Cosa fareste ?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old Fa.

Guest

Supponiamo che avete l?occasione di stare con una ragazza/o che vi piace da morire (diciamo sessualmente per il momento), .... siete occupati, ma dovete sforzarvi per trattenervi. Sapete che quest?occasione non rimarrà a lungo a vostra disposizione.

Ma c?è un ?leggerissimo? problema a complicare ancora questa cosa: la o il ragazzo è il fratello/sorella proprio del vostro compagno/a. (tratto da una storia vera)

Quanti di voi procederebbero al tradimento ? E quanti rinuncerebbero ?
 

Lettrice

Utente di lunga data
Dipende da quanto e' seria la mia relazione...ma in questi casi e' sempre meglio lasciar perdere perche' si creerebbe un bordello familiare...dividere due fratelli e' un po' triste...
 
N

Non registrato

Guest
Fa. ha detto:

Supponiamo che avete l?occasione di stare con una ragazza/o che vi piace da morire (diciamo sessualmente per il momento), .... siete occupati, ma dovete sforzarvi per trattenervi. Sapete che quest?occasione non rimarrà a lungo a vostra disposizione.

Ma c?è un ?leggerissimo? problema a complicare ancora questa cosa: la o il ragazzo è il fratello/sorella proprio del vostro compagno/a. (tratto da una storia vera)

Quanti di voi procederebbero al tradimento ? E quanti rinuncerebbero ?
FA, ma quando cresci?
 

Bruja

Utente di lunga data
Fa

Assolutamente non ne farei nulla, e non perchè non ne valga la pena ma perchè in intrecci parentali tanto pericolosi avrei sempre il timore che una volta levatomi il capriccio, potrei sempre, visto che le persone non le si conoscono mai abbastanza, essere ricattabile e passare dei seri guai.
Chiaro che dipende da che tipo di famiglia appartengano i soggetti, ma sai comìè, io la solita incognita la valuto sempre...... in questi frangenti basta uno sguardo captato per sbaglio!!!!
Bruja

p.s. - Molto dipende anche da quanto importi e conti per noi la famiglia in questione..........
 
O

Old Fa.

Guest
Non registrato ha detto:
Il massimo del Piccino vorrai dire.
Non ho precisato quanto, ... potrebbe benissimo essere meno del Piccino. Ma se sei in vena di complimenti, ... ok, ... va bene piccino.
 

Lettrice

Utente di lunga data
Posso dire che mio fratello nel suo periodo di stronzaggine lo fece...inizio' una relazione poco seria con una sorella e poi passo a un'altra relazione poco seria con l'altra sorella...le sorelle non si incavolarono per niente..ma come ho detto relazioni poco serie...quasi credo che furono loro a prendere mio fratello per puttana...(scusate la parola)
 
O

Old Fa.

Guest
Io invece, me ne fregherei.

Oggi penso continuamente che avrei dovuto prendere la palla al balzo, ... e avrei fatto bene a farlo. Non starei a chiedermi come poteva essere.

Non c'è nessuno che merita la fedeltà, come nessuno deve ritenere di pretenderla.
 
N

Non registrato

Guest
vai! vai! vai!

Chi sta bene o chi sta male sono io !
E non ho una visione del mondo egosta ne menefreghista o superficiale
ma chi non riesce a dormire o vede il mondo meraviglioso sono solo io nessuno si fa carico delle mie tristezze quindi se ho una persona che mi può far star bene o meglio di quella a cui sono oggi legato mi butto, si cerca sempre di migliorare, le conseguenze se ve ne saranno le vivo quando si presenteranno, ma se ho una persona così interessante affascinante tanto da "distrarmi" nonostante sia parente di quella che frequento bhe sono fatalista se il destino l'ha messa sulla mia steda un motivo ci dovrà pur essere!!

Se dovesse andare male.... MEGLIO RIMORSI CHE RIMPIANTI è una regola di vita da tatuarsi addosso!

Alessandro
 
N

Non registrato

Guest
Fa. ha detto:

Supponiamo che avete l?occasione di stare con una ragazza/o che vi piace da morire (diciamo sessualmente per il momento), .... siete occupati, ma dovete sforzarvi per trattenervi. Sapete che quest?occasione non rimarrà a lungo a vostra disposizione.

Ma c?è un ?leggerissimo? problema a complicare ancora questa cosa: la o il ragazzo è il fratello/sorella proprio del vostro compagno/a. (tratto da una storia vera)

Quanti di voi procederebbero al tradimento ? E quanti rinuncerebbero ?

a me è accaduto ben di peggio.

Ho rinunciato. strappo dolorosissimo. ma necessario.
 

Bruja

Utente di lunga data
Non registrato

Se sei disposto a pagare l'eventuale scotto in caso di scoperta della tresca, allora va bene così, come dico sempre se si è coerenti è già una cosa....... non intervengo sul fatto in sè perchè quello è valutabile solo ed unicamente dall'indole della persona.
Vorrà dire che se un giorno la tua donna, qualunque essa sia, dovesse avere un debole per un tuo consanguineo, saprai capire........
Bruja
 
N

Non registrato

Guest
Bruja ha detto:
Se sei disposto a pagare l'eventuale scotto in caso di scoperta della tresca, allora va bene così, come dico sempre se si è coerenti è già una cosa....... non intervengo sul fatto in sè perchè quello è valutabile solo ed unicamente dall'indole della persona.
Vorrà dire che se un giorno la tua donna, qualunque essa sia, dovesse avere un debole per un tuo consanguineo, saprai capire........
Bruja

Io davvero non auguro a nessuno quello che mi è capitato, o meglio, me lo sono fatto capitare, non er mia zia la protagonista del film .

conosco un uomo..ok..non la faccio lunga..affinità totale intellettuale...è bastata una serata e una nottata a raccontarcela ..ci occupavamo delle stesse cose...forse politicamente alcune divergenze ma..solo formali.

io mi conosco, e temevo che potesse accadere in me la rivoluzione copernicana con questo soggetto.

Ho avuto paura...per fortuna per destino il giorno dopo sarebbe dovuto partire per gli stati uniti.."lode a Dio" esclamai...( io ero "fidanzata"
come si sul dire...oggi mi chiedo che quel campanello di allarme avrebbe dovuto suonare piu' forte nel mio cervello vabbe')


Dopo un anno il signore italoamericano torna- merda- ma per fortuna o per disgrazia incontra mia sorella e si innamora di lei.- dopo 10 anni di fidanzamento si sposerano ..oggi, dopo 20..litigano ferocemente ancora...è la vita-

in quei dieci anni io temendomi... non gli rivolgevo quasi la parola quando ci si incontrava nelle riunioni familiari... facevo di tutto per allontanarmi dalla sua presenza...lo temevo...temevo quello che avvertivo...potevo solo spostarmi dalla sua presenza, tremavo quando sapevo di doverlo incontrare....

credetemi è terribile. E' una condanna lenta, costretta,dolorosa...e non c'era verso di opporre resistenza emotiva.La ragione mi aiutava, ma l'emozione faceva il resto.


Durante quei dieci anni di fidanzamento, tra il tipo e mia sorella, una disgrazia feroce mi vede costretta ad allontanarmi dallamia casa per dare soccorso all'estero a un mio parente.

l'italo americano, per motivi di lavoro, casualmente si trovava nella stessa città che raggiungero'...

Io a pezzi, distrutta dal dolore di quella grave perdita all'estero, vulnerabile e incapace di controllare la mia ragione..una notte...accadde..accadde quello che nonavrebbe dovuto accadere mai. era il fidanzato di mia sorella. ed io l'ho fatto...lui si è avvicinato ed io non ho opposto resistenza.

non me lo perdonero' mai. e me ne sono anche innammorata...me ne sono...che cacchio dico..lo ero da anni...

Dopo quell'episodio non ne seguirono altri, per scelta , Ricordo il momento sull'aereo quando lucidamente dovetti giurare a me stessa di chiudere il capitolo che la morale non perdonava. E' stato il dolore piu' forte e lancinante che io ho provato per un uomo.

Ricordo che la hostess si avvicino chiedendomi se bene mi sentissi...ero in uno stato pazzesco.

L'ho dovuto frantumare mentalmente negli anni, l'ho dovuto odiare, uccidere mille volte, ora ci sono riuscita da anni finalmente.

So che lui prova un grande affetto per me, conflittuale, che spesso sfocia in litigate spaventose , discussioni importanti, dove alla fine mi esprime tutto il bene che mi vuole...

Ma anche lui ha scelto.

E' l'uomo che mi ha sorpreso di piu' nella mia vita intera, con i suoi slanci affettuosi...ricordo ancora quando un giorno mi prese tra braccia e mi fece volare tenendomi tretta..come si fa coi bambini..rendo l'idea ..?

regali...ad ogni occasione...

dediche meravigliose sui mille libri che mi dona...

Insomma, un affetto forte e silenzioso.

...mi vergogno di tutto questo...mi vergogno perchè quella notte non me la perdono.

Morale?


Non credo nell' amore eterno. probabilmente questa passione, questo amore forse è stato tale solo perchè non consumato, ma spezzato razionalmente...se fossi insieme a lui è probabile che uno dei due era già saltato dalla finestra..lui ha un carattere forte, soprannominato Hitler da mia sorella ( che non a caso è debole quanto una foglia appena nata)

Spesso mi sono chiesta se avesse funzionato. i suoi genitori hanno sempre sostenuto che lui avesse sbagliato "sorella"...suo padre mi adora...tanto per condire la faccenda...e la madre pure.

E' andata cosi...

lapidatemi ora .-)

ps. i sensi di colpa ti uccidono. uccidono la vita.
 

Bruja

Utente di lunga data
Scherzerai...

Lapidarti, non ci penso nemmeno, hai già abbastanza gatte da pelare con la tua coscienza, il tuo senso di colpa e il continuo riflettere se non era meglio che lo sposassi tu.
Cerco di essere obiettiva, tanto farti pat pat sulla spalla non serve a nulla ormai.......... Dici che le cose potevano andare diversamente, è vero potevano ma non sono andate così perchè non c'era la convinzione che la cosa funzionasse.
Tu hai continuato con il tuo fidanzato, lui al ritorno ha adocchiato tua sorella.......... nessuno lo ha forzato, ed ora se ci rifletti, forse quello che intendeva come moglie era una persona malleabile visto che lui è un "Hitler".
Sei certa che la convivenza con te non sarebbe sfociata in un continuo mettere i puntini sulle i sino al relativo litigio. Forse con tua sorella va bene perchè alla fine è senza volontà e cede, le urla nei litigi contato zero, si devono guardare i fatti.
I fatti sono che lui è sempre con tua sorella, che tu e lui vi siete strappati il cuore, quando in fondo potevate fare scelte forti ed autonome ed ora vivete di rimpianti per ciò che poteva essere e non è stato.
Se ho capito bene questa situazione poteva essere evitata a monte oppure, a valle doveva essere gestita senza debolezze e scivoloni, ma credo anche, e scusa se sono franca, che voi quel revival lo abbiate fortemente cercato. Non è il dolore per un grave fatto di famiglia quello che convince qualcuno ad andare a letto con l'altro, quando si è paglia andare vicino ad un fiammifero è abbastanza azzardato.
Adesso la situazione è quella che è, ovvero, lui è tuo cognato, punto e basta, e auguriamoci che nessuno sappia mai quello che c'è stato fra voi.
E' emblematico sapere che il padre e la madre di lui ti adorino, evidentemente hanno occhi migliori del figlio che, detto fra noi, non si è comportato certo come un gentiluomo sia a suo tempo nei tuoi confronti di debole ed afflitta, che in quelli di tua sorella.
Io penso male per abitudine quindi credo che potendo intreccerebbe ancora una relazione con te e, questo, già me lo farebbe apparire un tantino meno idilliaco e po' più cialtrone del dovuto. E comunque come si è ben detto lui ha scelto e forse ha scelto oculatamente, una moglie quieta e remissiva anche se borbotta, ed una cognata che rinverdisca gli entusiasmi giovanili....... magari non è detto che sia proprio così, ma come si fa a negare che possa averlo pensato?
Bruja
 
N

Non registrato

Guest
Bruja, affatto..nessun rimpianto, un hitler cosi l'avrei steso come spesso è accaduto.

Lui scelse. e scelse perchè si innamoro' di mia sorella punto.Non ci sono ne se e nemmeno ma.Non si innammoro' di me.

Vero, hai ragione, le scelte consapevoli si potevano fare se, e sottolineo se ci fossero stati i presupposti...

Non l'ho mai chiamata sta storia " l'amore che non colsi". E nessuno dei due vive di rimpianti...almeno..io no.debolmente forse me lo ha comunicato un giorno.

Ma io ero assai lontana per poter solo accogliere quelle parole

Nella circostanza all'estero fu davero casuale, lui è un giornalista e lo inviarono come "inviato" appunto. Non la cercai, ,non la cercammo..e questo non è per alleviarmi la coscienza.

bene hai detto, allora lui non si comporto' come avrebbe dovuto...e nei miei confronti e in quelli di mia sorella, fu proprio questo elemento a ad aiutarmi a smantellare il soggetto...e non solo...

Quella della cognata che riverdisca gli entusiasmi giovanili, pero', non mi è piaciuta...in fondo l'oggetto sono io...ma tant'è non lo posso negare, conosco l'essere umano, in generale dico, ...e se volessimo banalizzare tutte le storie di amore...o di presunto amore....hai voglia come saremmo tutti capaci di ridurre tutto ad una semplice "questione ormonale"... Houellebecq insegna ...vero Bruja?

E forse ha ragione lui...
 

Bruja

Utente di lunga data
per carità

Non volevo essere tranciante o ridurre nulla, ma allo stato comprenderai bene che dalle tue spiegazioni, e Dio mi guardi dal dirlo con sussiego, quello che vi ha attratto come lo chiameresti, ammesso che quando hai subito la perdita di cui parli tu fossi certamente in uno stato di debolezza della tua volontà?
Ha semplicemente colto l'occasione e, senza scomodare letteratura o psicologia, sappiamo bene che queste cose accadono in continuazione; lo sgradevole è quando accadono a noi e ci mettono di fronte all'immagine non proprio cristallina di certi comportamenti (ovviamente lui in questo caso).
Purtroppo nell vita le cose vanno come capita e non come si vorrebbe, non per nulla i suoi genitori apprezzerebbero te come moglie ma devono fare i conti con il suo innamoramento mirato altrove. Fatalmente nulla è come vorremmo che fosse ese posso solo permettermi un suggerimento, credo che la cosa più saggia sia il tuo totale, completo ed immodoficabile atteggiamento verso tuo cognato..... cioè trattalo da cognato senza addebiti e senza sconti.
A volte la via più semplice è quella che risolve le situazioni più difficili. Sembra lapalissiano ma lui è il marito di tua sorella e tu, per bene che possiate volervi, non devi accettare regali compromettenti (le dediche sui libri) o altro che non competerebbe a qualunque cognata asettica, va chiarito che fra voi è lettera morta anche perchè hai una tua vita da vivere.
Inoltre tua sorella, per inerte che sia, potrebbe avere qualche "illuminazione" ed allora nascerebbero i veri problemi.
Molti auguri per la tua vita
Bruja
 
N

Non registrato

Guest
Bruja.. stai andando oltre le parole scritte.

sei lucidissima nelle tue analisi, ma ora stai sforando.

Non entro nel merito , sono di fretta ma grazie per l'attenzione.

buona giornata anche a te.
 

Bruja

Utente di lunga data
Non registrato

Non registrato ha detto:
Bruja.. stai andando oltre le parole scritte.

sei lucidissima nelle tue analisi, ma ora stai sforando.

Non entro nel merito , sono di fretta ma grazie per l'attenzione.

buona giornata anche a te.
Dici che sto esulando dal problema? Se è così non tenere in considerazionme quanto ho scritto............per pratica abituale cerco sempre di andare oltre le parole scritte, diversamente le risposte sarebbero piuttosto schematiche.
L'intenzione è dovuta ad un profondo interesse per ciò che leggo, ma chiaramente la mia è un'interpretazione personale.
Comunque nulla di che, come dico sempre esprimo opinioni assolutamente opinabili.
Buona serata
Bruja
 
O

Old Raffaella

Guest
huuuuummmmm

Forse ho perso il filo ma dalla domanda "tradireste il/la Vs. compagno/a con sua sorella/suo fratello" non è che siamo passati a "tradireste Vostra sorella/vostro fratello?".

Nei momento (non rari in un passato non troppo recente) in cui ho tradito non è che mi importasse molto della persona che mi stava accanto (figurarsi i di lui parenti e relativi rapporti) ma tradire mia sorella.......... MAI!!

Nella personalissima opinione (opinabile anch'essa) il rispetto per le persone che amo profondamente, e mia sorella rientra tra queste, mi impedisce di fare alcunchè che potesse procurare dolore.

Non potrei mai mettermi nella situazione di fare soffrire (o ptenzilamente farlo) proprio le persone alle quali vorrei che il dolore fosse evitato per tutta la vita (beata utopia).

E quindi... chiunque accetterebbe di tradire suo fratello con me, nel mio modo di vedere, sarebbe una persona piccola giusto buona per una rapida "botta e via".

P.S.: chiedo scusa per il modo di scrivere: mi accorgo che ne emrge un tono polemico che non mi è proprio!!!!!! Olèèèèèèèèèè!!
 
O

Old Raffaella

Guest
ERRATA CORRIGE DI ERRORE GRAMMATICALE!!!

....accettasse!!!!!!!!!! non "accetterebbe"!!!!!!!!!!!!!
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top