Decolla oggi il primo volo low cost di lungo raggio Italia-Usa

brenin

Utente
Staff Forum
Norwegian inaugura con un 787 Dreamliner i collegamenti a tariffe basse. Al via la rotta Roma-New York da 179 euro per tratta. In cabina un comandante italiano. Da oggi apre il collegamento con Los Angeles e a febbraio quello con San Francisco.

Decolla da Roma oggi pomeriggio il primo volo low cost verso gli Stati Uniti. Norwegian Airways, la compagnia emergente in Europa, terzo vettore a basso costo dietro Rayanair e EasyJet, prova a espandere il network allestendo una base a Fiumicino impegnata sia sul fronte del medio raggio che, da oggi, sui voli intercontinentali. Una serissima concorrente non solo per Alitalia che sta tentando di restare a galla anche nel periodo invernale puntando proprio sul lungo raggio, ma anche per i rivali d'Oltreoceano che hanno opposto per anni una strenua resistenza agli aerei con livrea bianco-rossa norvegesi.

Questa prima e rivoluzionaria rotta dal nostro Paese per gli Usa precede di poco il lancio di quelle da Roma per Los Angeles (dal 11 novembre) e dal 6 febbraio 2018, San Francisco-Oakland. Il costo medio dei collegamenti, è inferiore ai 380 euro andata e ritorno - ovviamente con servizi all'osso - e minore di 890 in classe "premium" con bagagli inclusi e cibo a bordo. Dopo due anni di battaglie legali negli Stati Uniti, Norwegian ha potuto coronare il sogno del suo fondatore e amministratore delegato, il magnate Bjørn Kjos: volare a prezzi accessibili a tutti verso gli Usa da Irlanda, Italia e altri Paesi continentali. Una querelle che ha visto da una parte i big dei cieli americani, schierati a difesa del proprio business sull'Atlantico, e dall'altra il terzo vettore europeo low cost.

Norwegian, a differenza di Ryanair e al pari di EasyJet, ha però un vantaggio: di recente ha siglato anche un contratto di lavoro con i sindacati italiani di piloti e assistenti di volo. Inoltre aderisce a tutte le normative sul welfare e contribuzione in vigore nel nostro Paese, al contrario di Ryanair che continua a preferire la “strada irlandese” e cioè il pagamento degli stipendi attraverso buste paga dell’Isola del trifoglio e (nel caso di dipendenti che operino anche in Italia) con una seconda retribuzione italiana. Questo dovrebbe mettere il vettore norvegese al riparo da turbolenze sindacali o politiche.
La flotta Norwegian, che conta su 26 basi europee oltre quella di Fiumicino, si compone attualmente di 143 aerei, di cui 115 Boeing 737-8 e 20 Boeing 787 Dreamliner (quasi un terzo delle parti dell'aereo nasce in Italia), a cui saranno aggiunti, nei prossimi anni, più di 200 nuovi aeromobili che costituiscono il più grande ordine di acquisto nella storia del mercato aereo europeo. L’età media degli aerei è di 3,6 anni.

Nella base di Roma è operativo un Dreamliner che, nel prossimo febbraio, verrà affiancato da un aeromobile gemello. Con l’entrata del secondo Boeing, il calendario voli verso gli Usa vedrà aggiungersi collegamenti 7 giorni su 7 verso New York–Newark, 3 verso Los Angeles e 2 per Oakland-San Francisco.

qui: https://www.norwegian.com/it/ipc/availability/avaday?D_City=FCO&A_City=LAX&D_SelectedDay=16&D_Day=16&D_Month=201801&R_SelectedDay=14&R_Day=14&R_Month=201802&dFare=200&rFare=200&AgreementCodeFK=-1&CurrencyCode=EUR&mode=ab

una simulazione dei costi effettivi con valigia da 20 kg. per un volo da Roma Fiumicino a Los Angeles.
 

ologramma

Utente di lunga data
Norwegian inaugura con un 787 Dreamliner i collegamenti a tariffe basse. Al via la rotta Roma-New York da 179 euro per tratta. In cabina un comandante italiano. Da oggi apre il collegamento con Los Angeles e a febbraio quello con San Francisco.

Decolla da Roma oggi pomeriggio il primo volo low cost verso gli Stati Uniti. Norwegian Airways, la compagnia emergente in Europa, terzo vettore a basso costo dietro Rayanair e EasyJet, prova a espandere il network allestendo una base a Fiumicino impegnata sia sul fronte del medio raggio che, da oggi, sui voli intercontinentali. Una serissima concorrente non solo per Alitalia che sta tentando di restare a galla anche nel periodo invernale puntando proprio sul lungo raggio, ma anche per i rivali d'Oltreoceano che hanno opposto per anni una strenua resistenza agli aerei con livrea bianco-rossa norvegesi.

Questa prima e rivoluzionaria rotta dal nostro Paese per gli Usa precede di poco il lancio di quelle da Roma per Los Angeles (dal 11 novembre) e dal 6 febbraio 2018, San Francisco-Oakland. Il costo medio dei collegamenti, è inferiore ai 380 euro andata e ritorno - ovviamente con servizi all'osso - e minore di 890 in classe "premium" con bagagli inclusi e cibo a bordo. Dopo due anni di battaglie legali negli Stati Uniti, Norwegian ha potuto coronare il sogno del suo fondatore e amministratore delegato, il magnate Bjørn Kjos: volare a prezzi accessibili a tutti verso gli Usa da Irlanda, Italia e altri Paesi continentali. Una querelle che ha visto da una parte i big dei cieli americani, schierati a difesa del proprio business sull'Atlantico, e dall'altra il terzo vettore europeo low cost.

Norwegian, a differenza di Ryanair e al pari di EasyJet, ha però un vantaggio: di recente ha siglato anche un contratto di lavoro con i sindacati italiani di piloti e assistenti di volo. Inoltre aderisce a tutte le normative sul welfare e contribuzione in vigore nel nostro Paese, al contrario di Ryanair che continua a preferire la “strada irlandese” e cioè il pagamento degli stipendi attraverso buste paga dell’Isola del trifoglio e (nel caso di dipendenti che operino anche in Italia) con una seconda retribuzione italiana. Questo dovrebbe mettere il vettore norvegese al riparo da turbolenze sindacali o politiche.
La flotta Norwegian, che conta su 26 basi europee oltre quella di Fiumicino, si compone attualmente di 143 aerei, di cui 115 Boeing 737-8 e 20 Boeing 787 Dreamliner (quasi un terzo delle parti dell'aereo nasce in Italia), a cui saranno aggiunti, nei prossimi anni, più di 200 nuovi aeromobili che costituiscono il più grande ordine di acquisto nella storia del mercato aereo europeo. L’età media degli aerei è di 3,6 anni.

Nella base di Roma è operativo un Dreamliner che, nel prossimo febbraio, verrà affiancato da un aeromobile gemello. Con l’entrata del secondo Boeing, il calendario voli verso gli Usa vedrà aggiungersi collegamenti 7 giorni su 7 verso New York–Newark, 3 verso Los Angeles e 2 per Oakland-San Francisco.

qui: https://www.norwegian.com/it/ipc/availability/avaday?D_City=FCO&A_City=LAX&D_SelectedDay=16&D_Day=16&D_Month=201801&R_SelectedDay=14&R_Day=14&R_Month=201802&dFare=200&rFare=200&AgreementCodeFK=-1&CurrencyCode=EUR&mode=ab

una simulazione dei costi effettivi con valigia da 20 kg. per un volo da Roma Fiumicino a Los Angeles.
chissà se potrò usufruirne , sono agevolato dalla vicinanza dell'aeroporto , sapevo che era in programma :up:
 

Martoriato

Utente di lunga data
Mah..le tariffe " a partire da " sono tali solo se le prenoti minimo un anno prima oppure 4 ore prima del decollo. Oppure 179 Euro piu' questo e quest'altro,totale 4/500 Euro,ovvero una normale tariffa che si paga da Fiumicino per New York..
 

Jim Cain

Utente di lunga data
Spero possiate fare un bel viaggetto, per voi è davvero un'occasione con l'aeroporto così vicino, onestamente i prezzi sono bassissimi....
Dalla mia città, che ha un aereoporto internazionale, passando per Fiumicino il volo costa 500 € a/r con Alitalia.
Tanto vale...
 

brenin

Utente
Staff Forum
Dalla mia città, che ha un aereoporto internazionale, passando per Fiumicino il volo costa 500 € a/r con Alitalia.
Tanto vale...
Verissimo, ad esempio per me ( da Malpensa ) i prezzi sono questi ( volo diretto mxp/jfk ) :

http://www.volagratis.com/vg1/search/results.action?idRequest=1008222945353

e per Los Angeles questi :

http://www.volagratis.com/vg1/search/results.action?userMetaCurrency=EUR&idRequest=4008222984441

per cui non mi conviene andare a Roma.
 
Top