Come ho superato i Good Old Boys

marietto

Heisenberg
Qualche tempo fa, in altro thread, è nata una discussione sul Country e gli altri generi musicali più o meno collegati.
[MENTION=6927]trilobita[/MENTION] ha citato il film "The Blues Brothers" e il fatto che probabilmente la presenza di una Country band che fa una figura barbina lo hanno tenuto lontano per il resto della vita (la band si chiamava Good Old Boys, ed erano tutti vestiti in abiti da Cow Boys più da carnevale che reali).

Devo dire che lo capisco benissimo.

Come tutti quelli della mia età avevo visto quel film e avevo avuto la stessa reazione di trilobita.
Per anni mi sono tenuto a distanza dal country e da tutto quello che ci girava intorno...

Poi...

Nel 1985 lavoravo già. La parte di stipendio che non versavo in caso andava principalmente in libri e dischi. Ormai ero abbastanza in confidenza coi commessi e spesso chiedevo di ascoltare brani di dischi di cui avevo sentito parlare o che mi avevano colpito per qualche motivo, come ad esempio la copertina.

Quel giorno trovai questo disco

MI0001743729.jpg





Fu amore a prima vista... Inizialmente per gli occhioni e i riccioli della cantante (Maria McKee), poi anche per il disco che conteneva diversi brani Roots o con forte base di quel tipo.

Il primo singolo comunque era più Soul (forse perchè scritto da Little Steven, chitarrista della E Street Band di Springsteen e all'epoca in carriera solista con un gruppo denominato The Disciples of Soul)

[video=youtube_share;nNf-1DJCrPc]https://youtu.be/nNf-1DJCrPc[/video]

Ma la canzone che mi colpi particolarmente era questa "Soap Soup and Salvation" per il quale, insieme ad altri brani, i Lone Justice si guadagnarono dalla critica americana, la definizione di "Cow Punk" poi estesa anche a gruppi come Jason and the Scorchers e i Long Ryders.

[video=youtube_share;t4jNkAI_zRY]https://youtu.be/t4jNkAI_zRY[/video]




Quindi grazie alla cotta per la bella Maria (che durò anni :rolleyes:) mi avvicinai anche al Roots (Country e compagnia) dimenticandomi per sempre dei Good Old Boys.
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
ci vorrebbe un giro nell'America profonda
 

trilobita

Utente di lunga data
Qualche tempo fa, in altro thread, è nata una discussione sul Country e gli altri generi musicali più o meno collegati.
[MENTION=6927]trilobita[/MENTION] ha citato il film "The Blues Brothers" e il fatto che probabilmente la presenza di una Country band che fa una figura barbina lo hanno tenuto lontano per il resto della vita (la band si chiamava Good Old Boys, ed erano tutti vestiti in abiti da Cow Boys più da carnevale che reali).

Devo dire che lo capisco benissimo.

Come tutti quelli della mia età avevo visto quel film e avevo avuto la stessa reazione di trilobita.
Per anni mi sono tenuto a distanza dal country e da tutto quello che ci girava intorno...

Poi...

Nel 1985 lavoravo già. La parte di stipendio che non versavo in caso andava principalmente in libri e dischi. Ormai ero abbastanza in confidenza coi commessi e spesso chiedevo di ascoltare brani di dischi di cui avevo sentito parlare o che mi avevano colpito per qualche motivo, come ad esempio la copertina.

Quel giorno trovai questo disco

View attachment 13114





Fu amore a prima vista... Inizialmente per gli occhioni e i riccioli della cantante (Maria McKee), poi anche per il disco che conteneva diversi brani Roots o con forte base di quel tipo.

Il primo singolo comunque era più Soul (forse perchè scritto da Little Steven, chitarrista della E Street Band di Springsteen e all'epoca in carriera solista con un gruppo denominato The Disciples of Soul)

[video=youtube_share;nNf-1DJCrPc]https://youtu.be/nNf-1DJCrPc[/video]

Ma la canzone che mi colpi particolarmente era questa "Soap Soup and Salvation" per il quale, insieme ad altri brani, i Lone Justice si guadagnarono dalla critica americana, la definizione di "Cow Punk" poi estesa anche a gruppi come Jason and the Scorchers e i Long Ryders.

[video=youtube_share;t4jNkAI_zRY]https://youtu.be/t4jNkAI_zRY[/video]




Quindi grazie alla cotta per la bella Maria (che durò anni :rolleyes:) mi avvicinai anche al Roots (Country e compagnia) dimenticandomi per sempre dei Good Old Boys.
Più che il gruppo,fu il proprietario del locale,Boooob,ed il pubblico che mi allontanò.Ricorda che nel film i Good Old Boys non suonano,quindi non potevo farmi un'opinione su loro.
Confessione per confessione,ai tempi della tua bella Maria,non ero ancora invaghito di Miles Davis,Mingus,Monk,Parker & Company,ma avevo una sbandatona per Blondie,se ricordi,quella di "Heart of glass",e per quel genere musicale.
Ma una di Tucson rischiò veramente di contagiarmi con il folk americano,bellissima,naturalmente,brava,dimostrò negli anni di non rimanere ancorata al banjio e violino del folk arcaico,ma di riuscire a lambire anche generi più impuri e ricchi.
Trattasi naturalmente di Linda Ronstadt.
Anche ora la ascolto volentieri in quelli che furono i suoi ultimi sviluppi Latin-jazz...
Brava davvero! :) :)
 

Skorpio

Utente di lunga data
...

Mi piacciono un po' tutti i generi, prendo pezzettini qua e là... Anche il country

Sweet home Alabama ad esempio, lo sento sempre con entusiasmo.

Comunque a me i Good Old Boys erano simpaticissimi nel film, specialmente il capo.

Era troppo forte!!! :D
 
Top