quelli che tradiscono, serenamente, non fanno imprudenze, tutti controllati e sicuri di sé e poi tornano a casa come se niente fosse e non rompono le balle A NESSUNO?!?!?!?

Comincia a venirmi questo dubbio
Forse ci va STILE anche nel tradire!


Un bacio
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
..problemi

Non è che voglio trovare delle giustificazioni, ma sono convinto che lei non era tutto a posto con la testa, dico questo perchè nel giro di poco tempo praticamente un pò prima che cominciasse questa storia è cambiata notevolmente, come madre era molto apprensiva e dolce, è vero che molti bambini non dormono di notte ma vorrei precisare che i miei non hanno dormito per 7 anni e questo non ogni tanto ma ogni giorno, penso che la stanchezza sia stato un fattore scatenante di altri problemi saltati fuori solo ultimamente tipo tiroide e altre cosette, e i sintomi c'erano già all'epoca depresione peso eccessivo che non andava giù etc.. etc.. con questo non la giustifico chiaramente perchè sinceramente penso di essermi donato a lei nella mia totalità, mi spiego meglio non voglio ne fare il martire ne vantarmi.....anzi no voglio fare il martire perchè sta storia è stata squallida e vantarmi perchè di certe cose ne vado fiero, per lei ho perso amici e parenti gli sono stato vicino sempre in tutto e per tutto, ho creduto in lei quando tutti le davano contro e lo sempre incitata a superare paure dove anche qui nessuno credeva in lei, mi sono adeguato a lei alle sue paure a le sue fisse, sempre stato attivo in casa, credo nella parità dei diritti che detto così sembra normale perchè tutti lo dicono ma dietro la pensano diversamente, questo vale per donne e uomini, e forse quello che fa più male che sicuramente in un periodo di crisi invece di rivolgersi a me si è appoggiata a uno più malato di lei, la cosa che mi sconvolge ancora tanto e che comunque mi convince sempre più del suo periodo di insanità mentale perchè non posso giudicarlo diversamente il fatto che non voleva perdermi ed era molto gelosa, e poi altra cosa che dopo la rivelazione da parte di quel malato ho fatto 2+2 e che praticamente se è vero che s'incontravano quando poi veniva a casa faceva l'amore con me solo scusate i particolari ma pensare che dove lui ci metteva il suo coso poi io magari ci mettevo la bocca mi viene da vomitare, a questo punto mi chiedo che non la soddisfacesse sessualmente ma che era più una cosa di testa? con un tipo del genere complesso di Maria Teresa di calcutta?
Cavolo sta cosa è stata talmente lunga ed esasperante che ora proprio non riesco a non farmi milioni di domande tutti i giorni dalla mattina alla sera, una cosa è certa sono diventato molto più duro e freddo sto cercando di dare una seconda possibilità al nostro matrimonio più per la felicità dei figli che per altro, una parte di me vorrebbe tradirla non per vendetta, non per provare sti brividi e batticuori adolescenziali ma per fargli capire cosa si soffre ma purtroppo per come sono fatto io non ne sono capace.
Uno dei momenti più belli è stato un giorno che mio figlio tornato da catechismo è andato dalla madre chiedendo cos'era l'adulterio, lei lo ha spiegato ma che faccia che ha fatto.
Sinceramente il tradimento sessuale fa molto male ma secondo me è il male minore, e per come lo subito io lo considero a livello di uno stupro, cercherò di metterlo da parte ma non potrò perdonarlo mai.
..i miei figli ..uguale 3 anni la prima ..ho concepito il secondo solo dopo che ho visto che tornavo a dormire e il secondo non ha dormito per 4 anni ...normale ..non mi sono trovata l'amante ..anzi ero distrutta ed esaltata per i miei figli e mi univano ancor più a mio marito....e anche lui a me (è stato unperiodo d'oro!)
Sinceramente o tua moglie è una persona cinica..crudele..anaffettiva..superficiale ed egoista...amorale (esiste un termine ..tr..a ..?)...
..o ha problemi gravi ..anche squilibri ormonali possono creare disturbi psichici...è noto cosa può provocare la depressione post partum..
Ma la cosa più grave è che non se ne voglia rendere conto!

Una mia conoscente mi ha raccontato la sua storia e ..ne ha combinate anche lei (cominciando con internet e chat erotiche...)..ma è consapevole di avere problemi ..ha seguito una terapia psicologica per 8 anni ...(ah il matrimonio è fallito!)
Tua moglie e la tua comprensione per mi fanno talmente arrabbiare che non so se riesco a manifestarti la solidarietà che vorrei..
 

Verena67

Utente di lunga data
..i
Una mia conoscente mi ha raccontato la sua storia e ..ne ha combinate anche lei (cominciando con internet e chat erotiche...)..ma è consapevole di avere problemi ..ha seguito una terapia psicologica per 8 anni ...(ah il matrimonio è fallito!)
scusatemi se oggi sono polemica, ma non sarà il marito di costei che aveva ...problemi?!

Tremate, tremate, le Streghe son tornate, e tradiscono e vanno pure in internet


Un bacio!
 

Bruja

Utente di lunga data
Angel

Insomma, bisognerà pure rendersi conto che se per ogni ostacolo, problema o inciampo che la vita matrimoniale e genitoriale crea si avesse la franchigia al tradimento andremmo tutti in giro con delle belle protuberanze cornee sulla fronte!!!"
Cerchiamo di essere concreti, se dei bambini non dormono per anni serve un medico non un tradimento, se una persona ha problemi di tiroide riflessi e di peso serve sempore il medico e comunque, in tutte queste occasioni il miglior alleato è l'altro coniuge.
Il tradimento è il modo autogestito ed autoassolvente di compensarsi.............e non syo neppure a valutare con chi, perchè alla fine ognuno si contenta di quello che gli basta!
Per chiudere se tua moglie è caratterialmente cos', inutile che stiamo qui a parlarne, o la tieni per i tuoi figli o la molli per la tua salute mentale. Scusa ma non c'è altra via!!!
Se invece è una persone che ha delle turbe psicologiche, allora............prima va curata e poi si dovrà valutare!
Bruja

p.s. Scusa l'ultimo chiarimento, ma tu l'immagine di lei che è stata posseduta dall'altro e di quello che possono avere fatto non te la toglierai più dalla mente. Specie se sai che l'altro la possedeva psicologicamente grazie alla sua capacità di circuirla ed assoggettarla.
 
O

Old Angel

Guest
Bruja è esattamente quello che penso io, e ti giuro che sto facendo una fatica bestiale, io ci sto provando a buttare tutto dietro alle spalle per risanare un matrimonio, ma sti pensieri continuano a venirmi in mente e dio solo sa come andrà in futuro.
 
O

Old giulia

Guest
Le modalità della storia fan pensare proprio a un'evasione dalla realtà ..un ricercare una relazione romantica adolescenziale di fronte alla concreta realtà dell'essere diventati adulti con figli e destino deciso...
Siete giovani e tua moglie deve essere veramente molto fragile...anche la trascuratezza è un disagio agito di tipo adolescenziale ..sono comportamenti che esprimono disagio più che innamoramento per un altro uomo...quasi provocazioni (non consapevoli..proprio come quelle delle adolescenti ..verso di te...
Ciò non solleva tua moglie dalle sue responsabilità di aver cercato di alleggerirsi dei suoi disagi provocando disastri..sono pèroprio le persone fragili che lo fanno ..ma l'essere fragili non toglie responsabilità.
Penso che il vostro rapporto sia ancora in evoluzione (tutti lo sono e sempre ..ma il vostro di più) alla ricerca di ruoli ed equibri. Forse sei stato così comprensivo non solo perché innamorato (benché tu lo sia e molto) ..ma anche perché anche tu sei stato e sei in in una fase di crescita personale e hai intuito le difficoltà di tua moglie ..anche se non accetti la cura che lei ha individuato...nel vostro rapporto cominciato quando eravate veramente molto giovani...



Concordo su quanto dice P/R,
ed è per questo che giustifico anche mio marito.
Forse hanno sentito il peso della responsabilità ( una famiglia, una vita praticamente già "pianificata"); forse mio marito e tuo moglie nn volevano crescere, volevano riprovare-ritrovare il brivido dell'innamoramento.
Si può perdonare un momento di smarrimento, probabilmente nn erano consci di ciò che stavano facendo ai loro rispettivi patners.
L'importante che lei ( come ora lo è mio marito) si penta del suo comportamento e che si dedichi completamento al suo uomo ed ai suoi bambini.
Devo fare il "salto", forse un terapeuta potrebbe aiutarla a metabolizzare ciò che è stato x poter ricominciare uan nuova vita ( ed io spero insieme a te).
 

Verena67

Utente di lunga data
Forse hanno sentito il peso della responsabilità ( una famiglia, una vita praticamente già "pianificata"); forse mio marito e tuo moglie nn volevano crescere, volevano riprovare-ritrovare il brivido dell'innamoramento.
Si può perdonare un momento di smarrimento, probabilmente nn erano consci di ciò che stavano facendo ai loro rispettivi patners.
L'importante che lei ( come ora lo è mio marito) si penta del suo comportamento e che si dedichi completamento al suo uomo ed ai suoi bambini.
Devo fare il "salto", forse un terapeuta potrebbe aiutarla a metabolizzare ciò che è stato x poter ricominciare uan nuova vita ( ed io spero insieme a te).

Scusami, Giulia, ma da ex (?) traditrice non ancora del tutto (forse mai
) repenta, ma pure non credo di essere ancora del tutto rincoglionita, non riesco del tutto ad accettare questo ragionamento.
Sicuramente tradire non è giusto, ma nemmeno può - zan zan - essere trattato alla stregua di un disturbo "mentale" da curare. Gia' che ci siamo, buttiamoci di mezzo omosessuali e zingari


Vabbé, adesso esagero, ma quest'etica "Hai tradito quindi SEI SBAGLIATO" io non posso accettarla.

Mi spiace. Un po' di sana autocritica potrebbe farla anche il coniuge tradito, non credete?


Mi chiedo anche quanto il voler "giudicare" il coniuge traditore giovi alla causa del ritorno condiviso ad un matrimonio di cui siano profondamente sentite le premesse
.....senza rischiare ricadute (in quanto, non eliminato il "guasto", questo può sempre ripresentarsi...)

Bacio!
 

Bruja

Utente di lunga data
P/R

Hai ragione tradire non è sintomo di malattia mentale, almeno non nella norma....... però è vero che per poter attuare un tradimento è quasi obbligatorio avere un atteggiamento che è destabilizzante nei rapporti perchè la èresunta normalità conseguente utole a coprire la tresca è fraudolenta e fasulla.
Non accetto neppre io "hai tradito e sei sbagliato" ma certamente "hai tradito ed HAI sbagliato..........
Concordo che serva l'autocritica........ ma bilaterale, se il tradito deve farla retroattiva, il traditore dovrà farla susseguente e prendere atto chem quando scoperto o reo confesso, dall'altra parte si scatena una valanga di sensazioni che non può sperare di sistemare con quattro ave un pater e un gloria........
Se poi le famose premesse fossero davvero sentite, credo che sarebbe una scelta reciproca quella di rendere più facile sia il dialogo che il confronto.
Il"guasto" per ripresentarsi deve avere il presupposto che il rapporto non riesca a funzionare o che la fiducia ormai compromessa definitivamente non giustifichi impegno o sacrificio......... ma a quel punto che farsene di una coppia in quelle condizioni?
Chi recidiva denuncia l'impossibilità di risolvere in proprio una situazione che dovrebbe affrontare, e si rifugia nel rinnovo delle compensazioni unilaterali fautrici di inganni. A quel punto un coniuge può decidere di tenersi chi trasgredisce, ma sa chi e cosa si tiene e non dovrebbe lamentarsene più di tanto! Qui sì sono io la prima a dire che si deve fare autocritica ed evitare di dolersi di ciò che si è scelto di teneread oltranza.
Bruja
 
J

jeir

Guest
quest'etica "Hai tradito quindi SEI SBAGLIATO" io non posso accettarla.

Mi spiace. Un po' di sana autocritica potrebbe farla anche il coniuge tradito, non credete?
E una volta fatta l'autocritica che succede?
Voglio dire, dopo che hai fatto saltare in aria la casa, l'altro può anche riconoscere le proprie mancanze: la perdita d'acqua che avrebbe dovuto riparare in cucina, la porta della soffitta da oliare, la macchia sul divano, il pavimento rigato, etc., etc.
Embé?
Erano ragioni valide per mettere una bomba in cantina?
Perchè questo è il tradimento: una bomba alle fondamenta di un rapporto.
Le fondamenta sono la fiducia ed il rispetto, distrutti questi, distrutto il rapporto, a cosa ed a chi serve questa "sana" autocritica?
A diluire l'eventuale senso di colpa?
A bomba esplosa, a casa saltata in aria, cosa vuoi discutere?
Si poteva discutere prima, si DOVEVA discutere prima.
L'altro non ascoltava? L'altro non capiva?
Una valigia e cordiali saluti!
La bomba no. La bomba non ha giustificazione.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top