CHIUSA UNA PORTA SI APRE UN PORTONE

Homer

Utente con ittero
Buongiorno a tutti, a chi mi conosce da molto tempo e ai nuovi arrivati.

Non scrivo quasi mai qui, ma volevo condividere ciò che ho “fatto accadere” ieri sera.

Per chi, qui dentro, non conosce la mia storia, sono stato tradito 10 anni fa, con una modalità che purtroppo non ha seguito gli standard canonici dell’adulterio, ma questa è un'altra storia. Sono divorziato da 2 anni ormai, la mia ex moglie si è rifatta una vita, si è sposata (n.d.r. con l’uomo con cui mi ha tradito), ed è in dolce attesa.

Oggi ho una meravigliosa compagna, abbiamo tantissimi progetti insieme, mi riempie la vita, moltissima complicità, amore, insomma non potevo chiedere altro dalla vita.

Con il passato, con il tradimento, con ciò che avevo subito, nonostante i dieci anni passati, non avevo mai realmente chiuso. Un pensiero fisso, disturbante, che negli anni aveva quasi eliminato i rapporti post separazione con la mia ex moglie. Rapporti che oramai si limitavano solamente alla gestione delle nostre figlie e, ultimamente, nemmeno a quelli. Ho sempre percepito, nonostante mi impegnassi a nasconderlo, che le mie figlie patissero questa situazione.

Ero bloccato a riallacciare i rapporti con lei, la persona che ho amato e mi ha fatto tutto quel male, non ero pronto e credevo non lo sarei mai stato.

La mia compagna, molto solare e sempre propensa a perdonare anche i torti più cattivi subiti, mi ha sempre spronato a chiudere con il passato, a riallacciare i rapporti, spiegandomi che era il giusto passo che avrei dovuto fare, per me stesso, per la mia ex e per le nostre figlie. Per me era sempre un NO.

Oggi sono qui a raccontarvi che ci sono riuscito e nel migliore dei modi, spinto da quella voglia, forse celata nel mio inconscio di chiudere quella “porta”.

Ieri sera, complice una recita scolastica di nostra figlia ci siamo rivisti, lei con suo marito, io con la mia compagna, abbiamo parlato tanto, ho stretto la mano a “lui” e baciato sulla guancia lei. Dopo un’inziale imbarazzo di tutti (tranne la mia compagna che già rideva e scherzava con lei), il clima si è disteso, abbiamo bevuto un caffè tutti insieme, ci siamo raccontanti dei problemi, la casa, il lavoro. Le nostre figlie ci guardavano emozionate, incredule, non saprei descrivervi ciò che sentivo potessero provare. Alla fine della recita ci siamo tutti salutati, ecco, finalmente avevo chiuso quella porta, che spifferava continuamente aria da anni ormai.

La mia compagna è stata felicissima, era orgogliosa di me, del grande passo che avevo fatto.

Sono davvero felice, oggi mi sento davvero un altro, è bastato davvero poco perché potessi dare veramente una svolta a questa situazione.
 

bravagiulia75

Utente di lunga data
Che emozione enorme hai fatto provare anche a me!
Bravissimo!!!
 

Brunetta

Utente di lunga data
Buongiorno a tutti, a chi mi conosce da molto tempo e ai nuovi arrivati.

Non scrivo quasi mai qui, ma volevo condividere ciò che ho “fatto accadere” ieri sera.

Per chi, qui dentro, non conosce la mia storia, sono stato tradito 10 anni fa, con una modalità che purtroppo non ha seguito gli standard canonici dell’adulterio, ma questa è un'altra storia. Sono divorziato da 2 anni ormai, la mia ex moglie si è rifatta una vita, si è sposata (n.d.r. con l’uomo con cui mi ha tradito), ed è in dolce attesa.

Oggi ho una meravigliosa compagna, abbiamo tantissimi progetti insieme, mi riempie la vita, moltissima complicità, amore, insomma non potevo chiedere altro dalla vita.

Con il passato, con il tradimento, con ciò che avevo subito, nonostante i dieci anni passati, non avevo mai realmente chiuso. Un pensiero fisso, disturbante, che negli anni aveva quasi eliminato i rapporti post separazione con la mia ex moglie. Rapporti che oramai si limitavano solamente alla gestione delle nostre figlie e, ultimamente, nemmeno a quelli. Ho sempre percepito, nonostante mi impegnassi a nasconderlo, che le mie figlie patissero questa situazione.

Ero bloccato a riallacciare i rapporti con lei, la persona che ho amato e mi ha fatto tutto quel male, non ero pronto e credevo non lo sarei mai stato.

La mia compagna, molto solare e sempre propensa a perdonare anche i torti più cattivi subiti, mi ha sempre spronato a chiudere con il passato, a riallacciare i rapporti, spiegandomi che era il giusto passo che avrei dovuto fare, per me stesso, per la mia ex e per le nostre figlie. Per me era sempre un NO.

Oggi sono qui a raccontarvi che ci sono riuscito e nel migliore dei modi, spinto da quella voglia, forse celata nel mio inconscio di chiudere quella “porta”.

Ieri sera, complice una recita scolastica di nostra figlia ci siamo rivisti, lei con suo marito, io con la mia compagna, abbiamo parlato tanto, ho stretto la mano a “lui” e baciato sulla guancia lei. Dopo un’inziale imbarazzo di tutti (tranne la mia compagna che già rideva e scherzava con lei), il clima si è disteso, abbiamo bevuto un caffè tutti insieme, ci siamo raccontanti dei problemi, la casa, il lavoro. Le nostre figlie ci guardavano emozionate, incredule, non saprei descrivervi ciò che sentivo potessero provare. Alla fine della recita ci siamo tutti salutati, ecco, finalmente avevo chiuso quella porta, che spifferava continuamente aria da anni ormai.

La mia compagna è stata felicissima, era orgogliosa di me, del grande passo che avevo fatto.

Sono davvero felice, oggi mi sento davvero un altro, è bastato davvero poco perché potessi dare veramente una svolta a questa situazione.
Bellissimo.
Credo che tu sappia Homer quanto ti voglia bene e sia contenta per la tua situazione attuale.
Anch’io ho rivisto e rivedo il mio ex, su sua richiesta, e mi ha fatto bene.
Penso le stesse cose di lui, ma non mi fanno male.
È stato rimosso un tabù tra me e i figli.
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Molto bello, e soprattutto per la tua compagna capire che tu quella porta l'hai chiusa defenitivamente e sei "tutto per lei".

Non c'è più il dubbio dell'amore sospeso per la tua ex moglie
 

Warlock

Utente di lunga data
Successa la stessa cosa, solo che l'occasione non era una recita, ma purtroppo la visita all'ospedale perchè l'ex ha avuto un tumore ed era sotto chemio.
Anche nel mio caso mia moglie è stata quella che mi ha "costretto" ad andarla a trovare, e sono contento che mi abbia forzato.
Perchè comunque alla fine ho perdonato (erano passati circa 8 anni dal tradimento), ho parlato e messo a posto tutti gli irrisolti con cui, visto che quando l'ho scoperta mi ha immediatamente lasciato per l'altro (con sparizione e no contact), non ho mai potuto confrontarmi
E ora siamo amici e facciamo cene e uscite a 4 ( lei con il nuovo compagno, non quel poco di buono con cui mi ha tradito e si è sposata )
 

omicron

Utente pigro
io non so la tua storia ma chiudere col passato fa sempre bene, gli irrisolti lasciano troppe incertezze, soprattutto quando ci sono figli di mezzo e brava anche alla tua compagna che ha saputo gestire questo momento
 

Brunetta

Utente di lunga data
Successa la stessa cosa, solo che l'occasione non era una recita, ma purtroppo la visita all'ospedale perchè l'ex ha avuto un tumore ed era sotto chemio.
Anche nel mio caso mia moglie è stata quella che mi ha "costretto" ad andarla a trovare, e sono contento che mi abbia forzato.
Perchè comunque alla fine ho perdonato (erano passati circa 8 anni dal tradimento), ho parlato e messo a posto tutti gli irrisolti con cui, visto che quando l'ho scoperta mi ha immediatamente lasciato per l'altro (con sparizione e no contact), non ho mai potuto confrontarmi
E ora siamo amici e facciamo cene e uscite a 4 ( lei con il nuovo compagno, non quel poco di buono con cui mi ha tradito e si è sposata )
La famiglia allargata è rassicurante perché ci conferma che non siamo insopportabili come persone.
 

lolapal

Utente reloaded
Ciao @Homer sono molto, molto contenta per te e per questa tua nuova e bella famiglia allargata! :)
 

Pincopallino

Utente di lunga data
Buongiorno a tutti, a chi mi conosce da molto tempo e ai nuovi arrivati.

Non scrivo quasi mai qui, ma volevo condividere ciò che ho “fatto accadere” ieri sera.

Per chi, qui dentro, non conosce la mia storia, sono stato tradito 10 anni fa, con una modalità che purtroppo non ha seguito gli standard canonici dell’adulterio, ma questa è un'altra storia. Sono divorziato da 2 anni ormai, la mia ex moglie si è rifatta una vita, si è sposata (n.d.r. con l’uomo con cui mi ha tradito), ed è in dolce attesa.

Oggi ho una meravigliosa compagna, abbiamo tantissimi progetti insieme, mi riempie la vita, moltissima complicità, amore, insomma non potevo chiedere altro dalla vita.

Con il passato, con il tradimento, con ciò che avevo subito, nonostante i dieci anni passati, non avevo mai realmente chiuso. Un pensiero fisso, disturbante, che negli anni aveva quasi eliminato i rapporti post separazione con la mia ex moglie. Rapporti che oramai si limitavano solamente alla gestione delle nostre figlie e, ultimamente, nemmeno a quelli. Ho sempre percepito, nonostante mi impegnassi a nasconderlo, che le mie figlie patissero questa situazione.

Ero bloccato a riallacciare i rapporti con lei, la persona che ho amato e mi ha fatto tutto quel male, non ero pronto e credevo non lo sarei mai stato.

La mia compagna, molto solare e sempre propensa a perdonare anche i torti più cattivi subiti, mi ha sempre spronato a chiudere con il passato, a riallacciare i rapporti, spiegandomi che era il giusto passo che avrei dovuto fare, per me stesso, per la mia ex e per le nostre figlie. Per me era sempre un NO.

Oggi sono qui a raccontarvi che ci sono riuscito e nel migliore dei modi, spinto da quella voglia, forse celata nel mio inconscio di chiudere quella “porta”.

Ieri sera, complice una recita scolastica di nostra figlia ci siamo rivisti, lei con suo marito, io con la mia compagna, abbiamo parlato tanto, ho stretto la mano a “lui” e baciato sulla guancia lei. Dopo un’inziale imbarazzo di tutti (tranne la mia compagna che già rideva e scherzava con lei), il clima si è disteso, abbiamo bevuto un caffè tutti insieme, ci siamo raccontanti dei problemi, la casa, il lavoro. Le nostre figlie ci guardavano emozionate, incredule, non saprei descrivervi ciò che sentivo potessero provare. Alla fine della recita ci siamo tutti salutati, ecco, finalmente avevo chiuso quella porta, che spifferava continuamente aria da anni ormai.

La mia compagna è stata felicissima, era orgogliosa di me, del grande passo che avevo fatto.

Sono davvero felice, oggi mi sento davvero un altro, è bastato davvero poco perché potessi dare veramente una svolta a questa situazione.
Mi piacciono tanto queste cose, anche se immagino ci si arrivi dopo un percorso doloroso. Nell’ambiente sportivo che frequento, in tribuna ci sono spesso 4 coppie di due famiglie allargate che condividono figli e quando li vedo tutti così apparentemente amici mi chiedo se io ne sarei capace. e Mi rispondo che magari per i figli lo diventi capace.
 

Tiziana1970

Utente di lunga data
Complimenti davvero, per me è ancora tutto troppo fresco sto ancora male per la rottura e sono ancora ossessionata da quello che fa lui , dai pensieri di quello che fanno insieme e in particolare in questo periodo che faranno anche le vacanze insieme. Nn sono andata avanti non riesco . Spero anche io un giorno di poter perdonare e andare avanti.
 

Brunetta

Utente di lunga data
Complimenti davvero, per me è ancora tutto troppo fresco sto ancora male per la rottura e sono ancora ossessionata da quello che fa lui , dai pensieri di quello che fanno insieme e in particolare in questo periodo che faranno anche le vacanze insieme. Nn sono andata avanti non riesco . Spero anche io un giorno di poter perdonare e andare avanti.
Progetta per te.
Ci saranno cose che ti interessano!
Fossero anche le serie tv, cerca online approfondimenti.
 
Top