La macchina

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
A

Ari

Guest
Ora vi dico una cosina io, visto che mi tenete tanta compagnia e soprattutto la mente impegnata oltre il dolore....
Mi sento davvero davvero tanto male, è un dolore più profondo, radicato, che sta affondando le radici nel mio cuore, quello che provo ora. Non è più il dolore tremendo dell'addio, è un dolore molto più maturo e per questo come un grande macigno che sprofonda nell'animo.
So che lui è andato, so che sta ricostruendo....so che devo guardare avanti e farmi una vita...ma che sapore ha tutto questo? Gelido, tremendamente gelido.
Mi sento come se avesi provato usato, guidato la macchina della mia vita, quella perfetta per me, quella che volevo con i colori che volevo, con tutti gli optional che ho sempre desiderato.
Ora qualcuno me l'ha tolta e mi ha detto: "Usa la punto".
Si, ok, mi porta comunque in giro, posso "arredarla" come desidero, posso renderla più confortevole, magari quasi come l'altra......comunque andrò avanti anche con la mia Punto....che c'è di strano? Posso fare le stesse cose di prima....solo contenendo un pò tutto, un pò meno felicità, un pò meno gioia, un pò meno comoda, un pò meno contenta, un pò meno...un pò meno...
Ma so che non avrò più la mia macchina....quella che mi rendeva felice.
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Riprendo la tua similitudine, sperando possa servire ad alleviare quel senso di perdita dell'oggetto amato (macchina o uomo che possa essere!
)

Quando ero piccolo, la macchina che desideravo era la fiat 130 3200 coupè!

Un macchinone, l'ammiraglia allora (anni 70) della fiat.
http://www.tradimento.net/images/img/7/7.jpg

Ne ho vista una pochi giorni fa, tirata a lucido, bella come se fosse nuova, e dentro di me ho sorriso pensando al desiderio che avevo coltivato per anni.

Oggi è questa!
http://www.jaguar.com/it/it/vehicles/xk/overview/New_XK_Overview.htm
Mi par chiaro che non ci siano paragoni... oggi!

Il tempo cambia le nostre prospettive, i nostri desideri, le nostre priorità.

La mia prima auto (mia, pagata con soldi miei) fu una panda 900. E la trovavo meravigliosa, scacciò dalla mia mente l'immagine della 130 perchè mentre quella era una idealizzazione, questa era reale,, concreta, mia.

Ovvio che fare similitudini con oggetti è un pò diverso che farlo coi sentimenti e le persone, ma se ci pensi bene...non più di tanto.


In ogni fase della nostra vita possiamo trovare ciò che davvero possiamo sentire nostro, a noi confacente, che cancelli dalla nostra mente quello che avevamo idealizzato facendocelo dimenticare o per lo meno relegare in un angolino della nostra mente.

Significa semplicemente ( e, se vuoi, terribilmente) crescere.



ps. Non è scritto da nessuna parte che ciò che ti riserva la vita sia una punto, magari anche una "macchinetta" come quella di cui sopra....
 
Ultima modifica:
A

Ari

Guest
Forse la similitudine veniva meglio con un paese dove un uomo vuole vivere....tipo il "mal d'Africa".
Capisco quello che dici e me lo ripeto ogni giorno, ma vedo anche la possibilità, tremenda anche quella, di non dimenticarlo e desiderarlo sempre....come tanti casi che abbiamo letto nei vari post....
Uff
 

Fedifrago

Utente di lunga data
sempre...

....è un tempo un pò lungo, non credi??


Se fai caso quasi tutti i post parlano di amori ancora abbastanza attuali, di "ferite" tutt'ora aperte, sanguinanti, di situazioni non risolte.

Certo, Verena ha ritrovato una amore di vent'anni prima, ma poteva essere un NUOVO amore non quello di prima.

Se mi permetti ti riporto una bellissima (per me) poesia di neruda, sottolineandoti un passaggio che credo faccia al caso:

POSSO SCRIVERE I VERSI PIU' TRISTI STANOTTE (LEI NON E' CON ME)
Posso scrivere i versi più tristi questa notte.

Scrivere, ad esempio : La notte è stellata,
e tremolano, azzurri, gli astri in lontananza.

Il vento della notte gira nel cielo e canta.

Posso scrivere i versi più tristi questa notte.
Io l'amai , e a volte anche lei mi amò .

Nelle notti come questa la tenni tra le mie braccia.
La baciai tante volte sotto il cielo infinito.

Lei mi amò, a volte anch'io l'amavo.
Come non amare i suoi grandi occhi fissi.

Posso scrivere i versi più tristi questa notte.
Pensare che non l'ho. Sentire che l'ho perduta.

Udire la notte immensa, più immensa senza lei.
E il verso cade sull'anima come sull'erba in rugiada.

Che importa che il mio amore non potesse conservarla.
La notte è stellata e lei non è con me.

E' tutto. In lontananza qualcuno canta. In lontananza.
La mia anima non si rassegna ad averla perduta.

Come per avvicinarla il mio sguardo la cerca. Il mio cuore la cerca, e lei non è con me.

La stessa notte che fa biancheggiare gli stessi alberi.
Noi quelli di allora, più non siamo gli stessi.

Più non l'amo, è certo, ma quanto l'amai.
La mia voce cercava il vento per toccare il suo udito.

D'altro. Sarà d'altro. Come prima dei suoi baci.
La sua voce, il suo corpo chiaro . I suoi occhi infiniti.

Più non l'amo, è certo, ma forse l'amo .
E' così breve l'amore, ed è sì lungo l'oblio.


Perché in notti come questa la tenni tra le mie braccia,
la mia anima non si rassegna ad averla perduta.

Benché questo sia l'ultimo dolore che lei mi causa
e questi siano gli ultimi versi che io le scrivo.
 
A

Ari

Guest
E' una poesia bellissima...grazie....
Ma l'ultimo verso recita anche così... "Più non l'amo, è certo, ma forse l'amo "
 

Verena67

Utente di lunga data
trottolino ha detto:
....è un tempo un pò lungo, non credi??


Se fai caso quasi tutti i post parlano di amori ancora abbastanza attuali, di "ferite" tutt'ora aperte, sanguinanti, di situazioni non risolte.

Certo, Verena ha ritrovato una amore di vent'anni prima, ma poteva essere un NUOVO amore non quello di prima.
CHE CULO!!!!

La cosa buffa è che si, siamo cambiati...ma in fondo siamo sempre gli stessi, il rapporto è finito per le stesse ragioni, le reazioni sono sempre quelle di allora e...come allora, siamo totalmente inadatti l'uno all'altro. Solo che la nostalgia della nostra giovinezza ci ha gettato ulteriore fumo negli occhi...


Bacioni!
 
O

Old lilith_666

Guest
trottolino ha detto:
....è un tempo un pò lungo, non credi??


Se fai caso quasi tutti i post parlano di amori ancora abbastanza attuali, di "ferite" tutt'ora aperte, sanguinanti, di situazioni non risolte.

Certo, Verena ha ritrovato una amore di vent'anni prima, ma poteva essere un NUOVO amore non quello di prima.

Se mi permetti ti riporto una bellissima (per me) poesia di neruda, sottolineandoti un passaggio che credo faccia al caso:

POSSO SCRIVERE I VERSI PIU' TRISTI STANOTTE (LEI NON E' CON ME)
Posso scrivere i versi più tristi questa notte.

Scrivere, ad esempio : La notte è stellata,
e tremolano, azzurri, gli astri in lontananza.

Il vento della notte gira nel cielo e canta.

Posso scrivere i versi più tristi questa notte.
Io l'amai , e a volte anche lei mi amò .

Nelle notti come questa la tenni tra le mie braccia.
La baciai tante volte sotto il cielo infinito.

Lei mi amò, a volte anch'io l'amavo.
Come non amare i suoi grandi occhi fissi.

Posso scrivere i versi più tristi questa notte.
Pensare che non l'ho. Sentire che l'ho perduta.

Udire la notte immensa, più immensa senza lei.
E il verso cade sull'anima come sull'erba in rugiada.

Che importa che il mio amore non potesse conservarla.
La notte è stellata e lei non è con me.

E' tutto. In lontananza qualcuno canta. In lontananza.
La mia anima non si rassegna ad averla perduta.

Come per avvicinarla il mio sguardo la cerca. Il mio cuore la cerca, e lei non è con me.

La stessa notte che fa biancheggiare gli stessi alberi.
Noi quelli di allora, più non siamo gli stessi.

Più non l'amo, è certo, ma quanto l'amai.
La mia voce cercava il vento per toccare il suo udito.

D'altro. Sarà d'altro. Come prima dei suoi baci.
La sua voce, il suo corpo chiaro . I suoi occhi infiniti.

Più non l'amo, è certo, ma forse l'amo .
E' così breve l'amore, ed è sì lungo l'oblio.


Perché in notti come questa la tenni tra le mie braccia,
la mia anima non si rassegna ad averla perduta.

Benché questo sia l'ultimo dolore che lei mi causa
e questi siano gli ultimi versi che io le scrivo.

:'(
 
O

Old Fa.

Guest
Ciao Ari, ? a questo punto hai già iniziato a studiare il tuo dolore.

Ti sembrerà strano, ma un giorno vorrai ancora riprovarlo, ... è la cosa più odiosa che possa capitare, ... ma è pure una cosa talmente intensa che quando finirà ti pentirai di non averla apprezzata.

Credo che non si possa paragonare questa sensazione con l?auto dei nostri desideri, ... credo sia un ?regalo? immateriale, che lo si cerca solo quando è scomparso.

Non so cosa darei per passare una settimana in mezzo ad un dolore simile (come avevo vissuto), ... ma me ne guarderò bene dallo sperare che passi. E? come toccare noi stessi con un dito (invece di dio), non saremo mai così vicini a noi stessi, ..... come in un momento tanto drammatico come quello che stai vivendo.
 

Verena67

Utente di lunga data
Fa. ha detto:
Non so cosa darei per passare una settimana in mezzo ad un dolore simile (come avevo vissuto), ... ma me ne guarderò bene dallo sperare che passi. E? come toccare noi stessi con un dito (invece di dio), non saremo mai così vicini a noi stessi, ..... come in un momento tanto drammatico come quello che stai vivendo.
C'è in questo qualcosa di masochistico....e vero.
Però io sono ottimista, e mi aspetto dal futuro sentimenti altrettanto veri ma COSTRUTTIVI!

bacio!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
sorprendi sempre

Fa. ha detto:
Ciao Ari, ? a questo punto hai già iniziato a studiare il tuo dolore.

Ti sembrerà strano, ma un giorno vorrai ancora riprovarlo, ... è la cosa più odiosa che possa capitare, ... ma è pure una cosa talmente intensa che quando finirà ti pentirai di non averla apprezzata.

Credo che non si possa paragonare questa sensazione con l?auto dei nostri desideri, ... credo sia un ?regalo? immateriale, che lo si cerca solo quando è scomparso.

Non so cosa darei per passare una settimana in mezzo ad un dolore simile (come avevo vissuto), ... ma me ne guarderò bene dallo sperare che passi. E? come toccare noi stessi con un dito (invece di dio), non saremo mai così vicini a noi stessi, ..... come in un momento tanto drammatico come quello che stai vivendo.
Sai dire cose incredibili ..tanto vere e tanto intime ..come se fingessi di credere di dire una banalità...

...se sei senza maschere ..andrai alla grande con la tua "donna dei sogni"
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
metafore...

Ari ha detto:
Ora vi dico una cosina io, visto che mi tenete tanta compagnia e soprattutto la mente impegnata oltre il dolore....
Mi sento davvero davvero tanto male, è un dolore più profondo, radicato, che sta affondando le radici nel mio cuore, quello che provo ora. Non è più il dolore tremendo dell'addio, è un dolore molto più maturo e per questo come un grande macigno che sprofonda nell'animo.
So che lui è andato, so che sta ricostruendo....so che devo guardare avanti e farmi una vita...ma che sapore ha tutto questo? Gelido, tremendamente gelido.
Mi sento come se avesi provato usato, guidato la macchina della mia vita, quella perfetta per me, quella che volevo con i colori che volevo, con tutti gli optional che ho sempre desiderato.
Ora qualcuno me l'ha tolta e mi ha detto: "Usa la punto".
Si, ok, mi porta comunque in giro, posso "arredarla" come desidero, posso renderla più confortevole, magari quasi come l'altra......comunque andrò avanti anche con la mia Punto....che c'è di strano? Posso fare le stesse cose di prima....solo contenendo un pò tutto, un pò meno felicità, un pò meno gioia, un pò meno comoda, un pò meno contenta, un pò meno...un pò meno...
Ma so che non avrò più la mia macchina....quella che mi rendeva felice.
La metafora della terra lontana l'avevo usata anch'io..
L'automobile ..non conta ..come ti ha detto bene Trottolino...conta come ti senti tu quando la guidi
Sei più importante tu...
 

Lettrice

Utente di lunga data
Parlando di Fa

Persa/Ritrovata ha detto:
Sai dire cose incredibili ..tanto vere e tanto intime ..come se fingessi di credere di dire una banalità...

...se sei senza maschere ..andrai alla grande con la tua "donna dei sogni"
Mi associo...
 
O

Old Fa.

Guest
Persa/Ritrovata ha detto:
Sai dire cose incredibili ..tanto vere e tanto intime ..come se fingessi di credere di dire una banalità...

...se sei senza maschere ..andrai alla grande con la tua "donna dei sogni"
Non aspiro a tanto anche se pretendo molto da me.

Non ti sei mai chiesta se certe cose che dico siano davvero delle banalità ? La sola differenza dalle altre cose, è che forse non amiamo molto pensarci.

Ma di fatto se ci pensi bene Persa/Ritrovata, chi ci tira fuori dai guai ? Chi si preoccupa di noi ? Chi ci tiene a farci stare bene ? ... e chi non ci lascia mai ?

Siamo noi stessi, quelli meno ascoltati, .... ma quelli che hanno una enorme pazienza e che ci perdonano qualsiasi cosa facciamo.

Siamo noi P/R , le persone che ci danno tutto e non ricevono in cambio niente. nemmeno un grazie.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Fa. ha detto:
Non aspiro a tanto anche se pretendo molto da me.

Non ti sei mai chiesta se certe cose che dico siano davvero delle banalità ? La sola differenza dalle altre cose, è che forse non amiamo molto pensarci.

Ma di fatto se ci pensi bene Persa/Ritrovata, chi ci tira fuori dai guai ? Chi si preoccupa di noi ? Chi ci tiene a farci stare bene ? ... e chi non ci lascia mai ?

Siamo noi stessi, quelli meno ascoltati, .... ma quelli che hanno una enorme pazienza e che ci perdonano qualsiasi cosa facciamo.

Siamo noi P/R , le persone che ci danno tutto e non ricevono in cambio niente. nemmeno un grazie.
Io mi voglio molto bene e mi apprezzo molto ..sono così carina..troppo buona e mi merito un bacio
 
O

Old Fa.

Guest
Persa/Ritrovata ha detto:
Io mi voglio molto bene e mi apprezzo molto ..sono così carina..troppo buona e mi merito un bacio
Basterebbe dirlo a te stessa, ... è quella che merita qualcosa nella tua vita.

Amarsi è considerare il lavoro che ti fai qualcosa d'importante, ... e sono pochi a sapere che i soli da dover ringraziare nella nostra vita siamo noi.

Il vero aiuto non saranno mai gli altri, e come dicono gli "spezzateschio" o come dice Lettrice "strizzacervelli", ... ripetono tutti una sola frase all'unisono: "La risposta è dentro di noi".

E' certo che è dentro di noi, ... visto che non c'è bisogno di saperlo perchè questa ci salvi comunque ed in tutte le situazioni più impensabili.

PS: però abbracciamoci da soli ogni tanto, e riconosciamo almeno di tanto in tanto, che siamo noi a preoccuparci di tutti i nostri guai, delle nostre storie e a rimediare per quasi tutto ... e con fatica pure.
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Ari ha detto:
Ora vi dico una cosina io, visto che mi tenete tanta compagnia e soprattutto la mente impegnata oltre il dolore....
Mi sento davvero davvero tanto male, è un dolore più profondo, radicato, che sta affondando le radici nel mio cuore, quello che provo ora. Non è più il dolore tremendo dell'addio, è un dolore molto più maturo e per questo come un grande macigno che sprofonda nell'animo.
So che lui è andato, so che sta ricostruendo....so che devo guardare avanti e farmi una vita...ma che sapore ha tutto questo? Gelido, tremendamente gelido.


Ari, talmente gelido che brucia .

Non è morte.


E passera'.

vedrai.


 
O

Old Arsenico

Guest
Ari ha detto:
Ora vi dico una cosina io, visto che mi tenete tanta compagnia e soprattutto la mente impegnata oltre il dolore....
Mi sento davvero davvero tanto male, è un dolore più profondo, radicato, che sta affondando le radici nel mio cuore, quello che provo ora. Non è più il dolore tremendo dell'addio, è un dolore molto più maturo e per questo come un grande macigno che sprofonda nell'animo.
So che lui è andato, so che sta ricostruendo....so che devo guardare avanti e farmi una vita...ma che sapore ha tutto questo? Gelido, tremendamente gelido.
Mi sento come se avesi provato usato, guidato la macchina della mia vita, quella perfetta per me, quella che volevo con i colori che volevo, con tutti gli optional che ho sempre desiderato.
Ora qualcuno me l'ha tolta e mi ha detto: "Usa la punto".
Si, ok, mi porta comunque in giro, posso "arredarla" come desidero, posso renderla più confortevole, magari quasi come l'altra......comunque andrò avanti anche con la mia Punto....che c'è di strano? Posso fare le stesse cose di prima....solo contenendo un pò tutto, un pò meno felicità, un pò meno gioia, un pò meno comoda, un pò meno contenta, un pò meno...un pò meno...
Ma so che non avrò più la mia macchina....quella che mi rendeva felice.
Un mia amica, nella tua stessa situazione, ha lasciato anche la punto ed ha preferito andare a piedi. Non se l'è sentita di usare la punto pensando all'altra macchina.
 
A

Ari

Guest
Brucia si, brucia tantissimo....sono passati due giorni terribili, e ancora sono scese quelle lacrime che pensavo fossero finite.....
 
P

pulce

Guest
Arsenico ha detto:
Un mia amica, nella tua stessa situazione, ha lasciato anche la punto ed ha preferito andare a piedi. Non se l'è sentita di usare la punto pensando all'altra macchina.
Ed è quello che dovrebbero fare tutti.
Le illusioni, grandi o piccole che siano, non portano mai da nessuna parte.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top