Indecisione

Eroe77

Nuovo utente
Vorrei il vostro parere. Sono un uomo di 43 anni sposato da dieci con due bambini. Con mia moglie già da tempo non va per niente bene. Due anni da circa faccio un viaggio con mia figlia maggiore nel mio paese natale e per caso incontro una amica di vecchia data che non vedevo da anni anche lei sposata con figli. Per farla breve espolde un amore travolgente. Ore al telefono, io appena posso vado da lei nonostante i 1000km e lei viene da me. Viene scoperta dal marito ma non rinuncia a me. Anime gemelle in tutto. Sono ormai passati due anni e tutto è come all'inizio nonostante gli impegni lavorativi di entrambi. Le dico che sarei disposto io a rischiare per primo, mollare tutto quello ho costruito dove vivo e trasferirmi da lei. Lei la vede diversamente. Ha paura di quello che può succedere ai figli, di dire al marito che non potrà mantenere le promesse fatte. Il tutto si ripete più volte. Che faccio secondo voi? Mollo tutto? Insisto ancora? O cosa?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
secondo me, tu le piaci, ma non abbastanza per ribaltare il tavolo
 

Lostris

Utente Ludica
Non ho capito.
Lei è stata scoperta ma continua a stare con il marito e con te?

Andresti da lei, ma i tuoi figli?

Lei mi sembra più razionale.
E se l'amore della tua vita ti dice che viene da te, e lo fermi, diciamo che non è l'amore della tua vita. Oppure altre cose più importanti vengono prima.

Insistere non mi sembra una grande idea.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Vorrei il vostro parere. Sono un uomo di 43 anni sposato da dieci con due bambini. Con mia moglie già da tempo non va per niente bene. Due anni da circa faccio un viaggio con mia figlia maggiore nel mio paese natale e per caso incontro una amica di vecchia data che non vedevo da anni anche lei sposata con figli. Per farla breve espolde un amore travolgente. Ore al telefono, io appena posso vado da lei nonostante i 1000km e lei viene da me. Viene scoperta dal marito ma non rinuncia a me. Anime gemelle in tutto. Sono ormai passati due anni e tutto è come all'inizio nonostante gli impegni lavorativi di entrambi. Le dico che sarei disposto io a rischiare per primo, mollare tutto quello ho costruito dove vivo e trasferirmi da lei. Lei la vede diversamente. Ha paura di quello che può succedere ai figli, di dire al marito che non potrà mantenere le promesse fatte. Il tutto si ripete più volte. Che faccio secondo voi? Mollo tutto? Insisto ancora? O cosa?
A me sembra che del tuo matrimonio non interessa nulla.
I mille km credo che cambino se tu vivi a Milano e il tuo paese natale è Parigi o Reggio Calabria.
Voglio dire che la mentalità dell’ambiente può condizionare pesantemente lei nel rapporto con i figli e portarla a tenere i piedi per terra.
Il fattore lavorativo è ininfluente? Vivi di rendita? Sei un dipendente statale che può chiedere il trasferimento? Nel secondo caso, riusciresti a fare viaggi frequenti per vedere i figli? Li vuoi abbandonare?
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Ciao ben approdato qui...
Sei in una situazione leggermente...complicata...
Di certo la distanza è un ostacolo difficile da sormontare...se decideste di stare insieme realmente uno dei 2 deve per forza rivoluzionare la sua vita...e non sempre uno magari è disposto a farlo...anche perché probabilmente uno dei 2 deve rinunciare ai figli.... sarebbe una scelta troppo drastica...
Ma scusa?il marito l ha beccata e nonostante tutto lei continua a venire da te?cosa mai è riuscita ad inventarsi???...
Cmq gli eroi...sono ben altri....
Ciaoooo
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Vorrei il vostro parere. Sono un uomo di 43 anni sposato da dieci con due bambini. Con mia moglie già da tempo non va per niente bene. Due anni da circa faccio un viaggio con mia figlia maggiore nel mio paese natale e per caso incontro una amica di vecchia data che non vedevo da anni anche lei sposata con figli. Per farla breve espolde un amore travolgente. Ore al telefono, io appena posso vado da lei nonostante i 1000km e lei viene da me. Viene scoperta dal marito ma non rinuncia a me. Anime gemelle in tutto. Sono ormai passati due anni e tutto è come all'inizio nonostante gli impegni lavorativi di entrambi. Le dico che sarei disposto io a rischiare per primo, mollare tutto quello ho costruito dove vivo e trasferirmi da lei. Lei la vede diversamente. Ha paura di quello che può succedere ai figli, di dire al marito che non potrà mantenere le promesse fatte. Il tutto si ripete più volte. Che faccio secondo voi? Mollo tutto? Insisto ancora? O cosa?
Per fortuna lei ti frena. Non puoi mica fare le cazzate come se fossi un adolescente senza responsabilità. Sei un padre, ricordi?
A prescindere da tutto, questi due anni, perlomeno, dovrebbero averti dato almeno una conferma. Tua moglie non la ami e non vuoi più stare con lei.
Parti da questo.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Per fortuna lei ti frena. Non puoi mica fare le cazzate come se fossi un adolescente senza responsabilità. Sei un padre, ricordi?
A prescindere da tutto, questi due anni, perlomeno, dovrebbero averti dato almeno una conferma. Tua moglie non la ami e non vuoi più stare con lei.
Parti da questo.
A me sembra abbastanza adolescente.
Se si fanno un po’ di conti, risulta che si dichiara (poi della mostrizzazione sappiamo tutto) in un matrimonio in crisi da un po’, prima dell’incontro con l’anima gemella. Quindi risale a due anni fa l’incontro fatale, quando era sposato da otto anni e matrimonio che non funzionava da un po’...quindi uno si sposa, fa due figli e in cinque/sei anni è scontento del matrimonio.
GaG! Con due figli piccoli non è una luna di miele.
Fossi nell’altra non mi affiderei a uno così.
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Vorrei il vostro parere. Sono un uomo di 43 anni sposato da dieci con due bambini. Con mia moglie già da tempo non va per niente bene. Due anni da circa faccio un viaggio con mia figlia maggiore nel mio paese natale e per caso incontro una amica di vecchia data che non vedevo da anni anche lei sposata con figli. Per farla breve espolde un amore travolgente. Ore al telefono, io appena posso vado da lei nonostante i 1000km e lei viene da me. Viene scoperta dal marito ma non rinuncia a me. Anime gemelle in tutto. Sono ormai passati due anni e tutto è come all'inizio nonostante gli impegni lavorativi di entrambi. Le dico che sarei disposto io a rischiare per primo, mollare tutto quello ho costruito dove vivo e trasferirmi da lei. Lei la vede diversamente. Ha paura di quello che può succedere ai figli, di dire al marito che non potrà mantenere le promesse fatte. Il tutto si ripete più volte. Che faccio secondo voi? Mollo tutto? Insisto ancora? O cosa?
Se vuoi mollare perché non ti interessa più il tuo matrimonio e non trovi alcuna motivazione per restare, a prescindere dalla relazione, è quello che devi fare.
Se il tutto è subordinato alla tua nuova lei non lo farei, se ti presentassi dietro la sua porta potresti rischiare di perderla per sempre potrebbe vedere una minaccia o forzatura in questo agire. Impaurirsi di perdere tutto
 

Marjanna

Utente di lunga data
Vorrei il vostro parere. Sono un uomo di 43 anni sposato da dieci con due bambini. Con mia moglie già da tempo non va per niente bene. Due anni da circa faccio un viaggio con mia figlia maggiore nel mio paese natale e per caso incontro una amica di vecchia data che non vedevo da anni anche lei sposata con figli. Per farla breve espolde un amore travolgente. Ore al telefono, io appena posso vado da lei nonostante i 1000km e lei viene da me. Viene scoperta dal marito ma non rinuncia a me. Anime gemelle in tutto. Sono ormai passati due anni e tutto è come all'inizio nonostante gli impegni lavorativi di entrambi. Le dico che sarei disposto io a rischiare per primo, mollare tutto quello ho costruito dove vivo e trasferirmi da lei. Lei la vede diversamente. Ha paura di quello che può succedere ai figli, di dire al marito che non potrà mantenere le promesse fatte. Il tutto si ripete più volte. Che faccio secondo voi? Mollo tutto? Insisto ancora? O cosa?
Sul neretto. Tutto può cambiare quando parlerai con tua moglie. Probabilmente tua moglie che, da tempo non va per niente bene, ne è totalmente all'oscuro. E ci sarebbe molto tra voi che potrebbe venire fuori, di cui parlarvi.
Il tuo pensiero ora mi sembra più centrato nel fatto che l'amante ti segua a ruota, quindi dici che "rischieresti" tu per primo ma vorresti la garanzia che lei ti segua. Ora se parliamo di garanzie, la parola non so quanto sarebbe una garanzia, ti ci vorrebbe un contratto, tipo... un matrimonio! Eppure vedi tu stesso come neppure quello è garanzia di niente.

Non ho capito il passaggio: Viene scoperta dal marito ma non rinuncia a me. Anime gemelle in tutto.
Sei stato scoperto anche tu? Non capisco il collegamento tra lei che non rinuncia a te e l'attribuzione di anime gemelle in tutto.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Vorrei il vostro parere. Sono un uomo di 43 anni sposato da dieci con due bambini. Con mia moglie già da tempo non va per niente bene. Due anni da circa faccio un viaggio con mia figlia maggiore nel mio paese natale e per caso incontro una amica di vecchia data che non vedevo da anni anche lei sposata con figli. Per farla breve espolde un amore travolgente. Ore al telefono, io appena posso vado da lei nonostante i 1000km e lei viene da me. Viene scoperta dal marito ma non rinuncia a me. Anime gemelle in tutto. Sono ormai passati due anni e tutto è come all'inizio nonostante gli impegni lavorativi di entrambi. Le dico che sarei disposto io a rischiare per primo, mollare tutto quello ho costruito dove vivo e trasferirmi da lei. Lei la vede diversamente. Ha paura di quello che può succedere ai figli, di dire al marito che non potrà mantenere le promesse fatte. Il tutto si ripete più volte. Che faccio secondo voi? Mollo tutto? Insisto ancora? O cosa?
Che domande! Un eroe non molla mai (però scordati la medaglia)

Benvenuto!
 

danny

Utente di lunga data
Se vuoi mollare perché non ti interessa più il tuo matrimonio e non trovi alcuna motivazione per restare, a prescindere dalla relazione, è quello che devi fare.
Se il tutto è subordinato alla tua nuova lei non lo farei, se ti presentassi dietro la sua porta potresti rischiare di perderla per sempre potrebbe vedere una minaccia o forzatura in questo agire. Impaurirsi di perdere tutto
Ma è abbastanza ovvio che l'attrattiva di una nuova vita con una persona che si desidera sia superiore a quella di una vita da separato.
La spinta propulsiva al cambiamento è decisamente superiore.
 

danny

Utente di lunga data
Un uomo che ha figli piccoli disposto a stare 1000 km lontano da loro non lo vorrei neppure in fotografia.
Il sud è pieno di uomini così. Anche il Nordafrica, per dire.
Si chiamano migranti.
Ma anche di donne. Tra le conoscenze dirette, ho notato l'esistenza di parecchie donne straniere con figli ancora bambini lasciati in patria. Ovviamente hanno tutte una relazione con un uomo anche in Italia.
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Ma è abbastanza ovvio che l'attrattiva di una nuova vita con una persona che si desidera sia superiore a quella di una vita da separato.
La spinta propulsiva al cambiamento è decisamente superiore.
Si ma in questo caso l'altra ha dato un limite.
Quindi mi sembra più sensato aver chiaro a cosa si potrebbe andare incontro.
Certo che mollare tutto per iniziare un nuovo percorso insieme è entusiasmante. Non è lo stesso se ci ritrova soli se nell'immaginario ci si era fatti un viaggio
 

danny

Utente di lunga data
Si ma in questo caso l'altra ha dato un limite.
Quindi mi sembra più sensato aver chiaro a cosa si potrebbe andare incontro.
Certo che mollare tutto per iniziare un nuovo percorso insieme è entusiasmante. Non è lo stesso se ci ritrova soli se nell'immaginario ci si era fatti un viaggio
Se ha dato un limite lo si accetta.
 

francoff

Utente di lunga data
Il sud è pieno di uomini così. Anche il Nordafrica, per dire.
Si chiamano migranti.
Ma anche di donne. Tra le conoscenze dirette, ho notato l'esistenza di parecchie donne straniere con figli ancora bambini lasciati in patria. Ovviamente hanno tutte una relazione con un uomo anche in Italia.
Ma stiamo parlando di cose diverse . Un conto è allontanarsi per lavoro , per sostenere la famiglia , anche io l ho fatto ; altra cosa è trasferirsi a 1000 km in preda alla passione a " scordarsi" dei bimbi
 

danny

Utente di lunga data
Ma stiamo parlando di cose diverse . Un conto è allontanarsi per lavoro , per sostenere la famiglia , anche io l ho fatto ; altra cosa è trasferirsi a 1000 km in preda alla passione a " scordarsi" dei bimbi
Capita che anche si si allontana per sostenere la famiglia abbia relazioni nel luogo dove si trova a risiedere.
Come capita che chi resta a casa faccia altrettanto.
Questo malgrado i bimbi.
 

Lostris

Utente Ludica
Capita che anche si si allontana per sostenere la famiglia abbia relazioni nel luogo dove si trova a risiedere.
Come capita che chi resta a casa faccia altrettanto.
Questo malgrado i bimbi.
Lo sappiamo tutti che capita, ma non è questo il caso.
 

danny

Utente di lunga data
Lo sappiamo tutti che capita, ma non è questo il caso.
Cambia qualcosa, nelle conseguenze?
In un mondo ideale sicuramente sì, anch'io farei dei distinguo.
Ma si ritorna a un discorso affrontato già più volte: in un mondo ideale, i genitori si tradiscono?
Mettono a rischio la fiducia, la famiglia, la loro immagine da adulti davanti ai figli?
Perché il trasferimento, a 1000 km di distanza, in questo caso, è solo l'imprevista conseguenza di una scelta fatta tempo prima, quando ancora neppure si poteva pensare che si arrivasse a tanto.
 
Ultima modifica:
Top