incredibile...ma vero!!!

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
P

piccola82

Guest
Ok, avevo deciso.
Non scrivo molto ultimamente perchè ero immersa nelle mie riflessioni e mi ero resa conto che non volevo portare avanti questa relazione. Basta. Mi piace un casino, sono molto attratta, le sue attenzioni mi fanno battere il cuore, ma non è amore e allora basta.
Ero contenta della mia scelta, contenta di esserci arrivata ora che non ero ancora immersa fino al collo, contenta.
Poi, da cinque giorni, silenzio stampa.
Non mi cerca, mi risponde al tel, ma sembra abbia molto da fare. Arrivo a pensare che abbia deciso la stessa cosa, nello stesso momento. Mi ha sempre detto che non aveva mai tradito la sua donna e io gli credo, quindi, forse, vuole tirarsi indietro anche lui.
Bene, penso, appena posso ci parlo.
Oggi mi chiama e visto che ero in zona decidiamo di vederci per il pranzo.
Parliamo, come al solito, abbiamo una bella intesa di testa. Sorridiamo e chiacchieriamo. Mi dice che mi ha trascurata, ma sono stati giorni intensi.
Poi finalmente mi racconta quello che è successo: lei aspetta un bambino!
Incredibile! Di tutti i momenti, proprio in questo! E penso due cose, nell'ordine:
1- sono felice (davvero, da morire! da quando l'ho saputo non smetto di sorridere! mi sembra così bello, così importante, così miracoloso, che tutto il resto passa in secondo piano);
2- meno male che avevo preso la mia decisione prima di saperlo! (non mi piace l'idea di associare a questa creatura questa rottura e preferisco le scelte che partono dal cuore, non dalle contingenze).
Quindi, questa è la fine della mia breve storia! Incredibile, ma vero, chi avrebbe detto che sarebbe finita così?!?
Oggi mi sento bene e sono felice.
 
O

Old FireWalkWhitMe

Guest
Ok, avevo deciso.
Non scrivo molto ultimamente perchè ero immersa nelle mie riflessioni e mi ero resa conto che non volevo portare avanti questa relazione. Basta. Mi piace un casino, sono molto attratta, le sue attenzioni mi fanno battere il cuore, ma non è amore e allora basta.
Ero contenta della mia scelta, contenta di esserci arrivata ora che non ero ancora immersa fino al collo, contenta.
Poi, da cinque giorni, silenzio stampa.
Non mi cerca, mi risponde al tel, ma sembra abbia molto da fare. Arrivo a pensare che abbia deciso la stessa cosa, nello stesso momento. Mi ha sempre detto che non aveva mai tradito la sua donna e io gli credo, quindi, forse, vuole tirarsi indietro anche lui.
Bene, penso, appena posso ci parlo.
Oggi mi chiama e visto che ero in zona decidiamo di vederci per il pranzo.
Parliamo, come al solito, abbiamo una bella intesa di testa. Sorridiamo e chiacchieriamo. Mi dice che mi ha trascurata, ma sono stati giorni intensi.
Poi finalmente mi racconta quello che è successo: lei aspetta un bambino!
Incredibile! Di tutti i momenti, proprio in questo! E penso due cose, nell'ordine:
1- sono felice (davvero, da morire! da quando l'ho saputo non smetto di sorridere! mi sembra così bello, così importante, così miracoloso, che tutto il resto passa in secondo piano);
2- meno male che avevo preso la mia decisione prima di saperlo! (non mi piace l'idea di associare a questa creatura questa rottura e preferisco le scelte che partono dal cuore, non dalle contingenze).
Quindi, questa è la fine della mia breve storia! Incredibile, ma vero, chi avrebbe detto che sarebbe finita così?!?
Oggi mi sento bene e sono felice.
Mi sbaglierò, Pccola82, ma sento odore di amara felicità.
Se così non fosse, complimenti per la tua reazione che in tanti non avrebbero, al posto tuo.
Laura
 
P

piccola82

Guest
Mi sbaglierò, Pccola82, ma sento odore di amara felicità.
Se così non fosse, complimenti per la tua reazione che in tanti non avrebbero, al posto tuo.
Laura
Forse il contraccolpo arriverà dopo, ma non penso.
Sono passate molte ore e riesco a pensare solo a questo: un bambino... che miracolo!
Il nostro è stato un errore, una parentesi, una sciocchezza.
E pensando a lui, al bambino, sembra sorridere anche il mio fututro...
 

Verena67

Utente di lunga data
Forse il contraccolpo arriverà dopo, ma non penso.
Sono passate molte ore e riesco a pensare solo a questo: un bambino... che miracolo!
Il nostro è stato un errore, una parentesi, una sciocchezza.
E pensando a lui, al bambino, sembra sorridere anche il mio fututro...
Io penso che da qualunque parte arrivi la tua serenità, la tua consapevolezza di aver fatto la cosa giusta, sia comunque apprezzabile!

la vita è un aprirsi di occhi interiori, di comprensioni su connessioni a volte sottili, questo bambino giunge a sancire un cambiamento di strada per entrambi che sicuramente vi porterà molta fortuna.

Saro' un'inguaribile ottimista, ma il futuro non cessa mai di sorprendermi, soprattutto quando smentisce le mie aspettative mostrandomi strade e vie nuove....

Un abbraccio!!
 

Bruja

Utente di lunga data
piccola82

Va bene così, hai avuto la scelta che già avevi fatto agevolata dalle circostanze, tu dei libera e leggera e lui felice ed impegnato nella lieta novella (spero).
La vita sta davanti... guarda diritto!
Bruja
 

Rebecca

Utente di lunga data
Mi sbaglierò, Pccola82, ma sento odore di amara felicità.
Se così non fosse, complimenti per la tua reazione che in tanti non avrebbero, al posto tuo.
Laura
Forse è una felicità amara, ma sicuramente meglio di una amarissima infelicità... quella che aspettava dietro l'angolo se la storia fosse decollata.
Brava Piccola...
Brava non perchè hai rispettato le regole, ma perchè hai fatto la scelta che ti porterà cose buone...
 
P

piccola82

Guest
Non ho fatto questa scelta per rispetto delle regole.
Ma per rispetto di me.
Non volevo prendermi in giro e ritrovarmi innamorata dell'amore, come diceva bruja nell'altra discussione.
Certo, è stato un colpo forte, non me l'aspettavo.
Ho voglia di piangere e sono felice allo stesso tempo.
Forse anche lo choc... scusate, ma davvero è sato un colpo. Sono sempre felice, per loro, e anche per me, ma comunque è successo tutto talmente in fretta... forse sto metabolizzando solo ora questa storia! forse solo ora viene fuori la tensione di queste settimane...
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Forse

Non ho fatto questa scelta per rispetto delle regole.
Ma per rispetto di me.
Non volevo prendermi in giro e ritrovarmi innamorata dell'amore, come diceva bruja nell'altra discussione.
Certo, è stato un colpo forte, non me l'aspettavo.
Ho voglia di piangere e sono felice allo stesso tempo.
Forse anche lo choc... scusate, ma davvero è sato un colpo. Sono sempre felice, per loro, e anche per me, ma comunque è successo tutto talmente in fretta... forse sto metabolizzando solo ora questa storia! forse solo ora viene fuori la tensione di queste settimane...
Questo sentimento che assomiglia alla felicità è ..un sospiro di sollievo al pensiero di aver sfiorato il dramma e di esserne usciti tutti indenni...
 
P

piccola82

Guest
Questo sentimento che assomiglia alla felicità è ..un sospiro di sollievo al pensiero di aver sfiorato il dramma e di esserne usciti tutti indenni...
stasera, sotto la doccia, sorridevo, poi all'improvviso un singhiozzo e poi un altro. Non ho pianto. Non so, era come uno sfogo. io penso che l'ansia di questa situazione assurda in cui mi ero infilata ora verrà fuori. Come quel singhiozzo. Inattesa. Ma sarà salutare.
Certo che sto riflettendo e mi rendo conto che alla fine, gira e rigira, sono sempre io quella razionale, quella che a 25 anni ne ha dieci di più. Perchè sono io che gli dico che è una bellissima notizia. Io che lo tranquillizzo sia sulla mia reazione, sia sul futuro. E infine io che lo ascolto dire: "Non posso pensare di non fare più l'amore con te." e sorridendo rispondo che siamo adulti e ci dobbiamo prendere le nostre responsabilità. E gli ricordo che lo sapevamo che sarebbe finita. E' solo successo tutto insieme... Io, che mi sono buttata in questa cosa senza voler pensare, senza fare l'adulta responsabile, per una volta... ma mi sa che era destino!!!
Comunque mi sa che i miei ormoni fanno i capricci... ora ho ancora voglia di piangere... perchè so che un pò mi mancherà... e che cavolo, mica sono di ghiaccio!!
 

Bruja

Utente di lunga data
piccola...

stasera, sotto la doccia, sorridevo, poi all'improvviso un singhiozzo e poi un altro. Non ho pianto. Non so, era come uno sfogo. io penso che l'ansia di questa situazione assurda in cui mi ero infilata ora verrà fuori. Come quel singhiozzo. Inattesa. Ma sarà salutare.
Certo che sto riflettendo e mi rendo conto che alla fine, gira e rigira, sono sempre io quella razionale, quella che a 25 anni ne ha dieci di più. Perchè sono io che gli dico che è una bellissima notizia. Io che lo tranquillizzo sia sulla mia reazione, sia sul futuro. E infine io che lo ascolto dire: "Non posso pensare di non fare più l'amore con te." e sorridendo rispondo che siamo adulti e ci dobbiamo prendere le nostre responsabilità. E gli ricordo che lo sapevamo che sarebbe finita. E' solo successo tutto insieme... Io, che mi sono buttata in questa cosa senza voler pensare, senza fare l'adulta responsabile, per una volta... ma mi sa che era destino!!!
Comunque mi sa che i miei ormoni fanno i capricci... ora ho ancora voglia di piangere... perchè so che un pò mi mancherà... e che cavolo, mica sono di ghiaccio!!

Sei solo riuscita a "diventare grande" da giovane..... ad alcuni non riesce neppure nella vecchiaia!!! Se piangere ti consola e ti permette di fare uscire la tensione, piangi finchè te la senti..... non è pianto disperato, è solo reazione emotiva perfino salutare.
Benvenuta "grande" piccola82...

Bruja
 
G

grande82

Guest
Oggi va bene.
Anche se mi sento molto "sbattuta"... è strano pensare che non posso più fare l'amore con lui. Anche se sono io la prima che lo ritiene giusto e necessario.
Ed io sono così: se una cosa è giusta alla lunga non posso fare a meno di farla. Ho provato a fare la ragazzina ed ecco il risultato: mi ritrovo ancora più adulta.
So che non staremo più insieme, e sono serena.
Ma c'è una piccola parte di me, quella ancora legata ai suoi sogni e alle illusioni da adolescente (ma so bene che non lo sono più!) che non riesce a credere che sia cambiato tutto così all'improvviso.
Vorrei tanto piangere, bru, per scaricare la tensione che sento in me, ma per me non è molto facile e quel pianto liberatorio e disperato non si è ancora fatto vivo.
Intanto vado avanti in questa giornata stanca, pensando al lavoro e ai progetti per il week-end... che altro posso fare?
 
O

Old chensamurai

Guest
Ok, avevo deciso.
Non scrivo molto ultimamente perchè ero immersa nelle mie riflessioni e mi ero resa conto che non volevo portare avanti questa relazione. Basta. Mi piace un casino, sono molto attratta, le sue attenzioni mi fanno battere il cuore, ma non è amore e allora basta.
Ero contenta della mia scelta, contenta di esserci arrivata ora che non ero ancora immersa fino al collo, contenta.
Poi, da cinque giorni, silenzio stampa.
Non mi cerca, mi risponde al tel, ma sembra abbia molto da fare. Arrivo a pensare che abbia deciso la stessa cosa, nello stesso momento. Mi ha sempre detto che non aveva mai tradito la sua donna e io gli credo, quindi, forse, vuole tirarsi indietro anche lui.
Bene, penso, appena posso ci parlo.
Oggi mi chiama e visto che ero in zona decidiamo di vederci per il pranzo.
Parliamo, come al solito, abbiamo una bella intesa di testa. Sorridiamo e chiacchieriamo. Mi dice che mi ha trascurata, ma sono stati giorni intensi.
Poi finalmente mi racconta quello che è successo: lei aspetta un bambino!
Incredibile! Di tutti i momenti, proprio in questo! E penso due cose, nell'ordine:
1- sono felice (davvero, da morire! da quando l'ho saputo non smetto di sorridere! mi sembra così bello, così importante, così miracoloso, che tutto il resto passa in secondo piano);
2- meno male che avevo preso la mia decisione prima di saperlo! (non mi piace l'idea di associare a questa creatura questa rottura e preferisco le scelte che partono dal cuore, non dalle contingenze).
Quindi, questa è la fine della mia breve storia! Incredibile, ma vero, chi avrebbe detto che sarebbe finita così?!?
Oggi mi sento bene e sono felice.
... Mi sfugge, sinceramente, l'elemento di "incredibilità"... Colgo, peraltro in maniera alquanto assordante, l'elemento di estrema e opprimente "banalità"...
 
G

grande82

Guest
Questa storia mi ricorda qualcosa...
uff
nel senso che è risentita?
Non ne dubito.
Ma il processo catartico di una persona passa per gli sfoghi, i pianti, le parole, le cose scritte.
E poi si matura ancora, si cresce, si diventa un pò più adulti, si sorride nuovamente alla vita come fosse la prima volta.
Io qui penso di aver trovato qualcuno che ha voglia di ascoltare e consigliare con un occhio più distaccato delle amiche che adoro, ma mi vogliono troppo bene e sono troppo simili a me per potermi dare un altro parere! Qui non ci sono pregiudizi, scusanti, attenuanti, lacrime. Qui siamo solo quelle dieci righe che scriviamo ed io le trovo importanti, per me e per chi vorrà leggerle per consiglirmi o per riflettere su di sè e le proprie esperienze.
 
G

grande82

Guest
... Mi sfugge, sinceramente, l'elemento di "incredibilità"... Colgo, peraltro in maniera alquanto assordante, l'elemento di estrema e opprimente "banalità"...
banale... certo.
incredibile... beh, ci vediamo da due settimane e lei scopre di aspettare un bambino... è quantomeno una coincidenza! Com'è anche incredibile la mia reazione serena, conoscendo la mia propensione al sogno/illusione/sofferenza.
 
O

Old chensamurai

Guest
banale... certo.
incredibile... beh, ci vediamo da due settimane e lei scopre di aspettare un bambino... è quantomeno una coincidenza! Com'è anche incredibile la mia reazione serena, conoscendo la mia propensione al sogno/illusione/sofferenza.
... Scopre?... Diciamo che la questione ha, generalmente, partogenesi escludendo, precise cause materiali... Hi, hi, hi... Amica mia, stai guardando a delle vite che scorrono... Senza ed indipendentemente da te... Non hai un ruolo... Non conti nulla... E soffri... Eccome se soffri... E non t'accorgi nemmeno di soffrire... Seduta, beata, sul polo opposto di ciò che ti caratterizzava fino a ieri... Illusione, sogno, sofferenza... Ecco, vedi, la tua serenità di oggi, è ad un solo passo dalla sofferenza di ieri... Capisci?...
 
G

grande82

Guest
... Scopre?... Diciamo che la questione ha, generalmente, partogenesi escludendo, precise cause materiali... Hi, hi, hi... Amica mia, stai guardando a delle vite che scorrono... Senza ed indipendentemente da te... Non hai un ruolo... Non conti nulla... E soffri... Eccome se soffri... E non t'accorgi nemmeno di soffrire... Seduta, beata, sul polo opposto di ciò che ti caratterizzava fino a ieri... Illusione, sogno, sofferenza... Ecco, vedi, la tua serenità di oggi, è ad un solo passo dalla sofferenza di ieri... Capisci?...
Non capisco completamente.
Comunque so bene che un figlio non "capita" e so che la loro vita ora scorre indipendentemente dalla mia. E ne sono felice per loro, perchè è una cosa bella e piena ed ha un valore molto maggiore di quello che ci sia mai satto fra noi.
Ciò non toglie che io debba metabolizzare il tutto.
Cosa che sarebbe accaduta comunque, figlio o non figlio, vista la decisione che avevo preso.
Soffro?
Sì. soffro di non poter più sentirmi stupidamente ed egoisticamente felice nella mia leggerezza. Ma queste sono solo parole per altri che non sia io.
Più che altro sono stordita. Come se la giostra si fosse mossa troppo velocemente.
Forse direi che la "soffrenza" di oggi è ad un passo dalla felicità di domani...
 
O

Old flavy

Guest
preferisco le scelte che partono dal cuore, non dalle contingenze
bellissima questa frase ,mi ha colpito molto
ogni scelta "obbligata" è naturale che non sia mai una vera scelta e che a lungo andare ci si ritorni sopra con mille SE e Ma che ci distruggono l'esistenza.
spero davvero che tu possa essere piu serena ora
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top