Il capitale umano

Skorpio

Utente di lunga data
Il capitale umano è un film di Virzì in cui viene raccontato come attraverso un omicidio stradale in cui un cameriere viene investito nella notte, una serie di personaggi si giocano tra di loro una serie di partite private in cui potere, amore, interessi preesistenti, trovano un occasionale teatro di disputa.

La figura del cameriere investito svanisce, evapora do progressivamente nel corso del film, e lasciando spazio alla serie di dispute e battaglie private dei vari contendenti

Voi vi ricordate di esservi mai sentiti in qualchs occasione di vita, rispetto a una serie di altre figure esterne, come il cameriere investito nel film?
 

stany

Utente di lunga data
Il capitale umano è un film di Virzì in cui viene raccontato come attraverso un omicidio stradale in cui un cameriere viene investito nella notte, una serie di personaggi si giocano tra di loro una serie di partite private in cui potere, amore, interessi preesistenti, trovano un occasionale teatro di disputa.

La figura del cameriere investito svanisce, evapora do progressivamente nel corso del film, e lasciando spazio alla serie di dispute e battaglie private dei vari contendenti

Voi vi ricordate di esservi mai sentiti in qualchs occasione di vita, rispetto a una serie di altre figure esterne, come il cameriere investito nel film?
Certo che capita; da piccoli soprattutto, ma anche da adulti.
A me capitò quando organizzai in un quartiere difficile un dibattito per un mio caro amico, deputato,lombardiano, (scomparso da poco) che stava molto tra la gente ,non solo nelle campagne elettorali.
Il tema del dibattito era l'avvicinamento della politica alle persone ,e viceversa, in un periodo in cui il M5S ancora non si vedeva all'orizzonte.
Come sempre lui era in ritardo; il tema forse era troppo "sofisticato" per quella platea, fatto sta che non riuscii ad impostare la discussione nel tema all'ordine del giorno.
Fazioni opposte di cittadini presero la parola in modo perentorio insultandosi tra loro; il dibattito si arenò sulle considerazioni circa l'utilità o meno di allungare il tragitto di un mezzo pubblico del quartiere....
Quando arrivò il mio amico è facile capire quale fosse il mio stato d'animo: mi sentivo usato da quella platea che aveva deciso unilateralmente di scippare il tema del dibattito per parlare ,anche legittimamente,ma fuori contesto , delle proprie problematiche .
Tutto sommato però a qualcosa ero servito , non a quello che pensavo e volevo io,però!
 
Top