Epilogo pretradimento

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old dionisa86

Guest
Forse la mia storia è già negli archivi, ma vorrei riaprire la parentesi con l'epilogo della storia.
Mi ero affacciata a questo forum per un consiglio e una riflessione, e sopratutto nella speranza che l'esperienza giovi all'intraprendenza.
Nei vari consigli ricevuti dicamo che mi è stato detto di:
fare un mese con a e un mese con b
lasciare il mio ragazzo xkè era scontato che non lo amassi
non soffermarmi sul problema e divertirmi spensieratamente
cercare subito un altro perchè a 20 anni l'amore o nn esiste o piove dal cielo.
Ecco invece cosa ho fatto.
Mi son vestita, ho chiamato il mio ragazzo e gli ho detto "Ciao,ho un problema di cui vorrei discutere con te"
Ci simo visti e gli ho raccontato per filo e per segno tutti i miei pensieri. L'istinto e l'orgoglio di uomo inizialmente l'hanno spinto a....beh, è scontato no??
Ma poi,dopo essersi calmato mi ha semplicemente detto " ci sono problemi tra di noi, vediamo di parlarne"
E ne abbiamo parlata, perchè se io ho desiderato cercare altro, forse attenzioni, in un'altra persona un motivo doveva pur esserci, ed era troppo facile dire "non ti amo".
Insomma il mio problema è diventato il nostro problema, io mi sono accorta di aver vist oin un altro qulacosa che non vedevo ciecamente in lui, e lui ha capito che se ciò era accaduto la causa poteva essere solo la superficialità di alcuni suoi comportamenti.
Il fuoco di paglia che avevo acceso è stato spento da lacrime di gioia, e tutto quanto semplicemnte PARLANDO
e lo voglio ribadire. L'unico consiglio maturo ke mi sarebbe stato d'aiuto era IL DIALOGO.
ma cosa speravo di ottenere da donne che si sentono e agiscono da ragazzine, che al posto di vivere le emozioni, criticano quelle degli altri, e a 40-50 anni non hanno una vita sentimentale stabile, semai donne tradite o sole, che della vita di coppia sincera e leale hanno solo letto o visto in vetrina???
Sto facendo di tutta l'erba un fascio, ma purtoppo è la facilità di giudizi e la scarsità di attenzione o maturità dei vostri consigli a farmi esprimere in questi termini.
Chi mi dirà ke me lo sono cercata,rilegga quello ke ho scritto nei primi righi.
Ah, e mi scuso per le k e le x, ma nn credo che siano tali espedienti scrittografici a pregiudicare il senso delle mie parole.
Grazie a tutte comunque x i pareri e per avermi aperto gli occhi su come nn devo diventare in futuro.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Grazie

Sono lieta se col dialogo hai risolto il problema.
Non farti problemi a parlacene se non dovesse funzionare.
Il dialogo serve tantissimo, ma non ti è stato suggerito perché tutto quel che hai detto dimostrava che non c'è un sentimento così importante da dover continuare il rapporto.
Se rileggi con attenzione potrai vedere che quel che ti è stato detto è ben altro da quel che sintetizzi.
Nel dialogo che riferisci avete individuato il problema nel tuo bisogno di attenzioni e nella sua superficialità.
Se così avete risolto ne sono lieta. Io, e altre, avevamo fatto un'altra lettura.

Mi dispiace che tu abbia voluto offendere chi ti ha dedicato tempo cercando di farti analizzare la situazione.
Ma la scelta dei termini con cui hai inteso offendere denotano il tuo atteggiamento che colpevolizza chi subisce il tradimento e trova giustificazione per chi lo compie, così come hai fatto con il tuo ragazzo
Basta che lui ci creda.
 
O

Old dionisa86

Guest
Alt, errore.
Diciamo che probabilemnte è vero che sono una di quelle persone (forse perchè ancora non mi è capitato di subirlo) che difronte al tradimento non sigmatizza solo il traditore ma vede difetti anche nel tradito, ne tantomeno mi riferivo a risposte piu aricolate che semai, scusa il tu, mi hai saputo dare.
Ma mi riferisco ad accuse ed offese ricevute a mia volta. Ciò che non tollero mai è essere trattata con superficialità.
Rileggendo cosa ho scritto d'impulso mi rendo conto che ci si poteva far tranquillamente di me l'idea della ragazzina che pensa a collezionare trofei (se cosi si possono chiamare) e non a dedicarsi pienamente ai rapporti umani.
Ma alcune cose scritte e dette avevano un retrogusto amaro se non perfido, misto a un probabile rancore che non è assolutamente giustificale difronte a una persona visibilmente scossa.
Non mi son fidata nemmeno delle mie amike ke dicevano di non dir nulla a Lui, di "farmela" passare, perchè non ne valeva la pena.
Un'ultima cosa, io non capisco. Penso di aver spiegato dettagliatamente la relazione e aver ribadito che è un "cosa molto seria", e ancora non capisco come mai è stato per tutt ipiu facile dedurre che non provassi amore piuttosto che ci fossero dei problemi aldilà dei sentimenti. Siamo donne, e a qualunque età vogliamo attenzione, io credo che avrei pensato prima a questo.
 
O

Old dionisa86

Guest
Inoltre,se fossi andata dal mio ragazzo, gli avessi detto "basta ti lascio perchè in realtà non ti amo", quale grande gesto di maturità avrei dimostrato???
Io riporto la mia storia, cosicchè kiunque ne possa giovare.
I divertimenti, la spensieratezza, la mancanza di orologi e cellulari trasportano in una dimensione poco reale. Ma a volte proprio la mancanza di "regole" chiamiamole cosi, il liberarsi delle angosce porta ad essere piu liberi. In questa libertà IO ho visto inconsciamente un abbandono o meglio disinteresse. Tutto questo è avvenuto solo nella mia mente, Lui non ha fatto chissà cosa. E l'alternare una gelosia "nuova" a "fai quello che ti pare oggi", credo che abbia giustamente create un senso di smarimento in cui le attenzioni di un altro sono parse quasi un riscatto x quella nuova e sfrontata libertà.
IL DIALOGO ha evidenziato tutto questo. Forse ci sarei pur arrivata da sola, ma forse troppo tardi...
Inoltre, per chi ha calcato la mano sui tradiemnti iniziali, penso di aver precisato ke la relazione era iniziata così, come un gioco. Dopo è diventata, e l'ho detto 1000mila volte, SERIA!!!!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
prospettive

Alt, errore.
Diciamo che probabilemnte è vero che sono una di quelle persone (forse perchè ancora non mi è capitato di subirlo) che difronte al tradimento non sigmatizza solo il traditore ma vede difetti anche nel tradito, ne tantomeno mi riferivo a risposte piu aricolate che semai, scusa il tu, mi hai saputo dare.
Ma mi riferisco ad accuse ed offese ricevute a mia volta. Ciò che non tollero mai è essere trattata con superficialità.
Rileggendo cosa ho scritto d'impulso mi rendo conto che ci si poteva far tranquillamente di me l'idea della ragazzina che pensa a collezionare trofei (se cosi si possono chiamare) e non a dedicarsi pienamente ai rapporti umani.
Ma alcune cose scritte e dette avevano un retrogusto amaro se non perfido, misto a un probabile rancore che non è assolutamente giustificale difronte a una persona visibilmente scossa.
Non mi son fidata nemmeno delle mie amike ke dicevano di non dir nulla a Lui, di "farmela" passare, perchè non ne valeva la pena.
Un'ultima cosa, io non capisco. Penso di aver spiegato dettagliatamente la relazione e aver ribadito che è un "cosa molto seria", e ancora non capisco come mai è stato per tutt ipiu facile dedurre che non provassi amore piuttosto che ci fossero dei problemi aldilà dei sentimenti. Siamo donne, e a qualunque età vogliamo attenzione, io credo che avrei pensato prima a questo.
Non ho mai frequentato altri forum e non ho idea di come siano le persone che li frequentano.
So come funziona qui.
E' come trovarsi con un gruppo di amiche, di varie età, che reagiscono secondo le diverse caratterialità.
C'è chi fa un discorso argomentato, chi provoca, chi usa l'ironia, chi alleggerisce scherzando.
Appena entrata nel forum, sono stata rimproverata per l'uso della k e mi era sembrata una sciocchezza, ma se si legge una discussione con molti interventi è in effetti faticoso tradurre le varie abbreviazioni. Non si tratta di sms, nei quali uso abbreviazioni con le persone con cui sono in confidenza. Ma anche negli sms non bisogna esagerare e chiedo a mia figlia di usare poche abbreviazioni per non renderli incomprensibili. Personalmente trovo faticoso anche compensare gli errori di battitura, per questo cerco di correggere i miei scritti (anche se a volte finisco per sbagliare perfino le h!), ma chi scrive più velocemente non se ne preoccupa. Non sono correzioni, sono richieste di chiarezza.
Torniamo alla relazione con il tuo ragazzo.
Nessuno, davvero, ha messo in dubbio che tu la consideri molto seria, ma il dubbio è che lo sia.
Mi spiego.
Difficilmente una persona sta in un rapporto pensando che non sia una cosa seria, ma da una prospettiva esterna saltano all'occhio gli elementi di debolezza e le motivazioni che spingono a stare insieme più che agli interessati.
Avrai avuto anche tu l'esperienza vedendo alcune storie di amiche.
Nel modo in cui tu hai presentato la vicenda è risultato evidente che tu sei il centro di ogni relazione e che tutto a te deve riferirsi.
Questo non è strano, né sbagliato. Sei in una fase della vita in cui ti stai costruendo e giustamente devi focalizzare le tue esigenze.
Ma in questo sta l'importanza della tua relazione: è importante per te, per darti sicurezze, gratificazioni, sicurezze ecc
Ma questo non fa di un rapporto un rapporto d'amore importante perché è quello con un uomo importante con cui costruire.
Può darsi che tu ora abbia bisogno di questo, ma può anche darsi che tu sia anche condizionata da una cultura che vuole tutti in coppia sin da giovanissimi ed emargina chi non lo è (lo vedo dall'esperienza dei miei figli) e che questo dia ancor più peso a un rapporto che ne ha poco per altri aspetti.
Le tue esperienze di tradimento iniziali e questa tentazione attuale hanno fatto sorgere una montagna di dubbi sull'opportunità di continuare una relazione che è principalmente funzionale.
Perché comunque essere in coppia ha dei vantaggi, già detti, ma ha lo svantaggio di costringere a rispettare regole che ti vanno strette se non si originano da un sentimento.
Non è giusto per lui, ma neanche per te.
Potreste davvero incontrare altre persone e sperimentarvi diversamente. Poi il tempo passa e se lo si è trascorso a lungo con una persona sembra uno sbocco naturale convivere e/o poi sposarsi senza che ci siano le basi per un'unione.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
...

Inoltre,se fossi andata dal mio ragazzo, gli avessi detto "basta ti lascio perchè in realtà non ti amo", quale grande gesto di maturità avrei dimostrato???
Io riporto la mia storia, cosicchè kiunque ne possa giovare.
I divertimenti, la spensieratezza, la mancanza di orologi e cellulari trasportano in una dimensione poco reale. Ma a volte proprio la mancanza di "regole" chiamiamole cosi, il liberarsi delle angosce porta ad essere piu liberi. In questa libertà IO ho visto inconsciamente un abbandono o meglio disinteresse. Tutto questo è avvenuto solo nella mia mente, Lui non ha fatto chissà cosa. E l'alternare una gelosia "nuova" a "fai quello che ti pare oggi", credo che abbia giustamente create un senso di smarimento in cui le attenzioni di un altro sono parse quasi un riscatto x quella nuova e sfrontata libertà.
IL DIALOGO ha evidenziato tutto questo. Forse ci sarei pur arrivata da sola, ma forse troppo tardi...
Inoltre, per chi ha calcato la mano sui tradimenti iniziali, penso di aver precisato ke la relazione era iniziata così, come un gioco. Dopo è diventata, e l'ho detto 1000mila volte, SERIA!!!!
Ho risposto, in modo un po' prolisso (ogni tanto mi viene e me ne scuso), e non avevo ancora letto questo intervento che mi dà altri elementi che rafforzano la mia lettura di un rapporto precocemente trasformato o voluto vedere codificato.
Precocemente rispetto alle esigenze di entrambi.
Poi che vi vogliate bene è fuor di dubbio e che troviate conforto l'uno nell'altra anche.
Dire "non ti amo" non significa dire: non mi piace, non provo attrazione, non ti voglio bene, me ne frego di te.
Ricordalo quando lo dovrai dire o lo sentirai dire.
 
C

cat

Guest
complimenti

Forse la mia storia è già negli archivi, ma vorrei riaprire la parentesi con l'epilogo della storia.
Mi ero affacciata a questo forum per un consiglio e una riflessione, e sopratutto nella speranza che l'esperienza giovi all'intraprendenza.
Nei vari consigli ricevuti dicamo che mi è stato detto di:
fare un mese con a e un mese con b
lasciare il mio ragazzo xkè era scontato che non lo amassi
non soffermarmi sul problema e divertirmi spensieratamente
cercare subito un altro perchè a 20 anni l'amore o nn esiste o piove dal cielo.
Ecco invece cosa ho fatto.
Mi son vestita, ho chiamato il mio ragazzo e gli ho detto "Ciao,ho un problema di cui vorrei discutere con te"
Ci simo visti e gli ho raccontato per filo e per segno tutti i miei pensieri. L'istinto e l'orgoglio di uomo inizialmente l'hanno spinto a....beh, è scontato no??
Ma poi,dopo essersi calmato mi ha semplicemente detto " ci sono problemi tra di noi, vediamo di parlarne"
E ne abbiamo parlata, perchè se io ho desiderato cercare altro, forse attenzioni, in un'altra persona un motivo doveva pur esserci, ed era troppo facile dire "non ti amo".
Insomma il mio problema è diventato il nostro problema, io mi sono accorta di aver vist oin un altro qulacosa che non vedevo ciecamente in lui, e lui ha capito che se ciò era accaduto la causa poteva essere solo la superficialità di alcuni suoi comportamenti.
Il fuoco di paglia che avevo acceso è stato spento da lacrime di gioia, e tutto quanto semplicemnte PARLANDO
e lo voglio ribadire. L'unico consiglio maturo ke mi sarebbe stato d'aiuto era IL DIALOGO.
ma cosa speravo di ottenere da donne che si sentono e agiscono da ragazzine, che al posto di vivere le emozioni, criticano quelle degli altri, e a 40-50 anni non hanno una vita sentimentale stabile, semai donne tradite o sole, che della vita di coppia sincera e leale hanno solo letto o visto in vetrina???
Sto facendo di tutta l'erba un fascio, ma purtoppo è la facilità di giudizi e la scarsità di attenzione o maturità dei vostri consigli a farmi esprimere in questi termini.
Chi mi dirà ke me lo sono cercata,rilegga quello ke ho scritto nei primi righi.
Ah, e mi scuso per le k e le x, ma nn credo che siano tali espedienti scrittografici a pregiudicare il senso delle mie parole.
Grazie a tutte comunque x i pareri e per avermi aperto gli occhi su come nn devo diventare in futuro.

ciao dionisia,
in questi giorni ti ho letto, mio figlio più grande è del 1988 dunque della tua stessa fascia d'età.
sei incredibilmente viva, mi piace proprio quella bella testolina che hai.
al di la del tuo desiderio di cornificare il malcapitato o no, mi sono soffermata su come ti esprimi, sulla tua personalità.

scrivici ancora, ti leggerò volentieri.
ciao e buona fortuna

cat
 

Verena67

Utente di lunga data
Dionisa

La tua soluzione mi è sembrata un cerotto piu' che una chirurgia, un monologo piu' che un dialogo.

Sbagliero' (senz'altro), ma secondo me non è la superficialità o il disinteresse di LUI il problema.

A me la vita ha insegnato che chi nasce tondo non muore quadrato, se lui si comporta così, vuol dire che è COSI'. Mica è un crimine capitale, c'è un gran mercato per uomini superficiali/disinteressati all'emotività delle loro donne.

Ma io penso tu voglia di piu', stavolta la tua eticità l'ha tacconata così, ma la camera d'aria è bucata, prima o poi si rompe.

Bacio!
 

Nobody

Utente di lunga data
La tua soluzione mi è sembrata un cerotto piu' che una chirurgia, un monologo piu' che un dialogo.

Sbagliero' (senz'altro), ma secondo me non è la superficialità o il disinteresse di LUI il problema.

A me la vita ha insegnato che chi nasce tondo non muore quadrato, se lui si comporta così, vuol dire che è COSI'. Mica è un crimine capitale, c'è un gran mercato per uomini superficiali/disinteressati all'emotività delle loro donne.

Ma io penso tu voglia di piu', stavolta la tua eticità l'ha tacconata così, ma la camera d'aria è bucata, prima o poi si rompe.

Bacio!
Vere, io non la vedo così...prima di ogni altra cosa, tentare il dialogo, sempre. Secondo me si è mostrata matura. All'inizio può sembrare anche un monologo, ma se devi raccontare cosa ti passa nel cuore e nella testa è normale che all'inizio devi parlare solo tu...solo dopo nasce il confronto.
E rileggendo il suo precedente post, tutti i torti non ha quando dice che è stata irrisa senza motivo.
 

Iris

Utente di lunga data
MM

Ciao,sono nuova del forum, e se nn avessi avuto questo problema nn avrei affatto disturbato!!!
Sto con il mio ragazzo da circa un anno, e non mi sono fatta alcun tipo di scrupolo a tradirlo nei primi2-3 mesi. Poi il rapporto si è solidificato,io mi sono innamoraa di lui e quindi niente piu infedeltà fino ad oggi.
E si, perchè come spesso accade durante le vacanze so stata abbagliata da un bel colpo di sole. Infatuazione collaterale a 10 giorni di vacanza in appartamento.
Fino qui niente di strano, il problema è ke quest'altro ragazzo è pure fidanzato, per di piu con una mia amica. Credo di piacergli, in piu si son create delle situazioni oblique li in vacanza, ma tornati qui sembra ke lui sia del tutto indifferente,mentre io ci penso in contiunazione.
secondo voi ke dovrei fare? farmi avanti di "nascosto" e costuire una relazione galeotta, tradendo amica e fidanzato, oppure farmela passare? E se si,COOMMEE!!!!!
e tenete presente che nn è detto ke anche lui sia interessato....


Questo era l'esordio.
Per il resto non tengo pazienza nè voglia.
 

Nobody

Utente di lunga data
ma irrisa da chi? Da noi? Perché abbiamo espresso un opinione?

Bacio!
Vabbè...

"...Ma cosa vi hanno dato da mangiare?
Che cosa avete? Una sindrome da invecchiamento precoce?"

"...Se ritienifare come te è sinonimo di maturità, ti consiglio di stare a casa e tenere il culo sulla sedia e la testa sui libri.Amen"

"...Te l'ha già data Verena. Per quanto mi concerne faresti bene a rimanere a casa, studiare (studi vero?), e non perdere tempo. Poi , fai un pò tu..."

Ne ho pescate tre, ma erano parecchie di più...ora, per me questo è irridere, non dare opinioni.
 

Verena67

Utente di lunga data
Vabbè...

"...Ma cosa vi hanno dato da mangiare?
Che cosa avete? Una sindrome da invecchiamento precoce?"

"...Se ritienifare come te è sinonimo di maturità, ti consiglio di stare a casa e tenere il culo sulla sedia e la testa sui libri.Amen"

"...Te l'ha già data Verena. Per quanto mi concerne faresti bene a rimanere a casa, studiare (studi vero?), e non perdere tempo. Poi , fai un pò tu..."

Ne ho pescate tre, ma erano parecchie di più...ora, per me questo è irridere, non dare opinioni.

Io penso chi entri in un forum debba rispondere colpo su colpo alle singole cose che possono dargli fastidio, invece di accumulare una risposta DERISORIA nei confronti di tutto un gruppo (INDISTINTO) di forumisti.

Bacio!
 

Iris

Utente di lunga data
Erano risposte ironiche. Non mi pare che ci fossero insulti.
E sinceramente il consiglio di stare a casa a studiare non lo trovo una derisione. Lo trovo sacrosanto.
Benedico ogni mattina, te lo giuro, chi mi ha costretto a stare con il culo sulla sedia. Mia ha fatto il più bel regalo che potessi aspettarmi.
Così come benedico tutti i giorni chi mi ha spiegato che prima ci si innamora, poi ci si fidanza, e se l'amore finisce non lo si tradisce 2 0 3 volte, ma onestamente lo si lascia.
Se un consiglio scomodo diventa un'offesa, il problema è grave.
 

Iris

Utente di lunga data
Io penso chi entri in un forum debba rispondere colpo su colpo alle singole cose che possono dargli fastidio, invece di accumulare una risposta DERISORIA nei confronti di tutto un gruppo (INDISTINTO) di forumisti.

Bacio!
E soprattutto le frasi estrapolate dal contesto..messe in fila solo per dimostrare qualcosa, non servono a nulla.
Vatti anche a leggere le risposte della signorina in questione.
 

Lettrice

Utente di lunga data
Ma dov'e' Chen?...
 
O

Old alessia76

Guest
rimango della stessa idea, anzi , la rafforzo.
ho 32 anni e non mi sento matura, pronta. e parole dure a volte mi aiutano un sacco di piu.
e ,pecco di presunzione, ma non lo sei neanche te.

dovevamo dirti noi di parlare con lui?
 

Nobody

Utente di lunga data
E soprattutto le frasi estrapolate dal contesto..messe in fila solo per dimostrare qualcosa, non servono a nulla.
Vatti anche a leggere le risposte della signorina in questione.
Erano repliche a questo tipo di battute. Quando si fa una stoccata, può arrivare anche la parata e risposta

Comunque, anche davanti ad una presunta immaturità, a mio modo di vedere non si risponde così a chi chiede consiglio. Non ho trovato tutta questa ironia nelle risposte...ma vabbè, ognuno di noi è diverso, e quello che potrebbe far incazzare me per te magari è normale.

Per Verena: ciò non toglie che prescindendo dal rispondere al momento colpo su colpo, o tutt'insieme come dici tu...una risposta a certe parole la trovo normale. Le singole risposte che possono dar fastidio, come le chiami tu, un altro che chiede consiglio e che le riceve, le potrebbe chiamare con un altro nome. Chi deride, poi, può anche aspettarsi di esser ripagato con moneta sonante.

Sarà che io a queste teorie della maturità che arriva con l'età, non ho mai creduto tanto. C'è gente matura a 20 e idiota a 50. Che poi l'uso delle k possa dar fastidio, e suscitare un'impressione non troppo favorevole...sono d'accordo. Ma non mi fermerei a questo, sennò avrebbe ragione Chen quando provoca e sottolinea tutti i nostri errori di sintassi.
 

Iris

Utente di lunga data
Ecco si. Chen è proprio la persona giusta.
Lui si che sa cosa sono gli insulti e a chi possono essere diretti.
Ma dài moltimodi, smettila!!!
altrimenti mi fai pensare che vuoi litigare per forza...
Ma quale stoccata vuoi dare ad una ventenne che ci chiede se tradire o meno il suo fidanzato e una delle sue amiche? Che ti aspettavi, la benedizione?
Io ho risposto ironicamente, non ho fatto la paternale...ma non l'ho certo trattata da poco di buono.
 

Nobody

Utente di lunga data
Ecco si. Chen è proprio la persona giusta.
Lui si che sa cosa sono gli insulti e a chi possono essere diretti.
Ma dài moltimodi, smettila!!!
altrimenti mi fai pensare che vuoi litigare per forza...
Ma quale stoccata vuoi dare ad una ventenne che ci chiede se tradire o meno il suo fidanzato e una delle sue amiche? Che ti aspettavi, la benedizione?
Io ho risposto ironicamente, non ho fatto la paternale...ma non l'ho certo trattata da poco di buono.
No no no....non la benedizione, ma un po' di comprensione si. Nella vita può capitare di voler cornificare il fidanzato...che c'è di male? Ci si allena per traguardi più importanti. Non dico la benedizione, ma qualche consiglio si.
Si, voglio litigare con te

...sto cercando di stuzzicarti
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top