Il tempo relativo...

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Tr@deUp

Utente di lunga data
So che è una contraddizione se espressa in termini scientifici ed anche se proprio la scienza ha dimostrato che esistono particelle che vivono un tempo relativo diverso dal comune potendo persino ringiovanire viaggiando a ritroso nel tempo; ma questo come lo conosciamo resta comunque un riferimento assoluto.

Tranne quando ci sono di mezzo anema e core come direbbero i partenopei!

Sono passati sei anni, che non son pochi a distanza.
Dopo aver vissuto una lunga e bellissima storia con lei, dopo esserci persi di vista, dopo che lei mi ricercò ormai quasi tre anni fa ad imbastire una nuova e ancora bellissima storia, seppur breve, brevissima, il tempo poi di un solo intenso incontro, e dopo che da allora non ci siamo mai persi di vista anche se con brevissimi e rarissimi messaggi in posta elettronica, quasi dei "ciao come stai?", "tutto bene grazie, arrivederci" scambiati con il vicino di casa incontrato per caso ecco che, dopo tutto questo, e tornato per caso, appare manifesto ancora come il legame che ci teneva uniti nonostante tutto fosse contro allora, non sia mai scomparso, o andato perduto, o seppellito sotto tonnellate di puzzolente rancore, rimpianti o rimorsi.

E' sempre stato lì, da qualche parte, sospeso in quel tempo relativo che avremmo voluto vivere insieme come fosse il nostro.

Non è una ex che ritorna, giusto pochi giorni fa scagliavo ironici anatemi su quella categoria che in genere torna in mancanza d'altro. Non sono un ex che approfitta del momento di debolezza. E poi approfittare di cosa? Visto che siamo e restiamo comunque lontani.

E così è bastato niente, uno dei soliti ciao come va? a ricordare ai nostri sensi che vivono il tempo assoluto che non abbiamo mai smesso di stare insieme...

Nonostante le nostre vite così diverse e già di per sé così intensamente comunque apprezzate. Senza rimpianti o rimorsi. Siamo sempre qui, senza principio o fine.

Aver lasciato un segno così profondo, un ricordo così intenso, l'uno all'altra e viceversa, meglio dire noi a noi, sembra incredibile ma non lo è. E non lo è perché vive in quel tempo relativo.
 

La Lupa

Utente di lunga data
Mh.

I presenti possibili.

Son belle cose.
 

Rebecca

Utente di lunga data
Cossssaaaa? Eh no, eh!

Non è una ex che ritorna, giusto pochi giorni fa scagliavo ironici anatemi su quella categoria che in genere torna in mancanza d'altro. Non sono un ex che approfitta del momento di debolezza.
No, guarda. Qui l'esperta con laura honoris causa in exologia, sono io.
Io con il mio ex, che ho tradito con l'ex che ora ritorna, che mi ha lasciata per la sua ex...
Dimmi quello che vuoi degli ex, tranne che ritornano per mancanza d'altro...
Il mio ex (Cialtry) aveva me e è tornato con la sua ex.
Io l'ho tradito con il mio altro ex e avevo lui.
No, no! Dissento.
 

Old bastardo dentro

Utente di lunga data
So che è una contraddizione se espressa in termini scientifici ed anche se proprio la scienza ha dimostrato che esistono particelle che vivono un tempo relativo diverso dal comune potendo persino ringiovanire viaggiando a ritroso nel tempo; ma questo come lo conosciamo resta comunque un riferimento assoluto.

Tranne quando ci sono di mezzo anema e core come direbbero i partenopei!

Sono passati sei anni, che non son pochi a distanza.
Dopo aver vissuto una lunga e bellissima storia con lei, dopo esserci persi di vista, dopo che lei mi ricercò ormai quasi tre anni fa ad imbastire una nuova e ancora bellissima storia, seppur breve, brevissima, il tempo poi di un solo intenso incontro, e dopo che da allora non ci siamo mai persi di vista anche se con brevissimi e rarissimi messaggi in posta elettronica, quasi dei "ciao come stai?", "tutto bene grazie, arrivederci" scambiati con il vicino di casa incontrato per caso ecco che, dopo tutto questo, e tornato per caso, appare manifesto ancora come il legame che ci teneva uniti nonostante tutto fosse contro allora, non sia mai scomparso, o andato perduto, o seppellito sotto tonnellate di puzzolente rancore, rimpianti o rimorsi.

E' sempre stato lì, da qualche parte, sospeso in quel tempo relativo che avremmo voluto vivere insieme come fosse il nostro.

Non è una ex che ritorna, giusto pochi giorni fa scagliavo ironici anatemi su quella categoria che in genere torna in mancanza d'altro. Non sono un ex che approfitta del momento di debolezza. E poi approfittare di cosa? Visto che siamo e restiamo comunque lontani.

E così è bastato niente, uno dei soliti ciao come va? a ricordare ai nostri sensi che vivono il tempo assoluto che non abbiamo mai smesso di stare insieme...

Nonostante le nostre vite così diverse e già di per sé così intensamente comunque apprezzate. Senza rimpianti o rimorsi. Siamo sempre qui, senza principio o fine.

Aver lasciato un segno così profondo, un ricordo così intenso, l'uno all'altra e viceversa, meglio dire noi a noi, sembra incredibile ma non lo è. E non lo è perché vive in quel tempo relativo.

Già quel tempo relativo in cui la nostra mente - anche quando noi non lo vogliamo - ci si tuffa, e vi si getta con tutta la propria forza facendo tornare sensazioni, profumi, suoni. E incredibile quanto sia potente questo strumento, è incredibile come, avolte, per quanto si viva ogni istante con intensità, con uguale forza si insegua un'esistenza parallela, solamente nostra in cui lasciare dolcemente naufragare il nostro pensiero.

bastardo dentro
 

Verena67

Utente di lunga data
Già quel tempo relativo in cui la nostra mente - anche quando noi non lo vogliamo - ci si tuffa, e vi si getta con tutta la propria forza facendo tornare sensazioni, profumi, suoni. E incredibile quanto sia potente questo strumento, è incredibile come, avolte, per quanto si viva ogni istante con intensità, con uguale forza si insegua un'esistenza parallela, solamente nostra in cui lasciare dolcemente naufragare il nostro pensiero.

bastardo dentro

io, con il mio bell'ex ventennale ormai archiviato, dico invece che bisogna vivere il presente, accanto a chi non ci ha lasciato mai, chi ha creduto in noi, e ci è stato vicino nel bene e nel male!

Facile ammantare di sogno le cose "Impossibili", è sul "Possibile" che si vede di che pasta siamo fatti!

Un bacio!
 

Bruja

Utente di lunga data
Mah...........

Quello che ho sempre notato è che sui "rapporti sospesi" è così facile fare della filosofia amorosa.....
Quando qualcosa di compiuto non lo diventa ed entra in sospensione è semplicemente perchè non ci sono gli estremi affinchè accada; non è il paradiso dell'amore e non è il purgatorio dell'impossibilità................è solo il limbo della mancanza di convinzione.
Però siccome è un limbo piacevole, ogni tanto ci si torna, come se fosse una terra di mezzo fra le posizioni realizzate dei sentimenti in cui si deve viverli o concluderli.
La mia posizione è tale solo perchè all'amicizia amorosa credo il minimo indispensabile e certe situazione, per gradevoli che appaiano, mi sembrano quelle vetrinette piene di bomboniere, magari carine, decorative, ma che a guardarle bene sono ciarpame arredativo.
Non sarà questo il caso, ovviamente, ma troppe volte ho visto che quando queste persone incontravano un amore compiuto e totalizzante hanno fatto quella che si chiama "pulizia di primavera sentimentale"............ a volte spalancare le finestre della mente e dei sentimenti porta aria nuova e, quasi sempre, miglior respiro esistenziale perchè ci si sgombra della polvere dei ricordi idealizzati.
Bruja
 
Ultima modifica:
O

Old grace

Guest
Quello che ho sempre notato è che sui "rapporti sospesi" è così facile fare della filosofia amorosa.....
Quando qualcosa di compiuto non lo diventa ed entra in sospensione è semplicemente perchè non ci sono gli estremi affinchè accada; non è il paradiso dell'amore e non è il purgatorio dell'impossibilità................è solo il limbo della mancanza di convinzione.
Però siccome è un limbo piacevole, ogni tanto ci si torna, come se fosse una terra di mezzo fra le posizioni realizzate dei sentimenti in cui di deve viverli o concluderli.
La mia posizione è tale solo perchè all'amicizia amorosa credo il minimo indispensabile e certe situazione, per gradevoli che appaiano, mi sembrano quelle vetrinette piene di bomboniere, magari carine, decorative, ma che a guardarle bene sono ciarpame arredativo.
Non sarà questo il caso, ovviamente, ma troppe volte ho visto che quando queste persone incontravano un amore compiuto e totalizzante hanno fatto quella che si chiama "pulizia di primavera sentimentale"............ a volte spalancare le finestre della mente e dei sentimenti porta aria nuova e, quasi sempre, miglior respiro esistenziale perchè ci si sgombra della polvere dei ricordi idealizzati.
Bruja
Che bellino questo post Bruja, l'ho salvato su file.
Un saluto a tutti,
Grace
 

Tr@deUp

Utente di lunga data
Quello che ho sempre notato è che sui "rapporti sospesi" è così facile fare della filosofia amorosa.....
Quando qualcosa di compiuto non lo diventa ed entra in sospensione è semplicemente perchè non ci sono gli estremi affinchè accada; non è il paradiso dell'amore e non è il purgatorio dell'impossibilità................è solo il limbo della mancanza di convinzione.
Però siccome è un limbo piacevole, ogni tanto ci si torna, come se fosse una terra di mezzo fra le posizioni realizzate dei sentimenti in cui si deve viverli o concluderli.
La mia posizione è tale solo perchè all'amicizia amorosa credo il minimo indispensabile e certe situazione, per gradevoli che appaiano, mi sembrano quelle vetrinette piene di bomboniere, magari carine, decorative, ma che a guardarle bene sono ciarpame arredativo.
Non sarà questo il caso, ovviamente, ma troppe volte ho visto che quando queste persone incontravano un amore compiuto e totalizzante hanno fatto quella che si chiama "pulizia di primavera sentimentale"............ a volte spalancare le finestre della mente e dei sentimenti porta aria nuova e, quasi sempre, miglior respiro esistenziale perchè ci si sgombra della polvere dei ricordi idealizzati.
Bruja
E' giusto giunto il tempo di rispondere a queste acute osservazioni e lo faccio ora anziché perder del tempo a canzonare la Compos...ta di prugne.

C'è stata l'occasione recente di rivedersi.
Il caso ha voluto fossimo vicini per lavoro ed è bastato uno scambio di sms ed una telefonata per cercare almeno un'ora, un pranzo veloce, un aperitivo. Qualcosa.

E le ore sono state ben tre. Dove abbiamo entrambi lottato per non arrendersi ai sensi che chiamavano a gran voce, per togliere di mezzo gli ormoni che avrebbero potuto ingannare e sviare. E ci siamo riusciti tutto sommato senza grandi sacrifici apparenti e le cui conseguenze abbiamo semmai subite una volta allontanati l'uno dall'altra.

Sono d'accordo con te Bruja che l'incompiuto di cui parli illude e resta soltanto perché mancano le componenti affinché quel qualcosa accada davvero. Chi ci dice dopo tutto che davvero una vita vissuta si realizzi poi in quella che intravediamo sognando?

Abbiamo provato negli anni a fare quelle pulizie di primavera di cui parli e nonostante i tempi siano propizi :) non ci si riesce.
Una porta che era soltanto accostata prima di conoscerci è stata al nostro primo incontro scardinata e senza possibilità di ripararne la serratura.

E le sensazioni reciproche durante quell'incontro erano chiari messaggi d'amore, condendo questa parola con tutto il cinismo ed il sarcasmo che posso.

E nonostante si sappia che il prossimo è collocato in un punto indefinito del futuro.

Così è stato e non voglio spiegarmelo.
 

Old bastardo dentro

Utente di lunga data
E' giusto giunto il tempo di rispondere a queste acute osservazioni e lo faccio ora anziché perder del tempo a canzonare la Compos...ta di prugne.

C'è stata l'occasione recente di rivedersi.
Il caso ha voluto fossimo vicini per lavoro ed è bastato uno scambio di sms ed una telefonata per cercare almeno un'ora, un pranzo veloce, un aperitivo. Qualcosa.

E le ore sono state ben tre. Dove abbiamo entrambi lottato per non arrendersi ai sensi che chiamavano a gran voce, per togliere di mezzo gli ormoni che avrebbero potuto ingannare e sviare. E ci siamo riusciti tutto sommato senza grandi sacrifici apparenti e le cui conseguenze abbiamo semmai subite una volta allontanati l'uno dall'altra.

Sono d'accordo con te Bruja che l'incompiuto di cui parli illude e resta soltanto perché mancano le componenti affinché quel qualcosa accada davvero. Chi ci dice dopo tutto che davvero una vita vissuta si realizzi poi in quella che intravediamo sognando?

Abbiamo provato negli anni a fare quelle pulizie di primavera di cui parli e nonostante i tempi siano propizi :) non ci si riesce.
Una porta che era soltanto accostata prima di conoscerci è stata al nostro primo incontro scardinata e senza possibilità di ripararne la serratura.

E le sensazioni reciproche durante quell'incontro erano chiari messaggi d'amore, condendo questa parola con tutto il cinismo ed il sarcasmo che posso.

E nonostante si sappia che il prossimo è collocato in un punto indefinito del futuro.

Così è stato e non voglio spiegarmelo.
brrr, mi viene freddo a leggere il tuo messaggio, ho paura tutta di aspettare per tutta la vita questi momenti, di attendere per sempre l'incompiuto arrendendomi all'ineluttabilità di un destino che non mi ha dato cio che (forse) fortissimamente avrei voluto. forse sono solo stanco e domani tutto questo mi sembrerà meno probabile ed il ricordo per quanto bello resterà sempre un ricordo e non mi impedirà di guardare avanti, al futuro, con speranza, coraggio e fiducia.

bastardo dentro
 
O

Old zzzanzara

Guest
brrr, mi viene freddo a leggere il tuo messaggio, ho paura tutta di aspettare per tutta la vita questi momenti, di attendere per sempre l'incompiuto arrendendomi all'ineluttabilità di un destino che non mi ha dato cio che (forse) fortissimamente avrei voluto. forse sono solo stanco e domani tutto questo mi sembrerà meno probabile ed il ricordo per quanto bello resterà sempre un ricordo e non mi impedirà di guardare avanti, al futuro, con speranza, coraggio e fiducia.

bastardo dentro
Parole, parole, parole..............
parole, parole, parole.............
parole,parole,parole...............
soltanto parole......parole tra noi.............

Il mondo è sommerso di uomini che nn hanno le palle, nn li definirei "bastardi dentro", ma codardi dentro e fuori.
 

Nobody

Utente di lunga data
Parole, parole, parole..............
parole, parole, parole.............
parole,parole,parole...............
soltanto parole......parole tra noi.............

Il mondo è sommerso di uomini che nn hanno le palle, nn li definirei "bastardi dentro", ma codardi dentro e fuori.
Ci sono anche quelli, è vero. Ma ci pure comportamenti solo apparentemente codardi. Che magari vengono giudicati tali da chi non beneficia della scelta che vorrebbe dall'altro. Saper far fronte ad una data situazione, rinunciando...potrebbe essere definito vigliacco. Ma da chi? Sicuramente da chi non ottiene ciò che voleva.
NO è una parola molto bella, e a pronunciarla a volte ci vuole più coraggio di un si.
 
O

Old zzzanzara

Guest
Ci sono anche quelli, è vero. Ma ci pure comportamenti solo apparentemente codardi. Che magari vengono giudicati tali da chi non beneficia della scelta che vorrebbe dall'altro. Saper far fronte ad una data situazione, rinunciando...potrebbe essere definito vigliacco. Ma da chi? Sicuramente da chi non ottiene ciò che voleva.
NO è una parola molto bella, e a pronunciarla a volte ci vuole più coraggio di un si.

Io nn ho verità in mano,tantomeno nn ho la presunzione di giudicare, scrivo solo un mio pensiero che può essere certamente criticato e rivoltato.

Prendendo come esempio la storia di bastardo dentro, (nn volermene BD, nn è un attacco alla tua persona ma al caso in sè) che nn è certo unica nel suo genere,io nn riesco a concepire come abbia potuto scegliere e decidere x sua moglie.
Lui che sostiene di aver amato,e che probabilmente ama tutt'ora,quest'altra donna (e ricordiamoci che BD è stato scaricato da questa)come può intraprendere questo nuovo cammino con sua moglie senza che questa venga a conoscenza dei fatti?
Come lo chiamate voi questo atteggiamento? di convenienza?di facile accomodamento?
Si può parlare di rispetto x uno che si comporta in questo modo?rispetto verso se stesso e sua moglie?lo chiamate "sacrificio"??????io la chiamo vigliaccheria!.
E poi che fa BD? scrive su questo forum la nostalgia che ha dell'altra?il rimpianto x una nuova vita che nn avrà mai con lei?il voler essere romantico ricordando sensazioni e profumi?
Questo è il rispetto che mostra nei confronti della moglie?nel nuovo progetto di vita?


Già quel tempo relativo in cui la nostra mente - anche quando noi non lo vogliamo - ci si tuffa, e vi si getta con tutta la propria forza facendo tornare sensazioni, profumi, suoni. E incredibile quanto sia potente questo strumento, è incredibile come, avolte, per quanto si viva ogni istante con intensità, con uguale forza si insegua un'esistenza parallela, solamente nostra in cui lasciare dolcemente naufragare il nostro pensiero.
bastardo dentro


Perchè queste belle parole BD nn le fa leggere a sua moglie cosicchè possa LEI decidere liberamente della sua vita? e SE tenersi questo marito tanto bravo e tanto buono???????
Non prendertela con me BD, ma solo con la tua coscienza

Smettiamola di fare i furbacchioni, scrivere belle sensazioni a spese di altri
 

Bruja

Utente di lunga data
Tra@deUp

Quando un'occasione si presenta casualmente ritengo piuttosto normale che si sia tentati di rivedersi, quale che sia il modo.
Ritengo altresì normale che, dopo molto tempo, ci siano i famosi sospesi (sentimentali e non) che chiamano a gran voce dentro di noi.
Non voglio nè potrei giudicare l'operato individuale di ogni coppia che si ritrova, ma la mia opinione poggia sulla casistica generale; di solito chi si ritrova in simili situazioni non sempre ha quella specchiata disposizione d'animo di fare ciò che è giusto o conveniente. Ci si ritrova di fronte alla possibilità di rivedere la propria contabilità sentumentale e il desiderio di darle un'aggiustatina viene spontaneo.
Credo e tempo che ciò che non si è consumato a fondo non può che lasciare un desiderio sopito ma mai abbandonato, anche a costo di non vedere spesso, che il non accaduto è quasi sempre il piedistallo su cui poggia il sogno...........sognare di solito non contempla le condizioni negative o contrarie.
Credo che voi siate stati in buonafede, dico credo perchè non conoscendovi faccio appunto fede alle tue parole ed alle tue descrizioni, ma sono anche certa che le famose "pulizie" non possono essere fatte se chi le intraprende non abbandona l'idea che si devono spazzare le macerie e non i sogni. Pedestremente farò un esempio pratico......
ci sono persone che tengono nei propri armadi abiti che sono diventati assolutamente importabili per cambio di taglia o di moda, ma non ci si risolve a eliminarli perchè ci ricordano come stavamo bene con quellla taglia o con quel modello. Noi non ritorneremo mai più tali da poterli riindossare, ma li teniamo, li teniamo, li teniamo........... al punto che gli abiti che indossiamo abitualmente stanno stretti e stazzonati per la presenza di quelli, inutili ma che ci rinverdiscono i ricordi.
Ecco, forse l'esempio è pressapochista ma, a ben pensarci, è solo quando si eliminano queste piacevolissime zavorre che ritorniamo ad avere ordine, serenità e vediamo quale sia ciò che davvero ci è pratico, attuale e conveniente avere nell'armadio,
La mente non è molto diversa, sta su piani alti, ma è sempre un archivio-armadio!

Non vorrei esagerare nelle definizioni nè scendere alle massime di pensiero, ma non potrebbe essere che quel famoso "amore" che vi si insinua quando vi pensate, vi incontrate, vi guardate, sia appunto l'idealizzazione di ciò che non si è compiuto e definito e che voi, forti dell'attrazione che ancora avete, rinfocolate e presumete sia quanto di meglio potreste avere da un partner di sesso diverso?
Non è un valutazione facile, e preferisco non arrivare a dire che voi due siete innamorati dell'amore, ma che abbiate sviluppato una corresponsione nel desiderare di desiderarvi mi pare sia un modo corretto di interpretare la vostra "relazione sublimata".
Ed inoltre, permettimi questa piccola chiosa, tu sei l'ideale per queste sublimazioni, la modernità dell'epoca invita al trasporto che hai messo in pratica normalmente, ma quanto è solleticata la tua mente nell'esercitarsi in quella forma ideale che potremmo chiamare ciò che una volta era definito "amor cortese"............. non trovi?
Forse la "spiegazione" è questa, o comunque sarebbe una di quelle spiegazioni in cui ci si può abbandonare con piacere salvando il desiderio passionale e l'ideale spirituale.
Bruja
 

Tr@deUp

Utente di lunga data
Quando un'occasione si presenta casualmente ritengo piuttosto normale che si sia tentati di rivedersi, quale che sia il modo.
Ritengo altresì normale che, dopo molto tempo, ci siano i famosi sospesi (sentimentali e non) che chiamano a gran voce dentro di noi.
Non voglio nè potrei giudicare l'operato individuale di ogni coppia che si ritrova, ma la mia opinione poggia sulla casistica generale; di solito chi si ritrova in simili situazioni non sempre ha quella specchiata disposizione d'animo di fare ciò che è giusto o conveniente. Ci si ritrova di fronte alla possibilità di rivedere la propria contabilità sentumentale e il desiderio di darle un'aggiustatina viene spontaneo.
Credo e tempo che ciò che non si è consumato a fondo non può che lasciare un desiderio sopito ma mai abbandonato, anche a costo di non vedere spesso, che il non accaduto è quasi sempre il piedistallo su cui poggia il sogno...........sognare di solito non contempla le condizioni negative o contrarie.
Credo che voi siate stati in buonafede, dico credo perchè non conoscendovi faccio appunto fede alle tue parole ed alle tue descrizioni, ma sono anche certa che le famose "pulizie" non possono essere fatte se chi le intraprende non abbandona l'idea che si devono spazzare le macerie e non i sogni. Pedestremente farò un esempio pratico......
ci sono persone che tengono nei propri armadi abiti che sono diventati assolutamente importabili per cambio di taglia o di moda, ma non ci si risolve a eliminarli perchè ci ricordano come stavamo bene con quellla taglia o con quel modello. Noi non ritorneremo mai più tali da poterli riindossare, ma li teniamo, li teniamo, li teniamo........... al punto che gli abiti che indossiamo abitualmente stanno stretti e stazzonati per la presenza di quelli, inutili ma che ci rinverdiscono i ricordi.
Ecco, forse l'esempio è pressapochista ma, a ben pensarci, è solo quando si eliminano queste piacevolissime zavorre che ritorniamo ad avere ordine, serenità e vediamo quale sia ciò che davvero ci è pratico, attuale e conveniente avere nell'armadio,
La mente non è molto diversa, sta su piani alti, ma è sempre un archivio-armadio!

Non vorrei esagerare nelle definizioni nè scendere alle massime di pensiero, ma non potrebbe essere che quel famoso "amore" che vi si insinua quando vi pensate, vi incontrate, vi guardate, sia appunto l'idealizzazione di ciò che non si è compiuto e definito e che voi, forti dell'attrazione che ancora avete, rinfocolate e presumete sia quanto di meglio potreste avere da un partner di sesso diverso?
Non è un valutazione facile, e preferisco non arrivare a dire che voi due siete innamorati dell'amore, ma che abbiate sviluppato una corresponsione nel desiderare di desiderarvi mi pare sia un modo corretto di interpretare la vostra "relazione sublimata".
Ed inoltre, permettimi questa piccola chiosa, tu sei l'ideale per queste sublimazioni, la modernità dell'epoca invita al trasporto che hai messo in pratica normalmente, ma quanto è solleticata la tua mente nell'esercitarsi in quella forma ideale che potremmo chiamare ciò che una volta era definito "amor cortese"............. non trovi?
Forse la "spiegazione" è questa, o comunque sarebbe una di quelle spiegazioni in cui ci si può abbandonare con piacere salvando il desiderio passionale e l'ideale spirituale.
Bruja
Ho un modo esplicito e brutale di pormi ma in te trovo chi sa tacitarmi.
Ammutolito dalle tue parole.
Chiedo il permesso di trasformarle in una mail che le invierò, citandoti come fonte anonima e stare a vedere l'effetto che avranno sulla sua indiscussa intelligenza.

Grazie.
 

Bruja

Utente di lunga data
Tr@deUp

Ho un modo esplicito e brutale di pormi ma in te trovo chi sa tacitarmi.
Ammutolito dalle tue parole.
Chiedo il permesso di trasformarle in una mail che le invierò, citandoti come fonte anonima e stare a vedere l'effetto che avranno sulla sua indiscussa intelligenza.

Grazie.

Ciò che scrivo è tuo come del forum, non hai alcun permesso da chiedere.
Buone cose
Bruja
 
O

Old zzzanzara

Guest
Quando un'occasione si presenta casualmente ritengo piuttosto normale che si sia tentati di rivedersi, quale che sia il modo.
Ritengo altresì normale che, dopo molto tempo, ci siano i famosi sospesi (sentimentali e non) che chiamano a gran voce dentro di noi.
Non voglio nè potrei giudicare l'operato individuale di ogni coppia che si ritrova, ma la mia opinione poggia sulla casistica generale; di solito chi si ritrova in simili situazioni non sempre ha quella specchiata disposizione d'animo di fare ciò che è giusto o conveniente. Ci si ritrova di fronte alla possibilità di rivedere la propria contabilità sentumentale e il desiderio di darle un'aggiustatina viene spontaneo.
Credo e tempo che ciò che non si è consumato a fondo non può che lasciare un desiderio sopito ma mai abbandonato, anche a costo di non vedere spesso, che il non accaduto è quasi sempre il piedistallo su cui poggia il sogno...........sognare di solito non contempla le condizioni negative o contrarie.
Credo che voi siate stati in buonafede, dico credo perchè non conoscendovi faccio appunto fede alle tue parole ed alle tue descrizioni, ma sono anche certa che le famose "pulizie" non possono essere fatte se chi le intraprende non abbandona l'idea che si devono spazzare le macerie e non i sogni. Pedestremente farò un esempio pratico......
ci sono persone che tengono nei propri armadi abiti che sono diventati assolutamente importabili per cambio di taglia o di moda, ma non ci si risolve a eliminarli perchè ci ricordano come stavamo bene con quellla taglia o con quel modello. Noi non ritorneremo mai più tali da poterli riindossare, ma li teniamo, li teniamo, li teniamo........... al punto che gli abiti che indossiamo abitualmente stanno stretti e stazzonati per la presenza di quelli, inutili ma che ci rinverdiscono i ricordi.
Ecco, forse l'esempio è pressapochista ma, a ben pensarci, è solo quando si eliminano queste piacevolissime zavorre che ritorniamo ad avere ordine, serenità e vediamo quale sia ciò che davvero ci è pratico, attuale e conveniente avere nell'armadio,
La mente non è molto diversa, sta su piani alti, ma è sempre un archivio-armadio!

Non vorrei esagerare nelle definizioni nè scendere alle massime di pensiero, ma non potrebbe essere che quel famoso "amore" che vi si insinua quando vi pensate, vi incontrate, vi guardate, sia appunto l'idealizzazione di ciò che non si è compiuto e definito e che voi, forti dell'attrazione che ancora avete, rinfocolate e presumete sia quanto di meglio potreste avere da un partner di sesso diverso?
Non è un valutazione facile, e preferisco non arrivare a dire che voi due siete innamorati dell'amore, ma che abbiate sviluppato una corresponsione nel desiderare di desiderarvi mi pare sia un modo corretto di interpretare la vostra "relazione sublimata".
Ed inoltre, permettimi questa piccola chiosa, tu sei l'ideale per queste sublimazioni, la modernità dell'epoca invita al trasporto che hai messo in pratica normalmente, ma quanto è solleticata la tua mente nell'esercitarsi in quella forma ideale che potremmo chiamare ciò che una volta era definito "amor cortese"............. non trovi?
Forse la "spiegazione" è questa, o comunque sarebbe una di quelle spiegazioni in cui ci si può abbandonare con piacere salvando il desiderio passionale e l'ideale spirituale.
Bruja

Come si può intraprendere un nuovo cammino quando si hanno sospesi con il passato?
Quando in questo nuovo cammino il tuo compagno/a rimane sempre indietro di un passo?

Sì, innamorati dell'amore

Eterni Peter Pan alla ricerca dell'isola che nn c'è
 

Lettrice

Utente di lunga data
Io ho dei bellissimi "sospesi"... e li tengo cosi'... e il fatto che siano sospesi non vuol dire che siano dentro il mio zaino a pesarmi sulla schiena durante il viaggio... sono solo sospesi a mezz'aria...
 

Verena67

Utente di lunga data
Io nn ho verità in mano,tantomeno nn ho la presunzione di giudicare, scrivo solo un mio pensiero che può essere certamente criticato e rivoltato.

Prendendo come esempio la storia di bastardo dentro, (nn volermene BD, nn è un attacco alla tua persona ma al caso in sè) che nn è certo unica nel suo genere,io nn riesco a concepire come abbia potuto scegliere e decidere x sua moglie.
Lui che sostiene di aver amato,e che probabilmente ama tutt'ora,quest'altra donna (e ricordiamoci che BD è stato scaricato da questa)come può intraprendere questo nuovo cammino con sua moglie senza che questa venga a conoscenza dei fatti?
Come lo chiamate voi questo atteggiamento? di convenienza?di facile accomodamento?
Si può parlare di rispetto x uno che si comporta in questo modo?rispetto verso se stesso e sua moglie?lo chiamate "sacrificio"??????io la chiamo vigliaccheria!.
E poi che fa BD? scrive su questo forum la nostalgia che ha dell'altra?il rimpianto x una nuova vita che nn avrà mai con lei?il voler essere romantico ricordando sensazioni e profumi?
Questo è il rispetto che mostra nei confronti della moglie?nel nuovo progetto di vita?


Già quel tempo relativo in cui la nostra mente - anche quando noi non lo vogliamo - ci si tuffa, e vi si getta con tutta la propria forza facendo tornare sensazioni, profumi, suoni. E incredibile quanto sia potente questo strumento, è incredibile come, avolte, per quanto si viva ogni istante con intensità, con uguale forza si insegua un'esistenza parallela, solamente nostra in cui lasciare dolcemente naufragare il nostro pensiero.
bastardo dentro


Perchè queste belle parole BD nn le fa leggere a sua moglie cosicchè possa LEI decidere liberamente della sua vita? e SE tenersi questo marito tanto bravo e tanto buono???????
Non prendertela con me BD, ma solo con la tua coscienza

Smettiamola di fare i furbacchioni, scrivere belle sensazioni a spese di altri
Anch'io sono una vigliacca, allora!

Ma meglio vigliacca e consapevole, che coraggiosa e mandare allo sfascio una famiglia per non ben chiarite posizioni di principio! Ben altro sacrificio, da ambo le parti, richiede la vita matrimoniale!
Bacio!

P.S. Nel mio caso mio marito sa, e non perché "mi ha scoperta" ma perché io gliel'ho detto, e ha scelto di continuare questo cammino con me.
 

Bruja

Utente di lunga data
zzzanzara

Come si può intraprendere un nuovo cammino quando si hanno sospesi con il passato?
Quando in questo nuovo cammino il tuo compagno/a rimane sempre indietro di un passo?

Sì, innamorati dell'amore

Eterni Peter Pan alla ricerca dell'isola che nn c'è

Questo è il problema o il passo successivo da affrontare quanto appunto esistono i presupposti che ho descritto.
Ecco perchè risolvere i propri sospesi diventa una forma di riformazione morale i cui benefici sono soprattutto destinati ai partner ufficiali seguenti, e per farlo bisogna convincersi che per quanto siano piacevoli i sogni o i ricordi, devono restare tali e non infiltrarsi regolarmente od occasionalmente nel vivere quotidiano.
Ci vuole volontà, forza d'animo ed anche una forma di estremo rispetto per chi condivide con te la vita.......... a volte è una strenua conquista, e non tanto per incapacità quanto per debolezza verso ciò che è stato bello.
Spesso si tengono i quaderni dell'infanzia, i diari dell'adolescenza, le piccole cose che ci ricordano la gioventù e nessuno se ne meraviglia, ma gli affetti, specie quelli che erano amore......... diventano ingombranti se vengono "rivisitati" sia realmente che mentalmente, e questo per chi prova queste sensazione è vissuto come "l'ingiustizia" di non poter mantenere anche questi ricordi o contatti. Ovviamente è assurdo perchè è nei sentimenti che proviamo i maggiori piaceri o dolori, ma finchè non ci si convince di far chiarezza e "ripulire" quell'angolo di ricordi, su vive in uno stato di indecisione e di sospensione. Non sò se sia una sindrome da Peter Pan o semplicemente la convinzione a volte improvvida di non voler rinnegare quello che ci ha fatto stare bene.............. ma sò per certo che per "crescere e governarsi" la strada è sempre quella in salita, e per prenderla bisogna essere davvero pronti e decisi, ed ognuno ha i propri tempi.........
Non è un giudizio, solo la constatazione delle difficoltà che sempre troviamo di fronte a quelle impalpabili ed eteree sensazioni che si chiamano sentimenti.
Bruja
 

Bruja

Utente di lunga data
Lettrice

Io ho dei bellissimi "sospesi"... e li tengo cosi'... e il fatto che siano sospesi non vuol dire che siano dentro il mio zaino a pesarmi sulla schiena durante il viaggio... sono solo sospesi a mezz'aria...
Se li vivi a mezz'aria...............lì restano e non disturbano a terra!

Bruja
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top