Dopo un anno..

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old fay

Guest
non saprei dire esattamente come sto. All'euforia che ci aveva colti entrambi impreparati ad affrontare una storia importante, sta seguendo per entrambi un periodo di maggiori consapevolezze, il nostro amore è cresciuto, lui sta prendendo coscienza che da qualche parte si arriverà, dove non si sa, come nemmeno, da chi figuriamoci! Il suo progetto di andare a vivere con la sua amante storica era stato interrotto per motivi familiari anche piuttosto gravi, ma nel momento in cui lui stava decidendo di riprovarci, arrivo io. Tutto si congela nuovamente. Ora è passato un anno, lei aspetta, lui non ha voglia ma deve, si costruisce un futuro a 60 anni non avendone voglia? Si cambiano abitudini alle soglie della vecchiaia? Per cosa? Non deve esserci una motivazione talmente forte alla base per spingerci a fare un passo del genere? Io lo farei, nonostante l'età, i figli piccoli, i disagi ai quali potremmo andare incontro, io lo farei perchè ci credo. Ma lui? Lui cosa dovrebbe fare?
 

Verena67

Utente di lunga data
La tua storia mi spiazza, come sai, cara Fay.
Ho sempre meno pazienza per questi uomini che "Non sanno" o "Non possono decidere"; ma è la tua vita, non la mia.
Nella mia, voglio centrarmi sulla mia serenità anziché sulle scelte di qualcun altro.
Valuta tu un po' se questo suggerimento può in parte può essere utile

Anche per me è passato un anno (un anno e un mese, anzi), oggi l'ennesimo litigio postumo (noi abbiamo litigi postumi praticamente da...gennaio scorso), non serve a niente, non porta da nessuna parte, sono sempre piu' irrigidita sulla mia posizione e lui sulla sua. Secondo me non c'è amore dove non c'è scelta, secondo lui....insiste nel proporre una soluzione "comoda" che tanto sa io non accogliero' MAI. Per cui è tutto inutile e dannoso, vorrei poter guarire in pace.
Ripeto il mio mantra: non voglio ossessioni, ma un futuro luminoso e costruttivo, e un presente quantomeno sereno


Ti faccio come sempre i migliori auguri!
 

Bruja

Utente di lunga data
fay

...... Ma lui? Lui cosa dovrebbe fare?
[/quote]

Fay lui cosa fare lo saprebbe in base a quello che gli va, ma non lo potrebbe in base a quella che è la realtà!! Forse quello che non riesci a focalizzare è che lui non ce la fa ad azzerare le convenzioni sociali e tutti quei problemi che una vostra unione comporterebero.
Forse non è neppure vera mancanza dfi coraggio, è che ha un'età, e non dimentichiamolo mai, in cui ricominciare, con o senza motivazioni amorose è un vero salto nel buio.
Tu hai tutta la buona volontà e la disposizione per tentare ma lui sente dentro sè stesso se potrà avere la "tenuta" per quexsto passo, e non mi pare che sia convinto in questo senso.
Spesso cerchiamo difficili motivazioni e, purtroppo, la realtà è che le circostanze sono ritenute troppo problematiche e non ci si sente in grado di sostenerle. A 30 - 40 anni sarebbe una forma di viltà, a 60 è soprattutto prudenza ed è a questa che credo lui faccia riferimento più che alla scontata denuncia di responsabilità verso la famiglia!
Bruja
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Scusa fay ma se a 60 anni non sa ancora cosa fare della sua vita, pensi davvero che glielo possa suggerire tu o chiunque altro?

Se a 60 anni ha ancora bisogno di prendere tempo, credi che quel tempo, che con l'età diventa sempre più prezioso, lo lascerebbe passare così, invano, se davvero vedesse in te un'altra possibilità di cambiare la sua vita in meglio?

Per me la sua vita gli va bene così, certo, anche con te come corollario, ma che non venga a dire di essere "costretto" a star dove, come e con chi sta.
 

Old lancillotto

Utente di lunga data
Scusa fay ma se a 60 anni non sa ancora cosa fare della sua vita, pensi davvero che glielo possa suggerire tu o chiunque altro?

Se a 60 anni ha ancora bisogno di prendere tempo, credi che quel tempo, che con l'età diventa sempre più prezioso, lo lascerebbe passare così, invano, se davvero vedesse in te un'altra possibilità di cambiare la sua vita in meglio?

Per me la sua vita gli va bene così, certo, anche con te come corollario, ma che non venga a dire di essere "costretto" a star dove, come e con chi sta.

sottoscrivo
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
ehm ehm

Anch'io
 

Lettrice

Utente di lunga data
Anche io...

..mi associo a Trottolo...
 

Bruja

Utente di lunga data
fay

Dai retta, trottolino se ne intende di questi tipi di relazioni umane...........

Bruja
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Dai retta, trottolino se ne intende di questi tipi di relazioni umane...........

Bruja
Ohhhh piano eh!!!


E poi mica ho accumulato tutta 'sta vita ancora!




Ps. Lo so lo so che sono sulla buona strada..
 
N

Non registrato

Guest
non saprei dire esattamente come sto. All'euforia che ci aveva colti entrambi impreparati ad affrontare una storia importante, sta seguendo per entrambi un periodo di maggiori consapevolezze, il nostro amore è cresciuto, lui sta prendendo coscienza che da qualche parte si arriverà, dove non si sa, come nemmeno, da chi figuriamoci! Il suo progetto di andare a vivere con la sua amante storica era stato interrotto per motivi familiari anche piuttosto gravi, ma nel momento in cui lui stava decidendo di riprovarci, arrivo io. Tutto si congela nuovamente. Ora è passato un anno, lei aspetta, lui non ha voglia ma deve, si costruisce un futuro a 60 anni non avendone voglia? Si cambiano abitudini alle soglie della vecchiaia? Per cosa? Non deve esserci una motivazione talmente forte alla base per spingerci a fare un passo del genere? Io lo farei, nonostante l'età, i figli piccoli, i disagi ai quali potremmo andare incontro, io lo farei perchè ci credo. Ma lui? Lui cosa dovrebbe fare?
TI capisco FAY, sai, e capisco anche lui, le motivazioni che hai esposto valgono a qualsiasi età. Anche io avrei voluto farmi una vita con lei - e il fatto che lei non voglia - non mi impedisce di vederla e amarla. non riesco a fare come Verena, non riesco ad interrompere il mio flusso di affetto verso di lei. ho sempre pensato - ed e quello che mi è sempre capitato nella vita se uno vuole qualcosa davvero la ottiene. ma non è che la nostra voglia di fare delle scelte c'è ed esiste solo perchè sappiamo che l'altro non è della stessa idea. pur volendo fortissimamente una csa mi chiedo se non vacillerei una volta che mi dicesse di si, al pensiero di vedere soffrire i miei bimbi, mia moglie, il marito di lei. non lo so; o meglio so che è complicato e molto molto difficile. ti auguro tutto il bene del mondo

bastardo dentro
 

Verena67

Utente di lunga data
TI capisco FAY, sai, e capisco anche lui, le motivazioni che hai esposto valgono a qualsiasi età. Anche io avrei voluto farmi una vita con lei - e il fatto che lei non voglia - non mi impedisce di vederla e amarla. non riesco a fare come Verena, non riesco ad interrompere il mio flusso di affetto verso di lei. ho sempre pensato - ed e quello che mi è sempre capitato nella vita se uno vuole qualcosa davvero la ottiene. ma non è che la nostra voglia di fare delle scelte c'è ed esiste solo perchè sappiamo che l'altro non è della stessa idea. pur volendo fortissimamente una csa mi chiedo se non vacillerei una volta che mi dicesse di si, al pensiero di vedere soffrire i miei bimbi, mia moglie, il marito di lei. non lo so; o meglio so che è complicato e molto molto difficile. ti auguro tutto il bene del mondo

bastardo dentro

Bastardello, bastardello


Tu tiri il sasso e poi metti indietro la mano


Diciamoci la verità: un uomo sta - anche per ragioni culturali e sociali - "meglio" nel ruolo dell'amante di quanto possa starci una donna. Per me era una lesione grave della mia dignità e della fedeltà che sapevo di dovere a mio marito.
Tu in questo "scambio d'affetto" tua moglie dove la lasci, eh?!?!?

Il fatto che tu ti chiedi "Ma se lei volesse, io poi me la sentirei?" ti pone anni luce da me. Io parlavo concretamente di mutui, stipendi, cifre, spese, bollette


In verità non ti vedo per niente diverso in questo dal mio ex, solo...piu' fortunato di lui


Bacio!
 
N

Non registrato

Guest



Bastardello, bastardello


Tu tiri il sasso e poi metti indietro la mano


Diciamoci la verità: un uomo sta - anche per ragioni culturali e sociali - "meglio" nel ruolo dell'amante di quanto possa starci una donna. Per me era una lesione grave della mia dignità e della fedeltà che sapevo di dovere a mio marito.
Tu in questo "scambio d'affetto" tua moglie dove la lasci, eh?!?!?

Il fatto che tu ti chiedi "Ma se lei volesse, io poi me la sentirei?" ti pone anni luce da me. Io parlavo concretamente di mutui, stipendi, cifre, spese, bollette


In verità non ti vedo per niente diverso in questo dal mio ex, solo...piu' fortunato di lui


Bacio!

non hai torto! ma non riesco a prendere la decisione di lasciarla non riesco a rinunciare ad un sogno per la prima volta sto subendo un pò le circostanze, non sono io che guido in questo momento. lo so che siamo distanti ma la domanda che faccio a tutti i forumisti è come ci si sente quando si "recide quel legame" quando anche con 1000 ragioni si persegue la propria felicità a costo dell'infelicità altrui. io me lo domando, tutto qui. ma ti assicuro che il coraggio l'avrei, sono andato troppo avanti, troppo oltre per poter ricostruire completamente un rapporto.... forse si dovrebbe avere l'onestà intellettuale di interrompere i rapporti "ufficiali" quando le ferite diventano troppo profonde, a prescindere dal fatto che ci sia una persona pronta ad aspettarci. ciò sarebbe segnale di grande onestà ma... molti non lo fanno e io mi ci metto in mezzo a quelli per il momento. il tuo coraggio ti fa onore ma ricorda tutti i guerrieri insieme al coraggio hanno anche paura....

un bacio a te

bastard inside
 

Bruja

Utente di lunga data
Trottolino

Ohhhh piano eh!!!


E poi mica ho accumulato tutta 'sta vita ancora!




Ps. Lo so lo so che sono sulla buona strada..

Eccone un altro che ha preso un "sentiero più alto.............", non è che mi diventi talmente buono che le tue conoscenze si preoccupano???

Bruja
 
O

Old fay

Guest
x bastrado dentro

Bastardo dentro perchè non ti registri? E che brutto nick!!! Senti, mi sembri una bella persona, soltanto molto innamorata, come me. Voglio dire a tutti gli amici che mi seguono...sapeste quanti rischi sto correndo io con mio marito, non di essere scoperta o che, ma di rovinare equilibri, economia, serenità domestica. E per cosa? Per uno schizofrenico (FA ha scoperto che si tratta di schizofrenia l'incapacità di decidere) sto scherzando. Sto rischiando, sono serissima, mio marito è un anno che è allo sbando senza di me accanto, oddio, non che dipenda da me, però l'ho verametne trascurato, sono arrivata al punto di dirgli di farsi la sua vita perchè tra noi sarebbe finita, e lui ovviamente...occasioni ne ha, molto rischiose anche, rischiose per tutto quel che ho detto prima. E allora, in questi casi cosa si fa? Sapete? Per me adesso è fondamentale la serenità economica e mentale dei miei figli, capisco quando si decide di mollare tutto per non far soffrire, sto cominciando a capirlo, anche se non rinuncerei al mio amante per nulla la mondo, ma comincio a capire. Credo che noi donne, soprattutto davanti ai figli, al fiutare il pericolo diventiamo come dei felini con i loro cuccioli, pronte ad uccidere se servisse, ma credo anche, e ditemi se sbaglio, che la cosa che ci urta di più è il fattore economico, a me darebbe molto fastidio sapere che il padre dei miei figli spende soldi per un'altra magari trascurando loro. Nel caso di noi donne è diverso, nel mio caso non toglierei nulla di economico ai miei figli. Voi direte che è peggio togliere la felicità, anche.
 
O

Old Fa.

Guest
Sul tema economico fay dovresti anche considerare l'altro aspetto: alla nuova compagna ... da ugualmente fastidio che il suo bello spenda soldi per la ex moglie ecc. Molto fatidio.

Mentre è davvero raro se non impossibile, trovare una donna che paga alimenti al suo ex, ... ed ancora più improbabile; una donna che paga gli alimenti all'ex marito e al figlio in custodia dal padre. Come vedi, la parità dei sessi non è proprio un fatto molto equilibrato.


PS: Prendere ad esempio i felini non è proprio saggio, non sono affatto dei grandi protettori dei loro cucciolini.
 

Bruja

Utente di lunga data
Fa

;
PS: Prendere ad esempio i felini non è proprio saggio, non sono affatto dei grandi protettori dei loro cucciolini.
Non ci giurerei,le gatte difendono i cuccioli ferocemente e li accudiscono finchè sono autonomi, sanno cacciare e cavarsela. In fondo essendo fra gli animali più indipendenti in natura è giusto che vengano svezzati alla svelta!!
Pensa se lo fossero anche tanti umani

Bruja
 
O

Old Fa.

Guest
Non ci giurerei,le gatte difendono i cuccioli ferocemente e li accudiscono finchè sono autonomi, sanno cacciare e cavarsela. In fondo essendo fra gli animali più indipendenti in natura è giusto che vengano svezzati alla svelta!!
Pensa se lo fossero anche tanti umani

Bruja
Sono d'accordo sui gatti domestici (pappa pronta e angolo calduccio), ... ma sotto pressione e in natura, ... non va proprio così liscia. In mancanza di cibo, non è raro che abbandono i loro mici.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top