la mia storia....

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old dami

Guest
ciao a tutti.mi presento...sono damiano...45anni...sposato da 16 anni...padre di due bimbi.
veniamo al dunque.dicembre 2005 ...una sera come tante.
mia moglie mi confessa di non amarmi più!!!
vedere scoppiare una bomba atomica vicino a casa mia mi avrebbe sconvolto molto meno.
dopo qualche mia insistenza mi dice di essersi innamorata di un suo collega e quindi tra noi è finita.non ci credevo, non mi vergogno a dire che ho pianto come un bambino.ho chiesto scusa per gli errori che sicuramente ho commesso e che l'hanno spinta a cercare altrove quel qualcosa in più, e l'ho pregata di darmisolo un pò di tempo per dimostrarle quanto l'amo ancora.
lei comunque dice che questa relazione è nata da un paio di mesi e a parte le infinite chiaccherate non ha fatto altro.questa affermazione sinceramente pensavo l'avesse fatta per poter riavvicinarsi a me,ma mi sbagliavo....non fa che pensare a lui e i suoi sbalzi d'umore sono dovuti a lui (sposato e con un figlio piccolo).
intanto il tempo passa...arriva luglio e io approfitto del fatto che dovevamo fare le vacanze separate per dirle:"ok..basta..hai vinto tu..vai per la tua strada."
a questo punto lei si ferma e tentenna....mi chiede tempo!
cosi facciamo le vacanze assieme (bellissime),ma appena tornati ricominciano i suoi dubbi....(probabilmente dovuti al fatto che lui dopo essersi tirato indietro è tornato alla carica ?)
morale : io non so più come comportarmi.....
aspetto le vostre opinioni
grazie e ciao
 
O

Old Fa.

Guest
Carissimo dami, ... sono con te


Fai bene a non vergognarti di aver pianto, ? al principio ho battuto questo stadio ? mentre dormivo mi sono alzato per andare a vomitare (e non avevo bevuto niente), un dolore assurdo allo stomaco. Senza calcolare che progettavo un?impiccagione in solitario, ... non avevo il fegato di fare come i Samurai.


Adesso sorrido, prima c?era poco da ridere.

Per me devi essere deciso come un treno e giocarti tutte le carte come se avessi già perso la partita; lasciala subito ? trovati una sistemazione e sfogati come meglio credi.

Stando a casa finisce che perdi ogni possibilità.

PS: questa è la mia opinione.
 
C

claudio

Guest
dami

Caro amico,devi andartene di casa ...o meglio ancora ,fare sloggiare lei...solo a
quel punto lei si renderà conto di quello che si perde....se continui a vivere con lei
implicitamente approvi il suo comportamento,e lei ,almeno a livello inconscio,si
sentirà autorizzata a stare nel limbo...in genere è un comportamento tipicamente
maschile...si vede che anche le donne a furia di andare con lo zoppo.....
Poi finchè ti vede innamorato,comprensivo e pronto a perdonarle tutto...è umano
lei ci marci....scusami la francehzza ma la vedo proprio così...fatti vedere duro,severo e incazzato e dalle l'ultimatum....fidati....ciao
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Proposta numero tre.


Al posto di Dami:


Iscriverei la moglie all'asilo, tempo prolungatissimo, molto prolungato.

E starei in casa coi figli.
 
O

Old Fa.

Guest
Guarda Dami, non lo dico per dire ... ma è vero anche che adesso non sono in Italia e non posso farlo. Ma non mi è mai capitato di dirlo.

Ma ti giuro che ti direi di preparare le valige che ti vengo a prelevare subito e portarti via, ... per prenderti una boccata d'aria, ... e poi usciamo con Nadamas, ... e vedi se non ci riusciamo a farti passare qualche mese fuori dal tuo merdaio.

Hai davvero bisogno di respirare ....
 

Bruja

Utente di lunga data
damiano

Premesso che la sua versione è attendibile fino a prova contraria (intendo la platonicità della loro storia), è evidente che si è presa la classica sbandata da noia e voglia di corteggiamento; il fatto che sia un collega la racconta lunga sulla "facilità" del rapporto quotidiano e della frequentazione in qualunque frangente e senza rischi.
Tu hai dimostrato liberalità ma lei, a questo punto ha preso tempo. Sai le trasgressioni, se ti levano il quotidiano da sotto la sedia diventano molto meno appetibili!!! Inoltre ha capito benissimo che l'altro, con un figlio piccolo, è improbabile che le offra più di una relazione a mezza via fra l'amante e l'avventura. E questo spazza via tutte le loro menate da affinità elettive.....

Lui torna alla carica sicuramente perchè non rischia nulla e non gli costa nulla, alla fine è una occasione comoda, è tua moglie quella che crede ai miraggi.l

Lascia che risolva i suoi problemi da sola, non importa chi va via di casa, conta che non abbia la tua stampella morale e pratica!!! Vedrai che ci metterà pochino a capire che sta barattando un matrimonio che funziona con un'avventura fortunosa e casuale (per inciso se il bimbo che hanno è molto piccolo, la madre sarà presa e può essere che lui sia il solito cialtroncello che si sente trascurato e prende di mira chi ha sotto mano).
Sono certa che un po' di solitudine non potrà che farle bene................ molto bene, e ad entrambi!
Bruja
 

Verena67

Utente di lunga data
Ciao, Dami, ti sono vicina.

Malgrado in un certo senso sia stata dal "lato" di tua moglie, comprendo bene che lampo a ciel sereno sia stata una simile dichiarazione!

Però in qualche modo dissento dal consiglio dei colleghi di forum, se non in una cosa: devi essere molto deciso.
Siccome io mi ci sono trovata, al suo posto, posso forse darti ragguagli (senza offesa, Miciolidia, il tradire di per sé e scegliersi una nuova vita con un altro partner possono essere scelte dolorosissime per gli altri e in parte anche per sé, credimi sulla parola, ma non sono di per sé segni di immaturità: sono cose che capitano "anche nelle migliori famiglie", sennò questo forum non esisterebbe. La vera maturità la moglie di Dami, e anche lui, la mostreranno ORA che la bomba è scoppiata).

Innanzitutto, il fatto che lei ti abbia parlato ha stabilito un prima e un dopo e può di per sé avere molti significati.

Prima lei "tradiva" (emotivamente, di sicuro, e assai probabilmente anche fisicamente: nota che le donne difficilmente ammettono il tradimento sessuale, nemmeno io lo feci, perché istintivamente sappiamo che è la cosa che ferisce forse di piu' l'uomo) e tu non lo sapevi.

Dopo, tu lo sai.
E lei?

Dopo la "confessione" (sarebbe interessante conoscerne il contesto: tu l'hai "scoperta"? Avevi indizi, sospetti? O lei te l'ha detto e basta? In questo caso potrebbe essere un buon segnale, potrebbe richiedere la tua attenzione come fanno gli adolescenti, dicendoti "ti amo ancora, perché non badi a me?" Anche perché una donna che dice "amo un altro" negli altri casi - quelli in cui davvero è decisa - lascia la casa dopo un giorno e non dopo 10 mesi!), si apre uno scenario dalle possibili e molteplici varianti.

Uno scenario che DURA 9 - 10 mesi: non sono pochi, per prendere una "decisione".

Ipotesi A. Lei è in crisi, il vostro matrimonio non soddisfa tutti i suoi "bisogni" , l'altro insiste e lei - ambivalente sui suoi reali sentimenti - non vuole rovinare del tutto l'unione con te né quella con l'altro. Qui devi seguire il consiglio dei "colleghi", secondo me, ed essere molto duro. Niente indecisioni, niente mollaggine. DALLE UN ULTIMATUM, entro il quale lei decida se vuole restare nel matrimonio e lavorarci, oppure uscirne. Se sei indeciso, lei potrebbe (ma mi auguro di no
) prolungare il triangolo all'infinito!

Ipotesi B. Lei potrebbe essere DECISA a lasciarti per andare a vivere con l'altro, ma l'altro non vuole lasciare la moglie e la tiene in "sospeso". Per prendere tempo con l'altro che non si decide (magari lui non prende decisioni e tua moglie non è "tosta" nemmeno con lui per timore di perderlo) lascia te "a bagno maria". Qui devi prendere un grosso rischio: scegliere per la via dell'ultimatum o cercare di capire se lei, da sola, arriverà mai alla decisione di troncare con l'altro perché il tipo non si decide. Sta alla tua sensibilità. Comunque, anche qui, il consiglio è di essere molto decisi e di non lasciarla "fare". Se però capisci (i segnali sono ovunque, a saperli cogliere....) che lei sta provando a lasciarlo, beh, dalle magari la possibilità materiale di farlo....mio marito ha avuto la sensibilità di farlo, io lasciato l'altro SUBITO e la cosa tra di noi è rientrata serenamente.

Ipotesi C. Non sa neanche lei cosa vuole. In questo caso, se ti pare di capire che lei non è certa affatto di amare l'altro, devi bombardarla. Conquistarla. Minacciarla. Portarla da un terapista di coppia. Essere presente al 150 %. O si nausea, e ti lascia, o è tua


Il segreto e' costruire MURI tra lei e l'altro e FINESTRE (per parlarsi) tra te e lei!

Un grosso augurio!!

P.S. Mi è venuta in mente un altra cosa! Tu stesso, così ferito e deluso, potresti essere ambivalente nei suoi confronti, avere momenti in cui desidereresti starle vicino e riaverla, e altri in cui vorresti mandarla, indignato, via da te. Ti capisco con tutto il cuore. Cerca il piu' possibile di essere lucido e dominarti, in questo momento così difficile, magari chiedi aiuto qualificato (ma senza coinvolgere inutilmente parenti e amici, a volte è meglio un aiuto professionale). Un bacio!
 

Bruja

Utente di lunga data
damiano

Molto bella l'analisi di Verena, che tra l'altro parla per esperienza diretta e quindi può capire le dinamiche femminili in questo contesto.
Resta comunque assodato che devi essere deciso ed impositivo, comunque vadano le cose una tua eventuale pusillanimità porterebbe solo a risultati mediocri: se resta è per inerzia e non per convinzione. se se ne va potrebbe essere perchè ti vede di poco polso.

Lei deve capire che se ti lascia o se te ne vai, per lei è una perdita secca e dall'altra parte rischia di trovarsi con un due di briscola a cuori..... quando il gioco è a picche!
 

Verena67

Utente di lunga data
Bruja ha detto:
Molto bella l'analisi di Verena, che tra l'altro parla per esperienza diretta e quindi può capire le dinamiche femminili in questo contesto.
Grazie cara
Mi sono conquistata le mostrine sul campo!

Un bacio!
 

Miciolidia

Utente di lunga data
"senza offesa, Miciolidia, il tradire di per sé e scegliersi una nuova vita con un altro partner possono essere scelte dolorosissime per gli altri e in parte anche per sé, credimi sulla parola, ma non sono di per sé segni di immaturità: sono cose che capitano "anche nelle migliori famiglie", sennò questo forum non esisterebbe. La vera maturità la moglie di Dami, e anche lui, la mostreranno ORA che la bomba è scoppiata)."


verena, ma quale offesa.

io ho ecceduto in sintesi.

Avrei scritto per pagine e pagine, il mio non era un disappunto morale, ovviamente tu non puoi conoscermi come nemmeno gli altri, sono da poco qui.



Trovo immaturo il fatto di esprimersi tutto in un botto con un " non ti amo piu'" - prendendo certo quello che ha raccontato il nostro amico.

Trovo immaturo fare saltare un rapporto messo in crisi da una relazione di due mesi col cicisbeo che non riesce ad avere le attenzioni "dovute" dalla mogliettina che ha appena partorito..+ o -

E di starlo pure ad aspettare... e non comprendere che è necessario resettare completamente, magari stando soli... senza aspettare che l'ennesimo sms " dell'altro" arrivi.

Trovo immaturo il fatto che non si prenda le responsabilità necessarie ed intanto faccia tira e molla col marito....tanto lo zerbino lo permette...


Come trovo un poco distratto lui- Dami- che non si sia accorto del fatto che qualcosa non andasse, probabilmente ...e non da poco...nel rapporto.

Per poi cadere dal pero....chiedendosi "ma come mai
proprio a me"?



Quindi...ci si tira su le maniche , entrambi, e magari con l'ausilio di una figura esterna si lavora sul rapporto.
 
O

Old Fa.

Guest
Ma perchè tutte dite: "Prendendo per buono quello cha ha scritto" !?!

Da dove possono saltare dei dubbi ? ... non credo di essere ingenuo, ma questo si sente lontano un chilometro in che stato d'animo si trova.

E poi, ... per chiunque non c'è modo di sapere che non sia così.

Non so, tra le righe si sente tutto di quello che prova ed è per me devastante ... mi è sembrato di vivere la sua storia, ... eppure, ... si è solo limitato ad esporre il suo caso.
 
O

Old lilith_666

Guest
Un consiglio da Traditrice

Ciao, anche io ho tradito mio marito,ma per ben altri motivi e di sicuro non futili come la noia o squallidi come vivere l'emozione di una avventura. Comunque sono passati ben 7 anni e vi dico che mi son pentita per aver distrutto la nostra famiglia, anche se tutti psicologi cui siamo andati ci hanno consigliato la separazione. In quel tempo NON LO VOLEVO. Ero arrabbiata,incaz..,la sua sola presenza mi dava fastidio. Oggi ho capito che avrei dovuto pensarci bene prima di scegliere lasciarlo. Il tempo calma le ferite, anche se rimangono le cicatrici. In questo momento direi a questo signore: Se ce la fai a tenere i tuoi figli, fai andare via tua moglie per un pó, cosí lei potrá capire bene cosa vuole veramente della vita. Un uomo che non puó avere, o lei e la sua famiglia?? a questo punto penso toccherá a questo signore decidere. A volte, perdonare é possíbile ed anche tornare ad essere felici.
Ho capito che alla fine quasi tutti tradiscono.Non rovinare suo matrimonio cosí senza pensarci.A principio, le faccia andare dai genitori,o da sola...
E pensaci,ma pensaci bene. E se lei vuole, perche non darle un'altra opportunitá? scusa se non mi sono spiegata bene,ma sono in ufficio e ho fretta.
baci,in bocca al lupo.
 

Miciolidia

Utente di lunga data
fa, ho scritto ben tre risposte lunghissime.e sono andate tutte a ramengo..perdo la connessione.

Vediamo se queste tre righe bengono pubblicate.

poi ci riprovo.
 
O

Old Fa.

Guest
Miciolidia ha detto:
fa, ho scritto ben tre risposte lunghissime.e sono andate tutte a ramengo..perdo la connessione.

Vediamo se queste tre righe bengono pubblicate.

poi ci riprovo.
Per il momento le mie sono passate, aspetto le tue
 

Miciolidia

Utente di lunga data
fa, mi scuso con te e con Dami.

stasera sono fuori uso, non riesco piu' a scrivere due righe.


Quelle scritte sono andate perse,solo ora ho capito il perchè.

Ci riprovero' se riesco domani.


notte a tutti.
 
O

Old Fa.

Guest
Miciolidia ha detto:
fa, mi scuso con te e con Dami.

stasera sono fuori uso, non riesco piu' a scrivere due righe.


Quelle scritte sono andate perse,solo ora ho capito il perchè.

Ci riprovero' se riesco domani.


notte a tutti.
Quanti casini che ti fai ... ma siamo insieme qui per scambiarci cose, ... non per fare un esame di greco e latino. Quello che ti viene in mente dilla così senza freni, ...

Un bacionissimo
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
che brutta cosa..

Dami,
mi spiace tanto..capisco la tua situazione..se hai letto la mia storia ..sai..in sintesi..ho mandato mio marito fuori casa perché ho scoperto una sua relazione di 6 anni
..(la mia storia inizia col nick Persa
..senza Ritrovata
..prima della registrazione..col titolo..Sono stata tradita anch'io)..
La storia di tua moglie è solo di 2 mesi --puoi recuperare tutto e mi sembra che sia questo che tu voglia..e Verena ti ha detto già le varie possibilità.
Vorrei solo che tu facessi notare a tua moglie che quello che prova non è paragonabile a quello che c'è tra di voi..2 mesi ( benché sia stata travolta da irresistibile passione) non sono paragonabili alla vostra vita comune ..notti e giorni e nascita e crescita di figli...
Ringraziala per l'onestà e ..benché non ne sia consapevole..ti ha comunque dimostrato amore e fiducia rivelandoti tutto (chi vuol tradire davvero tace per gustarsi la tresca)..e ti ha chiesto aiuto...parti da questa cosa positiva..
Puoi..potete salvare il vostro rapporto importante..
Ti abbraccio
 
C

ciao

Guest
dami

Una situazione molto simile è capitata ad una coppia di miei amici.
Lei si innamora di un altro e un giorno lo dice al marito.
Purtroppo, essendo in rapporto con entrambi, ho vissuto passo passo, e da ambo i lati, la loro crisi.
Ovviamente ogni storia è una storia a sè, ma a me è rimasta impressa una cosa di quella vicenda, ed è proprio questa che ti vorrei dire.
Lei era convinta, assolutamente convinta e decisa a lasciare il marito che ormai riteneva di non amare più. Più lui si mostrava comprensivo e arrendevole, arrivando a limiti di sopportazione che anche un santo avrebbe evitato, più lei rinforzava la sua convinzione.

Un giorno in cui io, cercando di farla ragionare, le facevo notare l'amore e la pazienza, le rare qualità che quest'uomo aveva, mi sorprese dicendo: "Ma è proprio questo il punto! Se lui avesse detto a me quello che io ho detto a lui, io avrei reagito come una bestia ferita, avrei fatto una guerra, avrei strappato con le unghie la carta da parati, l'avrei preso anche a sberle. Lui no, lui come al solito non reagisce."

A volte ci sono strani modi per chiedere attenzione, modi immaturi forse, per rivendicare i propri bisogni...
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Fa. ha detto:
Quanti casini che ti fai ... ma siamo insieme qui per scambiarci cose, ... non per fare un esame di greco e latino. Quello che ti viene in mente dilla così senza freni, ...

Un bacionissimo

nessun freno fa.

Non è un esame, ma spesso come è appunto accaduto si corre il rischio per fretta di scrivere di lasciare spazio a malintesi.


non volevo mettere in dubbio quello che ha vissuto dami...e ci mancherebbe altro.

Volevo dire che spesso nei racconti omettiamo in totale buona fede particolari che meglio ci potrebbero far comprendere le dinamiche che si sono attivate nella realzione, e le omettiamo non per cattiveria, ma perchè davvero è difficile essere trasparenti con se stessi, osservarsi oggettivamente.

Non a caso si interpella una persona estranea alla coppia per evidenziarle meglio.

ognuno porta all'interno della coppia un proprio vissuto, personalissimo e non sovrapponibile a quello di altri, ferite, dolori, insomma una geografia di emotività che quando si va a a congiungere all'altro e si crea una realzione ,spesso, tante cose irrisolte personalmente si vanno ad accavallare con quelle dell'altro... e incominciano i guai.

nel tempo poi, ci trasformiamo anche...e declinare tutto questo in rapporto a due non è semplice.

Solo dopo tempo ho compreso che nel mio rappporto le falle che erano macroscopiche fin dall'inizio, e che io coprivo... facevo finta di non osservare... sono le stesse che nel lungo periodo sono poi esplose con tutto il loro vigore all'interno del mio rapporto.

lavorando su stessi e molto faticosamente è possibile realizzare un progetto di coppia continuo nel tempo, o quantomeno costruire una civile separazione.

Ma se ognuno di noi scarica le responsabilità solo a chi ci sta di fronte, è certo che al prossimo capolinea "i cocci"saranno sempre gli stessi,attivati con le stesse dinamiche ...etc...

buona giornata a tutti.
 

Miciolidia

Utente di lunga data
ciao ha detto:
Una situazione molto simile è capitata ad una coppia di miei amici.
Lei si innamora di un altro e un giorno lo dice al marito.
Purtroppo, essendo in rapporto con entrambi, ho vissuto passo passo, e da ambo i lati, la loro crisi.
Ovviamente ogni storia è una storia a sè, ma a me è rimasta impressa una cosa di quella vicenda, ed è proprio questa che ti vorrei dire.
Lei era convinta, assolutamente convinta e decisa a lasciare il marito che ormai riteneva di non amare più. Più lui si mostrava comprensivo e arrendevole, arrivando a limiti di sopportazione che anche un santo avrebbe evitato, più lei rinforzava la sua convinzione.

Un giorno in cui io, cercando di farla ragionare, le facevo notare l'amore e la pazienza, le rare qualità che quest'uomo aveva, mi sorprese dicendo: "Ma è proprio questo il punto! Se lui avesse detto a me quello che io ho detto a lui, io avrei reagito come una bestia ferita, avrei fatto una guerra, avrei strappato con le unghie la carta da parati, l'avrei preso anche a sberle. Lui no, lui come al solito non reagisce."

A volte ci sono strani modi per chiedere attenzione, modi immaturi forse, per rivendicare i propri bisogni...

E' quello che è capitato anche a me Ciao
la sua totale incapacità di reagire a quasiasi tipo di sollecitazione emotiva ha distrutto tutto.Quasi autistico.

potremmo parlarne per ore...

Ciao, buona giornata.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top