centro e periferie

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
A volte tutti pecchiamo di snobismo sentimentale....e non so se, oltre a essere scorretto, ce lo possiamo permettere.
Si dice che due devono stare insieme solo se si amano davvero, che ci si deve sposare spinti da una vera passione e che è meglio sperimentare prima di assumersi degli impegni che poi sarebbe difficile mantenere.
MA sono affermazioni che presuppongano che tutti per gradevolezza fisica, carattere e frequentazioni abbiano la possibilità di conoscere molte persone, che tra le frequentate ve ne siano molte di interessanti, di essere loro stessi interessanti e ricercati e che possano intrecciare molte relazioni e essere corrisposti da chi susciti e ricambi bruciante passione.
Ma queste condizioni sono così frequenti?
E chi non veda realizzate tutte queste condizioni dovrebbe rinunciare a vivere dei sentimenti (non brucianti, ma "confortevoli") e a vivere una vita di coppia e crearsi una famiglia?
Per esplicitare il titolo..le strade di Feddy mi han fatto pensare che ...non tutti sono in centro ..ci sono anche le periferie...


P.S. Naturalmente poi di se stessi è facile pensare di essere affascinanti, amabili e con mille occasioni. Forse non è così. Non sarà per questo che si dà tanto valore a storiellucce da nulla, trasfomando rane e ranocchi in principesse e principi?
 

MariLea

Utente di lunga data
mammamia questa è 3menda

allora che si fa? niente più indirizzi e numeri.... apriamo l'elenco telefonico e... ndo cojo cojo..
 

dererumnatura

Utente di lunga data
A volte tutti pecchiamo di snobismo sentimentale....e non so se, oltre a essere scorretto, ce lo possiamo permettere.
Si dice che due devono stare insieme solo se si amano davvero, che ci si deve sposare spinti da una vera passione e che è meglio sperimentare prima di assumersi degli impegni che poi sarebbe difficile mantenere.
MA sono affermazioni che presuppongano che tutti per gradevolezza fisica, carattere e frequentazioni abbiano la possibilità di conoscere molte persone, che tra le frequentate ve ne siano molte di interessanti, di essere loro stessi interessanti e ricercati e che possano intrecciare molte relazioni e essere corrisposti da chi susciti e ricambi bruciante passione.
Ma queste condizioni sono così frequenti?
E chi non veda realizzate tutte queste condizioni dovrebbe rinunciare a vivere dei sentimenti (non brucianti, ma "confortevoli") e a vivere una vita di coppia e crearsi una famiglia?
Per esplicitare il titolo..le strade di Feddy mi han fatto pensare che ...non tutti sono in centro ..ci sono anche le periferie...


P.S. Naturalmente poi di se stessi è facile pensare di essere affascinanti, amabili e con mille occasioni. Forse non è così. Non sarà per questo che si dà tanto valore a storiellucce da nulla, trasfomando rane e ranocchi in principesse e principi?
o viceversa..non sarà per questo che si rimane da soli/e per anni e anni perchè le aspirazioni sono troppo alte e il senso critico non realitico?

nel mio caso è così...
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
...

o viceversa..non sarà per questo che si rimane da soli/e per anni e anni perchè le aspirazioni sono troppo alte e il senso critico non realitico?

nel mio caso è così...
Credo che possa essere...anche questo
O forse la ricerca di qualcosa di "alto" non ci fa vedere quel che può esserci di meno alto e non è detto che nn sia ...magari alla nostra altezza...
 

dererumnatura

Utente di lunga data
Credo che possa essere...anche questo
O forse la ricerca di qualcosa di "alto" non ci fa vedere quel che può esserci di meno alto e non è detto che nn sia ...magari alla nostra altezza...
già...pensa che ho talmente idealizzato certe situazioni e certe emozioni...quindi diciamola tutta...una certa persona...nonostante la realtà nuda e cruda...che il solo pensiero di rivivere certi momenti con altri...mi fa venire i brividi....
a volte ancora penso che il passato sia insuperabile...PAZZESCO!
In realtà so bene che il passato non corrisponde minimamente alla realtà.QUindi ho riversato su un uomo tutte le mie aspettative..i miei sogni...le mie illusioni....non preoccupandomi minimamamente che in fondo stava deludendo i principi fondamentali....
mi sono creata un uomo virtuale in carne ed ossa!!!!Hai capito la funzionalità a volte di una storia con un uomo sposato??
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Forse

...c'è da riflettere sull'uomo virtuale..


Vogliamo credere di aver incontrato l'eletto e invece è ...un orco?
 

dererumnatura

Utente di lunga data
...c'è da riflettere sull'uomo virtuale..


Vogliamo credere di aver incontrato l'eletto e invece è ...un orco?

sempre creato da noi....idealizzandolo...certamente non può essere nostro realmente...altrimenti dovremmo scontrarci coi suoi difetti....quindi ci creiamo una specie di Frankestein.....certo che poi diventa un mostro...



in questo modo altro che responsabilità altrui delle nostre sofferenze....

Sono stata l'ideatrice della trappola in cui sono caduta....una specie di congiura verso me stessa.....
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Però

Tu hai sollevato un problema su cui riflettere.

Però io pensavo anche ad altro. All'atteggiamento di lieve disprezzo o compatimento per chi "si accontenta" (supponendo, ovvio, che chi si accontenta sia sempre un altro) come se fosse tanto facile incontrare l'eletto e come se tutte fossero Trinity (naturalmente vale anche per chi crede di essere Neo e vuole Trinity)
 

dererumnatura

Utente di lunga data
Tu hai sollevato un problema su cui riflettere.

Però io pensavo anche ad altro. All'atteggiamento di lieve disprezzo o compatimento per chi "si accontenta" (supponendo, ovvio, che chi si accontenta sia sempre un altro) come se fosse tanto facile incontrare l'eletto e come se tutte fossero Trinity (naturalmente vale anche per chi crede di essere Neo e vuole Trinity)
scusa è vero ho divagato, ma perchè credo che il pensare che gli atri si accontentino è tipico di chi come me in realtà non sa guardare in faccia la realtà.
CHi vive in modo appagato storie d'amore comuni in realtà ha trovato il giusto equilibrio tra le aspirazioni e la realtà.Ed è guardato da chi invece vive a centimetri da terra.. quasi con superiorità.

Ecco insomma per risponderti penso che la periferia non sia periferia per chi la vive ma per chi aspira al centro ma alla fine non vive sulla terra...ma su una nuvoletta in alto...molto in alto.....
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Per esplicitare il titolo..le strade di Feddy mi han fatto pensare che ...non tutti sono in centro ..ci sono anche le periferie...
Persa, scusa...ma allora perchè non mettersi in poltrona e vivere attraverso un libro o una rivista.


Non credo che sia una questione di provincia o di città , ma un questione di atteggiamento verso la vita e quello che vuoi conoscere e come lo vuoi conoscere. Il compagno lo puo' incontrare dopo che ti sei fatta il giro del mondo 24 volte, dietro l'angolo di casa tua, ma sono le circostanze che ti crei che ti consentono di tirare maggiori conclusioni su quello che vuoi o che non vuoi. E questo tempo per poterlo fare non ha età, l'età è ora, è domani,è sempre.Non trovi?
 

MariLea

Utente di lunga data
mah..

tutta questione di gusti, non è che gli altri si accontentino... magari sono attratti da tipologie che a noi fanno rabbrividire... e fortuna che non siamo tutti uguali, ci sarebbe molta più solitudine in giro...
C'è chi fa pazzie per una casa antica in centro, chi inorridisce al solo pensiero del "vecchio" e la vuole fuori città col giardino... e chi va dappertutto basta che è casa, tanto ha la capacità di renderla comunque bella...
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Tu hai sollevato un problema su cui riflettere.

Però io pensavo anche ad altro. All'atteggiamento di lieve disprezzo o compatimento per chi "si accontenta" (supponendo, ovvio, che chi si accontenta sia sempre un altro) come se fosse tanto facile incontrare l'eletto e come se tutte fossero Trinity (naturalmente vale anche per chi crede di essere Neo e vuole Trinity)

Persa ma dove lo hai visto questo atteggiamento di compatimento?
 

Miciolidia

Utente di lunga data
mailea

tutta questione di gusti, non è che gli altri si accontentino... magari sono attratti da tipologie che a noi fanno rabbrividire... e fortuna che non siamo tutti uguali, ci sarebbe molta più solitudine in giro...
C'è chi fa pazzie per una casa antica in centro, chi inorridisce al solo pensiero del "vecchio" e la vuole fuori città col giardino... e chi va dappertutto basta che è casa, tanto ha la capacità di renderla comunque bella...

magari fossimo case...ma siamo dinamici e non statici , nel senso che ci relazioniamo con persone e non case che vestiamo come vogliamo noi.

Se ho capito quello che volevi dire, correggimi se sbaglio.
 
Ultima modifica:

Bruja

Utente di lunga data
Miciolidia

Persa, scusa...ma allora perchè non mettersi in poltrona e vivere attraverso un libro o una rivista.
Non credo che sia una questione di provincia o di città , ma un questione di atteggiamento verso la vita e quello che vuoi conoscere e come lo vuoi conoscere. Il compagno lo puo' incontrare dopo che ti sei fatta il giro del mondo 24 volte, dietro l'angolo di casa tua, ma sono le circostanze che ti crei che ti consentono di tirare maggiori conclusioni su quello che vuoi o che non vuoi. E questo tempo per poterlo fare non ha età, l'età è ora, è domani,è sempre.Non trovi?
In effeti il tuo pensiero è speculare a quello di Persa, non credo molto a "centri e periferie", magari credo alle occasionalità, alle casualità che però sempre e comunque ci creaimo con quella che abbiamo come impostazione di vita. Se frequento il solito ambiente per anni con qualche vaga puntata in ferie forse non avrò molte opportunità, ma ci mi assicura che sarebbe stato differente viaggiando in lungo ed in largo. Inoltre spesso siamo noi a "tenerci" come ottime scelte persone che sono evidentemente lacunose, ma che una volta passata la lente annebbiante dell'amore, continuiamo a tenere per inerzia, per pigrizia o per incapacità di fare scelte forti. Questo argomento è interessante ma ha talmente tanti rivoli che potrebbero essere a loro volta argomenti in proprio, che diventerebbe enorme trattarlo a tutto tondo.
Bruja
 

Miciolidia

Utente di lunga data
eh si...
ma tu dove stai micia?
mailea, sono apolide.

nata a milano e vissuta poi Firenze,Roma, Frascati, e ora a di nuovo in provincia padana.

ma a parte la casa in cui sono , a cui sono molto legata per tanti motivi, domani partirei anche anche per l'austria, o Catania o Poggibonsi.
 

MariLea

Utente di lunga data
mailea, sono apolide.

nata a milano e vissuta poi Firenze,Roma, Frascati, e ora a di nuovo in provincia padana.

ma a parte la casa in cui sono , a cui sono molto legata per tanti motivi, domani partirei anche anche per l'austria, o Catania o Poggibonsi.
a parte gli scherzi, ma sai che è da un pò che ho voglia di passare un periodo della mia vita a vagabondare... ci penso spesso e mi sa che un giorno di questi lo faccio davvero.
Quando si chiaccherava con Fa e lui sognava paesi orientali... parlavamo seriamente.
 

Verena67

Utente di lunga data
A volte tutti pecchiamo di snobismo sentimentale....e non so se, oltre a essere scorretto, ce lo possiamo permettere.
Si dice che due devono stare insieme solo se si amano davvero, che ci si deve sposare spinti da una vera passione e che è meglio sperimentare prima di assumersi degli impegni che poi sarebbe difficile mantenere.

Mai detto
Anzi io ho sempre sostenuto il contrario, che la "felicità non ha storia" e spesso il modo piu' saggio e duraturo per ottenere la serenità è quello che fa perno su concretezza ed un pizzico di pragmatismo....

Bacio!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
già

Mai detto
Anzi io ho sempre sostenuto il contrario, che la "felicità non ha storia" e spesso il modo piu' saggio e duraturo per ottenere la serenità è quello che fa perno su concretezza ed un pizzico di pragmatismo....

Bacio!
Ma lo dici solo tu, o quasi.
Troppi dicono che tutti le relazioni che hanno vissuto erano improntate a grande e reciproca passione e continuano a incotrare persone con cui vivono brucianti e ricambiate passioni.

Sarà che è periodo di pizzate di classe e qualche dubbio che le coppie che vedo siano nate da una bruciante passione mi viene e pure che siano però ugualmente ben assortite e siano capaci di darsi amore, costruire valide famiglie e vivere serenamente e con profondità di sentimenti.
Questo accade proprio perché pragmaticamente si accetta la realtà.
Forse bisogna avere solo la saggezza di capire che l'amore su cui si costruisce qualcosa è quello che si trova volendolo trovare e non quello che arriva a sconvolgere l'esistenza.
Mentre credere nella bruciante passione mette nella disposizione di viverla con rane e rospi.
In sintesi è quel che vogliamo provare che finiamo per provare e di conseguenza viviamo la vita che vogliamo?

x Micio. L'atteggiamento di lieve superiorità e di disprezzo per "gli altri" che si accontentano (mentre, se sono riuscita a spiegarmi, forse ci accontentiamo tutti) l'ho visto spesso.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top