La mia storia

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old carlo77

Guest
Ciao a tutti, questa è la mia storia.
La conosco all'università, entrambi frequentavamo un corso post-laurea. Chiaccherando mi dice che tre mesi dopo si sarebe sposata. Cominciamo a frequentarci sempre di più, anche con mail e sms, fino a quando, inaspettatamente mi invita al suo matrimonio.
Vado al suo matrimonio e li conosco lo sposo e resto stupito di quanto i due siano differenti: lui operaio - lei ricercatrice, lui sempliciotto - lei colta, lui timido e debole - lei decisionista..insomma lui il tipico uomo manipolabile, disposto a tutto per lei, ma sul momento paiono una coppia normale e senza problemi.
Il matrimonio viene celebrato e i due vanno in viaggio di nozze e poi, un paio di mesi dopo il loro ritorno, la chiamo per sapere come va e lei mi dice che va tutto male, che vuole divorziare, che suo marito non la capisce e che si è già pentita di essersi sposata.
In seguito vengo a scoprire che, sebbene ormai conosca il marito da 13 anni (si sono conosciuti quando ne aveva 12 e lui 21, una tipica storiella estiva della ragazzina col bagnino che è durata per anni),sono ormai due anni che le cose non vanno bene, che il lavoro che lui ha trovato per stare vicino a lei è troppo faticoso per lui...insomma, per farla breve neanche tre mesi dopo le nozze siamo diventati amanti e per un mese e mezzo si è gettata tra le mie braccia come la più innamorata delle donne (ore di telefonata e decine di sms, viaggi nel paese dove abito etc..).
Ma la cosa che più mi ha stupito è che, mentre filava con me, continuava a stare col marito come prima, anzi, dopo avergli detto che tra loro le cose non funzionavano, gli dava pure una seconda possibilità di riconquistarla (ovviamente stando nel frattempo ancora con me).
Inoltre per tutto il periodo che siamo stati insieme, non ha fatto nulla per nascondere ai nostri conoscenti comuni il fatto che stavamo insieme, anzi, lasciandomi totalmente spiazzato, ha fatto di tutto per farmi entrare nella sua vita (inviti a cena coi suoi e il marito, aperitivo coi suoi,etc)...fino a quando il maritino, che sarà pure un po tonto ma non è del tutto deficente, non se l'è data.
A questo punto lui fa una cosa assurda: dapprima le dice di trasferirsi da me per qualche mese per vedere se tra loro c'è ancora qualcosa(!!!!) e poi fa finta di niente, pretendendo però che tutti i nostri contatti cessino.
Ovviamente lei a parole gli dice di si e per qualche giorno continua tutto come prima tra noi (coll'eccezione che al ritorno a casa del marito dobbiamo cessare le comunicazioni) e poi una sera lui le fa una sfuriata, minacciando di andarsene di casa e di lasciarla col culo per terra (lei non lavora a tempo pieno) e la mattina dopo lei mi pianta, pur continuando a fare l'amica per un po, fino a quando, tornata dalle vacanze di natale (il povero marito per farsi perdonare - si, proprio così, alla fine della fiera si è convinto che se la moglie lo ha tradito è perchè non si è comportato da buon marito - l'ha pure portata in crociera)
diventa strana, non si fa più trovare e rompe di colpo ogni tipo di rapporto.
Ora, il mio dilemma, visto il soggetto in questione, è questo: può tornare a cercarmi? E se si, posto che non mi rimetterei con lei neanche se fosse libera o illibata, dovrei aver una qualche forma di rapporto con lei?
Ciao e grazie
 
O

Old Misolidio

Guest
un paio di mesi dopo il loro ritorno, la chiamo per sapere come va e lei mi dice che va tutto male, che vuole divorziare, che suo marito non la capisce e che si è già pentita di essersi sposata.
Accorgersi prima no, eh?


In seguito vengo a scoprire che, sebbene ormai conosca il marito da 13 anni (si sono conosciuti quando ne aveva 12 e lui 21, una tipica storiella estiva della ragazzina col bagnino che è durata per anni)
Alla faccia della storiella estiva...con la paura delle manette (non quelle di pelo rosa di Fiorucci) sarei scappato a gambe levate...


sono ormai due anni che le cose non vanno bene, che il lavoro che lui ha trovato per stare vicino a lei è troppo faticoso per lui...
Ah, quindi se n'era accorta prima!


insomma, per farla breve neanche tre mesi dopo le nozze siamo diventati amanti e per un mese e mezzo si è gettata tra le mie braccia come la più innamorata delle donne (ore di telefonata e decine di sms, viaggi nel paese dove abito etc..).
Taaaaaaac!


Ora, il mio dilemma, visto il soggetto in questione, è questo: può tornare a cercarmi?
Probabile, anche visto il comportamento che ha avuto (ho tagliato la parte nella citazione).


E se si, posto che non mi rimetterei con lei neanche se fosse libera o illibata, dovrei aver una qualche forma di rapporto con lei?
Ma anche no.

ps: mi spieghi questa storia dell' "illibata"?
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Ciao a tutti, questa è la mia storia.
La conosco all'università, entrambi frequentavamo un corso post-laurea. Chiaccherando mi dice che tre mesi dopo si sarebe sposata. Cominciamo a frequentarci sempre di più, anche con mail e sms, fino a quando, inaspettatamente mi invita al suo matrimonio.
Vado al suo matrimonio e li conosco lo sposo e resto stupito di quanto i due siano differenti: lui operaio - lei ricercatrice, lui sempliciotto - lei colta, lui timido e debole - lei decisionista..insomma lui il tipico uomo manipolabile, disposto a tutto per lei, ma sul momento paiono una coppia normale e senza problemi.
Il matrimonio viene celebrato e i due vanno in viaggio di nozze e poi, un paio di mesi dopo il loro ritorno, la chiamo per sapere come va e lei mi dice che va tutto male, che vuole divorziare, che suo marito non la capisce e che si è già pentita di essersi sposata.
In seguito vengo a scoprire che, sebbene ormai conosca il marito da 13 anni (si sono conosciuti quando ne aveva 12 e lui 21, una tipica storiella estiva della ragazzina col bagnino che è durata per anni),sono ormai due anni che le cose non vanno bene, che il lavoro che lui ha trovato per stare vicino a lei è troppo faticoso per lui...insomma, per farla breve neanche tre mesi dopo le nozze siamo diventati amanti e per un mese e mezzo si è gettata tra le mie braccia come la più innamorata delle donne (ore di telefonata e decine di sms, viaggi nel paese dove abito etc..).
Ma la cosa che più mi ha stupito è che, mentre filava con me, continuava a stare col marito come prima, anzi, dopo avergli detto che tra loro le cose non funzionavano, gli dava pure una seconda possibilità di riconquistarla (ovviamente stando nel frattempo ancora con me).
Inoltre per tutto il periodo che siamo stati insieme, non ha fatto nulla per nascondere ai nostri conoscenti comuni il fatto che stavamo insieme, anzi, lasciandomi totalmente spiazzato, ha fatto di tutto per farmi entrare nella sua vita (inviti a cena coi suoi e il marito, aperitivo coi suoi,etc)...fino a quando il maritino, che sarà pure un po tonto ma non è del tutto deficente, non se l'è data.
A questo punto lui fa una cosa assurda: dapprima le dice di trasferirsi da me per qualche mese per vedere se tra loro c'è ancora qualcosa(!!!!) e poi fa finta di niente, pretendendo però che tutti i nostri contatti cessino.
Ovviamente lei a parole gli dice di si e per qualche giorno continua tutto come prima tra noi (coll'eccezione che al ritorno a casa del marito dobbiamo cessare le comunicazioni) e poi una sera lui le fa una sfuriata, minacciando di andarsene di casa e di lasciarla col culo per terra (lei non lavora a tempo pieno) e la mattina dopo lei mi pianta, pur continuando a fare l'amica per un po, fino a quando, tornata dalle vacanze di natale (il povero marito per farsi perdonare - si, proprio così, alla fine della fiera si è convinto che se la moglie lo ha tradito è perchè non si è comportato da buon marito - l'ha pure portata in crociera)
diventa strana, non si fa più trovare e rompe di colpo ogni tipo di rapporto.
Ora, il mio dilemma, visto il soggetto in questione, è questo: può tornare a cercarmi? E se si, posto che non mi rimetterei con lei neanche se fosse libera o illibata, dovrei aver una qualche forma di rapporto con lei?
Ciao e grazie
Ciao!

Nudo e crudo...ma a sto punto..che te frega? ha rotto lei? Ma doirsi fortunati è poco!!!

C'è null'altro sulla piazza??
 
O

Old Angel

Guest
A me da tanto l'impressione della tipica persona "sono tutto io" che fa pure la vittima e intanto si fa sbattacchiare un pò da tutti...........andaleee
 
O

Old Amy

Guest
Ciao a tutti, questa è la mia storia.
La conosco all'università, entrambi frequentavamo un corso post-laurea. Chiaccherando mi dice che tre mesi dopo si sarebe sposata. Cominciamo a frequentarci sempre di più, anche con mail e sms, fino a quando, inaspettatamente mi invita al suo matrimonio.
Vado al suo matrimonio e li conosco lo sposo e resto stupito di quanto i due siano differenti: lui operaio - lei ricercatrice, lui sempliciotto - lei colta, lui timido e debole - lei decisionista..insomma lui il tipico uomo manipolabile, disposto a tutto per lei, ma sul momento paiono una coppia normale e senza problemi.
Il matrimonio viene celebrato e i due vanno in viaggio di nozze e poi, un paio di mesi dopo il loro ritorno, la chiamo per sapere come va e lei mi dice che va tutto male, che vuole divorziare, che suo marito non la capisce e che si è già pentita di essersi sposata.
In seguito vengo a scoprire che, sebbene ormai conosca il marito da 13 anni (si sono conosciuti quando ne aveva 12 e lui 21, una tipica storiella estiva della ragazzina col bagnino che è durata per anni),sono ormai due anni che le cose non vanno bene, che il lavoro che lui ha trovato per stare vicino a lei è troppo faticoso per lui...insomma, per farla breve neanche tre mesi dopo le nozze siamo diventati amanti e per un mese e mezzo si è gettata tra le mie braccia come la più innamorata delle donne (ore di telefonata e decine di sms, viaggi nel paese dove abito etc..).
Ma la cosa che più mi ha stupito è che, mentre filava con me, continuava a stare col marito come prima, anzi, dopo avergli detto che tra loro le cose non funzionavano, gli dava pure una seconda possibilità di riconquistarla (ovviamente stando nel frattempo ancora con me).
Inoltre per tutto il periodo che siamo stati insieme, non ha fatto nulla per nascondere ai nostri conoscenti comuni il fatto che stavamo insieme, anzi, lasciandomi totalmente spiazzato, ha fatto di tutto per farmi entrare nella sua vita (inviti a cena coi suoi e il marito, aperitivo coi suoi,etc)...fino a quando il maritino, che sarà pure un po tonto ma non è del tutto deficente, non se l'è data.
A questo punto lui fa una cosa assurda: dapprima le dice di trasferirsi da me per qualche mese per vedere se tra loro c'è ancora qualcosa(!!!!) e poi fa finta di niente, pretendendo però che tutti i nostri contatti cessino.
Ovviamente lei a parole gli dice di si e per qualche giorno continua tutto come prima tra noi (coll'eccezione che al ritorno a casa del marito dobbiamo cessare le comunicazioni) e poi una sera lui le fa una sfuriata, minacciando di andarsene di casa e di lasciarla col culo per terra (lei non lavora a tempo pieno) e la mattina dopo lei mi pianta, pur continuando a fare l'amica per un po, fino a quando, tornata dalle vacanze di natale (il povero marito per farsi perdonare - si, proprio così, alla fine della fiera si è convinto che se la moglie lo ha tradito è perchè non si è comportato da buon marito - l'ha pure portata in crociera)
diventa strana, non si fa più trovare e rompe di colpo ogni tipo di rapporto.
Ora, il mio dilemma, visto il soggetto in questione, è questo: può tornare a cercarmi? E se si, posto che non mi rimetterei con lei neanche se fosse libera o illibata, dovrei aver una qualche forma di rapporto con lei?
Ciao e grazie

Quando capisci che quella che consideravi la tua fortuna non è altro che la tua sofferenza più grande...riprendi in mano il tuo destino,stai attento a non ricadere nello stesso errore...
Vivi la tua vita e Guarda altrove !
 

Bruja

Utente di lunga data
carlo777

Credo tu sia incappato in quella che definisco abitualmente una parassita sentimentale... solo che lei, già che c'era era parassita a tempo pieno e su tutti i fronti!
E meno male che aveva un bel fior fiore di potenzialità: laureata, ricercatrice, decisionista... certo, a chiacchiere!
Che altri rapporti vuoi tenere con lei? Questa persona risulterebbe imbarazzante anche come semplice amica!
Bruja
 

La Lupa

Utente di lunga data
Il bagnino e la ricercatrice.

Classico esempio di come una laurea non sia garanzia di acume quanto un brevetto da bagnino.

Carletto...
... ma per carità!
 
O

Old carlo77

Guest
ciao a tutti

Ciao a tutti.
Ovviamente concordo con quanto detto da ognuno di voi, mi sono ben reso conto di che razza di persona sia costei...anzi, sarà quasi comico, ma come ex amante compiango un po il marito.
Poveraccio: sta con una ragazza per anni, le da tutto quello che lei gli chiede (compra pure una casa vendendo la sua e si trasferisce per poterle stare vicino), fa un matrimonio in pompa magna con notevole esborso di soldi (le ha pure chiesto lui di sposarla, a lei bastava la convivenza), la porta tre volte in un anno in crociera (la prima volta per la laurea, la seconda in viaggio di nozze, la terza dopo il tradimento e relativo perdono)...ed il risultato è che i suoi famigliari lo ritengono un pirla perchè ha sposato una donna che, secondo loro, non lava, stira o cucina (eh si, il poveretto dopo dieci ore di fabbrica deve pure cucinare per entrambi), i famigliari di lei lo trattano di merda perchè lo ritengono inadeguato (il suocero non perde occasione per farlo sembrare idiota, anche davanti al sottoscritto, mantre la madre di lei, intuendo che poteva esserci qualcosa tra noi, era pure contenta), nel quartiere dove abita ormai tutti lo sanno (perfino il panettiere sghignazza quando compra i "cornetti").
Ed il bello è che riesce a sopportare tutto ciò da anni e non fa una piega.
Se a questo ci aggiungete che la moglie lo ha cornificato neanche tre mesi dopo le nozze e che sarebbe stata disposta a lasciarlo con una lettera sul frigorifero...mi sa che tra un po lo vedremo protagonista della cronaca nera (e poi ci si chiede come mai il tizio tranquillo che mai ha detto o fatto nulla di strano di colpo spara alla moglie).
Mah, non c'è che dire, sono stato fortunato che alla fine abbia scelto lui.
Ciao



p.s. x Misolido
Volevo usare "illibata" in senso ironico...anche perchè, nonostante stesse con quello che poi sarebbe diventato suo marito da quando aveva 12 anni, non è stato lui il "primo", ma è stato a 17 anni un compagno di scuola in uno dei periodi in cui si erano mollati. Ciao
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
mah

Leggendo ho pensato che lei sarebbe tornata ...tu ci saresti stato e poi fra un po' ti avrebbe mollsato perché lui era rimasto incinto...

Del resto sarebbe la stessa cosa che fanno tanti mariti...eh dite che lui non può rimanere incinto? Già ...ma neanche le mogli arpie con cui non si fa sesso da anni...
 

Bruja

Utente di lunga data
Persa

Leggendo ho pensato che lei sarebbe tornata ...tu ci saresti stato e poi fra un po' ti avrebbe mollsato perché lui era rimasto incinto...

Del resto sarebbe la stessa cosa che fanno tanti mariti...eh dite che lui non può rimanere incinto? Già ...ma neanche le mogli arpie con cui non si fa sesso da anni...

Sai che forse la soluzione ci sarebbe.... che tutti questi padri fossero putativi..... tipo S.Giuseppe; e allora si spiegherebbero molte più cose di quelle che si vorrebbero sapere!!

Bruja
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
...

Sai che forse la soluzione ci sarebbe.... che tutti questi padri fossero putativi..... tipo S.Giuseppe; e allora si spiegherebbero molte più cose di quelle che si vorrebbero sapere!!

Bruja
Del resto le mogli se non sono proprio Madonne ...almeno sante lo sono per sopportare quei mariti!!
 
O

Old carlo77

Guest
Beh, nel mio caso il santo è lui...uno che dopo le corna si sente pure in colpa, non cerca l'amante per rompergli il muso e perdona la moglie (meglio, secondo una definizione datami da lei "si sono reciprocamente perdonati") non è un soggetto da compatire?
 

Bruja

Utente di lunga data
carlo77

Beh, nel mio caso il santo è lui...uno che dopo le corna si sente pure in colpa, non cerca l'amante per rompergli il muso e perdona la moglie (meglio, secondo una definizione datami da lei "si sono reciprocamente perdonati") non è un soggetto da compatire?
Sai, non per mettere dita sulle piaghe, ma tu hai la versione di LEI.... a volte non è detto che la verità stia da una sola parte!

Forse veramente lei ha qualcosa da perdonare a lui che tu non sai o, forse, lui l'ha perdonata perchè al momento non ha altri interessi e non vuole sconvolgersi la vita.
Insomma stai a vedere come va avanti questo ritrovato idillio, sai io sono notoriamente scettica e, purtroppo, spesso ci piglio pure! Il perdono in questi casi è un percorso elaborato, la memoria è un archivio involontario, non dimentica mai!
Se poi lui è veramente un santo, significa che è superiore alle miserie della moglie....
Bruja
 
O

Old chensamurai

Guest
Credo tu sia incappato in quella che definisco abitualmente una parassita sentimentale... solo che lei, già che c'era era parassita a tempo pieno e su tutti i fronti!
E meno male che aveva un bel fior fiore di potenzialità: laureata, ricercatrice, decisionista... certo, a chiacchiere!
Che altri rapporti vuoi tenere con lei? Questa persona risulterebbe imbarazzante anche come semplice amica!
Bruja
... Io ti adoro... Cosa deve fare un uomo per portarti a cena?...
 

Bruja

Utente di lunga data
O

Old carlo77

Guest
x Bruja

Guarda, credo di essermi fatto una certa idea di lui (anche perchè, volenti o nolenti, per un bel po di tempo siamo stati costretti a frequentarci).

Credo che sia veramente una brava persona, che probabilmente si è reso conto di aver fatto uno sbaglio nel credere che la ragazza che a conosciuto da piccola sarebbe sempre rimasta così, e che ora non sappia uscirne fuori al pari di lei.

Al più, la sola cosa che ho notato in lui, è che non è particolarmente perspicace nel valutare gli stati d'animo altrui, specie della moglie.

Per il resto, mi spiace per lui (essere preso in giro da tutti ed essere pure considerato un cretino dalla moglie credo sia veramente triste!).
 

Bruja

Utente di lunga data
Compos

E se ti invitassi a cena io?
Aspetta, che devo cercare un'altro tipo di faccina.... dunque .... no non c'è quella che volevo.... era quella di una gallina seduta a terra con un bicchiere in mano, delle figure geometriche che le girano sulla testa e gli occhi sbilenchi.... coma etilico insomma!!!
Per il riaccompagno a casa il lettiga provveditu?

Bruja
 

Bruja

Utente di lunga data
carlo77

Guarda, credo di essermi fatto una certa idea di lui (anche perchè, volenti o nolenti, per un bel po di tempo siamo stati costretti a frequentarci).

Credo che sia veramente una brava persona, che probabilmente si è reso conto di aver fatto uno sbaglio nel credere che la ragazza che a conosciuto da piccola sarebbe sempre rimasta così, e che ora non sappia uscirne fuori al pari di lei.

Al più, la sola cosa che ho notato in lui, è che non è particolarmente perspicace nel valutare gli stati d'animo altrui, specie della moglie.

Per il resto, mi spiace per lui (essere preso in giro da tutti ed essere pure considerato un cretino dalla moglie credo sia veramente triste!).
Se è come dici spiace per l'immagine che lui ha socialmente, ma se lui resta con lei significa che la ritiene accettabile.
Certo che anche lei, con tutta la sua supponenza ridursi a fare la principessa sul pisello in una "stalla esistenziale", non ho usato la parola stallo anche se poteva essere adatta, ma qui siamo proprio alla stalla per ciò che ospita abitualmente, e sia detto con tutto il rispetto per il marito!
Bruja
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top