Ho tradito la mia ragazza con una mia collega

Premesso che sono fidanzato da un anno, lo scorso febbraio ho iniziato un tirocinio presso un'azienda di grandi dimensioni.

Dopo una settimana, all'orario di chiusura, nell'intento di scendere al parcheggio, prendo l'ascensore. Qui siamo io e un'altra ragazza, la quale mi chiede se sono un tirocinante come lei. Le dico sì e qui si inizia a parlare.
La chiacchierata si prolunga moltissimo (più di un'ora), ed emerge sin da subito un certo feeling. Al che la invito a fare un apericena al bar. Andiamo e proseguiamo con le nostre chiacchiere. Vien fuori che abbiamo molte cose in comune: dal percorso universitario, alle nostre aspirazioni, ai nostro gusti musicali! Il mio cuore inizia a palpitare (❤), perché neppure con la mia ragazza condivido così tante cose!

Dal momento che la mia ragazza mi chiede dove sono via WhatsApp (perché ho appuntamento con lei e sono in ritardo), dico alla collega tirocinante di dover rincasare. Al che lei mi chiede il numero e mi propone di andare qualche giorno dopo a un concerto di un gruppo che piace a entrambi.

La sera del concerto arriva e ci si incontra. Si ascolta la musica, ci si scatena, si canta, si beve. Insomma, ci divertiamo come matti.
Alla fine della serata, l'accompagno a casa (vive in un appartamente con un'altra coinquilina), e mi invita su a vedere i vinili che colleziona.
Non mi faccio pregare e salgo su. Andiamo nella sua stanza, mi mostra la sua collezione (davvero fantastica!), mi offre una birra e ci sediamo sul letto. Si scherza e si ride un casino.
Mette un film al PC per non far sentire le nostre conversazioni alla coinquilina.
Un po' lo guardiamo, ma soprattutto parliamo.
Da lì non abbiamo aspettato molto a saltarci addosso. Lo abbiamo fatto su quel letto, con il film in sottofondo. È stato bellissimo farlo con lei, perché ero preso senz'altro fisicamente ma anche mentalmente. 😍
Sono restato a dormire lì.

La mattina seguente ci siamo baciati come due neofidanzati. È stato così bello rivivere quella sensazione.

Ad ogni modo, dopo una settimana all'incirca inizia la quarantena, per cui non ci siamo più visti.
Ci siamo scritti su WhatsApp, ma, nel tempo, ci si scriveva via via sempre meno finché ho omesso di risponderle all'ultimo messaggio. Io poi sono fidanzato (e, finita la quarantena, sarebbe stato difficile nascondere lei e i suoi meesaggi), ma non gliel'ho mai rivelato.

So che è sbagliato non averle detto della mia fidanzata, so che è sbagliato tradire. Ma quella sc*pata è stata bellissima, non riesco ad esserne davvero pentito. Credo che, se non fossi stato impegnato con la mia ragazza, starei stato con la mia collega di tirocinio. È brutto dover scegliere e non poter starr insieme ad entrambe.


Questa è la mia confessione. Mai detta a nessuno, neppure al mio migliore amico (a maggior ragione la mia ragazza ne sa nulla). Non riuscivo a tenerla solo per me.
 
Ultima modifica:

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Premesso che sono fidanzato da un anno, lo scorso febbraio ho iniziato un tirocinio presso un'azienda di grandi dimensioni.

Dopo una settimana, all'orario di chiusura, nell'intento di scendere al parcheggio, prendo l'ascensore. Qui siamo io e un'altra ragazza, la quale mi chiede se sono un tirocinante come lei. Le dico sì e qui si inizia a parlare.
La chiacchierata si prolunga moltissimo (più di un'ora), ed emerge sin da subito un certo feeling. Al che la invito a fare un apericena al bar. Andiamo e proseguiamo con le nostre chiacchiere. Vien fuori che abbiamo molte cose in comune: dal percorso universitario, alle nostre aspirazioni, ai nostro gusti musicali! Il mio cuore inizia a palpitare (❤), perché neppure con la mia ragazza condivido così tante cose!

Dal momento che la mia ragazza mi chiede dove sono via WhatsApp (perché ho appuntamento con lei e sono in ritardo), dico alla collega tirocinante di dover rincasare. Al che lei mi chiede il numero e mi propone di andare qualche giorno dopo a un concerto di un gruppo che piace a entrambi.

La sera del concerto arriva e ci si incontra. Si ascolta la musica, ci si scatena, si canta, si beve. Insomma, ci divertiamo come matti.
Alla fine della serata, l'accompagno a casa (vive in un appartamente con un'altra coinquilina), e mi invita su a vedere i vinili che colleziona.
Non mi faccio pregare e salgo su. Andiamo nella sua stanza, mi mostra la sua collezione (davvero fantastica!), mi offre una birra e ci sediamo sul letto. Si scherza e si ride un casino.
Mette un film al PC per non far sentire le nostre conversazioni alla coinquilina.
Un po' lo guardiamo, ma soprattutto parliamo.
Da lì non abbiamo aspettato molto a saltarci addosso. Lo abbiamo fatto su quel letto, con il film in sottofondo. È stato bellissimo farlo con lei, perché ero preso senz'altro fisicamente ma anche mentalmente. 😍
Sono restato a dormire lì.

La mattina seguente ci siamo baciati come due neofidanzati. È stato così bello rivivere quella sensazione.

Ad ogni modo, dopo una settimana all'incirca inizia la quarantena, per cui non ci siamo più visti.
Ci siamo scritti su WhatsApp, ma, nel tempo, ci si scriveva via via sempre meno finché ho omesso di risponderle all'ultimo messaggio. Io poi sono fidanzato (e, finita la quarantena, sarebbe stato difficile nascondere lei e i suoi meesaggi), ma non gliel'ho mai rivelato.

So che è sbagliato non averle detto della mia fidanzata, so che è sbagliato tradire. Ma quella sc*pata è stata bellissima, non riesco ad esserne davvero pentito. Credo che, se non fossi stato impegnato con la mia ragazza, starei stato con la mia collega di tirocinio. È brutto dover scegliere e non poter starr insieme ad entrambe.


Questa è la mia confessione. Mai detta a nessuno, neppure al mio migliore amico (a maggior ragione la mia ragazza ne sa nulla). Non riuscivo a tenerla solo per me.
Ciao e benvenuto, sei sicuro che la donna giusta per te sia la tua fidanzata?
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
perchè si farà beccare dalla fidanzata. e non è detto che l'altra prenda bene la scoperta che lui è fidanzato
 

danny

Utente di lunga data
Io direi che sarebbe il caso di fare una scelta, anche perché prevedo casini a breve.
Non raccontare alla ragazza nuova che sei fidanzato. Non raccontare alla fidanzata della scopata con la ragazza.
Farlo ti porrebbe in una situazione imbarazzante di conflitti aperti.
Cerca di capire invece da chi sei veramente attratto.
Poi decidi.
Anche se ho il sospetto che qualcuno lo abbia già fatto per te, nel frattempo.
 

JON

Utente di lunga data
Premesso che sono fidanzato da un anno, lo scorso febbraio ho iniziato un tirocinio presso un'azienda di grandi dimensioni.

Dopo una settimana, all'orario di chiusura, nell'intento di scendere al parcheggio, prendo l'ascensore. Qui siamo io e un'altra ragazza, la quale mi chiede se sono un tirocinante come lei. Le dico sì e qui si inizia a parlare.
La chiacchierata si prolunga moltissimo (più di un'ora), ed emerge sin da subito un certo feeling. Al che la invito a fare un apericena al bar. Andiamo e proseguiamo con le nostre chiacchiere. Vien fuori che abbiamo molte cose in comune: dal percorso universitario, alle nostre aspirazioni, ai nostro gusti musicali! Il mio cuore inizia a palpitare (❤), perché neppure con la mia ragazza condivido così tante cose!

Dal momento che la mia ragazza mi chiede dove sono via WhatsApp (perché ho appuntamento con lei e sono in ritardo), dico alla collega tirocinante di dover rincasare. Al che lei mi chiede il numero e mi propone di andare qualche giorno dopo a un concerto di un gruppo che piace a entrambi.

La sera del concerto arriva e ci si incontra. Si ascolta la musica, ci si scatena, si canta, si beve. Insomma, ci divertiamo come matti.
Alla fine della serata, l'accompagno a casa (vive in un appartamente con un'altra coinquilina), e mi invita su a vedere i vinili che colleziona.
Non mi faccio pregare e salgo su. Andiamo nella sua stanza, mi mostra la sua collezione (davvero fantastica!), mi offre una birra e ci sediamo sul letto. Si scherza e si ride un casino.
Mette un film al PC per non far sentire le nostre conversazioni alla coinquilina.
Un po' lo guardiamo, ma soprattutto parliamo.
Da lì non abbiamo aspettato molto a saltarci addosso. Lo abbiamo fatto su quel letto, con il film in sottofondo. È stato bellissimo farlo con lei, perché ero preso senz'altro fisicamente ma anche mentalmente. 😍
Sono restato a dormire lì.

La mattina seguente ci siamo baciati come due neofidanzati. È stato così bello rivivere quella sensazione.

Ad ogni modo, dopo una settimana all'incirca inizia la quarantena, per cui non ci siamo più visti.
Ci siamo scritti su WhatsApp, ma, nel tempo, ci si scriveva via via sempre meno finché ho omesso di risponderle all'ultimo messaggio. Io poi sono fidanzato (e, finita la quarantena, sarebbe stato difficile nascondere lei e i suoi meesaggi), ma non gliel'ho mai rivelato.

So che è sbagliato non averle detto della mia fidanzata, so che è sbagliato tradire. Ma quella sc*pata è stata bellissima, non riesco ad esserne davvero pentito. Credo che, se non fossi stato impegnato con la mia ragazza, starei stato con la mia collega di tirocinio. È brutto dover scegliere e non poter starr insieme ad entrambe.


Questa è la mia confessione. Mai detta a nessuno, neppure al mio migliore amico (a maggior ragione la mia ragazza ne sa nulla). Non riuscivo a tenerla solo per me.
Guarda che sei in tempo per correggere le tue mire. Avrai tra i 25 e i 30, probabilmente fidanzato con un progetto sottobraccio che spiegherebbe tutta la presunta segretezza di questo tuo impulso, ciononostante sei sempre in tempo per fare quello che ti gratifica. O no?
 

Gennaro73

Utente di lunga data
Premesso che sono fidanzato da un anno, lo scorso febbraio ho iniziato un tirocinio presso un'azienda di grandi dimensioni.

Dopo una settimana, all'orario di chiusura, nell'intento di scendere al parcheggio, prendo l'ascensore. Qui siamo io e un'altra ragazza, la quale mi chiede se sono un tirocinante come lei. Le dico sì e qui si inizia a parlare.
La chiacchierata si prolunga moltissimo (più di un'ora), ed emerge sin da subito un certo feeling. Al che la invito a fare un apericena al bar. Andiamo e proseguiamo con le nostre chiacchiere. Vien fuori che abbiamo molte cose in comune: dal percorso universitario, alle nostre aspirazioni, ai nostro gusti musicali! Il mio cuore inizia a palpitare (❤), perché neppure con la mia ragazza condivido così tante cose!

Dal momento che la mia ragazza mi chiede dove sono via WhatsApp (perché ho appuntamento con lei e sono in ritardo), dico alla collega tirocinante di dover rincasare. Al che lei mi chiede il numero e mi propone di andare qualche giorno dopo a un concerto di un gruppo che piace a entrambi.

La sera del concerto arriva e ci si incontra. Si ascolta la musica, ci si scatena, si canta, si beve. Insomma, ci divertiamo come matti.
Alla fine della serata, l'accompagno a casa (vive in un appartamente con un'altra coinquilina), e mi invita su a vedere i vinili che colleziona.
Non mi faccio pregare e salgo su. Andiamo nella sua stanza, mi mostra la sua collezione (davvero fantastica!), mi offre una birra e ci sediamo sul letto. Si scherza e si ride un casino.
Mette un film al PC per non far sentire le nostre conversazioni alla coinquilina.
Un po' lo guardiamo, ma soprattutto parliamo.
Da lì non abbiamo aspettato molto a saltarci addosso. Lo abbiamo fatto su quel letto, con il film in sottofondo. È stato bellissimo farlo con lei, perché ero preso senz'altro fisicamente ma anche mentalmente. 😍
Sono restato a dormire lì.

La mattina seguente ci siamo baciati come due neofidanzati. È stato così bello rivivere quella sensazione.

Ad ogni modo, dopo una settimana all'incirca inizia la quarantena, per cui non ci siamo più visti.
Ci siamo scritti su WhatsApp, ma, nel tempo, ci si scriveva via via sempre meno finché ho omesso di risponderle all'ultimo messaggio. Io poi sono fidanzato (e, finita la quarantena, sarebbe stato difficile nascondere lei e i suoi meesaggi), ma non gliel'ho mai rivelato.

So che è sbagliato non averle detto della mia fidanzata, so che è sbagliato tradire. Ma quella sc*pata è stata bellissima, non riesco ad esserne davvero pentito. Credo che, se non fossi stato impegnato con la mia ragazza, starei stato con la mia collega di tirocinio. È brutto dover scegliere e non poter starr insieme ad entrambe.


Questa è la mia confessione. Mai detta a nessuno, neppure al mio migliore amico (a maggior ragione la mia ragazza ne sa nulla). Non riuscivo a tenerla solo per me.
Hai usato il preservativo?
 

Lostris

Utente Ludica
Premesso che sono fidanzato da un anno, lo scorso febbraio ho iniziato un tirocinio presso un'azienda di grandi dimensioni.

Dopo una settimana, all'orario di chiusura, nell'intento di scendere al parcheggio, prendo l'ascensore. Qui siamo io e un'altra ragazza, la quale mi chiede se sono un tirocinante come lei. Le dico sì e qui si inizia a parlare.
La chiacchierata si prolunga moltissimo (più di un'ora), ed emerge sin da subito un certo feeling. Al che la invito a fare un apericena al bar. Andiamo e proseguiamo con le nostre chiacchiere. Vien fuori che abbiamo molte cose in comune: dal percorso universitario, alle nostre aspirazioni, ai nostro gusti musicali! Il mio cuore inizia a palpitare (❤), perché neppure con la mia ragazza condivido così tante cose!

Dal momento che la mia ragazza mi chiede dove sono via WhatsApp (perché ho appuntamento con lei e sono in ritardo), dico alla collega tirocinante di dover rincasare. Al che lei mi chiede il numero e mi propone di andare qualche giorno dopo a un concerto di un gruppo che piace a entrambi.

La sera del concerto arriva e ci si incontra. Si ascolta la musica, ci si scatena, si canta, si beve. Insomma, ci divertiamo come matti.
Alla fine della serata, l'accompagno a casa (vive in un appartamente con un'altra coinquilina), e mi invita su a vedere i vinili che colleziona.
Non mi faccio pregare e salgo su. Andiamo nella sua stanza, mi mostra la sua collezione (davvero fantastica!), mi offre una birra e ci sediamo sul letto. Si scherza e si ride un casino.
Mette un film al PC per non far sentire le nostre conversazioni alla coinquilina.
Un po' lo guardiamo, ma soprattutto parliamo.
Da lì non abbiamo aspettato molto a saltarci addosso. Lo abbiamo fatto su quel letto, con il film in sottofondo. È stato bellissimo farlo con lei, perché ero preso senz'altro fisicamente ma anche mentalmente. 😍
Sono restato a dormire lì.

La mattina seguente ci siamo baciati come due neofidanzati. È stato così bello rivivere quella sensazione.

Ad ogni modo, dopo una settimana all'incirca inizia la quarantena, per cui non ci siamo più visti.
Ci siamo scritti su WhatsApp, ma, nel tempo, ci si scriveva via via sempre meno finché ho omesso di risponderle all'ultimo messaggio. Io poi sono fidanzato (e, finita la quarantena, sarebbe stato difficile nascondere lei e i suoi meesaggi), ma non gliel'ho mai rivelato.

So che è sbagliato non averle detto della mia fidanzata, so che è sbagliato tradire. Ma quella sc*pata è stata bellissima, non riesco ad esserne davvero pentito. Credo che, se non fossi stato impegnato con la mia ragazza, starei stato con la mia collega di tirocinio. È brutto dover scegliere e non poter starr insieme ad entrambe.


Questa è la mia confessione. Mai detta a nessuno, neppure al mio migliore amico (a maggior ragione la mia ragazza ne sa nulla). Non riuscivo a tenerla solo per me.
54307632-2DDC-433E-9C30-E544B5AD1826.gif

Diciamo che magari ti è sembrato che il lockdown ti abbia fatto schivare una situazione scomoda.

se la collega la rivedi, ti torna tutta in culo.

Io cercherei di capire cosa vuoi e poi agire, da bastardo o meno, ma con più consapevolezza.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Ma se si capisce che non si percepisce l’esclusiva, perché ci si fidanza e si resta fidanzati?
 
Ciao e benvenuto, sei sicuro che la donna giusta per te sia la tua fidanzata?
Non posso esserne certo. Abbiamo creato il nostro equilibrio, è una relazione seria (l'uno conosce i genitori dell'altro) e tengo a lei, così come lei tiene a me.
Lei ha tanti aspetti che mi piacciono e alcuni che gradisco meno. Ma credo che nessuna ragazza mi soddisferebbe più dell'80%, quindi, in un certo senso, "una vale l'altra".

Il fatto è che da un lato vorrei una relazione fissa e seria, dall'altro mi sento ancora giovane per poter intraprendere un rapporto fatto di doveri e limitazioni.
Adoro flirtare o ricevere i flirt. Mi spiacerebbe uscire già dal "mercato".

Navigo nella confusione interiore più totale.

perchè si farà beccare dalla fidanzata. e non è detto che l'altra prenda bene la scoperta che lui è fidanzato
Spero non accada. Come ha scritto qualcuno, la quarantena mi ha parato il c*lo.

Io direi che sarebbe il caso di fare una scelta, anche perché prevedo casini a breve.
Non raccontare alla ragazza nuova che sei fidanzato. Non raccontare alla fidanzata della scopata con la ragazza.
Farlo ti porrebbe in una situazione imbarazzante di conflitti aperti.
Cerca di capire invece da chi sei veramente attratto.
Poi decidi.
Anche se ho il sospetto che qualcuno lo abbia già fatto per te, nel frattempo.
Sì, non dirò nulla né alla mia ragazza né alla mia collega tirocinante.

Mi piacerebbe poter ancora frequentare la mia collega e scoprire di più di lei.
Al momento ho cambiato SIM per evitare che possa contattarmi mentre la mia ragazza è presente. Ho disattivato il mio profilo Facebook, quindi sono praticamente irraggiungibile.
Ho intenzione di scriverle (con il vecchio numero) per conoscerla e magari organizzare un'altra uscita.

È così moralmente sbagliato quello che sto facendo? Cioè essere fidanzato ma dare l'opportunità a un'altra ragazza di farsi conoscere perché io stabilisca con chi mi trovo meglio?

Guarda che sei in tempo per correggere le tue mire. Avrai tra i 25 e i 30, probabilmente fidanzato con un progetto sottobraccio che spiegherebbe tutta la presunta segretezza di questo tuo impulso, ciononostante sei sempre in tempo per fare quello che ti gratifica. O no?
Mi spaventi.

Ci hai preso in pieno!
Il progetto sottobraccio potrebbe questo: la mia ragazza tiene molto acché noi conviviamo, perché la nostra relazione possa progredire.
L'idea da un lato mi piace, dall'altro mi spaventa, poiché con la convivenza dovrò sacrificare la mia libertà. Se oggi la sera mi va di vedere un film da solo (ho bisogmo di molto spazio in solitudine) oppure invitare un amico a casa e parlare senza censure, con la convivenza queste cose mi saranno precluse. Specie perché la mia ragazza è una persona possessiva che passerebbe tutto il suo tempo libero con me, che sia fare jogging o che sia uscire in giro o guardare appunto un film. Mi piace che tenga così tanto a me perché mi fa sentire amato, ma allo stesso tempo mi dà noia perché voglio il mio spazio.

Ad ogni modo, cosa mi consiglieresti per "correggere le mie mire"? Una relazione parallela, se non fosse così difficile tenerla nascosta, non mi dispiacebbe. Sarebbe addirittura il mio ideale. So che però non è possibile, quindi credo che frequenterò ancora la mia collega (mentre rimango insieme alla mia ragazza) e poi deciderò sul da farsi. Sempreché le cose non vadano a rotoli nel mentre.

Hai usato il preservativo?
Sì, a questo tipo di prevenzione, ci tengo!
Lo avevo portato con me perché non era improbabile che saremmo finiti a letto, data la sua iniziativa nel chiedermi il numero e invitarmi al concerto.

View attachment 9369

Diciamo che magari ti è sembrato che il lockdown ti abbia fatto schivare una situazione scomoda.

se la collega la rivedi, ti torna tutta in culo.

Io cercherei di capire cosa vuoi e poi agire, da bastardo o meno, ma con più consapevolezza.
Ho intenzione di scriverle e magari frequentarci ancora. Vorrei conoscerla meglio prima di decidere se lasciare la mia ragazza.

Comunque la struttura presso cui svolgiamo il tirocinio è piuttosto grande e abbiamo non sempre gli stessi giorni, perché ci occupiamo di affari diversi e collaboriamo in team diversi. Per cui questo mi aiuta ad avere più possibilità di evitarla, laddove ne avessi la necessità.

Ora poi che c'è lo smartworking ho il c*lo ancora "parato".

Ma se si capisce che non si percepisce l’esclusiva, perché ci si fidanza e si resta fidanzati?
Nel mio caso perché la situazione attuale mi va bene (cioè mi sta bene avere una relazione seria con la mia ragazza), ma allo stesso tempo non mi dispiacerebbe approfondire la conoscenza della mia collega che ho conosciuto del tutto casualmente.
So che è scorretto, ma è difficile negare che sia così bello vivere questa situazione in cui sei desiderato da più parti e hai l'imbarazzo della scelta, oltreché la possibilità di non cadere nella monotonia.
È un ragionamento biasimabile, da str*nzo vero, ne son consapevole.
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Ciao ben approdato...
Non hai più risposto alla tua collega? comportamento da infame!!! onestamente non ci si comporta così...
Sei abbastanza adulto da informarla che sei fidanzato e che è stata solo una scopata bella scopata ma resti con la tua morosa...questa è l ipotesi a l ipotesi b è identica ma le proponi di essere una tromba amica...magari accetta...
Cmq la devi informare..lavorate insieme ..
Inoltre... nella stessa azienda le voci corrono😂😂😂
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Sì, non dirò nulla né alla mia ragazza né alla mia collega tirocinante.

Mi piacerebbe poter ancora frequentare la mia collega e scoprire di più di lei.
Al momento ho cambiato SIM per evitare che possa contattarmi mentre la mia ragazza è presente. Ho disattivato il mio profilo Facebook, quindi sono praticamente irraggiungibile.
Ho intenzione di scriverle (con il vecchio numero) per conoscerla e magari organizzare un'altra uscita.

È così moralmente sbagliato quello che sto facendo? Cioè essere fidanzato ma dare l'opportunità a un'altra ragazza di farsi conoscere perché io stabilisca con chi mi trovo meglio?
Non è sbagliato...ma un po'di correttezza ci vuole. .
E parlo io...che sono...una che tradisce...
 

Lostris

Utente Ludica
Ho intenzione di scriverle e magari frequentarci ancora. Vorrei conoscerla meglio prima di decidere se lasciare la mia ragazza.

Comunque la struttura presso cui svolgiamo il tirocinio è piuttosto grande e abbiamo non sempre gli stessi giorni, perché ci occupiamo di affari diversi e collaboriamo in team diversi. Per cui questo mi aiuta ad avere più possibilità di evitarla, laddove ne avessi la necessità.

Ora poi che c'è lo smartworking ho il c*lo ancora "parato".
😒
Eh, certo, sia mai che finisci dalla padella alla brace.
Bisognerebbe sempre esser sicuri di andare a stare meglio, prima di prendere certe decisioni.

sei un bel tipo, non c’è che dire.

Quindi adesso hai deciso di divertirti un po’
 
Ciao ben approdato...
Non hai più risposto alla tua collega? comportamento da infame!!! onestamente non ci si comporta così...
Sei abbastanza adulto da informarla che sei fidanzato e che è stata solo una scopata bella scopata ma resti con la tua morosa...questa è l ipotesi a l ipotesi b è identica ma le proponi di essere una tromba amica...magari accetta...
Cmq la devi informare..lavorate insieme ..
Inoltre... nella stessa azienda le voci corrono😂😂😂
Ciao!

Non le ho più risposto, ma ho intenzione di riscriverle.
Sì, so di essere infame! L'idea di per sé mi rende triste, ma fino ad un certo punto: è così dannatamente bello questo che sto vivendo!

Ho il timore che, parlando alla mia collega della mia ragazza (e/o viceversa), possa creare un enorme casino che mi porterà a perdere entrambe. Sarebbe un suicidio!

Fortunatamente l'azienda dove lavoro è distante più di mezz'ora dal posto in cui vive la mia ragazza. Lei non ha collegamenti personali con quella città, inoltre non ho parlato della mia ragazza a nessuno del personale. Mi presento come single. Questo mio modo di fare (sono molto riservato ai limiti del paranoico haha) credo prevenga i rumors intra-aziendali.
 
Top