Il natale dell'altra/o

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Rebecca

Utente di lunga data
Certo che la sera di natale essere il terzo è davvero duretta.
Son qui da sola, con l'unica compagnia del web.
Ne vale la pena, poi?
Vabbè le feste passano in fretta, basta tristezze. Un augurio a tutti voi.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
..e della moglie?

..io sono la moglie che ha subito un tradimento pluriennale ignorandolo ...e ho passato natali credendo in una menzogna ..non stavo meglio dell'altra ..che però costruiva la sua vita di menzogna in casa sua e casa mia...
..ora ..tutto scoperto..mio marito è solo ..lei è senza marito e senza amante ..io a casa a pensare che gli altri natali erano stati vissuti credendo in cose che non erano vere ..o forse lo erano, ma mio marito non se le godeva perché credeva che non fossero vere...
Mah..forse bisognerebbe solo essere sincerei ..ma è difficile esserlo con se stessi ..e poi si mente con tutti...

Certo che la sera di natale essere il terzo è davvero duretta.
Son qui da sola, con l'unica compagnia del web.​

Ne vale la pena, poi?​

Vabbè le feste passano in fretta, basta tristezze. Un augurio a tutti voi.
 

Rebecca

Utente di lunga data
20 minuti

Vedi, sono almeno 20 minuti che fisso lo schermo per pensare a cosa risponderti.
Quello che dici è sacrosanto.
E del resto non penso che tu debba minimamente cercare di capire la solitudine dell'altra. La solitudine del tradito è certamente più ingiusta.
Questo però non toglie che la solitudine dell'altra non sia meno difficile da gestire.
Ad ogni modo il natale c'entra probabilmente poco. Il fatto è che mi sto chiedendo che senso abbia tutto quello che sto facendo. Non si tratta di senso di colpa. Io sono della scuola che la colpa è di chi tradisce, a volte del tradito e assolvo in questo senso l'altra. Non si tratta di una scelta di comodo, perchè lo pensavo anche prima di diventare altra, quando avrei giurato che una cosa simile nella vita non mi sarebbe mai capitata.
Però questa cosa è forse ingiusta prima di tutto verso di me.
La mia solitudine in realtà è quella di chi sta ad un bivio.
 

dererumnatura

Utente di lunga data
Vedi, sono almeno 20 minuti che fisso lo schermo per pensare a cosa risponderti.
Quello che dici è sacrosanto.
E del resto non penso che tu debba minimamente cercare di capire la solitudine dell'altra. La solitudine del tradito è certamente più ingiusta.
Questo però non toglie che la solitudine dell'altra non sia meno difficile da gestire.
Ad ogni modo il natale c'entra probabilmente poco. Il fatto è che mi sto chiedendo che senso abbia tutto quello che sto facendo. Non si tratta di senso di colpa. Io sono della scuola che la colpa è di chi tradisce, a volte del tradito e assolvo in questo senso l'altra. Non si tratta di una scelta di comodo, perchè lo pensavo anche prima di diventare altra, quando avrei giurato che una cosa simile nella vita non mi sarebbe mai capitata.
Però questa cosa è forse ingiusta prima di tutto verso di me.
La mia solitudine in realtà è quella di chi sta ad un bivio.

il lui della situazione certamente finchè ha lei e te...non è solo mai.
come ho scritto nell'altro post..è il primo Natale dopo tanto tempo in cui mi sento più in pace.da quando la mia storia da terzo incomodo è terminata...ho i miei momenti di tristezza..di rabbia..di delusione cocente..ma ho anche la sensazione di essermi liberata finalmente di incubo!E....non mi sento affatto più sola di quanto non lo fossi prima, quando mi faceva compagnia con i suoi sms mentre intanto passava le feste fisicamente accanto alla moglie!!
Brindiamo insieme a qeusto natale, che dici?
 

Rebecca

Utente di lunga data
In realtà...

In realtà non è che lui stia proprio passando un natale sereno in casa. Non è l'invidia per una coppia "felice". E' che mi chiedo se davvero vale la pena. Mo' racconto, in post apposito.
Grazie per il tuo incoraggiamento. E per il brindisi. Cin cin.
 
O

Old DECISO

Guest
basta

Natale è come un altro giorno, se non ti va di fare l'amante allora spòsati...
 
O

Old DECISO

Guest
parti

ho fatto l'amante e ora ho l'amante, conosco bene il gioco delle parti...
 

Fedifrago

Utente di lunga data
il lui della situazione certamente finchè ha lei e te...non è solo mai.
come ho scritto nell'altro post..è il primo Natale dopo tanto tempo in cui mi sento più in pace.da quando la mia storia da terzo incomodo è terminata...ho i miei momenti di tristezza..di rabbia..di delusione cocente..ma ho anche la sensazione di essermi liberata finalmente di incubo!E....non mi sento affatto più sola di quanto non lo fossi prima, quando mi faceva compagnia con i suoi sms mentre intanto passava le feste fisicamente accanto alla moglie!!
Brindiamo insieme a qeusto natale, che dici?
Di questo non sarei affatto cosi sicuro...spesso è proprio in tali situazioni che ci si dovrebbe render conto che si cerca solo di colmare una propria solitudine interiore!
 

Verena67

Utente di lunga data
Il Natale in famiglia

....è caldo, è sereno, ma il dolore intimo resta.
Io quella persona l'ho amata sinceramente. Adesso è esplicito ,reciproco e dichiarato che vogliamo stare l'uno fuori dalla vita dell'altro, che abbiamo entrambi "ben altri problemi".
Va bene. Lo accetto.

A me manca qualcosa, il dolore sussiste, la mancanza è forte, malgrado tutto, ma è un mio problema. Ieri ho sorriso e voluto bene e goduto della compagnia dei miei cari. Il dolore che mi porto dentro, qualcuno dirà, è una punizione e basta. Io voglio trovare il lato positivo di questa storia, faccio ancora fatica a scorgerlo, forse è la consapevolezza amara che porta la mela del peccato, spero di essere piu 'brava e saggia nell'anno nuovo.


Di nuovo auguri a tutti!!!
 
O

Old giulia

Guest
....è caldo, è sereno, ma il dolore intimo resta.
Io quella persona l'ho amata sinceramente. Adesso è esplicito ,reciproco e dichiarato che vogliamo stare l'uno fuori dalla vita dell'altro, che abbiamo entrambi "ben altri problemi".
Va bene. Lo accetto.

A me manca qualcosa, il dolore sussiste, la mancanza è forte, malgrado tutto, ma è un mio problema. Ieri ho sorriso e voluto bene e goduto della compagnia dei miei cari. Il dolore che mi porto dentro, qualcuno dirà, è una punizione e basta. Io voglio trovare il lato positivo di questa storia, faccio ancora fatica a scorgerlo, forse è la consapevolezza amara che porta la mela del peccato, spero di essere piu 'brava e saggia nell'anno nuovo.


Di nuovo auguri a tutti!!!

Il tempo è la miglior medicina, è difficile mettere a tacere la propria coscienza ma ci puoi riuscire Verena, io ti ammiro per la scelta che hai fatto, davvero coraggiosa, vivi l'oggi come se fosse l'ultimo e alla sera quando vai a letto non lasciare nulla in sospeso, con te e con gli altri, cerca la pace interiore.
Io ragazzi non voglio rovinare la festa a nessuno ma recentemente ho perso una personcina a me molto cara e ora che è un angelo mi sta insegnando molto........
Auguri a tutti/e
 

dererumnatura

Utente di lunga data
Di questo non sarei affatto cosi sicuro...spesso è proprio in tali situazioni che ci si dovrebbe render conto che si cerca solo di colmare una propria solitudine interiore!

Concordo!ma alcuni ci marciano con questa storia della solitudine interiore!

quindi..non generalizziamo nè da un lato nè dall'altro
 

Bruja

Utente di lunga data
Deciso

potrei esserlo stato...
Insomma non ti manca niente, forse la parte di marito, ma rientrerà nelle tue priorità?
Comunque chi non ha ripensamenti almeno ha la qualità di non tentennare. Non è poco sapere che una persona, che sta da una parte, ci resti.
Bruja
 

Bruja

Utente di lunga data
Rita

L'avrei fatto se il mio ex non mi avesse lasciata poco prima, per scappare con una che poi ha tradito con un'altra che ora è sua moglie...
Questo dovrebbe farti cercare una persona seria e tutta per te, non tutti gli uomini scorazzano fra fisanzate amanti in attesa di sposarsi....... Certo che quello di adesso è già sposato e mi pare anche "col bollino", intendo di quelli che difficilmente cambieranno stato....
Lascia perdere, vai oltre, non ci crederai ma esistono anche persone che credono alla possibilità di costruire qualcosa in due....... non tutti intendono la loro vita come un residence in cui vivere e consumare, con l'unica responsabilità di pagarne il comodato d'uso!!
Bruja
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top