Credevo nelle favole...

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old silentleo

Guest
Ciao a tutti...
Ho 28 anni, un figlio di 10, sposata da 9 e fino a poco tempo fa credevo nelle fiabe dove VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI.
Poi mio marito mi ha detto che ama un'altra, vuole lasciarmi per andare con lei e io sono come sua sorella...una sorella con cui ha fatto l'amore fino a due giorni prima della grande confessione, però. Per me è stato un fulmine a ciel sereno.Ma...come dice il buon Ligabue "gli occhi fanno quel che possono, se non vedono è perchè non vuoi vedere tu".
Sono seguiti pianti, discussioni durate anche sei ore di fila, ubriacature,...Doveva andarsene di casa dopo un mese...domani saranno già quattro mesi e lui è ancora qui.... dormiamo nellop stesso etto, facciamo l'amore ma non ci baciamo più. Si è reso conto che non può lasciarmi e mi ha chiesto tempo fino a dicembre per dimenticare l'altra (poi cambierà lavoro e non la vedrà più, dice lui...chissà).
Dice di provare per lei una passione bruciante e per me non più, ma che io sono metà della sua anima e si COSTRINGE a rimanere con me.
A volte lo odio per il male che mi fa, a volte mi fa tenerezza, a volte mi fa sorridere con tutti i suoi tentativi di barcamenarsi tra moglie e amante, preso com'è da questioni irrisorie se confrontate all'andamento generale della sua vita...la sua ditta è sull'orlo del fallimento.
E io? Io lo voglio ancora nella mia vita! o forse no?
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
?

Hai sbagliato a digitare o sei davvero rimasta incinta a 17 anni?
E lui quanti anni ha?
 

Grande82

Utente di lunga data
lo vuoi, ma come spesso accade vorresti che lui fosse quello che non è. moglie bambina, hai lasciato che lui facesse il padre. di tutti.
Ora vuoi che resti. Perchè il padre non esce di casa. Ma non provi gelosia per lei. vuoi solo averlo, affermare il tuo diritto di priorità per lui, indipendentemente dal fatto che lui ami un'altra che alla fine è quasi marginale.
Te lo chiedo io. Visualizza e descrivi un'immagine:come ti vedi fra 10 anni?
 
O

Old silentleo

Guest
Si, sono rimasta incinta pochi giorni prima di compiere 18 anni, lui ne aveva 20. Adesso ne ha 30.
Come mi vedo tra 10 anni?
Non lo so, a volte è difficile anche arrivare alla fine della giornata. Però so che voglio una famiglia intorno a me, sarà sciocco, forse, ma quando penso all'amore tra due persone non ci vedo la passione che ti travolge, ma la volontà di condividere la vita insieme, fino a diventare nonni con i capelli bianchi e le rughe ed essere felici di ciò che è stato costruito negli anni.
Lo avevo detto che credevo nelle favole... però ogni giorno che passa sento che sto cambiando e divento più disincantata.
Comunque è vero che non sono gelosa dell'altra, mi fa anche pena a volte, è una ragazza che ha più problemi di me (padre alcolizzato, madre che non la vuole più in casa, e va a mettersi con uno sposato...)
Io e mio marito siamo cresciuti assieme, praticamente, e ne abbiamo passate tante. Quanto può valere al confronto una storia nata clandestina e mai vissuta veramente?
Confesso che ci sto mettendo tutta me stessa per dimostrargli quanto io sia importante per lui, ma ancora mi chiedo quanto lui sia importante per me...
 
O

Old Leone 73

Guest
Si, sono rimasta incinta pochi giorni prima di compiere 18 anni, lui ne aveva 20. Adesso ne ha 30.
Come mi vedo tra 10 anni?
Non lo so, a volte è difficile anche arrivare alla fine della giornata. Però so che voglio una famiglia intorno a me, sarà sciocco, forse, ma quando penso all'amore tra due persone non ci vedo la passione che ti travolge, ma la volontà di condividere la vita insieme, fino a diventare nonni con i capelli bianchi e le rughe ed essere felici di ciò che è stato costruito negli anni.
Lo avevo detto che credevo nelle favole... però ogni giorno che passa sento che sto cambiando e divento più disincantata.
Comunque è vero che non sono gelosa dell'altra, mi fa anche pena a volte, è una ragazza che ha più problemi di me (padre alcolizzato, madre che non la vuole più in casa, e va a mettersi con uno sposato...)
Io e mio marito siamo cresciuti assieme, praticamente, e ne abbiamo passate tante. Quanto può valere al confronto una storia nata clandestina e mai vissuta veramente?
Confesso che ci sto mettendo tutta me stessa per dimostrargli quanto io sia importante per lui, ma ancora mi chiedo quanto lui sia importante per me...

lascialo oppure prendi in mano la situazione e gliene dici 4
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
...

Si, sono rimasta incinta pochi giorni prima di compiere 18 anni, lui ne aveva 20. Adesso ne ha 30.
Come mi vedo tra 10 anni?
Non lo so, a volte è difficile anche arrivare alla fine della giornata. Però so che voglio una famiglia intorno a me, sarà sciocco, forse, ma quando penso all'amore tra due persone non ci vedo la passione che ti travolge, ma la volontà di condividere la vita insieme, fino a diventare nonni con i capelli bianchi e le rughe ed essere felici di ciò che è stato costruito negli anni.
Lo avevo detto che credevo nelle favole... però ogni giorno che passa sento che sto cambiando e divento più disincantata.
Comunque è vero che non sono gelosa dell'altra, mi fa anche pena a volte, è una ragazza che ha più problemi di me (padre alcolizzato, madre che non la vuole più in casa, e va a mettersi con uno sposato...)
Io e mio marito siamo cresciuti assieme, praticamente, e ne abbiamo passate tante. Quanto può valere al confronto una storia nata clandestina e mai vissuta veramente?
Confesso che ci sto mettendo tutta me stessa per dimostrargli quanto io sia importante per lui, ma ancora mi chiedo quanto lui sia importante per me...
Cara, tu dici cose molto sagge, ma ...siete due ragazzi!
Siete più giovani dei "bamboccioni" che stanno in famiglia e magari non hanno ancora preso la laurea fuori corso o un lavoro vero (per responsabilità loro o no non è in discussione)!
Tu non senti il peso di una vita adulta iniziata tanto presto, ma forse tuo marito sì!
Può essere che abbia solo voglia/bisogno di una "vita da giovane" come hanno la maggior parte dei suoi coetanei (e anche molti quasi quarantenni) o che realmente senta che sia alla conclusione una storia che è iniziata troppo presto.
Non è facile capirlo, non dico per me, ma per lui e per te.
Ho conosciuto coppie che si sono formate come famiglia come voi e alcune sono durate (fino ai capelli bianchi e i nipotini ancora non so), ma molte non ce l'hanno fatta e altre hanno dovuto affrontare un periodo di separazione di "recupero" della gioventù non vissuta per continuare un percorso senza rimpianti che rischiano di diventare rancori nei confronti di chi a portato la vita a essere delineata tanto presto.
Ti posso solo abbracciare virtualmente come una figlia.
 

Verena67

Utente di lunga data
Concordo con Persa/Ritrovata, la coppia "giovane" affronta difficoltà particolari, di crescita, di percorso, specie di questi tempi. Tutto sommato siete stati "bravi", tu a tenere il passo, lui a ritrovare la bussola e a non buttare via l'acqua con il bambino come si suol dire.

Adesso dovete entrambi sforzarvi di riprendere la strada giusta, utilizzando quello che è successo per rafforzarvi e unirvi, non per allontanarvi.

In quel letto, un piccolo passo fallo tu. Non te lo dico come lo dicevano le nonne, dimentica e chiudi gli occhi, no. Te lo dico con un altro spirito. Quello di una donna che prova a tenere unita la sua famiglia, sempre nell'intesa che l'altra storia sia finita inequivocabilmente.

Le favole non esistono, ma noi umani possiamo darci concretamente molto amore.

TI abbraccio.
 

Bruja

Utente di lunga data
Mah....

Questa ragazza, con le sue delusioni, i suoi dolori e la porta in faccia del "sto con te ma non ti desidero" mi fa una ternerezza infinitra e me ne infischio se anche lui è un ragazzo, perchè nel letto a sentirsi umiliata per la sincerità pelosissima di questo trentenne che non è proprio ignavo, c'è lei. I passi li devono fare entrambi e sono del parere che lui deve capire due cose:
a) che nel calderone dell'essersi presi responsabilità enormi troppo presto ci sono in due,
b) che se lui a decide di andarsene e poi non se ne va (ed i motivi veri li sa lui) non può far carico a lei della sua "delusione"!!

Entrambi devono fare questo famoso passo, ma lui appartando un sogno che forse era solo il miraggio inconsistente di una voglia di emozioni, e lei ingoiando il rospo, alla sua giovane età di essere messa da parte perchè non ha il tempo, forse la voglia e l'opportunità di fare la carina col marito.
Le riconosco invere la maturità di provare umana pena per l'altra che ha problemi suoi (ma anche i problemi spesso sono con concorso di colpa e non si risolvono appunto stando con uno coniugato)!
Silentleo deve tra l'altro rapportarsi con una disillusione che a mio avviso renderà lei abbastanza distante proprio per aver visto le cose come erano, lei ci proverà perchè è costruttiva, lo si comprende bene, ma dovrà anche fare i conti con la sua sensibilità ferita e la sua amorevolezza bistrattata e sgualcita.
Le auguro di avere forza morale e spessore personale per due..... anzi per tutti!
Bruja
 

Verena67

Utente di lunga data
Questa ragazza, con le sue delusioni, i suoi dolori e la porta in faccia del "sto con te ma non ti desidero" mi fa una ternerezza infinitra e me ne infischio se anche lui è un ragazzo, perchè nel letto a sentirsi umiliata per la sincerità pelosissima di questo trentenne che non è proprio ignavo, c'è lei. I passi li devono fare entrambi e sono del parere che lui deve capire due cose:
a) che nel calderone dell'essersi presi responsabilità enormi troppo presto ci sono in due,
b) che se lui a decide di andarsene e poi non se ne va (ed i motivi veri li sa lui) non può far carico a lei della sua "delusione"!!

si, infatti, davo per scontato che devono venirsi incontro!


Lui ha precise responsabilità, ma lei puo' molto addolcendo questa loro distanza con un gesto anche "fisico" di riconciliazione....che lui deve accogliere con mani "pulite" dal contatto dell'altra...

Bacio!
 

Fedifrago

Utente di lunga data
Si, sono rimasta incinta pochi giorni prima di compiere 18 anni, lui ne aveva 20. Adesso ne ha 30.
Come mi vedo tra 10 anni?
Non lo so, a volte è difficile anche arrivare alla fine della giornata. Però so che voglio una famiglia intorno a me, sarà sciocco, forse, ma quando penso all'amore tra due persone non ci vedo la passione che ti travolge, ma la volontà di condividere la vita insieme, fino a diventare nonni con i capelli bianchi e le rughe ed essere felici di ciò che è stato costruito negli anni.
Lo avevo detto che credevo nelle favole... però ogni giorno che passa sento che sto cambiando e divento più disincantata.
Comunque è vero che non sono gelosa dell'altra, mi fa anche pena a volte, è una ragazza che ha più problemi di me (padre alcolizzato, madre che non la vuole più in casa, e va a mettersi con uno sposato...)
Io e mio marito siamo cresciuti assieme, praticamente, e ne abbiamo passate tante. Quanto può valere al confronto una storia nata clandestina e mai vissuta veramente?
Confesso che ci sto mettendo tutta me stessa per dimostrargli quanto io sia importante per lui, ma ancora mi chiedo quanto lui sia importante per me...
Nella pacatezza della tua esposizione vedo un atteggiamento molto materno, forse troppo materno.
Sicuramente chi dei due è cresciuta nel rapporto sei tu, ma questo non significa che ti devi far carico di tutto il peso: potresti finirne stritolata!
Forse su questo tipo di atteggiamento dovresti un pò riflettere e in parte limitarlo (anche se limitare la propria natura non è cosa semplice) perchè rischi di accompagnarlo sempre per manina senza costringerlo mai a crescere a sua volta e a scegliere davvero.
Dovresti in pratica cercare di riequilibrare i ruoli!


E ci vuole molto coraggio, forza e..amore!
 

Old lancillotto

Utente di lunga data
Non riesco ancora a formulare un pensiero concreto, non capisco se questa sbandata sia figlia di un momento passeggero, o se sia l'inizio di un calvario, se il rientro è causato da una (ri)trovata maturità, o l'eterno bambino che c'è in ogni uomo porterà ad altre lungaggini che rovineranno il bello di un unione oggi in chiaro stato di crisi......

Posso per ora solo augurarti i migliori auspici......
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
ulteriore riflessione

Si, sono rimasta incinta pochi giorni prima di compiere 18 anni, lui ne aveva 20. Adesso ne ha 30.
Come mi vedo tra 10 anni?
Non lo so, a volte è difficile anche arrivare alla fine della giornata. Però so che voglio una famiglia intorno a me, sarà sciocco, forse, ma quando penso all'amore tra due persone non ci vedo la passione che ti travolge, ma la volontà di condividere la vita insieme, fino a diventare nonni con i capelli bianchi e le rughe ed essere felici di ciò che è stato costruito negli anni.
Lo avevo detto che credevo nelle favole... però ogni giorno che passa sento che sto cambiando e divento più disincantata.
Comunque è vero che non sono gelosa dell'altra, mi fa anche pena a volte, è una ragazza che ha più problemi di me (padre alcolizzato, madre che non la vuole più in casa, e va a mettersi con uno sposato...)
Io e mio marito siamo cresciuti assieme, praticamente, e ne abbiamo passate tante. Quanto può valere al confronto una storia nata clandestina e mai vissuta veramente?
Confesso che ci sto mettendo tutta me stessa per dimostrargli quanto io sia importante per lui, ma ancora mi chiedo quanto lui sia importante per me...
Questa tua visione della vita non potrebbe essere vista come un non saper vivere e vivificare la quotidianeità con un un pizzico di imprevisto?
La tua serena visione dà un panorama ampio e piatto...si vede fino al cimitero
 
O

Old TurnBackTime

Guest
la vita...

Ciao a tutti...
Ho 28 anni, un figlio di 10, sposata da 9 e fino a poco tempo fa credevo nelle fiabe dove VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI.
Poi mio marito mi ha detto che ama un'altra, vuole lasciarmi per andare con lei e io sono come sua sorella...una sorella con cui ha fatto l'amore fino a due giorni prima della grande confessione, però. Per me è stato un fulmine a ciel sereno.Ma...come dice il buon Ligabue "gli occhi fanno quel che possono, se non vedono è perchè non vuoi vedere tu".
Sono seguiti pianti, discussioni durate anche sei ore di fila, ubriacature,...Doveva andarsene di casa dopo un mese...domani saranno già quattro mesi e lui è ancora qui.... dormiamo nellop stesso etto, facciamo l'amore ma non ci baciamo più. Si è reso conto che non può lasciarmi e mi ha chiesto tempo fino a dicembre per dimenticare l'altra (poi cambierà lavoro e non la vedrà più, dice lui...chissà).
Dice di provare per lei una passione bruciante e per me non più, ma che io sono metà della sua anima e si COSTRINGE a rimanere con me.
A volte lo odio per il male che mi fa, a volte mi fa tenerezza, a volte mi fa sorridere con tutti i suoi tentativi di barcamenarsi tra moglie e amante, preso com'è da questioni irrisorie se confrontate all'andamento generale della sua vita...la sua ditta è sull'orlo del fallimento.
E io? Io lo voglio ancora nella mia vita! o forse no?


La vita non e' una favola...poteva anche finire peggio...
 

MK

Utente di lunga data
Che tristezza... Ma non so che dire. Io alle favole continuo a crederci, leggo tanta rassegnazione e questa cosa del facciamo l'amore ma niente baci, a 28 anni???? Tutta la bellezza la poesia dove sono? Sì capisco la famiglia, il figlio e tutto il resto. Ma è come vivere dentro una campana di vetro... Non so non so... Se lo ami dagli una possibilità. Ma pretendi però. La vita che vuoi TU. Un abbraccio...
 
O

Old TurnBackTime

Guest
realista...

TBT che cosa bisogna fare con te eh? Proprio nemmeno un briciolo di fiducia eh...
Mi spiace ma non piu' la spinta giusta per far nascere un po' di fiducia...sara' anche per la situazione di "contorno" l'ho detto...e' un periodo astioso...dovuto a molte cose non ce un fattore scatenante...semplicemente l'ottimismo(quel poco che c'era...) che avevo qualche mese fa e' finito...non sono tipo da avere fiducia anche quando vedo tutto storto...onestamente mi sono stufato di cercare a tutti i costi un motivo per sorridere...e fin tanto che le cose restano cosi come sono,il pessimismo ha la meglio,anzi...a questo punto la chiamerei rassegnazione,mi pare piu' adeguato,buonagiorno a tutti
 

MK

Utente di lunga data
Mi spiace ma non piu' la spinta giusta per far nascere un po' di fiducia...sara' anche per la situazione di "contorno" l'ho detto...e' un periodo astioso...dovuto a molte cose non ce un fattore scatenante...semplicemente l'ottimismo(quel poco che c'era...) che avevo qualche mese fa e' finito...non sono tipo da avere fiducia anche quando vedo tutto storto...onestamente mi sono stufato di cercare a tutti i costi un motivo per sorridere...e fin tanto che le cose restano cosi come sono,il pessimismo ha la meglio,anzi...a questo punto la chiamerei rassegnazione,mi pare piu' adeguato,buonagiorno a tutti
Va bene, anzi no malissimo. TBT sei talmente giovane dai... ti mando un sorriso e un abbraccio.
 

MK

Utente di lunga data
Ancora co sta storia che a 30 anni sei giovane.....
Uffa. No hai ragione, a 30 anni sei vecchissimo. Io ne ho dieci più di te e cosa vuoi che chieda alla vita, ormai... Però è vero, anch'io credevo alla tua età che la vita non mi avrebbe più riservato sorprese, e invece...
 

Iris

Utente di lunga data
Ciao a tutti...
Ho 28 anni, un figlio di 10, sposata da 9 e fino a poco tempo fa credevo nelle fiabe dove VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI.
Poi mio marito mi ha detto che ama un'altra, vuole lasciarmi per andare con lei e io sono come sua sorella...una sorella con cui ha fatto l'amore fino a due giorni prima della grande confessione, però. Per me è stato un fulmine a ciel sereno.Ma...come dice il buon Ligabue "gli occhi fanno quel che possono, se non vedono è perchè non vuoi vedere tu".
Sono seguiti pianti, discussioni durate anche sei ore di fila, ubriacature,...Doveva andarsene di casa dopo un mese...domani saranno già quattro mesi e lui è ancora qui.... dormiamo nellop stesso etto, facciamo l'amore ma non ci baciamo più. Si è reso conto che non può lasciarmi e mi ha chiesto tempo fino a dicembre per dimenticare l'altra (poi cambierà lavoro e non la vedrà più, dice lui...chissà).
Dice di provare per lei una passione bruciante e per me non più, ma che io sono metà della sua anima e si COSTRINGE a rimanere con me.
A volte lo odio per il male che mi fa, a volte mi fa tenerezza, a volte mi fa sorridere con tutti i suoi tentativi di barcamenarsi tra moglie e amante, preso com'è da questioni irrisorie se confrontate all'andamento generale della sua vita...la sua ditta è sull'orlo del fallimento.
E io? Io lo voglio ancora nella mia vita! o forse no?

Senti un pò. Immagina di uscire dalla tua vita e di proiettarla su di uno schermo , come fosse un film.
Cosa vedi? Te lo dico io. Una giovanisima moglie e madre con accanto un giovanissimo (credo) marito che non la ama più.
Come se non bastasse il tenero marito (la tenerezza l'hai nominata tu), si barcamena tra moglie, amante, prole, lavoro.
Tuo marito, visto da fuori è un fallimento in tutto.
Chiaramente si barcamena..sennò come campa?
Tu sei proprio giovane, hai diritto all'amore (non solo al sesso), ai baci , alle coccole, e alla passione bruciante.
Buttalo fuori di casa...
La vita è bella...senza un fallito tra i piedi, ti assicuro, è proprio bella...
Dammi retta.
Un bacio
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top