dedicato a...

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Iago

Utente di lunga data
oggi è un buon giorno per iniziare con una dedica........

Io vulesse truva' pace;
ma na pace senza morte.
Una,'mmiez'a tanta porte,
s'arapesse pe' campa'!
S'arapesse na matina,
na matin''e primmavera,
arrivasse fin''a sera
senza di' : "nzerrate lla" !
Senza sentere cchiu' 'a ggente
ca te dice:"io faccio...io dico,
senza sentere l'amico
ca te vene a cunziglia"
Senza sentere 'a famiglia
ca te dice:Ma ch'he fatto?
senza scennere cchiu' a patto
cu''a cuscienza e 'a dignita'.

Senza leggere 'o giurnale
'a nutizia 'mprussiunante,
ch'e' nu guaio pe' tutte quante
e nun tiene che ce fa.

Senza sentere 'o duttore
ca te spiega 'a malatia
'a ricetta in farmacia
l'onorario ch'he 'a pava'
Senza sentere stu core
ca te parla 'e Cuncettina
Rita,Brigida,Nannina...
chesta si'...chell'ata no.
Pecche' insomma si vuo' pace
e nun sentere cchiu' niente
'e 'a spera' ca sulamente
ven'''a morte a te piglia'?
Io vulesse truva' pace
ma na pace senza morte.
Una,'mmiez'a tanta porte
s'arapesse pe' campa'
S'arapesse na matina
na matina 'e primmavera
e arrivasse fin'a sera
senza di' "nzerrate la'!"







traduzione per il resto del mondo:





Io vorrei trovare pace
ma una pace senza morte
una in mezzo a tante porte
si aprirebbe per vivere!
Si aprirebbe una mattina
una mattina di primavera
per arrivare fino a sera
senza dire:chiudete la'!
Senza ascoltare piu' la gente
che ti dice io faccio,io dico,
senza ascoltare l'amico
che pretende di dare consigli
senza ascoltare la famiglia
che ti dice:Ma che hai fatto?
senza scendere piu' a patti
con la coscienza e la dignita'

Senza leggere sul giornale
la notizia impressionante
ch'e un guaio per tutti
e non sai come evitarlo.

Senza ascoltare il dottore
che ti spiega la malattia
la ricetta in farmacia
l'onorario da pagare.
senza ascoltare il cuore
che ti parla di Concettina
Rita.Brigida,Nannina...
questa si...quell'altra no.
Perche'insomma se vuoi pace
e non sentire piu' nulla
devi sperare soltanto
che debba venire la morte?
Io vorrei trovare pace
ma una pace senza morte
una in mezzo a tante porte
si aprirebbe per vivere!
Si aprirebbe una matina
una mattina di primavera
per arrivare fino alla sera
senza dire:Chiudete la'.









la conoscevate? vi piace?
 

Bruja

Utente di lunga data
Bella...

Grande Eduardo........ ma adoro anche la manlinconia di Di Giacomo.
Bruja
 

oscuro

Utente di lunga data
bella

Veramente bella guagliòòòò nà cosa grande!!!!
 

Mari'

Utente di lunga data
Sempre di Eduardo

'O pparlà nfaccia

Io chesto tengo:
tengo 'o pparlà nfaccia.
Pure si m'aggia fà nemico ' Ddio e me trovo cu "isso" faccia a ffaccia, nfaccia
lle dico chello c'aggia dì.
Se scummoglia 'o fenucchio?
E se scummoglia!
Ccà, pè tenè cupierte st'altarine, se sò mbrugliate 'e llengue
e nun se sàpe chi te fa bene e chi male te fa.
Si nun se mett' 'o dito ncopp' 'a piaga e se pulezza scafutann' 'a rinto
fino a che scorre 'o sango russo e vivo cumm' a chello 'e Giesù nostro Signore
'a piaga puzza! E siente nu fetore ca t'abbelena ll'aria 'a terra 'o mare.
E nuie vulimmo ll'aria fresca e pura celeste e mbarzamata e chillu viento
ca vulanno e passànno a rras' 'e mare se piglia 'addore e 'a mena int' 'e balcune pè dint' 'e stanze e arriva ncopp' 'e lloggie d' 'e case noste.

Eduardo 1971

[se scummoglia 'o fenucchio: si sfoglia il finocchio, cioè si mette a nudo ciò che era nascosto; llengue: lingue; pulezza scafutann' 'a rinto: pulisce raschiando a fondo; abbelena: avvelena; mbarzamata: balsamica]



Per i non napoletani:

“ Questo è il mio pregio: di parlare chiaro e dire pane al pane e vino al vino. Anche se dovessi inimicarmi il Padreterno, se mi trovo con “Lui” faccia a faccia, in faccia gli dico quello che devo dire.
Si sfoglia il finocchio? Che si apra pure, che metta a nudo ciò che racchiude!
Qua, per tenere nascosti questi altarini, si sono annodate le lingue, e non si sa chi ti fa del bene e chi ti fa del male.
Se non si mette il dito nella piaga e si pulisce raschiando a fondo finchè non scorre il sangue rosso e vivo, come quello che versò Gesù Nostro Signore, la piaga puzza!
E si sente un fetore che ammorba l’aria, la terra, il mare.
Noi vogliamo l’aria fresca e pura, celeste e profumata, e quel vento che volando a pelo d’acqua e sfiorando il mare si impadronisce del suo odore e lo porta attraverso le finestre, dentro le stanze fino alle terrazze delle nostre case. “

(scusate la presunzione ma leggo un po di me, il mio modo di essere in questi versi di Eduardo ... chi mi conosce sa)

Buon fine settimana
a tutti!


 

Miciolidia

Utente di lunga data
PIMPI

bel post..grazie mari, grazie iago.

anche voi bel wek..


io men vo' in montagna nata vota..pero' in piemonte.
 

Mari'

Utente di lunga data
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top