Datemi un parere

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Salve a tutti,
dopo tanto leggere e partecipare ho deciso di raccontare la mia storia...Ho letto in questo sito commenti da persone veramente sagge e credo che avere pareri esterni non di parte(vedi amici e genitori) non puo' che essermi d'aiuto.
Quasi tre anni fa iniziai la relazione col mio attuale partner...relazione gia' difficile a causa dei rispettivi lavori senza orari e senza sede fissa...cosi' dopo quattro mesi gli chiesi una pausa...lui la prese male, ma dopo vari tentativi "mi lascio' andare"...premetto che la mia pausa era veramente riflessiva non ho avuto altre relazioni...ho solo preso due mesi di vacanza da tutto...
Durante quel periodo mi sono accorta che mi mancava, che ne ero innamorata e che se avessi veramente voluto la cosa avrebbe funzionato...parlo al singolare perche' lui era gia' disposto a farla funzionare il problema era mio...forse paura di rischiare una fregatura, come successo nella relazione precedente dalla quale mi sono ripresa solo dopo molto tempo...
Detto questo lo richiamai...senza pretese gli dissi che quello che provavo e se c'era ancora una possibilita' per me...esattamente sono tornata con la coda tra le gambe come un cane...ci incontrammo discutemmo e tutto sembro' risolversi e ritornare a dove eravamo rimasti...feci salti mortali per raggiungerlo (visto che almeno il mio fine settimana e' libero) e cosi' via...
Tutto procedeva come una normale relazione con alti e bassi ma almeno ci amavamo...cosi' che' si fece il passo...non matrimonio perche' ne sono allergica...ma rimasi in cinta mi spostai nella sua citta'...o almeno e' li' che ha comprato casa...tutto procede bene fino a qualche tempo fa...ero ormai al sesto mese di gravidanza quando scopro che quel caprone mi tradi' poco dopo ci rimettemmo insieme con qualcuna con cui lavoro'...la relazione duro' tre settimane ma continuarono a scriversi qualche email per quasi un anno e mezzo!!!!!!!
Il mio mondo crollo'...incinta di 6 mesi venni ricoverata perche' stress e nervoso provocarono un distaccamento prematuro della placenta...restai in ospedale per due mesi...alla fine decisero per il taglio cesario...
Nel mentre lui ha chiesto perdono in mille modi...non sa perche' lo ha fatto...era attratto da lei...classico lei piu' giovane con tette piu' grandi...ma non sa darmi un perche' valido piange e chiede perdono...alla mia domanda 'perche' non hai confessato tutto prima di mettere in mezzo figli appena nati' la risposta e' stata per paura di perdermi...alla domanda "perche' cavolo hai continuato a sentirla via email" la risposta e' che era un gioco, non sarebbe mai tornato da lei...
Onestamente non so se credergli mi sento ferita e ingabbiata in una situazione orrenda...anche ora dopo questi mesi sento rabbia e rancore...il che non aiuta la mia situazione di neo mamma...
Vi prego di darmi dei pareri e se avete qualche domanda saro' felice di rispondervi.

ps:Chiedo scusa per eventuali errori di grammatica
 
O

Old Fa.

Guest
Ciao sunflower286,

Eh sì, ? è molto pericolo fare quello che hai fatto, ? a me è successo con una ragazza che mi ha detto : « Devo riflettere ».

Quando è tornata con le idee chiare, ? il FA di prima non c?era più, quella che ha beccato al suo posto era uno stronzo in cerca di vendetta.

Basandomi sulla mia sensazione in questa circostanza, ? non ti avrei mai perdonata di avermi lasciato in Standby. Non si sa mai cosa ci sia dietro le quinte e di rado lo si saprà mai. Credo che si inizia a distruggere qualcosa quando si fanno queste pause.

Per il tradimento e la tua gravidanza, bisogna proprio essere una donna per avere un?idea di quello che hai provato (immagino una cosa straziante ? ma non sono una donna). Credo che sia meglio il parere di una ragazza, ? se non fossi stata in gravidanza forse qualcosa mi veniva in mente, ? oltre la parte sopra.

Forza ? prima o dopo tutto si risolve, non si sa quando e come, ? ma forse il bello della vita è proprio questo.

PS: fregatene degli errori grammaticali, ? non siamo mica a scuola.
 
O

Old légère

Guest
Io, per principio, non voglio escludere niente, quindi ci può stare anche la vendetta da parte di lui...
Però i figli no. Non ti puoi permettere di fare lo stronzo mentre la tua compagna è incinta. Questo no e NO!

Légère
 

Verena67

Utente di lunga data
Non siamo lavatrici!!!

Fa. ha detto:
Basandomi sulla mia sensazione in questa circostanza, ? non ti avrei mai perdonata di avermi lasciato in Standby. Non si sa mai cosa ci sia dietro le quinte e di rado lo si saprà mai. Credo che si inizia a distruggere qualcosa quando si fanno queste pause.
Ciao, Sunflower, benvenuta!

Ah, gli stand - by...la vostra Verena ne sa qualcosa. L'ininizio della Fine con Il Grande Amante fu proprio quando lui mi disse - dopo una settimana piuttosto tesa di discorsi sul futuro - che "aveva parlato con sua moglie" (non certo di noi, non temete
) e che "Per cortesia, non potevo mettermi un attimo in stand - by?"
Mi incazzai funestamente!
Gli dissi che non ero una lavatrice e non avevo l'apposito tasto "pause".

Per cui, concordo con Fa al 150 % , le "pause di riflessione" sono l'inizio della fine.

E scatenano sentimenti di vendetta e drammatiche cadute di autostima, che negli uomini possono essere devastanti. Non a caso quando dissi a mio marito che avevo un altro, il suo primo commento - dal profondo del cuore - fu "Io non ti ho mai tradito".

Ciò significa che, se mai lui mi tradisse, beh...sarò superficiale, ma una gliela devo e gliela farei passare liscia
Spero che non lo faccia, ma non giudicherei della saldezza del nostro matrimonio da un corno "vendicativo".

Ora, peraltro, piangere sul latte versato ha poco senso, quel che conta è il futuro, tuo , e della tua creatura.

Sono dispiaciutissima di quello che ti è successo, anch'io ho avuto problemi in gravidanza, e so bene il senso di fragilità e impotenza che si prova
Ti sono davvero vicina!

Ciò che però conta è secondo me che mettiate un po' da parte il tradimento di lui. Ignora le e - mail scambiate: sul serio, non mi sembra drammatico. Ciò che conta è che la relazione è finita, e cerca, se posso permettermi, di non fare di un sassolino una montagna.
Avete comunque costruito un rapporto in un contesto lavorativo e abitativo non facile, per cui quello che c'è tra di voi non mi pare né superficiale, né banale.
Concentratevi sul vostro bambino e sul vostro futuro, e mettete un attimo da parte i rancori reciproci.
Se posso permettermi, questo è il mio consiglio, dall'esterno.
un grosso bacio ed augurio!!!
 
N

Non registrato

Guest
Grazie per avermi risposto
vi do ragione la 'pausa e' l'inizio della fine'...o comunque li sarebbe dovuta finire...senza vendette di nessun tipo...
Avevo gia' maturato l'idea di chiedere un trasferimento...e visto che la settimana prossima rientro a lavoro, credo che il trasferimento sara' la mia prima richiesta...
Hai ragione Verena una storia e' sicuramente finita...ma credo che sia la nostra...
se la situazione fosse stata diversa magari credo che ne sarei uscita meglio, ma in otto mesi di grevidanza ne abbiamo passati solo due insieme (quarto e ottavo)...mediamente vede la bimba per forse quattro ore la settimana...me idem...mi sento una madre single...magari e' questo che non riesco ad accettare...
E' vero il mio inizio e' stato penoso...me lo sarei dovuta risparmiare...mi faccio un mea culpa...ma nella mia scala di valori non giustifica il tradimento...per quanto riguarda le email...e' vero sembra stupido ma il contenuto non lo era: in alcune le ha anche scritto che pensava di mollare il lavoro e trasferirsi da lei...o che lei era la migliore e compagnia cantante...sembra una fesseria...ma non se in questi tre anni ho bruciato tutte le mie vacanze per il suo lavoro o passare lo scorso Natale da sola perche' come sempre tutto cambia all'ultimo minuto...
Scusate se mi sfogo...ma ho sempre pensato che gli sfoghi piu' sinceri ed efficaci devono essere rivolti a sconosciuti...
Grazie di nuovo
Sunflower
 
O

Old Fa.

Guest
Suggerimento: togliamo e cancelliamo dalla lavagna il passato, su quello ormai non si può fare niente.

Quali sono le tue alternative ? Devi averne qualcuna .

E poi, credo sia la cosa fondamentale: Che cosa vuoi tu ? E' un sistema a mio parere ottimo per scremare tutto quello che non serve per "soluzionare"
 

Verena67

Utente di lunga data
Non pensavo fosse così grave:(

Non registrato ha detto:
E' vero il mio inizio e' stato penoso...me lo sarei dovuta risparmiare...mi faccio un mea culpa...ma nella mia scala di valori non giustifica il tradimento...per quanto riguarda le email...e' vero sembra stupido ma il contenuto non lo era: in alcune le ha anche scritto che pensava di mollare il lavoro e trasferirsi da lei...o che lei era la migliore e compagnia cantante...sembra una fesseria...ma non se in questi tre anni ho bruciato tutte le mie vacanze per il suo lavoro o passare lo scorso Natale da sola perche' come sempre tutto cambia all'ultimo minuto...
Scusate se mi sfogo...ma ho sempre pensato che gli sfoghi piu' sinceri ed efficaci devono essere rivolti a sconosciuti...
Grazie di nuovo
Sunflower
Scusami, cara, non avevo capito (forse ho letto troppo in fretta...) che la situazione tra di voi fosse già così compromessa

in questo caso non penso nemmeno piu' sia una "vendetta", ma proprio il fatto che lui si è innamorato di un'altra donna, purtroppo non con la maturità necessaria per risparmiarti tanti dolori e la responsabilità (solitaria o quasi) di un figlio.
Mi spiace tanto

Spero in qualche modo tu ne possa uscire, con dignità, anche per il bene di vostra figlia.
Un bacio, ti penso
 
N

Non registrato

Guest
Rispomdo a tutt'e due

Fa onestamente non so cosa voglio..fosse per me scapperei...ma un giorno dovro' pur raccontare qualcosa a mia figlia...e comunque lui e' il padre quanto lontano posso scappare? Devo consultare un avvocato ma credo che debba avere il suo consenso se anche volessi lasciare l'europa

Verena la situazione e' cosi' da sempre...questo e' stato il mio motivo di riflessione iniziale...la relazione non si e' deteriorata col tempo e' stabile...ora per esempio sta lavorando a casa, che significa in questa nazione, esce alle sei del mattino e non rientra prima delle 23...tra dieci giorni parte per Londra...l'inverno scorso stava in canada...dice sempre che cambiera' ma ancora non e' cambiato niente...

Non voglio fare la vittima...l'etichetta non mi si addice proprio...ma onestamente non riesco a capire perche' qualcuno che si ostina in questo caso, a dire di amarmi possa comportarsi cosi'...ma veramente una pausa pou' essere cosi' letale? o e' solo lui?

Forse veramente piu' che un consiglio mi servirebbe un avvocato!!!!!

sunflower

ps: tralascio il capitolo suoceri non mi sembra troppo pertinente al forum...
 

Bruja

Utente di lunga data
brutto quadro

Intervengo dopo molti altri consigli e pareri interessanti che hai avuto.
Mi soffermo non su quello che ti è accaduto; per banale che possa essere è abbastanza frequente...... gli uomini nei "periodi di riflessione" delle partners raramente stanno a casa a riflettere, fattene una ragione.
Comunque lui ha intrattenuto una storia, che sia per sesso o per altro, poco importa visto che l'ha allungata per molto tempo anche mentre eri incinta, quindi più fragile.
Sul contenuto delle mails stenderei un velo non pietoso ma patetico....... il gioco dell'amicizia via internet quando poi il contenuto delle mails è ben altro lo conosciamo bene.
Direi che quello che è importante ora è il tuo stato d'animo, hai subite dure prove, hai responsabilità non solo nei tuoi confronti e devi valutare bene cosa ti faccia stare meglio. Questo indipendentemente dalla durezza della scelta che andrai a fare.
Considera soprattutto che ti aspettano lunghi periodi di lontananza dato il suo lavoro, e non puoi pensare di macerarti nei dubbi di cosa potrà combinare così lontano e incontrollabile.
Devi chiarire a fondo e, soprattutto, chiarirti e valutare che tipo di vita vuoi fare, e questo non dipende molto da cosa farà lui, ma da come tu ti porrai di fronte al suo stato esistenziale; per farla corta, o ritrovi la fiducia in lui o non avrai pace nè tregua.
L'alternativa è affidarti alla sensazione che sia sincero e che quello che è accaduto gli abbia insegnato qualcosa, ma questo solo tu puoi dirlo perchè solo tu lo conosci abbastanza.
Mi spiace di non poterti dare consigli o aiuti più efficaci, ma sono del parere che la percezione che lui sia pentito e non avrà altre voglie da soddisfare in caso di facili occasioni è cosa che va creduta come atto di fede nella persona stessa.
Un abbraccio e che tutto vada come vorresti.
Bruja

p.s. - Piccolo appunto: che ti abbia detto che è caduto in tentazione perchè l'altra aveva il seno più abbondante è di un kitch e di un cattivo gusto incredibile......... se anche era una delle ragioni per cui lo ha fatto, poteva essere più gentleman e tenerselo per sé. A volte gli uomini sanno essere peggio delle comari !!!
 
O

Old miche547

Guest
mio parere

Da quello che dici mi sembra che la pausa che per te significava capire per lui ha significato agire, del resto come poteva essere certo che tu dopo la pausa saresti tornata da lui.
Ovvio è che poi come se cominci una storia, per quanto possa contare poco, non puoi spegnerla con un interruttore.
Poi come dici tu stessa, vi amavate ma c'erano anche alti e bassi, non poteva essere certo di te al 100% visto che già avevi chiesto una pausa.
Poi la decisione, la certezza che tu sei disposta a stare con lui, ha costruire un futuro assieme e lui a quel punto avrebbe dovuto confessare il tutto, come l'avresti presa? in fondo lui teneva a te, la storia era un episodio passato, non infrangeva il patto.
Per quel che concerne le e-mail ecco qui non so. Effettivamente per me queste rappresentano un bel punto interrogativo. Volendo essere positivi, cosa difficile ma possibile, lui li ha toppato però potrebbe essergli servito da lezione. Potresti esserti assicurata un marito che effettivamente ti sarà sempre fedele e dati i tempi

ciao e forza
 

Verena67

Utente di lunga data
Bruja ha detto:
p.s. - Piccolo appunto: che ti abbia detto che è caduto in tentazione perchè l'altra aveva il seno più abbondante è di un kitch e di un cattivo gusto incredibile......... se anche era una delle ragioni per cui lo ha fatto, poteva essere più gentleman e tenerselo per sé. A volte gli uomini sanno essere peggio delle comari !!!
Già, ben detto

per carità, siamo brutti animali - noi esseri umani - e talvolta un uomo ci attizza perché, che so, alto e ben piazzato, e una donna ci piace perché con una bella quarta abbondante od al contrario magra come un chiodo

Ma un conto sono le confidenze da camera da letto di due amanti, un conto ciò che fonda un rapporto "vero" o una relazione ("lei ci aveva delle gran tette" non è né elegante né opportuna come frase da dire alla tradita!).

Il vero problema della tua storia, Sunflower, per come la vedo io, sta nelle premesse del rapporto.
Quest'uomo, diciamocelo, ha l'animo del giramondo.
Una persona a me molto vicina ha avuto un padre assente per 40 anni, proprio perché amava andare in giro per il mondo per lavoro, mentre la moglie tirava su faticosamente quattro figli. DA SOLA. Il tipo è tornato solo per morire

Le conseguenze di ciò, come dice la manualistica USA, sono plurigenerazionali: un uomo tirato su dalla madre potrebbe vagheggiare la stessa "libertà" del genitore sempre "in fuga". E infatti...
Ciò fa nascere un'inaffidabilità profonda: chi sta con un partner del genere (e tu sapevi che tipo era fin dall'inizio, tanto che ciò ti ha portato alla famosa "pausa di riflessione") deve accettarlo nel profondo. Deve sapere che c'è una parte della sua vita che continua a "scappare".
Forse non hai riflettutto abbastanza su questo aspetto, quando hai concepito un figlio, o forse ci hai riflettuto e l'hai tacitamente accettato, fatto sta che ora (del resto si cambia...) ti crea disagio. Il fatto che lui avesse avuto altre storie è solo una conseguenza (nemmeno la piu' grave, trovo assai piu' grave il lasciarti "sola") di una sua inaffidabilità di fondo, che però il tipo "razionalizza" a posteriori dicendoti a) che ti ama b) che lui è un ottimo padre di famiglia (scommetto).

per cui, il tuo pensiero piu' che alla presunta o reale infedeltà, secondo me deve andare alla premessa.
Questo rapporto, con lui che "fugge", mi basta? Mi appaga?
O non potrei essere piu' felice ricominciando una vita per conto mio con mio figlio, libera da un legame chiaramente non appagante?

Un grosso bacio!
 
F

Fedifrago

Guest
x capire meglio..

Durante quella pausa di riflessione in che termini eravate? Vi sentivate, vedevate o era chiaro che in quel periodo ognuno era libero di vedere e frequentare chi voleva?

Tu sapevi il tipo di vita e di lavoro che faceva e anche tu mi pare non fossi una "stanziale": non è che sei tu a seguito della maternità (e comprensibilmente) che hai cambiato le tue priorità? Quando hai deciso di fare un figlio con lui sapevi cosa ti aspettava o pensavi che fosse un'automatica conseguenza che lui cambiasse? Glielo hai chiesto? Ne avete parlato prima?

Riguardo alla storia, se sei sicura che mail a parte non l'abbia più rivista, è davvero imperdonabile che abbia continuato questo contatto "virtuale"?
Ho letto da qualche parte (e forse un fondo di verità c'è) che per gli uomini esistono solo degli arrivederci, mai degli addii (si lascia sempre socchiusa la porta anche ad una remotissima possibilità che un domani...non si sa mai... etc etc).

Riguardo al fatto delle tette più o meno grosse, te l'ha detto lui? A me è parsa più una tua considerazione..sbaglio?!?



ps. L'avevi detto tu di far pure delle domande eh!
 
N

Non registrato

Guest
arieccola...

[
Un grosso bacio![/QUOTE]


PURE QUA'....che fonte inesauribile, come mai non sei stata ancora assunta dalla redazione come very very esperta!!!!!
 
N

Non registrato

Guest
Fedifrago ha detto:
Durante quella pausa di riflessione in che termini eravate? Vi sentivate, vedevate o era chiaro che in quel periodo ognuno era libero di vedere e frequentare chi voleva?

Tu sapevi il tipo di vita e di lavoro che faceva e anche tu mi pare non fossi una "stanziale": non è che sei tu a seguito della maternità (e comprensibilmente) che hai cambiato le tue priorità? Quando hai deciso di fare un figlio con lui sapevi cosa ti aspettava o pensavi che fosse un'automatica conseguenza che lui cambiasse? Glielo hai chiesto? Ne avete parlato prima?

Riguardo alla storia, se sei sicura che mail a parte non l'abbia più rivista, è davvero imperdonabile che abbia continuato questo contatto "virtuale"?
Ho letto da qualche parte (e forse un fondo di verità c'è) che per gli uomini esistono solo degli arrivederci, mai degli addii (si lascia sempre socchiusa la porta anche ad una remotissima possibilità che un domani...non si sa mai... etc etc).

Riguardo al fatto delle tette più o meno grosse, te l'ha detto lui? A me è parsa più una tua considerazione..sbaglio?!?



ps. L'avevi detto tu di far pure delle domande eh!
Durante la "pausa" non ci siamo sentiti e lui era liberissimo di fare cio' che voleva come lo ero io...il tradimento e' avvenuto dopo la riconciliazione...

Per quanto riguarda figlio e cambiamenti la cosa non e' accaduta per caso ma era programmata...come lo era il fatto che lui dovesse o cambiare lavoro o limitare i viaggi...ma la cosa viene rimandata in continuazione trovandosi sempre nel mezzo di un grosso progetto...la prossima scadenza data e' tra due anni!!!!

Non ho la certezza che non la abbia piu' vista...e si ti sbagli...le tette e tutto non e' una mia considerazione...ma e' una delle motivazioni datemi...anche perche' dubito ci fosse un qualche tipo di comunicazione visto che dalle email lei parla proprio inglese o nessuna delle lingue da lui parlate (tranne quella universale)...di conseguenza credo che l'aspetto sia il movente...
 
O

Old auberose

Guest
Senti, scusa se ti dò il mio parere....ma dopo aver letto le tue ultime risposte date a Feddy, non riesco a trattenermi.....
purtroppo è un parere negativo su questo uomo, un uomo che mi sembra molto pieno di se stesso, di quelli che le raccontano così bene che si convincono da soli che sia vero.
Per conto mio lui è così.....non ci sarà cambiamento lavorativo perchè sarà sempre impossibilitato a farlo, etc....
mi sembra molto immaturo, e soprattutto che non abbia la volontà nè di crescere nè di cambiare.

Auberose
 
N

Non registrato

Guest
Verena67 ha detto:
Già, ben detto

per carità, siamo brutti animali - noi esseri umani - e talvolta un uomo ci attizza perché, che so, alto e ben piazzato, e una donna ci piace perché con una bella quarta abbondante od al contrario magra come un chiodo

Ma un conto sono le confidenze da camera da letto di due amanti, un conto ciò che fonda un rapporto "vero" o una relazione ("lei ci aveva delle gran tette" non è né elegante né opportuna come frase da dire alla tradita!).

Il vero problema della tua storia, Sunflower, per come la vedo io, sta nelle premesse del rapporto.
Quest'uomo, diciamocelo, ha l'animo del giramondo.
Una persona a me molto vicina ha avuto un padre assente per 40 anni, proprio perché amava andare in giro per il mondo per lavoro, mentre la moglie tirava su faticosamente quattro figli. DA SOLA. Il tipo è tornato solo per morire

Le conseguenze di ciò, come dice la manualistica USA, sono plurigenerazionali: un uomo tirato su dalla madre potrebbe vagheggiare la stessa "libertà" del genitore sempre "in fuga". E infatti...
Ciò fa nascere un'inaffidabilità profonda: chi sta con un partner del genere (e tu sapevi che tipo era fin dall'inizio, tanto che ciò ti ha portato alla famosa "pausa di riflessione") deve accettarlo nel profondo. Deve sapere che c'è una parte della sua vita che continua a "scappare".
Forse non hai riflettutto abbastanza su questo aspetto, quando hai concepito un figlio, o forse ci hai riflettuto e l'hai tacitamente accettato, fatto sta che ora (del resto si cambia...) ti crea disagio. Il fatto che lui avesse avuto altre storie è solo una conseguenza (nemmeno la piu' grave, trovo assai piu' grave il lasciarti "sola") di una sua inaffidabilità di fondo, che però il tipo "razionalizza" a posteriori dicendoti a) che ti ama b) che lui è un ottimo padre di famiglia (scommetto).

per cui, il tuo pensiero piu' che alla presunta o reale infedeltà, secondo me deve andare alla premessa.
Questo rapporto, con lui che "fugge", mi basta? Mi appaga?
O non potrei essere piu' felice ricominciando una vita per conto mio con mio figlio, libera da un legame chiaramente non appagante?

Un grosso bacio!
Grazie per la manualistica Verena67
e' giusto quello che sospettavo....suo padre infatti e' stato molto assente e manipolatore... sua madre e' iper-possessiva e soffocante...ti assicuro che se avessi saputo le vicessitudini della sua famiglia prima, sarei scappata a gambe levate...

Inizio a vedere anche io che forse il tradimento, pur essendo reale e confessato, e' solo uno dei tanti problemi che associato alla sua assenza mi crea disagio...

Non dice di essere un ottimo padre di famiglia (in passato si e' idealizzato come futuro buon padre, ma ha attualmente cambiato opinione) sa che non e' ne un buon partner ne un buon padre...in tutto questo credo che si stia anche sforzando di migliorarsi...ma non ascolta quando si parla di soldi, continua a dire che i soldi ci servono...onestamente non so niente di psicologia e tanto meno lo voglio giustificare...so che la sua famiglia era piuttosto povera, visto che i genitori hanno voluto 5 figli che non potevano mantenere, tanto che lui ne ha sofferto e sin da piccolo ha dovuto lavoricchiare per aiutare in casa, poi per pagarsi gli studi e come mi disse "fare qualcosa di piu' di quello che ci si possa apettare da un ragazzino che ha lavato i vetri delle macchine"...

Quando penso a queste cose mi viene un nodo alla gola...ma io devo pensare anche me e a rebecca...non lo so e' per questo che vi chiedo un parere...conosco anche i miei difetti so che sono un po' egocentrica e non voglio passare per vittima...il fatto e' che tutte queste informazioni sono venute fuori dal tradimento...solo quando l'ho scoperto e ha confessato ha gettato giu' la maschera...
grazie Sunflower
 
N

Non registrato

Guest
auberose ha detto:
Senti, scusa se ti dò il mio parere....ma dopo aver letto le tue ultime risposte date a Feddy, non riesco a trattenermi.....
purtroppo è un parere negativo su questo uomo, un uomo che mi sembra molto pieno di se stesso, di quelli che le raccontano così bene che si convincono da soli che sia vero.
Per conto mio lui è così.....non ci sarà cambiamento lavorativo perchè sarà sempre impossibilitato a farlo, etc....
mi sembra molto immaturo, e soprattutto che non abbia la volontà nè di crescere nè di cambiare.

Auberose
Grazie Auberose,
so che quello che dici e' la verita' piu' probabile...ma voglio essere sicura che sia cosi' quando (se) andro' a chiudere quella porta perche' una volta fatto non tornerei piu' indietro.
Sunflower
 

Bruja

Utente di lunga data
Sunflower

I problemi, i traumi, i disagi e l'assenza o la presenza ossessiva dei genitori sono attenuanti, scusanti, non alibi.
Ogni persona ha problemi nei rapporti sociali, e la la natura e la stoffa di cui è fatta dipende proprio dalla reazione che ha nelle vicissitudini.
La qualità di vita è una piccola conquista quotidiana, e se, come, e da chi nasciamo non è cosa in cui possiamo intervenire, il come ci comportiamo nel vivere dipende in gran parte da noi. E' giusto pensare che si possano fare errori, ci mancherebbe, ma se dai propri errori non si impara nulla sarà facile intuire che ci si incapperà ancora.
Per sintetizzare, non è quello che fa o cosa si è trovato a fare che io rimprovererei, quanto la noncuranza delle sue azioni.
La coscienza non è vincolata da nascita, stato e posizione sociale; puoi ascoltarla o decidere di non prestarle attenzione. Che poi lo si faccia per immaturità, superficialità o mancanza di responsabilità poco importa nell'economia di una coppia in cui l'altra parte dovrà subire questa condizione.....
Qualunque indole è connaturata, ma se attraverso scelte ponderate non cerchiamo di migliorarla, anzitutto per noi stessi, inutile sperare che si possa farlo per altri.
Bruja
 
Ciao a tutti
sono sparita ma avendo ripreso il lavoro lascio tutto il tempo libero concessomi per mia figlia...
rileggevo cio' che avete scritto e credo che qualcuno abbia frainteso il fatto che il tradimento sia avvenuto dopo la pausa...qualcuno ha parlato di vendetta non escludo ma lui non e' proprio sangue caliente di sisiliano
e' piu' freddo salmone norvegese hahaha...ma vi ringazio comunque per i pareri.
Sto piu' o meno venendo a capo del tutto grazie ad una mia amica psichologa...come vi dicevo la sua famiglia e' un po' disfunzionale e nonstrante pareri contrari sfortunatamente certe volte i genitori hanno il potere ( o la colpa?) di influenzare cio' che figli diventeranno...nonostante stia andando fuori tema vi racconto il tutto, visto che siete stati comunque cosi' gentili da dedicarmi parte del vostro tempo.
Scoprii tempo fa che la sua sorella venne internata in un ospedale psychiatrico con la diagnosi di Sindrome di Borderline...non so se qualcuno conosce...comunque si tratta di una malattia spychica al confine tra nevrosi e psichosi generalmente provocata da gravi traumi infantili come abusi sia fisici che mentali spesso da parte dei genitori...la sorella per quanto ne so' e' stato un caso piuttosto grave visto i 6 tentativi di suicidio...a quel punto ho chiesto aiuto alla mia amica e lei mi ha detto che al giorno d'oggi si parla piu' di famiglie borderline piu' che di singoli soggetti...
Cosi' ho descritto alla mia amica alcuni dei suoi atteggiamenti piu' marcati...lei pensato che fosse il caso di parlare con lui...cosi' e' stato due giorni fa...e a quanto pare lui ha bisogno di aiuto...da domani entra in cura da questa mia amica...
Per quanto riguarda me ho deciso di dargli un'altra possibilita' e vedere se e' una malattia o solo un immaturo...
Questo e' quanto grazie ancora per lo spazio e il tempo concessomi...
Baci
 
N

Non registrato

Guest
bene bene

Carissima

Per quanto mi riguarda noi uomini a volte ragioniamo più con il pisello che con la testa, anche alla mia più cara amica è capitato di essere tradita quanto era di 6 mesi viene tristemente da dire "cose che capitano" anche se non dovrebbero succedere...
Il fatto che ti abbia chiesto scusa in mille modi e che ci sia una bimba di mezzo non lasciano dubbi su quello che farei io un colpo di spugna non è semplicissimo lo smacco resterà per parecchio ma se poi si cammina assieme prima o poi lo si digerisce.
il fatto che voglia entrare in terapia è un ottimo segno avere la consapevolezza di e l'umiltà di dover chiedere aiuto non è facile da ammettere anzi lo si fa solo nel momento in cui si vuole migliorare e puntare ad una soluzione definitiva visto che è un processo piuttosto lungo.
Per quanto mi riguarda quaesta è una storia a lieto fine.

un abbraccio
alessandro
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top