Il film più brutto o insopportabile o di incomprensibile successo

Brunetta

Utente di lunga data
Il film più brutto o insopportabile o di incomprensibile successo

Il cigno nero :facepalm:
 

spleen

utente ?
La grande bellezza.
Racchiude in sè tutte le caratteristiche che hai elencato.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Austin Powers.

il cast andrebbe spedito in un laogai e chi lo ha diretto e prodotto, arrestato e confinato alle Svalbard
 

Brunetta

Utente di lunga data
Concordo con entrambi
 

Woland

Utente di lunga data
A me piacciono molto gli horror e devo dire tutti gli anni escono certe cagate...purtroppo film horror belli oggi sono merce rara. Un film che mi ha colpito in negativo è il Dracula di Dario Argento che arriverei a definire un film infame...
E lo dico con amarezza perchè Dario Argento lo sapete è autore di capolavori memorabili tipo Profondo rosso, Suspiria etc...

Film "insopportabile o di incomprensibile successo" non ho dubbi: La vita è bella. Lo so gode di ottima stampa, ha vinto un paio di Oscar ed è un sacco mainstream. A me non piace, lo odio.
 

Divì

Utente senza meta
Il labirinto del fauno, di Guillermo del Toro .... :unhappy:

Il fantasy è tollerabile. Il fantasy/horror no
 

Ms.Razionalità

Utente di lunga data
Gli ultimi film di Aldo, Giovanni e Giacomo.
Reuma Park sicuramente rientra nei più brutti. Ho anche un ricordo pessimo de Il Gorilla, con Bisio più di 10 anni fa :eek:
 

Lostris

Utente Ludica
Tutti i film tratti da Moccia.

E Dylan Dog.. per chiunque sia o sia stato un appassionato del fumetto è tremendo da guardare.

Solo per dirne alcuni..
 

Brunetta

Utente di lunga data
Tutti i film tratti da Moccia.

E Dylan Dog.. per chiunque sia o sia stato un appassionato del fumetto è tremendo da guardare.

Solo per dirne alcuni..
Fare qualcosa di guardabile da Moccia è impossibile. Bastano i nomi dei protagonisti a far venire l'orticaria.
Sì, Dylan Dog bruttissimo.
 

nina

Utente di lunga data
Sbaglio o qualcuno prima di me ha detto "La vita è bella"? Pensavo di essere l'unica al mondo. Orrendo.
 

danny

Utente di lunga data
Oddio, non sono sola, mi commuovo. Il film più sdolcinato, paraculo e ruffiano mai realizzato.
E' un film di cui è difficile parlare male, perché molto amato.
Io lo vidi al cinema all'epoca e recentemente l'ho visto con mia figlia in DVD.
E ne ho percepito i limiti, a distanza di tempo, che all'epoca non colsi.
E' un film in cui la personalità di Benigni - anche in questo film non interpreta un personaggio ma in pratica rappresenta sé stesso - sovrasta tutto, rendendo tutto il resto puro contorno, funzionale alla sua personalità istrionica.
Non è un film sulla Shoah, è un film di Benigni, con Benigni e per Benigni ambientato ai tempi della Shoah, con tanti siparietti alla Benigni, i personaggi di contorno ridotti a macchiette orbitanti attorno a lui, tanti dialoghi sopra le righe, tanti errori storici e di regia, ritmo incostante.
E Nicoletta Braschi è, a mio parere, una delle peggiori attrici del cinema italiano. Espressiva come una panchina al parco, altro che principessa.
 
Ultima modifica:

JON

Utente di lunga data
Left behind - La profezia

Quando sono uscito dalla sala stentavo a credere che avessero potuto partorire una roba del genere e soprattutto che avessero avuto il coraggio di metterlo in circolo.
 

nina

Utente di lunga data
E' un film di cui è difficile parlare male, perché molto amato.
Io lo vidi al cinema all'epoca e recentemente l'ho visto con mia figlia in DVD.
E ne ho percepito i limiti, a distanza di tempo, che all'epoca non colsi.
E' un film in cui la personalità di Benigni - anche in questo film non interpreta un personaggio ma in pratica rappresenta sé stesso - sovrasta tutto, rendendo tutto il resto puro contorno, funzionale alla sua personalità istrionica.
Non è un film sulla Shoah, è un film di Benigni, con Benigni e per Benigni ambientato ai tempi della Shoah, con tanti siparietti alla Benigni, i personaggi di contorno ridotti a macchiette orbitanti attorno a lui, tanti dialoghi sopra le righe, tanti errori storici e di regia, ritmo incostante.
E Nicoletta Braschi è, a mio parere, una delle peggiori attrici del cinema italiano. Espressiva come una panchina al parco, altro che principessa.
In effetti, a parte la pretenziosità il problema è proprio questo: qualunque film guardi, Benigni e la Braschi sono sempre Benigni e la Braschi qualunque film fatto, ed è una di quelle cose che NON fanno di un attore un bravo attore: David Tennant, per fare un nome a caso, è completamente irriconoscibile di ruolo in ruolo.
 

Brunetta

Utente di lunga data
No U turn
Ma non so che successo abbia avuto.
 
Top