C'è tradimento e tradimento

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
N

Non registrato

Guest
C'è tradimento e tradimento

News

C'è tradimento e tradimento
Da Il Resto del Carlino dell'8 maggio 2003

ROMA ? C'è tradimento e tradimento. E non tutti i tipi d'infedeltà creano danni alla vittima cornificata tali da comportare la necessità di un risarcimento. Così ha decretato il tribunale di Milano, respingendo l'istanza del signor Mario N., elettricista, che chiedeva all'amante ? nonché datore di lavoro ? della moglie di alleviare il suo dolore per l'amore perduto con un assegno da 300mila euro.

In materia di corna, i giudici distinguono tra «ordinarie» e «straordinarie». Alla prima categoria appartengono «semplici storie clandestine» che, seppure «idonee» a condurre al divorzio, non sono di «specifica gravità» e di «peculiare lesività» per la vittima. E le supercorna, invece? Il tribunale non specifica, limitandosi a definirle tradimenti con un «quid pluris», insomma diversi dalle solite scappatelle.

Nel dettaglio la decima sezione civile ? sentenza estesa dal giudice Bianca La Monica ? ha rilevato che il risarcimento «non può essere esteso agli obblighi inerenti al matrimonio, e a quello di fedeltà in particolare, rispetto ai quali le componenti emotive e lo scambio connaturato alle relazioni d'amore e di sesso escludono che possano ravvisarsi in capo al terzo il ruolo di 'induttore' e in capo al coniuge trasgressore quello di 'indotto'». In pratica per fare le corna bisogna essere in due, nelle storie d'amore non si può davvero parlare di colpevoli, e soprattutto la fedeltà non è cosa che riguardi l'amante.

Quindi, senza il famoso «quid pluris», niente risarcimento. I protagonisti della vicenda sono Mario, la moglie Anna e Gaetano, l'uomo dal quale la donna andava a fare le pulizie di casa. La love story tra Anna e Gaetano portò al divorzio per colpa della donna. Ma a Mario non bastava: oltre all'addebito, voleva anche i danni per la sofferenza e lo stress subito.
 

Allegati

F

FA.

Guest
Hai ragione ? però con i soldi ci si potrebbe rilassare e magari fare un viaggio ?dimenticatore?.



A me lascia perplesso su come un giudice possa fare differenza tra corna « ordinarie e straordinarie ».



Sarebbe interessante sapere la reazione di un /a Giudice che scopre il tradimento del proprio coniuge, ? dove intenda posizionare le sue corna.
 
N

Non registrato

Guest
FA. ha detto:
Hai ragione ? però con i soldi ci si potrebbe rilassare e magari fare un viaggio ?dimenticatore?.
-Dipende con chi ci vai!? EHEHEH!-



FA. ha detto:
A me lascia perplesso su come un giudice possa fare differenza tra corna « ordinarie e straordinarie ».
-Le corna son SEMPRE corna, e puzzano sempre.



FA. ha detto:
Sarebbe interessante sapere la reazione di un /a Giudice che scopre il tradimento del proprio coniuge, ? dove intenda posizionare le sue corna.
Ma in un bella cornice ... o in cattedra con lei ...
 

Bruja

Utente di lunga data
Mah

Stante che le corna fanno sempre danni psicologici, non importa la loro natura o motivazione, trovo davvero ridicolo e calandrinesco che un giudice, che dovrebbe non solo essere super partes, ma anche avere il senso logico della realtà, divida le corna fra ordinarie e straordinarie.......
Poteva passare il termine occasionali o usuali e reiterate, ma dare una straordinarietà alle corna è davvero pleonastico poichè esce dall'ordinario di un rapporto di coppia funzionante.
Cosa non si inventeranno i magistrati per rendere le loro sentenze "ragnesche" e pretestuose. La prossima volta che endrò in un tribunale controllerò se sono aumentati gli specchi ........
Bruja
 
F

FA.

Guest
Ciao carissima Bruja,



Per i danni psicologici io sono una prova vivente.



Forse il Giudice intendeva ?straordinarie?, quando non si tratta dello stesso Partner ma diversi, ? mentre Ordinarie quando uno ha un solo amante.



Mah !?!



Sono d?accordo con te sui Giudici, sono fuori di ?melone?, e sarei davvero a favore che questa professione avesse anche una scadenza, ? non so massimo 5 anni, ? poi mandarli via, se no, ?sbussolano? troppo, ... come quel Giudice che sentenziò che uno stupro non può avvenire se la vittima porta i jeans ? Gulp !?!




PS: sono sempre a favore per il risarcimento, oppure un buono Alitalia per un viaggio ?dimenticatore?.
 
B

bea

Guest
.. che storie...
premesso che di legislazione sul tradimento non ci so nulla tranne che la normale informazione che si legge in giro.
Ora per quel che ne so io, l'evento "straordinario" per il quale può essere richiesto il danno.. sono casi davvero particolari..potrei riassumere dove oltre al danno "ordinario"..ci sono pure le aggravanti, magari pure quantificabili.
Non potete negare che non tutte le situazioni siano uguali.
Sul giusto o non giusto non mi esprimo...
Caso limite estremo, da me inventato or ora: se il tradimento accade in un momento della vita in cui il coniuge è particolarmente fragile (ad es. in gravidanza) e a causa di questo sussistono delle sofferenze tali ..che ne so da portare alla perdiita del bimbo....
Non avrei alcun dubbio a catalogare u n simile tradimento..quale straordinario...
ok ..solo considerazioni...ma pensateci, non tutto è "ordinario", almeno secondo me.
 

Bruja

Utente di lunga data
..... ordinarietà

Posso essere d'accordo con Bea per la "straordinarietà" delle conseguenze e degli eventi susseguenti ad un tradimento; resto più perplessa sulla suddivisione dei termini.
Il tradimento è straordinarietà, meglio, è l'interruzione di una ordinaria convivenza di intenti, affetti e progetti reciproci; direi addirittura che sia lo strappo ad un tandem in cui un soggetto, per cecità, ignavia, mancanza di oculatezza o semplicemente perchè si riconosce bene nel ruolo che riveste e non "vede" che l'altro/a non stanno più al passo, giunge alla conoscenza della propria "insufficienza" verso l'altro. Questo spesso senza colpa nè malafede, ma con mancanza di veri e sinceri segnali da parte del "traditore".
Sono sempre del parere che i tradimenti hanno una colpa ed un concorso di colpa, magari di sola incapacità di vedere o di scarso ascolto, ma sono anche certa che chi lo subisce senta una lacerazione profonda non solo negli affetti, ma nella fiducia, nell'affidamento e nella definitiva disgregazione dei progetti ed delle aspettative che aveva in essere nel rapporto di coppia.
Concordo che non tutte le situazioni siano uguali, è lapalissiano, ogni storia è propria ed individuale, ma ciò che si prova, è una lacerazione profonda che si può superare solo se si riesce ad analizzare tutto l'antefatto e si fa una critica ed autocritica di coppia.
Capisco che sia difficile come cammino, e se si riesce a farlo in due è meno penoso, ma è a noi stessi che dobbiamo ritrovare dignità ed autoconsiderazione azzerata dal tradimento, e la scelta del/la partner non va considerata necessariamente come rifiuto verso di noi o come nostra incapacità....... spesso è un problema interiore di chi, tradendo, sceglie la via più breve, più "consolatoria" e più autoassolvente poichè finchè non viene scoperto/a, ha la certezza di non danneggiare il/la partner.
Alla fine è sempre e solo un problema di autostima e rispetto della propria coscienza che, può anche essere tacitata, ma che segnali ne manda comunque ed ingnorarli è sempre una libera scelta.
Non giudico e non punto dita verso chi tradisce, solo che a parer mio, è la scelta più comoda e gratificante per risolvere problemi che spesso hanno come matrice non la inefficacia della coppia, ma la necessità di stimoli che in proprio non si ha la capacità di procurarci. In fondo più una persona sta bene con se stessa e soprattutto non vive con timore gli stati di solitudine, che possono essere ulteriore crescita, e meno dipende da un rapporto in cui le difficoltà vengano affrontate dall'altra parte in modo unilaterale e nascosto. Immagino che non tutto possa risolversi col dialogo, ma provarci permette di sentirsi almeno corretti con se stessi, e di solito siamo noi quelli che in solitudine ed a tu per tu ci guardano allo specchio cercando di piacerci e non sentirci imbarazzati per le nostre scelte.
Scusate la filippica, ma ritenevo che l'argomento meritasse ulteriore sviluppo.
Grazie per la pazienza.
Bruja

p.s. Confermo che i giudici sono essere umani, quindi fallibili e soprattutto con idee e considerazioni personali che influenzano il giudizio.............anzi la loro formula in caso di leggi nebulose è "in via equitativa" che è sempre equitativa a loro insindacabili giudizio
 
N

Non registrato

Guest
Io credo che le corna ordinarie sono quelle di ogni giorno, le straordinarie quelle di una o due volte. Perché rimangono più impresse e ci si sente più in colpa.
 

Bruja

Utente di lunga data
Le corna sono corna; quindi se per straordinaretàia intendiamo la scappatella, esistono vari esempi di sopportazione di questa forma di trasgressione da parte di mogli accomodanti, ma va da sè che l'abitudinarietà al tradimento viene sempre mal sopportato. Tuttavia sono del parere che bisogna sempre domandarsi perchè si arriva a tradirsi sia in modo ordinario che straordinario. E' a monte che si devono cercare le cause, salvo non aver a che fare con quei patetici tombeurs de femmes che recitano continuamente se stessi in un cliché da avanspettacolo che offende più la loro dignità che le perspone tradite.
Bruja
 
F

FA.

Guest
Mi piacerebbe sapere come si fa a conoscere la frequenza dei tradimenti da parte del traditore, tolto che il Traditore è già per definizione un bugiardo/a.

Scusatemi, nemmeno preso con le ?mani nella marmellata?, la ?bocca piena di burro?, con 12 videocassette, 40 fotografie e 100 testimoni?. Il Traditore confessa.

A chi è successo avrà già udito la famosa frase: ? E' capitato solo una volta ?.


E poi, da una parte devi dimostrare il tradimento e la sua frequenza; succede solo nei film che una volta scoperto la tresca il ?cornuto/a? decida (con calma) di aspettare per sapere anche se è straordinario od ordinario,? dall?altra parte quasi tutti i mezzi per dimostrarlo sono illegali.

Insomma, ogni volta che la Legge tenta di regolamentare i sentimenti, cade sempre nell'assurdo.
 

Bruja

Utente di lunga data
frequenze

E' giusto ipotizzare che il traditore non confesserebbe non solo nell'evidenza, ma neppure nella flagranza; si farebbe piuttosto npassare per vittima di un plagio seduttivo.
Ma legislazione a parte, credo che il comportamento di chi fa uno scivolone sia diverso da chi vive l'abitudinarietà del tradimento. Non per nulla la scoperta di un traditore è spesso causata di indizi che si accumulano, sia comportamentali che oggettivi.
Tradire per queste persone è esplorare, conoscere, sperimentare la loro disposizione a molteplici rapporti, e non vivendo questa condizione come dannosa verso gli altri, si autoassolvono e per non aver problemi mentono in modo assolutamente naturale e continuativo.
I sensi di colpa li prova chi ha una sensibilità esercitata verso la sofferenza altrui, meglio l'inganno perpetrato sugli altri, mentre queste persone sono aliene da analisi autocritiche; ecco perchè credo che la loro convinzioei di avere diritto di trasgredire li renda imprudenti e facilmente scopribili.
E comunque non dimentichiamo che il traditore ha due grandi nemici: le persone che lo "beccano" e conoscono la coppia e la stessa persona con la quale tradiscono.........cambiare barricata nella vita è un attimo e se non è una scelta reciproca, la delazione, magari vendicativa, è dietro l'angolo!
Bruja
 
F

FA.

Guest
Penso che Bruja sia più facile paragonare il Traditore ad un ladro.



Se riesce una volta nel furto, continuerà a farlo, se preso non confesserà mai gli altri furti, ? e sarà tanto triste di andare in galera, ma non si pentirà mai di avere rubato.
 

Bruja

Utente di lunga data
Quindi sembra deducibile che il trainante preferenziale del tradimento sia la trasgressione per la trasgressione. E' ovvio che non si confessano "crimini" precedenti di cui non si abbia prova, e va da sè sperando sempre nell'impunità. pagare le conseguenze delle proprie azioni risulta penoso, ma non scommetterei del tutto sul fatto che non ci si penta mai di aver rubato; a volte il prezzo cher si paga per queste defezioni è alto, quasi da usura, e non è detto che la controparte ricevuta sia all'altezza del costo.

Intendiamoci, io credo che possa esistere il "delitto perfetto"
, ma so anche che le persone in grado di attuarlo sono abbastanza sparute, quindi, poichè la nostra psicologia è più complicata ed inconscia di quanto possiamo dedurre, il tradimento perfetto è sostanzialmente l'eccezione.... nella famosa regola.
Bruja
 
F

FA.

Guest
cat ha detto:
Interessante proporre un risarcimento danni.
Se fosse possibile ... finirebbero in molti nella "morsa" dei pignorati
, e magari si riuscirebbe a rendere anche un po' di giustizia.
 

Bruja

Utente di lunga data
Un risarcimento danni?............... Direi che sia più proponibile che praticabile.
Un risarcimento potrebbe ripagare parecchio ma, nei termini, quello che è polverizzata è la fiducia e l'integrità di un sentimento, quindi cosa bisognerebbe pignorare? Un libero arbitrio abituato all'ambiguità?
Se ci si addentra nelle reazioni al tradimento, specie quelle dei sentimenti, è necessario fare distinguo continui e individualizzare le esperienze. Si tradisce spesso allo stesso modo, ma in condizioni, intenzioni e occasioni diverse..............ed alla fine, quello che decide, è spesso come il/la traditore si comporta e reagisce all'evidenza del suo operato. C'è chi tende a negare l'evidenza; questo, per quanto sia apprezzato e diffuso, è altamente sciocco perchè aggiunge allla disillusione ed al dolore, una inutile presa in giro dell'intelligenza e dell'orgoglio del/la partner.
Bruja
 
F

FA.

Guest
Cosa si potrebbe pignorare !?! Domanda perfetta !




Il cuore si potrebbe pignorare, ? o la vita per chi preferisce: se non sbaglio è quello che si mette in ?pegno? quando ci si sposa.



L?ultima tua frase Bruja non la commento, ? fa troppo male pensare di averla vissuta.
 
Ultima modifica:

Bruja

Utente di lunga data
Fa

Mi spiace per la tua esperienza, che posso immaginare. Queste cose hanno come risvolto il dover ripulire e sistemare le macerie e ricostruirsi una nuova autostima, ma tant'è, il buon senso e la logica è l'ultima cosa che ci si può aspettare da chi tradisce e viene scoperto.
Una volta scherzando con un amico ingegnere genetico gli chiesi se era possibile avere un "temporizzatore di ormoni", così da attivarlo solo quando era legittimo.
Mi rispose che forse in futuro tutto sarebbe stato possibile ma che alla fine avremmo avuto lo stesso moltyi traditore allo stato embrionale che non lo diventavano solo per mancanza di occasione; aveva ragione! E' la libera scelta che rende preziosa una unione felice.
Rassegnamoci quindi, l'imperfezione umana è anche parte del suo fascino, specie se ci dedica e ci dona scelte gratificanti;,tuttavia dobbiamo mettere in conto che, come in tutte le specie, c'è la tipologia individuale, ed a volte capita di inciampare su una "jena ridens".......
Un caro saluto
Bruja
 
F

FA.

Guest
Bruja la mia esperienza è passata, ? ho un ricordo e probabilmente quello che mi fa incazzare e che dovrà far parte dei miei ricordi più gettonati del mio cervello. Per il resto è storia.



Però quello che dici è consolante, ? in fondo esercitiamo il nostro libero arbitrio, però mi chiedo Bruja: con la tua mente tanto realista e consapevole quale sarebbe la tua reazione davanti ad una persona che ti provoca un fatto inaspettato (l'amore), conoscendoti e sapendo che sei bella non puoi essere immunizzata da tutto. Cosa faresti se ti capitasse ?
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top