Esiste una "ricetta"?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
L

Lord Byron

Guest
Salve a tutti!
Sottopongo a voi una serie di quesiti che da lungo tempo non trovano soluzione dentro di me...
Riassumendo al massimo il rapporto che ho con la mia partner vi dico che stiamo cercando di (ri)costruire una storia che era naufragata in un tradimento da parte sua qualche mese fa...
Perdonarla mi è costato un enorme sforzo ed oggettivamente non riesco ancora ad avere piena fiducia in lei, spesso quando si litiga tendo a "rinfacciarle" quello che mi ha fatto provare, ed onestamente non è certo la storia che era prima...
Le domande che vi chiedo sono:

* Si potrà mai dimenticare?
* Si potrà mai avere la stessa cieca fiducia di prima?
* Esiste qualche "meccanismo" psicologico che faccia riacquistare la fiducia?
* Solo il tempo sarà il vero medico di questo nostro rapporto?
* A senso portare avanti una storia così aspettando un nuovo passo falso della mia compagna?
* Chi tradisce una volta tradirà sempre?

Onestamente il "perdonare un tradimento" è sempre stato contro la mia etica, e se questa volta l'ho fatto è esclusivamente per l'amore che provo nella mia attuale compagna...
Ma far tacere quei fantasmi che ogni giorno aleggiano nella mia mente e che mi portano dubbi su dubbi è molto difficile..

Ringrazio anticipatamente tutti quelli che vorrano darmi dei consigli!
 

Verena67

Utente di lunga data
Benvenuto, innanzitutto!

Non so bene cosa dirti, io mi trovo dal lato della tua compagna e...ammetto che una riserva mentale ce l'ho. Amo mio marito, e sto bene con lui, e intendo far di tutto per fare diventare il nostro rapporto sempre migliore e piu' appagante, ma continuo a sentire che nella mia vita manchi "qualcosa", non tanto il mio ex amante (che non è persona "all'altezza" di ciò che io mi aspettavo/aspetto da un eventuale nuovo compagno), per cui NON ESCLUDO che in futuro potrei chiudere il mio matrimonio e ritrovare la libertà (in solitudine ovviamente).

Però a questa riserva mentale contrappongo l'assoluta decisione di NON TRADIRE MAI PIU'.
Potrei porre fine al mio matrimonio, per i motivi che ti ho detto sopra, ma NON tradire, non mi è confacente e non ci credo (nell'adulterio).

Non so se ti sono stata utile, ma nel profondo del mio cuore ho questa doppia percezione


P.S. Vorrei precisare una cosa. Come molti "traditi" (penso sia normale) si tende a focalizzarsi sul "prima " e "dopo". Certo che non è piu' lo stesso, dopo che un tradimento è venuto alla luce. Però per quanto spontanea forse questa non è la chiave di lettura migliore. I rapporti evolvono continuamente, sarà impossibile che ciò che è stato torni. Secondo me è importante focalizzarsi sul FUTURO in ogni tipo di rapporto, vedere dove si può arrivare, magari si può persino "migliorare" rispetto al passato!!!
 
L

Lord Byron

Guest
Grazie Verena!
Sei stata assolutamente utile!
Effettivamente si tende molto a distinguire il rapporto tra il "prima" ed il "dopo" e forse non è propriamente giusto...Fatto sta che non mi riesce proprio, al momento, di donare ancora la mia fiducia incondizionata ad una persona che in passato mi ha fatto enormemente soffrire.
Giusto o sbagliato che sia sono fatto in questo modo...Ho apprezzato tantissimo il tuo "nuovo" punto di vista sul fatto che tu NON tradiresti più...Questo mi rincuore enormemente! :)

D'altro canto sono consapevole del fatto che continuando a far sentire la mia compagna sul "banco degli imputati" ogni giorno sicuramente la perderò in quanto la situazione diventa logorante...Mi dico ogni giorno che se la mia scelta è stata quella del perdono è giusto che mi butti di nuovo in questa storia senza remore...Ma sai com'è è più facile far capire le ragioni alla testa che al cuore! :)

Grazie.
 

Bruja

Utente di lunga data
Lord Byron

Dimenticare è impossibile oggettivamente per il fatto medesimo che il nostro cervello è un archivio.....si può appartare, lasciare nel settore dimenticatoio, ma il fatto è accaduto e resta resgistrato.

La fiducia di prima è quasi impossibile ricostruirla, l'esempio che faccio sempre è quella di un cristallo, se si rompe lo si può aggiustare in modo quqsi perfetto ma il segno della frattura lo si vedrà comunque, perchè quella che si è infranta non è la fiducia, che può anche essere riconquistata, ma l'innocenza presunta di un rapporto.

La fiducia la riconquista con i fatti, il tempo ed i comportamenti, la fiducia ha bisogno di prove non di parole. E di tempo, molto tempo, che è il miglior collante.

Non ha senso ricostruire in attesa di una nuova caduta, in quel caso c'è solo la voglia di dimostrare che ripeterà l'errore, ed è una pregiudiziale che non aiuta certo la ricostruzione.

Diciamo che chi tradisce "ha potuto farlo" ed ha un margine di rischio agli occhi esterni più alto, ma non è detto a volte il pentimento è un fortissimo deterrente.

Tutti sono contro il tradimento enon vorrebbero sopportarlo, se si accetta e si perdona per amore non bisognerebbe neppure farle queste domande, ma capisco che sia duro ingoiare il rospo!!!

I fantasmi ci sono e ci saranno a lungo, quello che conta è la credibilità che ha la tua ragazza ai tuoi occhi. Se è credibile tutto si sopporta, se comunque mantieni dei dubbi, inutile trascinare un rapporto che, come hai detto aspetta solo di essere messo alla prova!!

Speriamo che le cose vadano come speri.
Bruja
 
L

Lord Byron

Guest
Grazie Bruja!
In effetti hai centrato il punto...Il cristallo frantumato rappresente tutto quell'insieme di beltà che sintetizzano un rapporto senza impurità: piena fiducia, passione, amore sincero, ecc...

Una volta frantumato è dura costruire un rapporto su fondamenta minate da una macchia indelebile..

Non mi fa male tanto il gesto in se del tradimento ma la mancanza di rispetto, di lealtà, di complicità che ha portato la mia ragazza a fregarsene del dolore che mi avrebbe procurato!
Mi fa tremendamente male il fatto che lei abbia voluto "buttare" ogni cosa costruita insieme per una infatuazione momentanea.

Errare è umano, lei (credo) lo abbia capito; lo dimostra con gesti, parole, atteggiamenti, ecc...E non c'è (per ora) motivo per non crederle, ma la macchia sulla nostra storia resterà indelebile.

Caspita, è così difficile credere, cercare e portare avanti una storia "perfetta"!? Solo rispetto e lealtà..Non credo di pretendere molto.. :)
 
O

Old traditorialrogo

Guest
io rompo immediatamente ogni rapporto persino con chi tradisce un mio amico, figuriamoci se tradiscono me.

queste sono mie opinioni
 
L

Lord Byron

Guest
Caro Traditorialrogo, la pensavo esattamente come te...Fino a quando non ho incontrato la mia attuale compagna, fino a quando l'amore per lei (e per il nostro rapporto) non mi ha fatto intraprendere una certa scelta che ho precedentemente spiegato.

Capisco e comprendo la tua decisa presa di posizione...E forse sarebbe facile per me e per il mio futuro vedere solo "bianco" o "nero" come fai tu...Ma, credimi, in tutta onestà è molto difficile.

Preferisco dare una seconda possibilità a quella che considero la donna della mia vita, se son rose fioriranno, se mi sbaglierò sarò consapevole di aver lottato fino in fondo.
 
G

Glun

Guest
La minestra riscaldata...

Mi sono interrogata a lungo sulle tue stesse domande...
Ricostruire mi è impossibile...a questo punto sicuramente è la mia debolezza ad entare in campo...
Non dimentico, non perdono ( non perche non voglia ma perche non riesco), non posso permettermi il lusso di chiedermi se lo rifarà o meno.....
Ci sono stata troppo male e adesso una minestra riscaldata non la voglio...
A volte le persone cambiano, magari capiscono il loro errore....
sono contenta se cio è accaduto a chi ha tradito me
ne sono contenta sopratutto per la persona che verrà...io non riesco a superare la cosa.
piuttosto che vivere un raporto nel dubbio
piuttosto che rinfacciare ogni giorno
piuttosto che stare a massacrarmi chiedendo se sia cambiata o meno ho scelto la via
( piu semplice????) del chiudere definitivamente...
Una relazione deve essere un valore aggiunto nella mia vita
un qualcosa che mi alleggerisce e che al contempo rende piu piena la mia esistenza
il dubbio, la fiducia perduta, e la rabbia non fanno per me.
Queste sono le risposte che mi sono data...spero di essere stata utile.
 
L

Lord Byron

Guest
Cara Glun, leggendoti mi sembra di aver ascoltato la mia coscienza...E quello che prima era, come dici tu, "un valore aggiunto della mia vita" è diventata una "caccia alla streghe" che piano piano logora me e la mia compagna.

Mi fa andare avanti il potenziale rimpianto di gettare alle ortiche la "storia della mia vita"...Forse sarebbe bene darsi un termine temporale raggiunto il quale verificherò la consistenza dei miei "fantasmi", se sarà impossibile riacquistare la mia fiducia o meno.

Grazie a te!
 
O

Old traditorialrogo

Guest
Lord Byron ha detto:
Caro Traditorialrogo, la pensavo esattamente come te...Fino a quando non ho incontrato la mia attuale compagna, fino a quando l'amore per lei (e per il nostro rapporto) non mi ha fatto intraprendere una certa scelta che ho precedentemente spiegato.

Capisco e comprendo la tua decisa presa di posizione...E forse sarebbe facile per me e per il mio futuro vedere solo "bianco" o "nero" come fai tu...Ma, credimi, in tutta onestà è molto difficile.

Preferisco dare una seconda possibilità a quella che considero la donna della mia vita, se son rose fioriranno, se mi sbaglierò sarò consapevole di aver lottato fino in fondo.
Beh, la tua scelta è rispettabilissima, fai bene a darle una seconda possibilità se lei ha dimostrato di meritarsela. Ma io francamente non riuscirei più nemmeno a toccarla se la mia donna mi tradisse, e non mi piacerebbe offrirle un perdono che sarebbe ipocrita.
Ti auguro comunque di non pentirti mai della tua scelta e che le cose si mettano per il meglio per te.

(opinione)
 
L

Lord Byron

Guest
Ti ringrazio! :)

Pensa che i primi giorni nei quali avevo scoperto il tradimento non riuscivo davvero a guardarla negli occhi, a baciarla o a toccarla...E questo faceva tremendamente male!

Solo ascoltando le sue parole, guardando i suoi atteggiamenti e capendo quanto si fosse pentita ho accettato un compresso del quale spero di non pentirmi!

Non auguro davvero nemmeno al mio peggior nemico l'esperienza di essere tradito!
 
O

Old mistral

Guest
Carissimo, io sono esattamente nella tua stessa condizione, forse alleggerita o peggiorata (non lo so ancora) da 10 anni di matrimonio e due figli.
Putroppo adesso non riesco a darti con lucidità dei giudizi perchè sono ancora in quella fase nella quale faccio fatica a guardarla negli occhi e toccarla.
Abbiamo affrontato il problema e ne abbiamo parlato. Mi ha dato le sue motivazioni (abbastanza ovvie e scontate) ed io le ho manifestato i miei stati d'animo.
Pur essendo certo delle parole che mi dice mi trovo in un disagio tale da non riuscire a crederle. E' una sensazione orrenda questa. Peggio del rancore che ho provato per l'atto del tradimento fine a se stesso.
L'unica certezza che ho, è ciò che ancora provo per mia moglie, ed è questa la linfa vitale che mi fa andare avanti. Come farò non lo so ancora.
Spero di potertelo dire al più preso
 
L

Lord Byron

Guest
Grazie Mistral!
Essere in due (ovviamente è un eufemismo) in questa situazione mi rasserena un pò..Ed aver vissuto le stesse tremende sensazioni fa si che il tuo parere sia particolarmente apprezzato..

Ti (e mi) auguro che la nostra voglia di credere nella parola AMORE non sia vana...E se nelle favole esiste davvero un lieto fine spero che anche le nostre storie siano delle favole.

Grazie.
 
O

Old traditorialrogo

Guest
Lord Byron ha detto:
Non auguro davvero nemmeno al mio peggior nemico l'esperienza di essere tradito!
parole santissime amico mio, peccato che in pochi avranno l'intelligenza di comprenderle e condividerle
 
G

Ginger

Guest
Mah...

Sono capitata per caso in questo sito....sono passati due anni da quando e' successo..da quando ho tradito mio marito per un'altro..l'ho fatto in maniera pesante perche' ho incominciato a non tornare piu' a casa a dormire..in quel momento non capivo niente..non mi rendevo conto della sua sofferenza..poi sono tornata..ma troppo tardi.Da un anno ho lottato per tornare con mio marito..per tornare a fare una vita normale insieme..visto che viviamo ancora insieme ma da separati in casa.Un mese fa mi ha detto che ha un'altra e mi ha chiesto gentilmente di andarmene...ormai per lui e' tutto finito.Per me il peggio e' appena iniziato..solo ora mi rendo conto dell'errore che ho fatto..solo ora capisco quanto lui ha sofferto..solo ora capisco la splendida persona che ho perso.
Non so se mai riusciro' a superare il senso di colpa er il rimorso per questo errore fatale che ho fatto...ma una cosa e' certa..non tradiro' mai piu' in vita mia!
 
O

Old traditorialrogo

Guest
Cara Ginger, se solo i traditori qui presenti prendessero ad esempio le esperienze di chi ha già tradito...
Quando dico che il tradimento è una cosa sadica e disumana tutti mi prendono per matto, diteglielo voi quanto si soffre e che cacchio...
 
N

Non registrato

Guest
non andartene, aspetta e può darsi che passerà anche a lui
certo niente torna come prima, questo è ovvio
non mi piace che ti ha detto gentilmente di andartene, gentilmente gli puoi rispondere che l'altra volta sei andata via tu... ora che è lui ad avere un'altra storia, è bene che vada via lui.
auguri!
 
N

Non registrato

Guest
traditorialrogo ha detto:
Cara Ginger, se solo i traditori qui presenti prendessero ad esempio le esperienze di chi ha già tradito...
Quando dico che il tradimento è una cosa sadica e disumana tutti mi prendono per matto, diteglielo voi quanto si soffre e che cacchio...
Ci sono certe notti che penso di impazzire..e' come se il dolore che lui ha provato per me mi fosse tornato indietro decuplicato.
 
O

Old traditorialrogo

Guest
Non registrato ha detto:
non andartene, aspetta e può darsi che passerà anche a lui
certo niente torna come prima, questo è ovvio
non mi piace che ti ha detto gentilmente di andartene, gentilmente gli puoi rispondere che l'altra volta sei andata via tu... ora che è lui ad avere un'altra storia, è bene che vada via lui.
auguri!
Direi che per una questione di buon gusto ed intelligenza è meglio che lei eviti di dirgli una cosa del genere dato che a tradirlo per prima è stata lei. Purtroppo chi è causa del suo male non può fare altro che piangere sè stesso, è triste ma è così.
 
O

Old traditorialrogo

Guest
Non registrato ha detto:
Ci sono certe notti che penso di impazzire..e' come se il dolore che lui ha provato per me mi fosse tornato indietro decuplicato.
mamma mia, dio mi guardi con ogni mezzo dal diventare un traditore, preferisco piuttosto essere tradito, ma se mi macchiassi di un simile crimine penso che ne morirei...
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top