Come mettere un coscienza già pulita a posto?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old fravahe

Guest
Come mettere un coscienza già pulita a posto?

Attendo da circa 3 settimane un chiarimento con il "coniglio mannaro" (cfr. Bruja) dell'ex mio ex maledettissimo ex fidanzato, che mi ha bellamente tradito per un mese e mezzo e di fronte ai miei quesiti, tra cui un sogno premonitore a lui raccontato, non ha avuto le guts sufficienti per ammettere il suo bel gesto.
Constatato il fatto che non merita più i miei pensieri - e, figurarsi, amore- urge in me un bisogno di verità profondo. Rinuncio già in partenza alla vendetta perchè in esseri manipolatori che, come lui, adorano addossare tutte le responsabilità sugli altri, non c'è spazio per una rielaborazione cosciente/-scienziosa dei propri misfatti, nè possibilità di pentimento. La vendetta non mi porterebbe comunque da nessuna parte.
Ma, da quando ho memoria di me, sono sempre stata sincera e leale verso il prossimo e dopo tanto tempo passato con la bestia (senza offendere gli animali) Voglio, Esigo un momento PER ME in cui sbugiardarlo con eleganza e sgommare per sempre via da lui. Voglio ricominciare a vivere e per farlo la mia natura esige chiarezza.
Il vigliacco, naturalmente, tace e scappa, ignaro solo in apparenza delle mie intenzioni. Allora, mi sono data una scadenza e per il momento ho finto di credere alle sue scuse patetiche. Ho tre settimane di tempo, periodo che viene a coincidere con le nozze della sua bella sostitutiva, ergo con il picco massimo di debolezza della bestia, per svuotarmi dalla rabbia, mirare all'obiettivo con distanza e freddezza, rielaborare, piangere (anche se proprio non mi viene perchè mi pare di essermi salvata), divertirmi alla grande e dire la verità del mio cuore.
Però, in mezzo a tutto il guazzabuglio delle cose che vorrei dire per me, il mio bene, per uscire con dignità da questa, scusate, cloaca, senza sceneggiate stile "beautiful", non trovo un ordine ai pensieri a cui vorrei far assumere la forma di una lancia. La vita con me non è così comoda come lui ha voluto credere, non m'inganna come può ingannare una più giovane (per quanto, dai modi estremamente disinvolti) e pendente dalla sua logorrea fascinosa. Non si doveva permettere di dirmi con un ghigno beffardo di disprezzo "tu non capisci un cazzo. Pensavo che fra i due tu fossi la più sveglia".
Si accettano suggerimenti per farmi ripartire alla grande, con sgommata e nuvola di smog annessa.
Baci
 
G

guest

Guest
Attendo da circa 3 settimane un chiarimento con il "coniglio mannaro" (cfr. Bruja) dell'ex mio ex maledettissimo ex fidanzato, che mi ha bellamente tradito per un mese e mezzo e di fronte ai miei quesiti, tra cui un sogno premonitore a lui raccontato, non ha avuto le guts sufficienti per ammettere il suo bel gesto.
Constatato il fatto che non merita più i miei pensieri - e, figurarsi, amore- urge in me un bisogno di verità profondo. Rinuncio già in partenza alla vendetta perchè in esseri manipolatori che, come lui, adorano addossare tutte le responsabilità sugli altri, non c'è spazio per una rielaborazione cosciente/-scienziosa dei propri misfatti, nè possibilità di pentimento. La vendetta non mi porterebbe comunque da nessuna parte.
Ma, da quando ho memoria di me, sono sempre stata sincera e leale verso il prossimo e dopo tanto tempo passato con la bestia (senza offendere gli animali) Voglio, Esigo un momento PER ME in cui sbugiardarlo con eleganza e sgommare per sempre via da lui. Voglio ricominciare a vivere e per farlo la mia natura esige chiarezza.
Il vigliacco, naturalmente, tace e scappa, ignaro solo in apparenza delle mie intenzioni. Allora, mi sono data una scadenza e per il momento ho finto di credere alle sue scuse patetiche. Ho tre settimane di tempo, periodo che viene a coincidere con le nozze della sua bella sostitutiva, ergo con il picco massimo di debolezza della bestia, per svuotarmi dalla rabbia, mirare all'obiettivo con distanza e freddezza, rielaborare, piangere (anche se proprio non mi viene perchè mi pare di essermi salvata), divertirmi alla grande e dire la verità del mio cuore.
Però, in mezzo a tutto il guazzabuglio delle cose che vorrei dire per me, il mio bene, per uscire con dignità da questa, scusate, cloaca, senza sceneggiate stile "beautiful", non trovo un ordine ai pensieri a cui vorrei far assumere la forma di una lancia. La vita con me non è così comoda come lui ha voluto credere, non m'inganna come può ingannare una più giovane (per quanto, dai modi estremamente disinvolti) e pendente dalla sua logorrea fascinosa. Non si doveva permettere di dirmi con un ghigno beffardo di disprezzo "tu non capisci un cazzo. Pensavo che fra i due tu fossi la più sveglia".
Si accettano suggerimenti per farmi ripartire alla grande, con sgommata e nuvola di smog annessa.
Baci
sparisci letteralmente da un giorno all'altro ...stacca tutto spegni tutto ...dopodichè fatti vedere con un'altro.... ti garantisco che ti prenderai una rivincita di quelle notevoli....gli farai passare la voglia di fare il "comico" traditore ....(visto che si è anche permesso il lusso di fare anche battute) ....
 

Iris

Utente di lunga data
fravahe

Non credo che avrai mai chiarimenti..ma solo umiliazioni ulteriori o penose bugie.
No ti puoi aspettare chiarezza, da un individuo che non ne è capace...in parole povere non si cava il sangue dalle rape!!!
Pertanto, siccome la miglior vendetta è l'indifferenza, pure se è contraria alla tua natura, usala.
Sparisci dalla sua vita..non deve neanche sapere cosa pensi e dove stai. Si chiederà forse che fine hai fatto...lascialo pure così. Non c'è di peggio per mortificare l'orgoglio maschile.
Un taglio netto per sempre.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
non ho capito

Attendo da circa 3 settimane un chiarimento con il "coniglio mannaro" (cfr. Bruja) dell'ex mio ex maledettissimo ex fidanzato, che mi ha bellamente tradito per un mese e mezzo e di fronte ai miei quesiti, tra cui un sogno premonitore a lui raccontato, non ha avuto le guts sufficienti per ammettere il suo bel gesto.
Constatato il fatto che non merita più i miei pensieri - e, figurarsi, amore- urge in me un bisogno di verità profondo. Rinuncio già in partenza alla vendetta perchè in esseri manipolatori che, come lui, adorano addossare tutte le responsabilità sugli altri, non c'è spazio per una rielaborazione cosciente/-scienziosa dei propri misfatti, nè possibilità di pentimento. La vendetta non mi porterebbe comunque da nessuna parte.
Ma, da quando ho memoria di me, sono sempre stata sincera e leale verso il prossimo e dopo tanto tempo passato con la bestia (senza offendere gli animali) Voglio, Esigo un momento PER ME in cui sbugiardarlo con eleganza e sgommare per sempre via da lui. Voglio ricominciare a vivere e per farlo la mia natura esige chiarezza.
Il vigliacco, naturalmente, tace e scappa, ignaro solo in apparenza delle mie intenzioni. Allora, mi sono data una scadenza e per il momento ho finto di credere alle sue scuse patetiche. Ho tre settimane di tempo, periodo che viene a coincidere con le nozze della sua bella sostitutiva, ergo con il picco massimo di debolezza della bestia, per svuotarmi dalla rabbia, mirare all'obiettivo con distanza e freddezza, rielaborare, piangere (anche se proprio non mi viene perchè mi pare di essermi salvata), divertirmi alla grande e dire la verità del mio cuore.
Però, in mezzo a tutto il guazzabuglio delle cose che vorrei dire per me, il mio bene, per uscire con dignità da questa, scusate, cloaca, senza sceneggiate stile "beautiful", non trovo un ordine ai pensieri a cui vorrei far assumere la forma di una lancia. La vita con me non è così comoda come lui ha voluto credere, non m'inganna come può ingannare una più giovane (per quanto, dai modi estremamente disinvolti) e pendente dalla sua logorrea fascinosa. Non si doveva permettere di dirmi con un ghigno beffardo di disprezzo "tu non capisci un cazzo. Pensavo che fra i due tu fossi la più sveglia".
Si accettano suggerimenti per farmi ripartire alla grande, con sgommata e nuvola di smog annessa.
Baci
Se tu fossi fredda come dici non avresti bisogno di una "sceneggiatura" su cui recitare la parte "chi non mi vuole non mi merita!"
Se sei riuscita veramente a troncare dentro di te ignoralo.
Ma se stai difendendoti con la rabbia...ho dei dubbi che sia la giusta difesa potresti poi crollare.
Accetta di piangere la morte di un rapporto in cui credevi.
 

La Lupa

Utente di lunga data
Ma...
.... potresti spendere qualche centinaio di euro (ma anche meno forse), fatti fare dei bei manifesti con la sua foto e una bella scritta STRONZO sotto.

Glie li piazzi nel tragitto casa-lavoro e bon.

L'unica cosa, occhio a non farti beccare perchè l'affisione è regolamentata e uno non è che può appendere quello che gli pare ovunque.

Buon divertimento.
 
O

Old fravahe

Guest
Se tu fossi fredda come dici non avresti bisogno di una "sceneggiatura" su cui recitare la parte "chi non mi vuole non mi merita!"


Non sono per nulla fredda, nè sto cercando una rivincita/vendetta perchè sarebbe come cercar di cavar sangue dalle rape, appunto. Non sto cercando un copione perchè credo profondamente in tutte le cose che vorrei dire, mi piacerebbe solo dar loro un ordine nel mio cuore. Non mi interessano le sue reazioni o bugie patetiche perchè conosco la sua falsità. Parlo di un bisogno di verità doveroso che parte da me e in me si esaurisce, perchè sono incapace di voltare pagina senza aver prima dissipato una situazione nebulosa in cui io non sia stata chiara e diretta fino in fondo. Questa è la mia natura. Sento di doverlo a me e a nessun altro. Se lui ha tradito se stesso e la bella persona che voleva essere, fattacci suoi.
 

Iris

Utente di lunga data
fravahe

Temo che tu possa allora avere solo una scappatoia...a parte l'affissione dei manifesti.
Legarlo ad una sedia e dirgli in faccia ciò che pensi di lui...a meno che...non paghi qualcuno per dargli una fracca di botte!!!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Capisco

Se tu fossi fredda come dici non avresti bisogno di una "sceneggiatura" su cui recitare la parte "chi non mi vuole non mi merita!"


Non sono per nulla fredda, nè sto cercando una rivincita/vendetta perchè sarebbe come cercar di cavar sangue dalle rape, appunto. Non sto cercando un copione perchè credo profondamente in tutte le cose che vorrei dire, mi piacerebbe solo dar loro un ordine nel mio cuore. Non mi interessano le sue reazioni o bugie patetiche perchè conosco la sua falsità. Parlo di un bisogno di verità doveroso che parte da me e in me si esaurisce, perchè sono incapace di voltare pagina senza aver prima dissipato una situazione nebulosa in cui io non sia stata chiara e diretta fino in fondo. Questa è la mia natura. Sento di doverlo a me e a nessun altro. Se lui ha tradito se stesso e la bella persona che voleva essere, fattacci suoi.
Anch'io ho avuto questa esigenza, a volte. A volte no, se è meno doloroso.
Certo è probabile che lui sfugga o ti vomiti cattiverie per salvarsi.
Coraggio e in bocca al ...lupo.

Però non ho capito come aiutarti.
 

La Lupa

Utente di lunga data
Ma... ragazze... una cosa che leggo spesso che tutte le volte ci penso e che poi non lo scrivo mai... (è uscita la portinaia che è in me)... Ma 'sta freddezza, st'indifferenza, sta non chalances che tutti auspicano e desiderano sbandierare... ma perchè????

Ma non è mica possibile!!!

Se una si sentisse così, mica ci scriverebbe qua sopra!!!
Starebbe ai giardinetti.

Se il tipo di molla, ti fa le corna, si tromba la zia o che cavolo ne so... ma mi spieghi come cazzo fai a reagire con freddezza???

Una è incazzata nera e ne ha ben donde!!!

Poi la freddezza arriverà... ma poi! Insieme alla freddezza del cadavere.
Un rigor mortis dei sentimenti, ecco. Ma poi però!

Personalmente, quando sono stata indifferente era quando veramente non me ne importava un fico secco.

Ma in storie come quelle che leggiamo qui
...
 

Iris

Utente di lunga data
Lupa

Lo so..ma che gli fai?
Io personalmente mi vendico...
Però non è corretto dirlo nè consigliarlo

Se vengono a chiederci come si devono vendicare, vuol dire che c'è qualche titubanza..io quando l'ho fatto mica ve l'ho chiesto.
Fatto e basta.
 

Iris

Utente di lunga data
però parliamoci chiaro...non ci si vendica a parole...consultandosi prima...
Si fa e zitti.
Altrimenti il gelo.
 

La Lupa

Utente di lunga data
Lo so..ma che gli fai?
Io personalmente mi vendico...
Però non è corretto dirlo nè consigliarlo

Se vengono a chiederci come si devono vendicare, vuol dire che c'è qualche titubanza..io quando l'ho fatto mica ve l'ho chiesto.
Fatto e basta.
Eh!

Dai Iris, mica ti dico che devi girare armato... ma non capisco questa tendenza (non dico all'amica che scrive qua, ma in generale)... a fare le tipe toste, che non gli si muove un capello e che vendicarsi, urlare, incazzarsi non è dignitoso.


Ma perchè?
 

Nobody

Utente di lunga data
Attendo da circa 3 settimane un chiarimento con il "coniglio mannaro" (cfr. Bruja) dell'ex mio ex maledettissimo ex fidanzato, che mi ha bellamente tradito per un mese e mezzo e di fronte ai miei quesiti, tra cui un sogno premonitore a lui raccontato, non ha avuto le guts sufficienti per ammettere il suo bel gesto.
Constatato il fatto che non merita più i miei pensieri - e, figurarsi, amore- urge in me un bisogno di verità profondo. Rinuncio già in partenza alla vendetta perchè in esseri manipolatori che, come lui, adorano addossare tutte le responsabilità sugli altri, non c'è spazio per una rielaborazione cosciente/-scienziosa dei propri misfatti, nè possibilità di pentimento. La vendetta non mi porterebbe comunque da nessuna parte.
Ma, da quando ho memoria di me, sono sempre stata sincera e leale verso il prossimo e dopo tanto tempo passato con la bestia (senza offendere gli animali) Voglio, Esigo un momento PER ME in cui sbugiardarlo con eleganza e sgommare per sempre via da lui. Voglio ricominciare a vivere e per farlo la mia natura esige chiarezza.
Il vigliacco, naturalmente, tace e scappa, ignaro solo in apparenza delle mie intenzioni. Allora, mi sono data una scadenza e per il momento ho finto di credere alle sue scuse patetiche. Ho tre settimane di tempo, periodo che viene a coincidere con le nozze della sua bella sostitutiva, ergo con il picco massimo di debolezza della bestia, per svuotarmi dalla rabbia, mirare all'obiettivo con distanza e freddezza, rielaborare, piangere (anche se proprio non mi viene perchè mi pare di essermi salvata), divertirmi alla grande e dire la verità del mio cuore.
Però, in mezzo a tutto il guazzabuglio delle cose che vorrei dire per me, il mio bene, per uscire con dignità da questa, scusate, cloaca, senza sceneggiate stile "beautiful", non trovo un ordine ai pensieri a cui vorrei far assumere la forma di una lancia. La vita con me non è così comoda come lui ha voluto credere, non m'inganna come può ingannare una più giovane (per quanto, dai modi estremamente disinvolti) e pendente dalla sua logorrea fascinosa. Non si doveva permettere di dirmi con un ghigno beffardo di disprezzo "tu non capisci un cazzo. Pensavo che fra i due tu fossi la più sveglia".
Si accettano suggerimenti per farmi ripartire alla grande, con sgommata e nuvola di smog annessa.
Baci
Parlo per esperienza...persone come lui, da come lo descrivi saranno corazzati a qualunque pensiero appuntito tu possa forgiare. Le lance con questi, semplicemente non funzionano.
Quindi mi associo ad Iris...l'indifferenza in questi casi regna sovrana.
Se esercitata freddamente e senza pietà, è capace di smontare le armature più resistenti.
Perchè la caratteristica di uno stronzo/a è quasi sempre questa: non sopporta di essere ignorato, di non essere al centro del mondo di qualcun altro.
Quindi poche o ancor meglio nessuna parola, ma semplicemente un bel CTRL-ALT-CANC dal tuo pc mentale
 

Verena67

Utente di lunga data
Se esercitata freddamente e senza pietà, è capace di smontare le armature più resistenti.
Perchè la caratteristica di uno stronzo/a è quasi sempre questa: non sopporta di essere ignorato, di non essere al centro del mondo di qualcun altro.
Quindi poche o ancor meglio nessuna parola, ma semplicemente un bel CTRL-ALT-CANC dal tuo pc mentale
Quando una lunga storia (insoddisfacente) arriva al capolinea, è legittimo il silenzio unilaterale come chiave di volta di una decisione finale di mettere la parola "fine" definitiva?

Lo trovate maleducato o - mancando le premesse di una storia per colpa o comunque idea e scelta di chi si vorrebbe "ignorare" - anche se il dialogo civile c'è, è non solo legittimo ma anche "la via piu' breve per la pace"?

Bacio!
 

Iris

Utente di lunga data
Eh!

Dai Iris, mica ti dico che devi girare armato... ma non capisco questa tendenza (non dico all'amica che scrive qua, ma in generale)... a fare le tipe toste, che non gli si muove un capello e che vendicarsi, urlare, incazzarsi non è dignitoso.


Ma perchè?
Ma quali armi!!! e' che se non ti viene spontanea la vendetta....a mio parere è meglio lasciae perdere...io mi ci edico a freddo.
 
O

Old chensamurai

Guest
Attendo da circa 3 settimane un chiarimento con il "coniglio mannaro" (cfr. Bruja) dell'ex mio ex maledettissimo ex fidanzato, che mi ha bellamente tradito per un mese e mezzo e di fronte ai miei quesiti, tra cui un sogno premonitore a lui raccontato, non ha avuto le guts sufficienti per ammettere il suo bel gesto.
Constatato il fatto che non merita più i miei pensieri - e, figurarsi, amore- urge in me un bisogno di verità profondo. Rinuncio già in partenza alla vendetta perchè in esseri manipolatori che, come lui, adorano addossare tutte le responsabilità sugli altri, non c'è spazio per una rielaborazione cosciente/-scienziosa dei propri misfatti, nè possibilità di pentimento. La vendetta non mi porterebbe comunque da nessuna parte.
Ma, da quando ho memoria di me, sono sempre stata sincera e leale verso il prossimo e dopo tanto tempo passato con la bestia (senza offendere gli animali) Voglio, Esigo un momento PER ME in cui sbugiardarlo con eleganza e sgommare per sempre via da lui. Voglio ricominciare a vivere e per farlo la mia natura esige chiarezza.
Il vigliacco, naturalmente, tace e scappa, ignaro solo in apparenza delle mie intenzioni. Allora, mi sono data una scadenza e per il momento ho finto di credere alle sue scuse patetiche. Ho tre settimane di tempo, periodo che viene a coincidere con le nozze della sua bella sostitutiva, ergo con il picco massimo di debolezza della bestia, per svuotarmi dalla rabbia, mirare all'obiettivo con distanza e freddezza, rielaborare, piangere (anche se proprio non mi viene perchè mi pare di essermi salvata), divertirmi alla grande e dire la verità del mio cuore.
Però, in mezzo a tutto il guazzabuglio delle cose che vorrei dire per me, il mio bene, per uscire con dignità da questa, scusate, cloaca, senza sceneggiate stile "beautiful", non trovo un ordine ai pensieri a cui vorrei far assumere la forma di una lancia. La vita con me non è così comoda come lui ha voluto credere, non m'inganna come può ingannare una più giovane (per quanto, dai modi estremamente disinvolti) e pendente dalla sua logorrea fascinosa. Non si doveva permettere di dirmi con un ghigno beffardo di disprezzo "tu non capisci un cazzo. Pensavo che fra i due tu fossi la più sveglia".
Si accettano suggerimenti per farmi ripartire alla grande, con sgommata e nuvola di smog annessa.
Baci
...Amica mia... Tu, non devi "ripartire"... In primo luogo, guarda in faccia e accetta il tuo profondo dolore... La tua feroce invalidazione... Hai cozzato contro la natura ontologica... E, quando accade, ci si fa male... Molto male... Lui doveva fare quello che ha fatto... Doveva farlo PER SE STESSO... Capisci?... Lui non ha tradito TE... Ha tradito il "NOI"... Un "NOI", che non gli permetteva più di trascendere se stesso... Come sai, attraverso l'altro, si cerca la trascendenza dei propri confini... Quando questo non avviene più, la musica è finita... Ora, TU, scegli per TE STESSA... Ora, sei di fronte alla tua identità infranta che LUI ti permetteva di "giocare"... Il gioco è finito... Ma questo non significa che tutti i giochi siano finiti...
 

Bruja

Utente di lunga data
E'difficile

E' molto difficile adottare l'indifferenza. Io la predico da sempre perchè so che paga, ma quando la si mette in atto fa provare quasi una sensazione di impotenza. Non è così perchè l'ignorare in modo totale la persona tanto supponente gli impedisce di elaborare "il seguito" del suo feuilleton tragicomico!
Niente, nè vederlo, nè parlarle, nè rispondere al cell o al telefono. Insomma ormai questa persona è di uno svaccamento, di una pochezza e di una futilità mortale, oltre che, delitto imperdonabile, di una noia funesta! E tu, ho la certezza che sappia annoiarti perfettamente anche da sola!
Quanto al ripartire, quale migliore spinta che il liberarti di questa zecca umanoide travestito da seduttore della mutua... I veri seduttori, anche se rapaci, hanno classe, e quella che chiamo grandezza anche nel male!
E' un pigmeo che si crede Golia... e come a lui basta un sasso per azzerarlo, un sasso che si chiama silenzio assoluto.
In qualche modo vorrei tu sapessi che ti ammiro e ti rispetto per la voglia di "risalita" che hai così forte e pregnante... e la tua volontà saprà indirizzarti sicuramente, solo non avere furia, tutto accade senza neppure sollecitarlo.
Buone cose
Bruja
 
O

Old chensamurai

Guest
Parlo per esperienza...persone come lui, da come lo descrivi saranno corazzati a qualunque pensiero appuntito tu possa forgiare. Le lance con questi, semplicemente non funzionano.
Quindi mi associo ad Iris...l'indifferenza in questi casi regna sovrana.
Se esercitata freddamente e senza pietà, è capace di smontare le armature più resistenti.
Perchè la caratteristica di uno stronzo/a è quasi sempre questa: non sopporta di essere ignorato, di non essere al centro del mondo di qualcun altro.
Quindi poche o ancor meglio nessuna parola, ma semplicemente un bel CTRL-ALT-CANC dal tuo pc mentale
...Amico Multimodi... Lo sai molto bene... Che quello che consigli, purtroppo... Non è davvero possibile... No, non è proprio possibile...
 

Verena67

Utente di lunga data
E' molto difficile adottare l'indifferenza. Io la predico da sempre perchè so che paga, ma quando la si mette in atto fa provare quasi una sensazione di impotenza. Non è così perchè l'ignorare in modo totale la persona tanto supponente gli impedisce di elaborare "il seguito" del suo feuilleton tragicomico!
Niente, nè vederlo, nè parlarle, nè rispondere al cell o al telefono. Insomma ormai questa persona è di uno svaccamento, di una pochezza e di una futilità mortale, oltre che, delitto imperdonabile, di una noia funesta! E tu, ho la certezza che sappia annoiarti perfettamente anche da sola!
Quanto al ripartire, quale migliore spinta che il liberarti di questa zecca umanoide travestito da seduttore della mutua... I veri seduttori, anche se rapaci, hanno classe, e quella che chiamo grandezza anche nel male!
E' un pigmeo che si crede Golia... e come a lui basta un sasso per azzerarlo, un sasso che si chiama silenzio assoluto.
In qualche modo vorrei tu sapessi che ti ammiro e ti rispetto per la voglia di "risalita" che hai così forte e pregnante... e la tua volontà saprà indirizzarti sicuramente, solo non avere furia, tutto accade senza neppure sollecitarlo.
Buone cose
Bruja
parli con me eh....
già già


Si, mi so annoiare benissimo da sola....
...e comunque grazie


Bacio!
 

MariLea

Utente di lunga data
...è normale che ognuno reagisca a seconda del suo temperamento...
Io, di primo acchito, mi inca**o e dico/sfogo quel che sento ed esagero dicendo peggio di quel che penso con aria schifata...
Poi stop! chiudo ed anche se non mi passa, fingo assoluta indifferenza... e fingendo fingendo diventa vera, è solo questione di tempo.
Sono contraria a vendette ed altre perdite di tempo prezioso, oltretutto mi sembrerebbe di scendere ai bassi livelli di chi ho schifato.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top