Corna al tempo del Covid.

Randagio

Nuovo utente
Salve a tutti! Vi racconto la mia storia per condividere un pò di esperienza e perchè no per trovare un piccolo sfogo nel riportare brevemente la questione che recentemente mi ha confermato che probabilmente ho la capacità di attirare donne con una grande propensione al cornificare. Non sono un fesso, intendiamoci. Come dice un favoloso dialogo in un film di Sorrentino "io mi innamoro solo delle troie...." RISP "è perchè sei anche tu una troia!".

Stavolta (e dico stavolta perchè ormai ho esperienza in corna, fatte ma soprattutto subite nel corso della mia vita), si tratta di una storia fresca con una giovane fanciulla che conoscevo da ormai tre anni. Con lei c'è sempre stato un rapporto di grande simpatia, confidenza e stima reciproca. Lei è bella, simpatica interessante etc etc etc etc etc........Ci siamo sempre ripromessi, una volta liberi, di provare finalmente a vivere un rapporto amoroso. Ad agosto ci mettiamo insieme e da allora notti di grande amore, abbracci, risate, sesso sfrenato, progetti. Sentiamo entrambi che stiamo bene e che un futuro insieme è possibile. Poi il covid a settembre torna a farsi sentire. Ma le cose non ci danno particolare pensiero....quando c'è l'amore, sappiamo tutti che non esiste ombra, preoccupazione, patimento. C'è solo puro amore! (sospiro).

Poi agli inizi di ottobre lei annuncia che un suo parente ha pigliato il covid. Allarme rosso! Lei mi tranquillizza: "ma vaaaaaaah..... non preoccuparti, questa persona l'ho vista si ma da lontano e con la mascherina!!! TRANQUILLO". Ci vediamo, quindi. Inutile dirvi che tempo una settimana ero a letto, positivo. Per fortuna, nessuna complicazione ma un lungo periodo di tempo in isolamento in attesa di un tampone negativo che alla fine è arrivato. Si sono stato un pollo. Vabè è andata bene e grazie a dio non ho infettato a mia volta nessuno. Lei senza farsi tamponi aspetta qualche tempo e poi parte per la montagna, desiderando da tempo di vivere un periodo di riflessione lontana dal covid studiando le sue amate discipline olistiche -diciamo spirituali new age etc. Io mi dico: vabè mi hai attaccato il covid e te ne vai sui monti e mi lasci a casa da solo...povero me.... Vaaaaa bene....però....cazzo..mh.

Dopo un mese e mezzo di whatsapp con parole fantastiche come amore, nostalgia, sentimento puro e bla bla bla sento che qualcosa sta cambiando.
Epilogo: telefonata tempo 30h dopo l'ultimo "amore mio, oggi ho fatto una passeggiata e ho pensato a te etc etc" per dire "ehi ciao...ecco ti devo dire, come mi hai chiesto di fare (il nostro accordo di avvertire in caso di tradimento per evitare inutili sofferenze) che in questi giorni mi sono vista con il boscaiolo di cui ti avevo parlato. Ci siamo baciati e sento delle cose per lui. Torno a gennaio, se vuoi pranziamo insieme". Piantino di circostanza e chiusa lì.

Ora, non sto male eh, non ho avuto la tranvata classica di chi casca dalle nuvole. Le devo il merito dell'aver prestato fede alla promessa di trasparenza. Ma mi dico.....come-cazzo-sta-la-gente.
Passo e chiudo.

Randagio
 
Ultima modifica:

spleen

utente ?
Salve a tutti! Vi racconto la mia storia per condividere un pò di esperienza e perchè no per trovare un piccolo sfogo nel riportare brevemente la questione che recentemente mi ha confermato che probabilmente ho la capacità di attirare donne con una grande propensione al cornificare. Non sono un fesso, intendiamoci. Come dice un favoloso dialogo in un film di Sorrentino "io mi innamoro solo delle troie...." RISP "è perchè sei anche tu una troia!".

Stavolta (e dico stavolta perchè ormai ho esperienza in corna, fatte ma soprattutto subite nel corso della mia vita), si tratta di una storia fresca con una giovane fanciulla che conoscevo da ormai tre anni. Con lei c'è sempre stato un rapporto di grande simpatia, confidenza e stima reciproca. Lei è bella, simpatica interessante etc etc etc etc etc........Ci siamo sempre ripromessi, una volta liberi, di provare finalmente a vivere un rapporto amoroso. Ad agosto ci mettiamo insieme e da allora notti di grande amore, abbracci, risate, sesso sfrenato, progetti. Sentiamo entrambi che stiamo bene e che un futuro insieme è possibile. Poi il covid a settembre torna a farsi sentire. Ma le cose non ci danno particolare pensiero....quando c'è l'amore, sappiamo tutti che non esiste ombra, preoccupazione, patimento. C'è solo puro amore! (sospiro).

Poi agli inizi di ottobre lei annuncia che un suo parente ha pigliato il covid. Allarme rosso! Lei mi tranquillizza: "ma vaaaaaaah..... non preoccuparti, questa persona l'ho vista si ma da lontano e con la mascherina!!! TRANQUILLO". Ci vediamo, quindi. Inutile dirvi che tempo una settimana ero a letto, positivo. Per fortuna, nessuna complicazione ma un lungo periodo di tempo in isolamento in attesa di un tampone negativo che alla fine è arrivato. Si sono stato un pollo. Vabè è andata bene e grazie a dio non ho infettato a mia volta nessuno. Lei senza farsi tamponi aspetta qualche tempo e poi parte per la montagna, desiderando da tempo di vivere un periodo di riflessione lontana dal covid studiando le sue amate discipline olistiche -diciamo spirituali new age etc. Io mi dico: vabè mi hai attaccato il covid e te ne vai sui monti e mi lasci a casa da solo...povero me.... Vaaaaa bene....però....cazzo..mh.

Dopo un mese e mezzo di whatsapp con parole fantastiche come amore, nostalgia, sentimento puro e bla bla bla sento che qualcosa sta cambiando.
Epilogo: telefonata tempo 30h dopo l'ultimo "amore mio, oggi ho fatto una passeggiata e ho pensato a te etc etc" per dire "ehi ciao...ecco ti devo dire, come mi hai chiesto di fare (il nostro accordo di avvertire in caso di tradimento per evitare inutili sofferenze) che in questi giorni mi sono vista con il boscaiolo di cui ti avevo parlato. Ci siamo baciati e sento delle cose per lui. Torno a gennaio, se vuoi pranziamo insieme". Piantino di circostanza e chiusa lì.

Ora, non sto male eh, non ho avuto la tranvata classica di chi casca dalle nuvole. Le devo il merito dell'aver prestato fede alla promessa di trasparenza. Ma mi dico.....come-cazzo-sta-la-gente.
Passo e chiudo.

Randagio
Quanti anni avete?
 

Lostris

Utente Ludica
Ora, non sto male eh, non ho avuto la tranvata classica di chi casca dalle nuvole. Le devo il merito dell'aver prestato fede alla promessa di trasparenza. Ma mi dico.....come-cazzo-sta-la-gente.
Passo e chiudo.

Randagio
Allora non è che proprio c’era tutto ‘sto amore da parte tua, mi vien da dire.

🤷🏻‍♀️
 
Ultima modifica:

Randagio

Nuovo utente
Allora non è che proprio c’era tutto ‘sto amore da parte tua, mi vien da dire.

🤷🏻‍♀️

certo certo...ma con gli occhi aperti...sempre..

Quanti anni avete?
io 44 lei 30

Allora non è che proprio c’era tutto ‘sto amore da parte tua, mi vien da dire.

🤷🏻‍♀️
mmmh non è che sono qua ad aprire la bottiglia di champagne eh...però non ho quella tremarella e stordimento...questo no. Forse me l'aspettavo? Sesto senso? bha
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Da come ne parli non sembra tu stia soffrendo poi molto.
Una mia ex amante, mi diceva sempre:

Pinco, sono i fatti che nobilitano le parole.
 

Lostris

Utente Ludica
mmmh non è che sono qua ad aprire la bottiglia di champagne eh...però non ho quella tremarella e stordimento...questo no. Forse me l'aspettavo? Sesto senso? bha
Ma lo starci male non riguarda lo stupore o la tremarella... Non pensare allo strapparsi le vesti e chissà che.
La vita va avanti in ogni caso, capirai...

Però se hai una relazione con qualcuno che ami o a cui tieni/sei legato, la fine non può lasciare indifferenti.

Puoi aspettartelo quanto vuoi, magari, ma se si sta meglio “con”, che “senza”, un po’ male in teoria ci si sta.

Poi vabbè.
I boscaioli fan sangue dai tempi di Lady Chatterley, dicono.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Salve a tutti! Vi racconto la mia storia per condividere un pò di esperienza e perchè no per trovare un piccolo sfogo nel riportare brevemente la questione che recentemente mi ha confermato che probabilmente ho la capacità di attirare donne con una grande propensione al cornificare. Non sono un fesso, intendiamoci. Come dice un favoloso dialogo in un film di Sorrentino "io mi innamoro solo delle troie...." RISP "è perchè sei anche tu una troia!".

Stavolta (e dico stavolta perchè ormai ho esperienza in corna, fatte ma soprattutto subite nel corso della mia vita), si tratta di una storia fresca con una giovane fanciulla che conoscevo da ormai tre anni. Con lei c'è sempre stato un rapporto di grande simpatia, confidenza e stima reciproca. Lei è bella, simpatica interessante etc etc etc etc etc........Ci siamo sempre ripromessi, una volta liberi, di provare finalmente a vivere un rapporto amoroso. Ad agosto ci mettiamo insieme e da allora notti di grande amore, abbracci, risate, sesso sfrenato, progetti. Sentiamo entrambi che stiamo bene e che un futuro insieme è possibile. Poi il covid a settembre torna a farsi sentire. Ma le cose non ci danno particolare pensiero....quando c'è l'amore, sappiamo tutti che non esiste ombra, preoccupazione, patimento. C'è solo puro amore! (sospiro).

Poi agli inizi di ottobre lei annuncia che un suo parente ha pigliato il covid. Allarme rosso! Lei mi tranquillizza: "ma vaaaaaaah..... non preoccuparti, questa persona l'ho vista si ma da lontano e con la mascherina!!! TRANQUILLO". Ci vediamo, quindi. Inutile dirvi che tempo una settimana ero a letto, positivo. Per fortuna, nessuna complicazione ma un lungo periodo di tempo in isolamento in attesa di un tampone negativo che alla fine è arrivato. Si sono stato un pollo. Vabè è andata bene e grazie a dio non ho infettato a mia volta nessuno. Lei senza farsi tamponi aspetta qualche tempo e poi parte per la montagna, desiderando da tempo di vivere un periodo di riflessione lontana dal covid studiando le sue amate discipline olistiche -diciamo spirituali new age etc. Io mi dico: vabè mi hai attaccato il covid e te ne vai sui monti e mi lasci a casa da solo...povero me.... Vaaaaa bene....però....cazzo..mh.

Dopo un mese e mezzo di whatsapp con parole fantastiche come amore, nostalgia, sentimento puro e bla bla bla sento che qualcosa sta cambiando.
Epilogo: telefonata tempo 30h dopo l'ultimo "amore mio, oggi ho fatto una passeggiata e ho pensato a te etc etc" per dire "ehi ciao...ecco ti devo dire, come mi hai chiesto di fare (il nostro accordo di avvertire in caso di tradimento per evitare inutili sofferenze) che in questi giorni mi sono vista con il boscaiolo di cui ti avevo parlato. Ci siamo baciati e sento delle cose per lui. Torno a gennaio, se vuoi pranziamo insieme". Piantino di circostanza e chiusa lì.

Ora, non sto male eh, non ho avuto la tranvata classica di chi casca dalle nuvole. Le devo il merito dell'aver prestato fede alla promessa di trasparenza. Ma mi dico.....come-cazzo-sta-la-gente.
Passo e chiudo.

Randagio
ok, salutala e dimenticala. caso chiuso
 

Brunetta

Utente di lunga data
Salve a tutti! Vi racconto la mia storia per condividere un pò di esperienza e perchè no per trovare un piccolo sfogo nel riportare brevemente la questione che recentemente mi ha confermato che probabilmente ho la capacità di attirare donne con una grande propensione al cornificare. Non sono un fesso, intendiamoci. Come dice un favoloso dialogo in un film di Sorrentino "io mi innamoro solo delle troie...." RISP "è perchè sei anche tu una troia!".

Stavolta (e dico stavolta perchè ormai ho esperienza in corna, fatte ma soprattutto subite nel corso della mia vita), si tratta di una storia fresca con una giovane fanciulla che conoscevo da ormai tre anni. Con lei c'è sempre stato un rapporto di grande simpatia, confidenza e stima reciproca. Lei è bella, simpatica interessante etc etc etc etc etc........Ci siamo sempre ripromessi, una volta liberi, di provare finalmente a vivere un rapporto amoroso. Ad agosto ci mettiamo insieme e da allora notti di grande amore, abbracci, risate, sesso sfrenato, progetti. Sentiamo entrambi che stiamo bene e che un futuro insieme è possibile. Poi il covid a settembre torna a farsi sentire. Ma le cose non ci danno particolare pensiero....quando c'è l'amore, sappiamo tutti che non esiste ombra, preoccupazione, patimento. C'è solo puro amore! (sospiro).

Poi agli inizi di ottobre lei annuncia che un suo parente ha pigliato il covid. Allarme rosso! Lei mi tranquillizza: "ma vaaaaaaah..... non preoccuparti, questa persona l'ho vista si ma da lontano e con la mascherina!!! TRANQUILLO". Ci vediamo, quindi. Inutile dirvi che tempo una settimana ero a letto, positivo. Per fortuna, nessuna complicazione ma un lungo periodo di tempo in isolamento in attesa di un tampone negativo che alla fine è arrivato. Si sono stato un pollo. Vabè è andata bene e grazie a dio non ho infettato a mia volta nessuno. Lei senza farsi tamponi aspetta qualche tempo e poi parte per la montagna, desiderando da tempo di vivere un periodo di riflessione lontana dal covid studiando le sue amate discipline olistiche -diciamo spirituali new age etc. Io mi dico: vabè mi hai attaccato il covid e te ne vai sui monti e mi lasci a casa da solo...povero me.... Vaaaaa bene....però....cazzo..mh.

Dopo un mese e mezzo di whatsapp con parole fantastiche come amore, nostalgia, sentimento puro e bla bla bla sento che qualcosa sta cambiando.
Epilogo: telefonata tempo 30h dopo l'ultimo "amore mio, oggi ho fatto una passeggiata e ho pensato a te etc etc" per dire "ehi ciao...ecco ti devo dire, come mi hai chiesto di fare (il nostro accordo di avvertire in caso di tradimento per evitare inutili sofferenze) che in questi giorni mi sono vista con il boscaiolo di cui ti avevo parlato. Ci siamo baciati e sento delle cose per lui. Torno a gennaio, se vuoi pranziamo insieme". Piantino di circostanza e chiusa lì.

Ora, non sto male eh, non ho avuto la tranvata classica di chi casca dalle nuvole. Le devo il merito dell'aver prestato fede alla promessa di trasparenza. Ma mi dico.....come-cazzo-sta-la-gente.
Passo e chiudo.

Randagio
Vabbè, è bella e non ti eri accorto che “olisticamente” è una superficiale
 

Foglia

utente viva e vegeta
Salve a tutti! Vi racconto la mia storia per condividere un pò di esperienza e perchè no per trovare un piccolo sfogo nel riportare brevemente la questione che recentemente mi ha confermato che probabilmente ho la capacità di attirare donne con una grande propensione al cornificare. Non sono un fesso, intendiamoci. Come dice un favoloso dialogo in un film di Sorrentino "io mi innamoro solo delle troie...." RISP "è perchè sei anche tu una troia!".

Stavolta (e dico stavolta perchè ormai ho esperienza in corna, fatte ma soprattutto subite nel corso della mia vita), si tratta di una storia fresca con una giovane fanciulla che conoscevo da ormai tre anni. Con lei c'è sempre stato un rapporto di grande simpatia, confidenza e stima reciproca. Lei è bella, simpatica interessante etc etc etc etc etc........Ci siamo sempre ripromessi, una volta liberi, di provare finalmente a vivere un rapporto amoroso. Ad agosto ci mettiamo insieme e da allora notti di grande amore, abbracci, risate, sesso sfrenato, progetti. Sentiamo entrambi che stiamo bene e che un futuro insieme è possibile. Poi il covid a settembre torna a farsi sentire. Ma le cose non ci danno particolare pensiero....quando c'è l'amore, sappiamo tutti che non esiste ombra, preoccupazione, patimento. C'è solo puro amore! (sospiro).

Poi agli inizi di ottobre lei annuncia che un suo parente ha pigliato il covid. Allarme rosso! Lei mi tranquillizza: "ma vaaaaaaah..... non preoccuparti, questa persona l'ho vista si ma da lontano e con la mascherina!!! TRANQUILLO". Ci vediamo, quindi. Inutile dirvi che tempo una settimana ero a letto, positivo. Per fortuna, nessuna complicazione ma un lungo periodo di tempo in isolamento in attesa di un tampone negativo che alla fine è arrivato. Si sono stato un pollo. Vabè è andata bene e grazie a dio non ho infettato a mia volta nessuno. Lei senza farsi tamponi aspetta qualche tempo e poi parte per la montagna, desiderando da tempo di vivere un periodo di riflessione lontana dal covid studiando le sue amate discipline olistiche -diciamo spirituali new age etc. Io mi dico: vabè mi hai attaccato il covid e te ne vai sui monti e mi lasci a casa da solo...povero me.... Vaaaaa bene....però....cazzo..mh.

Dopo un mese e mezzo di whatsapp con parole fantastiche come amore, nostalgia, sentimento puro e bla bla bla sento che qualcosa sta cambiando.
Epilogo: telefonata tempo 30h dopo l'ultimo "amore mio, oggi ho fatto una passeggiata e ho pensato a te etc etc" per dire "ehi ciao...ecco ti devo dire, come mi hai chiesto di fare (il nostro accordo di avvertire in caso di tradimento per evitare inutili sofferenze) che in questi giorni mi sono vista con il boscaiolo di cui ti avevo parlato. Ci siamo baciati e sento delle cose per lui. Torno a gennaio, se vuoi pranziamo insieme". Piantino di circostanza e chiusa lì.

Ora, non sto male eh, non ho avuto la tranvata classica di chi casca dalle nuvole. Le devo il merito dell'aver prestato fede alla promessa di trasparenza. Ma mi dico.....come-cazzo-sta-la-gente.
Passo e chiudo.

Randagio
Ciao :)
Io trovo che già la modalità di inizio di questa storia sia, per così dire, indicativa di quello che è stato il suo proseguimento. Vi conoscevate, eravate attratti, ed entrambi " vi siete ripromesso, una volta liberi.....". A me dice molto questo fatto. È come fosse stata una storia.... un po' a tavolino, non so se arriva ciò che intendo. Dove entrambi quando non avete avuto altri ci avete provato. Cosa secondo me positiva, la chiarezza (che lei ha tenuto nei tuoi confronti). E la distanza che in ogni caso ti ha comunicato. Come dire "mi vai bene, ma come scopamico, o giù di lì ". E con una premessa simile, no problem ad allontanarsi per mesi, come a interessarsi ad altri. Non so che dire: se non che al limite è una storia da prendere per quello che è, dove un "ti amo" va inteso nel senso che non sto pensando al resto della vita con te, ma a una passione del momento. Per giunta attuata "a tavolino " (capisco che non è perché c'è una persona che mi intrippa che piglio e mollo un altro, dopo una certa età, ma il "ripromettersi" una storia quando "liberi.... beh, dice davvero tanto ;) ).
Sul covid non farle una colpa: cosa avrebbe dovuto fare, secondo te? Intendo quando lo avevi :)
 

Marjanna

Utente di lunga data
Salve a tutti! Vi racconto la mia storia per condividere un pò di esperienza e perchè no per trovare un piccolo sfogo nel riportare brevemente la questione che recentemente mi ha confermato che probabilmente ho la capacità di attirare donne con una grande propensione al cornificare. Non sono un fesso, intendiamoci. Come dice un favoloso dialogo in un film di Sorrentino "io mi innamoro solo delle troie...." RISP "è perchè sei anche tu una troia!".

Stavolta (e dico stavolta perchè ormai ho esperienza in corna, fatte ma soprattutto subite nel corso della mia vita), si tratta di una storia fresca con una giovane fanciulla che conoscevo da ormai tre anni. Con lei c'è sempre stato un rapporto di grande simpatia, confidenza e stima reciproca. Lei è bella, simpatica interessante etc etc etc etc etc........Ci siamo sempre ripromessi, una volta liberi, di provare finalmente a vivere un rapporto amoroso. Ad agosto ci mettiamo insieme e da allora notti di grande amore, abbracci, risate, sesso sfrenato, progetti. Sentiamo entrambi che stiamo bene e che un futuro insieme è possibile. Poi il covid a settembre torna a farsi sentire. Ma le cose non ci danno particolare pensiero....quando c'è l'amore, sappiamo tutti che non esiste ombra, preoccupazione, patimento. C'è solo puro amore! (sospiro).

Poi agli inizi di ottobre lei annuncia che un suo parente ha pigliato il covid. Allarme rosso! Lei mi tranquillizza: "ma vaaaaaaah..... non preoccuparti, questa persona l'ho vista si ma da lontano e con la mascherina!!! TRANQUILLO". Ci vediamo, quindi. Inutile dirvi che tempo una settimana ero a letto, positivo. Per fortuna, nessuna complicazione ma un lungo periodo di tempo in isolamento in attesa di un tampone negativo che alla fine è arrivato. Si sono stato un pollo. Vabè è andata bene e grazie a dio non ho infettato a mia volta nessuno. Lei senza farsi tamponi aspetta qualche tempo e poi parte per la montagna, desiderando da tempo di vivere un periodo di riflessione lontana dal covid studiando le sue amate discipline olistiche -diciamo spirituali new age etc. Io mi dico: vabè mi hai attaccato il covid e te ne vai sui monti e mi lasci a casa da solo...povero me.... Vaaaaa bene....però....cazzo..mh.

Dopo un mese e mezzo di whatsapp con parole fantastiche come amore, nostalgia, sentimento puro e bla bla bla sento che qualcosa sta cambiando.
Epilogo: telefonata tempo 30h dopo l'ultimo "amore mio, oggi ho fatto una passeggiata e ho pensato a te etc etc" per dire "ehi ciao...ecco ti devo dire, come mi hai chiesto di fare (il nostro accordo di avvertire in caso di tradimento per evitare inutili sofferenze) che in questi giorni mi sono vista con il boscaiolo di cui ti avevo parlato. Ci siamo baciati e sento delle cose per lui. Torno a gennaio, se vuoi pranziamo insieme". Piantino di circostanza e chiusa lì.

Ora, non sto male eh, non ho avuto la tranvata classica di chi casca dalle nuvole. Le devo il merito dell'aver prestato fede alla promessa di trasparenza. Ma mi dico.....come-cazzo-sta-la-gente.
Passo e chiudo.

Randagio
A 41 hai conosciuto una di 27, e vi siete promessi di provare ad avere una storia d'amore una volta liberi? :LOL:
E poi finalmente... l'amore puro!!!!!!!!!!!!!!!!! 😱 2 mesi
Al terzo ti contagia, se ne sbatte altamente (di te e di eventuali persone a te care che avresti potuto contagiare se fossi andato dietro al suo fare idiota) e parte per la montagna per accarezzare nuovi scampoli d'assenza (cit. Bisio) rischiando di contagiare altre persone. Ti prende per il culo mentre si fa trombate con il boscaiolo, e sente già delle cose per lui 🤣 minchia dopo un bacio? però dai è onesta, te lo dice subito. Ora puoi levarti dalle scatole ma se vuoi a gennaio pranzate insieme, quando torna.
A me pare tanto che ti tenga per i coglioni... poi se ti piace la cosa son sempre gusti eh, non sto a criticarlo, ma almeno trovati una meno cretina.
Mi sa che i 3 anni di annusamento ti hanno un poco offuscato.
 

Foglia

utente viva e vegeta
A 41 hai conosciuto una di 27, e vi siete promessi di provare ad avere una storia d'amore una volta liberi? :LOL:
E poi finalmente... l'amore puro!!!!!!!!!!!!!!!!! 😱 2 mesi
Al terzo ti contagia, se ne sbatte altamente (di te e di eventuali persone a te care che avresti potuto contagiare se fossi andato dietro al suo fare idiota) e parte per la montagna per accarezzare nuovi scampoli d'assenza (cit. Bisio) rischiando di contagiare altre persone. Ti prende per il culo mentre si fa trombate con il boscaiolo, e sente già delle cose per lui 🤣 minchia dopo un bacio? però dai è onesta, te lo dice subito. Ora puoi levarti dalle scatole ma se vuoi a gennaio pranzate insieme, quando torna.
A me pare tanto che ti tenga per i coglioni... poi se ti piace la cosa son sempre gusti eh, non sto a criticarlo, ma almeno trovati una meno cretina.
Mi sa che i 3 anni di annusamento ti hanno un poco offuscato.
Sulla prima parte del discorso sono d'accordo con te, sul resto no, almeno stando a quanto lui dice.

In questo momento sono su una metropolitana affollatissima: sarò a stretto contatto con decine di positivi. Cosa dovrei fare, secondo te? :)

Per il resto (boscaiolo) io trovo che sia stata onesta. Fondamentalmente onesta. Poi può andare bene questo tipo di relazione oppure no. Ma è un altro discorso.
 

zanna1

Utente di lunga data
Sulla prima parte del discorso sono d'accordo con te, sul resto no, almeno stando a quanto lui dice.

In questo momento sono su una metropolitana affollatissima: sarò a stretto contatto con decine di positivi. Cosa dovrei fare, secondo te? :)

Per il resto (boscaiolo) io trovo che sia stata onesta. Fondamentalmente onesta. Poi può andare bene questo tipo di relazione oppure no. Ma è un altro discorso.
1608194642174.png
 

Marjanna

Utente di lunga data
Sulla prima parte del discorso sono d'accordo con te, sul resto no, almeno stando a quanto lui dice.

In questo momento sono su una metropolitana affollatissima: sarò a stretto contatto con decine di positivi. Cosa dovrei fare, secondo te? :)

Per il resto (boscaiolo) io trovo che sia stata onesta. Fondamentalmente onesta. Poi può andare bene questo tipo di relazione oppure no. Ma è un altro discorso.
Guarda che io non dico sia cretina perchè si è contagiata, ci mancherebbe. E stando a quanto sappiamo se poi lui ha visto anche altre persone non è che ci sia la certezza che proprio lei ha contagiato lui. Magari è accaduto in altro loco, da uno sconosciuto. Ma stando al racconto il pensiero viene.
Mi sembra, nel contesto esposto, che non abbia avuto minimamente un mezzo pensiero per lui e per eventuali persone intorno a lui. Alla faccia dell'amore puro. Lei dopo due mesi è volata via come una farfallina, e magari più che amore puro è stata forte emozione, passione, come è spesso capita all'inizio di una storia.
Poi capisco la delusione, quando diventa l'ennesima.
Provare attrazione per una persona è qualcosa di bello, quando ci sono di mezzo malattie, il prezzo che si potrebbe pagare è alto. Non sono contro le relazioni aperte, ne verso il tipo di ragazza (un poco ce l'ha fatto intedere) però come si è comportata non mi piace.
 

Foglia

utente viva e vegeta
Guarda che io non dico sia cretina perchè si è contagiata, ci mancherebbe. E stando a quanto sappiamo se poi lui ha visto anche altre persone non è che ci sia la certezza che proprio lei ha contagiato lui. Magari è accaduto in altro loco, da uno sconosciuto. Ma stando al racconto il pensiero viene.
Mi sembra, nel contesto esposto, che non abbia avuto minimamente un mezzo pensiero per lui e per eventuali persone intorno a lui. Alla faccia dell'amore puro. Lei dopo due mesi è volata via come una farfallina, e magari più che amore puro è stata forte emozione, passione, come è spesso capita all'inizio di una storia.
Poi capisco la delusione, quando diventa l'ennesima.
Provare attrazione per una persona è qualcosa di bello, quando ci sono di mezzo malattie, il prezzo che si potrebbe pagare è alto. Non sono contro le relazioni aperte, ne verso il tipo di ragazza (un poco ce l'ha fatto intedere) però come si è comportata non mi piace.
Boh. Non capisco.
Gli ha detto (stando a quanto lui ha scritto) che aveva un parente positivo. Lui avrebbe anche potuto dirle "stai al largo da me", invece mi pare che abbia dato la "colpa" a lei se poi si è ammalato 🤷‍♀️
Di contro però lui avrebbe desiderato la vicinanza di lei in un momento in cui era positivo accertato. Non so che dire....
Se non che stando a queste riflessioni, io già da oggi (anzi da tre giorni) non dovrei praticamente vedere nessuno :rolleyes:, perché tra il bambino all'asilo, e io che scorrazzo sui mezzi, insomma, a frequentarmi il rischio è alto.. Mah.... :)

Sul resto non capisco. Da quello che leggo vedo @Randagio in cerca di ogni possibile appiglio per definire lei "una sciocca". E altrettanto non capisco. Dopo qualche mese insieme, all'esito di un discorso del tipo "oh, avremo una storia quando saremo liberi".... lei trent'anni o poco più, lui uno "stacco" che a quella età fa un pò la differenza, si ripromettono di dirsi le rispettive corna, e lei lo fa. Ripeto: può piacere o non piacere il tipo di relazione, ma non vedo nello specifico su cosa lui si dovrebbe rammaricare. Limite mio, per carità. Però francamente non credo che - con quelle premesse - una si debba sentire "in obbligo" di stare a casa a soffrire con l'altro. La sensazione è che stiamo parlando di due persone che non è che abbiano investito poi tanto nella relazione. E non parlo di pensare a convivere, o roba del genere. parlo di due che si sono messi insieme alla prima occasione in cui si sono trovati entrambi liberi. E..... bona. Si parla tanto delle relazioni tra amanti come di rapporti usa e getta, non mi pare che sia un concetto particolarmente estraneo anche dati altri presupposti. Però lo avevano chiaro entrambi, e lei mi pare proprio che sia stata chiara e corretta, all'interno di quei patti. Tutta questa meraviglia (nemmeno poi troppa) di lui, che lei non le sia stata vicino mentre era ammalato o roba simile.... boh. Vedo al contrario che lui ha dato la "colpa" a lei della malattia, questo sì.
 

Marjanna

Utente di lunga data
Boh. Non capisco.
Gli ha detto (stando a quanto lui ha scritto) che aveva un parente positivo. Lui avrebbe anche potuto dirle "stai al largo da me", invece mi pare che abbia dato la "colpa" a lei se poi si è ammalato 🤷‍♀️
Di contro però lui avrebbe desiderato la vicinanza di lei in un momento in cui era positivo accertato. Non so che dire....
Se non che stando a queste riflessioni, io già da oggi (anzi da tre giorni) non dovrei praticamente vedere nessuno :rolleyes:, perché tra il bambino all'asilo, e io che scorrazzo sui mezzi, insomma, a frequentarmi il rischio è alto.. Mah.... :)

Sul resto non capisco. Da quello che leggo vedo @Randagio in cerca di ogni possibile appiglio per definire lei "una sciocca". E altrettanto non capisco. Dopo qualche mese insieme, all'esito di un discorso del tipo "oh, avremo una storia quando saremo liberi".... lei trent'anni o poco più, lui uno "stacco" che a quella età fa un pò la differenza, si ripromettono di dirsi le rispettive corna, e lei lo fa. Ripeto: può piacere o non piacere il tipo di relazione, ma non vedo nello specifico su cosa lui si dovrebbe rammaricare. Limite mio, per carità. Però francamente non credo che - con quelle premesse - una si debba sentire "in obbligo" di stare a casa a soffrire con l'altro. La sensazione è che stiamo parlando di due persone che non è che abbiano investito poi tanto nella relazione. E non parlo di pensare a convivere, o roba del genere. parlo di due che si sono messi insieme alla prima occasione in cui si sono trovati entrambi liberi. E..... bona. Si parla tanto delle relazioni tra amanti come di rapporti usa e getta, non mi pare che sia un concetto particolarmente estraneo anche dati altri presupposti. Però lo avevano chiaro entrambi, e lei mi pare proprio che sia stata chiara e corretta, all'interno di quei patti. Tutta questa meraviglia (nemmeno poi troppa) di lui, che lei non le sia stata vicino mentre era ammalato o roba simile.... boh. Vedo al contrario che lui ha dato la "colpa" a lei della malattia, questo sì.
Diciamo che c'è sempre sta colpa che gira. Io come ho già detto più volte eventualmente parlerei di causa.
Anche tu rispetto alla positività del tuo ex marito hai fatto due pensieri arrivando ad una tua idea di come si è contagiato, ma anche lì certezza non c'è, eppure quando ne hai parlato nei due conti che ti sei fatta hai espresso una certezza. In questo senso io non vedo colpe, vedo solo un tentativo -che presumo venga a chiunque- di provare a chiedersi come si è contratto il virus. Sapere che un parente, un amico con cui si è stati in contatto è positivo, dovrebbe portare la persona a mettersi in isolamento.
In alcuni contesti di lavoro, aziende, questo viene reso obbligatorio dall'azienda stessa. Parlo di stare a casa se prima stavi in ufficio.
Tu ora prendi i mezzi e ti sposti come milioni di italiani, e potresti incrociare un asintomatico. Questo lo sappiamo tutti. Sappiamo anche i motivi del perchè non siamo tutti fermi e siamo solo invitati a rispettare certi accorgimenti.
La ragazza saputo di essere stata in contatto con un parente positivo doveva stare a casa.
Poi posso comprendere che in un contesto di salute apparente e in quella fase in cui la chimica ti manda a puttane il cervello si facciano follie. Però ci sono delle cose che in due, se si ha la fortuna di trovare quel binario in cui si viaggia assieme (fosse pure per un tempo limitato), si calibrano.
E qui non vedo una briciola di questo. E come lei si è comportata nel dopo, per me ne è una dimostrazione.
Non mi pare lui volesse la sua vicinanza nel periodo in cui era positivo, ma si è reso conto di cosa ha comportato andarle dietro. E ha continuato a farlo. E' lei che ha "fermato" il rapporto con la telefonata in cui ha parlato del boscaiolo, ma a gennaio torna.
"ma vaaaaaaah..... non preoccuparti, questa persona l'ho vista si ma da lontano e con la mascherina!!! TRANQUILLO" è la frase di una ragazzina di 13 anni anche se mi viene il dubbio che possa essere un riflesso del vivere questo contagio. @Randagio non ci dice molto ma tra le parole che sceglie di comunicarci ci dice che lei parte per la montagna, desiderando da tempo di vivere un periodo di riflessione lontana dal covid studiando le sue amate discipline olistiche.
Sappiamo che non possiamo andare lontano dal covid, dal momento che vive grazie a noi, tanto più quando ce lo portiamo dietro. Semmai è scappare dal covid, al punto tale da non fare il tampone.
Riguardo i tre anni precedenti in cui parlavano di avere una storia d'amore da liberi... questo è giocare. Che se tanto ci tieni ad avere una storia d'amore non serve rimandarla a quando sarai libero. Fa ridere anche solo il termine stesso. Non so se hai seguito l'altro topic dove si parlava di giocare e giocattoli, di dire parole così per dire. In un certo senso è accaduto in questo caso, lei mi pare innamorata del gioco dell'amore. @Randagio forse è stato ammaliato dal suo modo di essere, le parole buttate la per gioco, un giorno le ha viste realizzarsi, tanto da arrivare a definirlo amore puro.
Come ho scritto nell'altro topic c'è sempre una parte di responsabilità nella persona, però prendilo come parere personale, non mi piace molto questo comportamento, ciò che esprime nel suo complesso.
 
Top