hot girls wanted

danny

Utente di lunga data
Hot girls wanted è un film documentario presentato al Sundance del 2015. E' disponibile su Netflix.
Tratta di alcune ragazze appena maggiorenni che raccontano le loro esperienze nel mondo della pornografia.
Assomiglia, come atmosfera, ai reality come Vite al limite, tanto che a un certo punto ti aspetti di vedere il dottor Nowzaradan sul set con le ragazze e rimani deluso al termine del film perché questo non accade. (Non sarebbe stato male, come colpo di scena. Ma poi lui è tinto?)
La tesi del film, che ti mette addosso la solita tristezza infinita tipica dei documentari drammatici sulla provincia americana, che fanno strale decenni di cinematografia statunitense che l'aveva resa gloriosa, è che sempre più ragazze compiuti i 18 anni hanno interesse a entrare nel mondo del porno.
Qualche migliaio, alla fine. Attualmente va di moda la ragazza della porta accanto, dal fisico e dalla bellezza assolutamente normali.
Dimentichiamoci anni di Barbie alla Playboy e di tette sovradimensionate. Qui è tutto standard. Anche i brufoli. Rispondono a un annuncio on line, si recano in una villa che fa rimpiangere quelle progettate dai geometri nella Brianza, e da lì ricevono proposte per i film.
La maggior parte di loro è cresciuta a porno, visti abbondantemente su Internet, tanto da esserne assuefatte.
Pensano che non ci sia niente di umiliante nel fare questo lavoro - in fin dei conti si tratta di recitare - o perlomeno, niente che sia più umiliante di un qualsiasi lavoro come commessa o dipendente, dove vieni tra l'altro pagata 4 soldi.
E questa cosa già ci dà un'idea di come sia ridotto il mondo del lavoro alla base negli Stati Uniti (contro decenni di cinematografia che avevano esaltato il sogno americano). Certo, guadagnare 25.000 dollari in 4 mesi di lavoro può risultare allettante per molte ragazze. L'interesse prevalente per tutte loro è fare soldi, ovviamente. Questo non sarebbe neppure tanto strano lavorando.
Fanno sesso con persone con cui non lo avrebbero mai fatto e in modi in cui non sarebbe mai interessato loro farlo, ma non credo che nessuno di noi farebbe la commessa da Kiabi o il corriere da SDA per hobby.
Poi ci arrivano altre informazioni: i siti che vendono questi porno fanno più numeri di qualsiasi altro sito famoso. Possono arrivare a 60 milioni di click. Il giro d'affari è vastissimo. Tutti li guardano. Le ragazze possono diventare molto note, aumentare i loro follower su Twitter, fare carriera, ma di solito il loro sogno dura da uno a 6 mesi, terminati i quali devono trovarsi un lavoro in altri settori. Dipende ovviamente dal gradimento che ottengono dai follower. Un po' come i cantanti dei Talent, insomma.
Il 40% dei porno riguarda scene recitate di violenza. Una di loro per esempio recita in un Facial Abuse Vomit (giuro che non l'avevo mai neppure sentito nominare, noi di solito in nave ci portiamo dietro la Xamamina).
Non vi spiego cos'è perché fa abbastanza schifo, ma è facilmente immaginabile. Sembra piacciano molto nel mondo i video in cui ci siano degli abusi (ovviamente recitati, sono dei finti Snuff Movie). Alle ragazze interessa solo il fatto che per quei video prendono più soldi. Teoricamente sarebbero le ragazze ideali per andarci in campeggio perché sono poco schizzinose.
Alla fine mi sono reso conto di essere molto ingenuo: a me piace sognare su una persona che mi piace e mi eccita anche solo vederla nuda.
A certi estremi narrati nel film non sono arrivato e tenendo conto della mia età dubito ci arriverò mai. Non riesco a concepire come ci si possa eccitare umiliando una donna, ma evidentemente è solo un mio limite nella comprensione dei desideri altrui.
Al termine del film, ti passa la voglia di guardare qualsiasi porno - già prima mi annoiavano - , un po' come dopo aver visto Vite al Limite quasi quasi ti disgusta mangiare.
Forse lo scopo era quello.
Comunque ora mi guardo Fabio de Luigi.
 
Ultima modifica:

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
sono immagini che non si cancellano dal web, per cui tra 20 anni magari sposate con figli potrebbero avere dei ripensamenti su quanto fatto da giovane.
La speranza.......che la società sia totalmente de-moralizzata da non suscitare scandalo
 

Brunetta

Utente di lunga data
Io mi domando come si possa arrivare a considerare la propria intimità qualcosa da poter fare usare senza altro desiderio che il denaro.
Ma vale per uomini e donne.
 

ologramma

Utente di lunga data
sono immagini che non si cancellano dal web, per cui tra 20 anni magari sposate con figli potrebbero avere dei ripensamenti su quanto fatto da giovane.
La speranza.......che la società sia totalmente de-moralizzata da non suscitare scandalo
come quello che abbiamo scritto qui
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
ho smesso di leggere dopo Sundance Festival. @Vera mi fai un riassunto?
 

Skorpio

Utente di lunga data
Hot girls wanted è un film documentario presentato al Sundance del 2015. E' disponibile su Netflix.
Tratta di alcune ragazze appena maggiorenni che raccontano le loro esperienze nel mondo della pornografia.
Assomiglia, come atmosfera, ai reality come Vite al limite, tanto che a un certo punto ti aspetti di vedere il dottor Nowzaradan sul set con le ragazze e rimani deluso al termine del film perché questo non accade. (Non sarebbe stato male, come colpo di scena. Ma poi lui è tinto?)
La tesi del film, che ti mette addosso la solita tristezza infinita tipica dei documentari drammatici sulla provincia americana, che fanno strale decenni di cinematografia statunitense che l'aveva resa gloriosa, è che sempre più ragazze compiuti i 18 anni hanno interesse a entrare nel mondo del porno.
Qualche migliaio, alla fine. Attualmente va di moda la ragazza della porta accanto, dal fisico e dalla bellezza assolutamente normali.
Dimentichiamoci anni di Barbie alla Playboy e di tette sovradimensionate. Qui è tutto standard. Anche i brufoli. Rispondono a un annuncio on line, si recano in una villa che fa rimpiangere quelle progettate dai geometri nella Brianza, e da lì ricevono proposte per i film.
La maggior parte di loro è cresciuta a porno, visti abbondantemente su Internet, tanto da esserne assuefatte.
Pensano che non ci sia niente di umiliante nel fare questo lavoro - in fin dei conti si tratta di recitare - o perlomeno, niente che sia più umiliante di un qualsiasi lavoro come commessa o dipendente, dove vieni tra l'altro pagata 4 soldi.
E questa cosa già ci dà un'idea di come sia ridotto il mondo del lavoro alla base negli Stati Uniti (contro decenni di cinematografia che avevano esaltato il sogno americano). Certo, guadagnare 25.000 dollari in 4 mesi di lavoro può risultare allettante per molte ragazze. L'interesse prevalente per tutte loro è fare soldi, ovviamente. Questo non sarebbe neppure tanto strano lavorando.
Fanno sesso con persone con cui non lo avrebbero mai fatto e in modi in cui non sarebbe mai interessato loro farlo, ma non credo che nessuno di noi farebbe la commessa da Kiabi o il corriere da SDA per hobby.
Poi ci arrivano altre informazioni: i siti che vendono questi porno fanno più numeri di qualsiasi altro sito famoso. Possono arrivare a 60 milioni di click. Il giro d'affari è vastissimo. Tutti li guardano. Le ragazze possono diventare molto note, aumentare i loro follower su Twitter, fare carriera, ma di solito il loro sogno dura da uno a 6 mesi, terminati i quali devono trovarsi un lavoro in altri settori. Dipende ovviamente dal gradimento che ottengono dai follower. Un po' come i cantanti dei Talent, insomma.
Il 40% dei porno riguarda scene recitate di violenza. Una di loro per esempio recita in un Facial Abuse Vomit (giuro che non l'avevo mai neppure sentito nominare, noi di solito in nave ci portiamo dietro la Xamamina).
Non vi spiego cos'è perché fa abbastanza schifo, ma è facilmente immaginabile. Sembra piacciano molto nel mondo i video in cui ci siano degli abusi (ovviamente recitati, sono dei finti Snuff Movie). Alle ragazze interessa solo il fatto che per quei video prendono più soldi. Teoricamente sarebbero le ragazze ideali per andarci in campeggio perché sono poco schizzinose.
Alla fine mi sono reso conto di essere molto ingenuo: a me piace sognare su una persona che mi piace e mi eccita anche solo vederla nuda.
A certi estremi narrati nel film non sono arrivato e tenendo conto della mia età dubito ci arriverò mai. Non riesco a concepire come ci si possa eccitare umiliando una donna, ma evidentemente è solo un mio limite nella comprensione dei desideri altrui.
Al termine del film, ti passa la voglia di guardare qualsiasi porno - già prima mi annoiavano - , un po' come dopo aver visto Vite al Limite quasi quasi ti disgusta mangiare.
Forse lo scopo era quello.
Comunque ora mi guardo Fabio de Luigi.
Però a te guardare quella roba li un po' ti garba eh

Io passerei dritto a altre pellicole
 

Skorpio

Utente di lunga data
Di più Fabio.
Si danny ho capito, però volevo dire che ti attira un po' (mica è un reato)

È come quello che dice che in quel night di entreneuses lui non ci va, però sa chi lo frequenta, Quanti anni hanno le ragazze, quanto costa la tessera, come ci vanno vestite, come attaccano bottone, qua to prendono, di che nazionalità sono, se ti portano a casa o in auto, etc.. Etc..

Lui non ci va, ma si interessa ecco
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Ah beh.. 🤣
Sarà forse a seconda dei contenuti..
Da certi 3d che hai aperto, non si direbbe che sei una persona sintetica
A mandare a fare un culo ci metto due secondi😂
 

Vera

Moderator
Staff Forum
però ancora non mi hai fatto il sunto... :)
A quanto ho capito è un documentario statunitense sulla pornografia giovanile. Delle giovani ragazze, appena maggiorenni raccontano come sono entrate a far parte di un cast di video porno.
Sono video prettamente di scene violente perché a quanto pare va molto.
Danny dice che guardare questo documentario ti fa lo stesso effetto di guardare "Vite al limite". Cos'è "Vite al limite"? Non sai proprio un cazzo. È un programma sul duro percorso di dimagrimento degli obesi gravi, assistiti da un Dottore che assomiglia a Mr Magoo ma più bastardo.
Quindi, alla fine, dovrebbe passarti la voglia di guardare porno. A lui. A te non so😁
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
A quanto ho capito è un documentario statunitense sulla pornografia giovanile. Delle giovani ragazze, appena maggiorenni raccontano come sono entrate a far parte di un cast di video porno.
Sono video prettamente di scene violente perché a quanto pare va molto.
Danny dice che guardare questo documentario ti fa lo stesso effetto di guardare "Vite al limite". Cos'è "Vite al limite"? Non sai proprio un cazzo. È un programma sul duro percorso di dimagrimento degli obesi gravi, assistiti da un Dottore che assomiglia a Mr Magoo ma più bastardo.
Quindi, alla fine, dovrebbe passarti la voglia di guardare porno. A lui. A te non so😁
te l'ho detto che Danny ultimamente mi spaventa?
 

spleen

utente ?
sono immagini che non si cancellano dal web, per cui tra 20 anni magari sposate con figli potrebbero avere dei ripensamenti su quanto fatto da giovane.
La speranza.......che la società sia totalmente de-moralizzata da non suscitare scandalo
In effetti....
Mi sono sempre chiesto come si senta una ragazza che si dovesse poi fare una famiglia ripensando al suo passato (una di passaggio appunto, non certo una dal successo permanente tipo Cicciolina o Moana).
O anche un uomo che scopra casualmente che la moglie, con cui ha famiglia e figli abbia fatto quello.

Comunque è vero quello che dice Danny, la tasgressione istituzionalizzata e continuata non è trasgressione, è tristezza.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
In effetti....
Mi sono sempre chiesto come si senta una ragazza che si dovesse poi fare una famiglia ripensando al suo passato (una di passaggio appunto, non certo una dal successo permanente tipo Cicciolina o Moana).
O anche un uomo che scopra casualmente che la moglie, con cui ha famiglia e figli abbia fatto quello.

Comunque è vero quello che dice Danny, la tasgressione istituzionalizzata e continuata non è trasgressione, è tristezza.
Selen s'è sposata ed ha avuto dei figli e per sua stessa ammissione suo marito sapeva benissimo tutto.

Michelle Ferrari, per fare un esempio più vicino a me, non si sposa perchè non le va. non perchè qui a Spezia non ci sarebbe la fila per lei.

ma potresti obbiettare che sono persone di successo (più o meno)

per chi è stata una meteora, il discorso sta nella sua intelligenza. ovvero nella capacità di legarsi ad una persona in grado di accettare un passato così.
 
Top