bruciare dentro...

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Old simo

Utente di lunga data
Ciao....

sarò grata a tutti coloro che vorranno leggermi e rispondermi...
sono nuova qui, e vi ho cercati perchè ho bisogno di sollievo. ho un peso enorme sul cuore. ho una storia meravigliosa col mio boy da quattro anni. ci amiamo follemente ed io solo a pensare di perderlo muoio di dolore. sul serio. è quello giusto voglio stare con lui tutta la vita! si da il caso per che non appena ho dovuto allontanarmi per lavoro in un'altra regione non so nemmeno io spiegare il motivo ma l'ho già tradito tre volte. nessuna di queste volte sono andata a letto con l'interessato. ero sempre felice ed eccitata all'idea di attrarre e di essere corteggiata e penso questo mi spingesse, la soddisfazione di vedere che piaccio a tanti. gli ho confessato una di queste volte ed è successo un pandemonio indescrivibile. n on potete immaginarvi quanto ho dovuto patire e piangere e come è stata dura. tuttavia stiamo ancora insieme. lui si è molto raggelato però. naturalmente mi è passata completamente la voglia di rivelargli le altre due scappatelle, che erano cose soprattutto di dolcezze, messaggi, abbracci e baci. insomma non cose gravi, per di più so di amarlo e lo amo follemente, credo che dovrei perdonare in qualche modo me stessa .. ma non ci riesco se penso che se lui sapesse mi lascerebbe in tronco. sul serio. non esagero. lo conosco troppo bene. mi manda al diavolo istantaneamente. anche perchè non avevo veramente motivi. vorrei andare da uno psicologo per capire ma più di ogni altra cosa vorrei sollevarmi dal senso di colpa, pensare che sono cose che succedono e che posso dormire tranquilla senza guardarlo negli occhi e temere di rubare il suo amore al quale non avrei diritto. non so cosa fare per stare serena. di parlargliene non se ne parla. o lo perdo per sempre. ma è poi giusto essere così egoisti? forse dovrei invece dirgli tutto, perderlo e soffrire per sempre l'averlo perso. come ho fatto a essere così cretina? perchè mi è successo? aiuto.....
vi prego, ditemi che non ho fatto niente di così tremendo. vorrei tanto sentirmelo dire. ma ovviamente preferisco la verità alle bugie. ah un'ultima cosa, ho una specie di fobia assurda, temo che una di queste tre persone lo cerchi per raccontargli tutto, mostrargli le mie lettere etc. etc. ne sono ossessionata e tterrorizzata!! ma a volta sembra fantascienza. secondo voi è possibile che succeda? aiuto, aiuto!
penso che le persone vogliano rovinarmi, penso di essere una stronza, e un sacco di altre cose,...ho paura che nel sonno mi metto aparlare o quando sono ubriaca e gli rivel,o tutto. ....sto così male.....
Allora prima di tutto ben venuta tra noi...poi premetto che io sono una "tradita" e probabilmente quello che diro' ti sembrerà...come dire? esagerato, strano ecc...
In quello che scrivi, secondo me, ci sono tante tante contarddizioni:

"ho una storia meravigliosa col mio boy da quattro anni. ci amiamo follemente ed io solo a pensare di perderlo muoio di dolore": scusa il mio essere limitata, ma come fai a dire una cosa simile...e poi aggiungere che lo hai tradito tre volte...cioè non una ma TRE! e dici che in fondo non è stato grave perchè sono stati solo baci, carezze, niente sesso...tu hai detto che lo hai fatto provando estrema gratificazione nel piacere ad altri...guarda io ammetto l'errore, è umano, puo' capitare...ma farlo 3 volte ed esserne consapevole indica davvero qualcosa che non va! e non darti scuse stupide del tipo: ma in fondo non c'è stato nulla, non era grave...o ancor peggio dici di averlo confessato x toglierti un peso...Secondo me, la sola cosa che devi fare è prenderti un momento di pausa x te...guardati dentro...se amassi il tuo ragazzo, non l'avresti fatto tre volte...essendone tra l'altro pienamente consapevole! Mi dispiace...credo di non poterti dire le cose che vorresti sentirti dire!
in bocca al lupo.
Simo.
 
O

Old Airforever

Guest
Allora prima di tutto ben venuta tra noi...poi premetto che io sono una "tradita" e probabilmente quello che diro' ti sembrerà...come dire? esagerato, strano ecc...
In quello che scrivi, secondo me, ci sono tante tante contarddizioni:

"ho una storia meravigliosa col mio boy da quattro anni. ci amiamo follemente ed io solo a pensare di perderlo muoio di dolore": scusa il mio essere limitata, ma come fai a dire una cosa simile...e poi aggiungere che lo hai tradito tre volte...cioè non una ma TRE! e dici che in fondo non è stato grave perchè sono stati solo baci, carezze, niente sesso...tu hai detto che lo hai fatto provando estrema gratificazione nel piacere ad altri...guarda io ammetto l'errore, è umano, puo' capitare...ma farlo 3 volte ed esserne consapevole indica davvero qualcosa che non va! e non darti scuse stupide del tipo: ma in fondo non c'è stato nulla, non era grave...o ancor peggio dici di averlo confessato x toglierti un peso...Secondo me, la sola cosa che devi fare è prenderti un momento di pausa x te...guardati dentro...se amassi il tuo ragazzo, non l'avresti fatto tre volte...essendone tra l'altro pienamente consapevole! Mi dispiace...credo di non poterti dire le cose che vorresti sentirti dire!
in bocca al lupo.
Simo.
Concordo pienamente in particolar modo con quanto da me evidenziato, ovvero tutto.
Air
 
O

Old Airforever

Guest
grazie mille simo di avermi risposto e del benvenuto...
apprezzo sempre la schiettezza delle persone.
hai ragione a dire che sono contraddittoria infatti capisco di essere strana... tuttavia dopo che gli confessai la prima volta siamo stati lontani quasi due mesi, mesi nei quali ho guardato molto dentro di me e ho capito che è davvero lui quello che voglio e che sono stata una cretina stupida a desiderare attenzione di altri, e che ho giocato col fuoco. il mio pentimento è colossale.
non riesco a spiegarmi quali problemi ci siano stati o ci siano per essere arrivati a tanto, ma... secondo me ora non succederebbe mai più. spero di capire e approfondire presto con l'aiuto magari di qualcuno. tutavia mi chiedo semplicemente cosa debba fare rispetto al dirgli le altre due volte o no... a volte mi sembra inutile perchè come ho già detto per me non sono significate molto, e non hanno dunque un ruolo a livello del cuore... tuttavia come ho detto soffro enormemente a pensare di togliergli un amore che non vorrebbe mai darmi se sapesse.
ma a volte mi chiedo se io non sia talmente stronnza solo da temere che lui lo venga a sapere da solo, e lì è tutta l'angoscia... ma no. credo di no. in realtà ci penso in continuazione


la mia domanda è, lui deve sapere proprio tutto?
AmoMeStessa,
io sono meno diplomatico di Simo e di altri utenti.
Ti dico solo che è facile pugnalare, ammazzare e poi pentirsi e chiedere scusa.
In una coppia che si rispetti, segreti non dovrebbero esserci anche se, dopo quello che hai combinato è il male minore tenergli nascosti gli altri due tradimenti.
Però dovresti aver fegato e dirglielo. Se hai avuto il fegato di cornificarlo per ben tre volte...
Air
 
quindi air,
secondo te dovrei tenerglieli nascosti eppure ho fatto una cosa tremenda, pugnalato e ammazzato?
beh... come si fa a vivere con un rimorso così?
se credi che le mie azioni siano tanto gravi, è evidente che non posso starci insieme nascondendogliele. marcirei dentro.

a quanto pare è giusto che io paghi fino all'ultima goccia...
 

Old simo

Utente di lunga data
Sinceramente?

grazie mille simo di avermi risposto e del benvenuto...
apprezzo sempre la schiettezza delle persone.
hai ragione a dire che sono contraddittoria infatti capisco di essere strana... tuttavia dopo che gli confessai la prima volta siamo stati lontani quasi due mesi, mesi nei quali ho guardato molto dentro di me e ho capito che è davvero lui quello che voglio e che sono stata una cretina stupida a desiderare attenzione di altri, e che ho giocato col fuoco. il mio pentimento è colossale.
non riesco a spiegarmi quali problemi ci siano stati o ci siano per essere arrivati a tanto, ma... secondo me ora non succederebbe mai più. spero di capire e approfondire presto con l'aiuto magari di qualcuno. tutavia mi chiedo semplicemente cosa debba fare rispetto al dirgli le altre due volte o no... a volte mi sembra inutile perchè come ho già detto per me non sono significate molto, e non hanno dunque un ruolo a livello del cuore... tuttavia come ho detto soffro enormemente a pensare di togliergli un amore che non vorrebbe mai darmi se sapesse.
ma a volte mi chiedo se io non sia talmente stronnza solo da temere che lui lo venga a sapere da solo, e lì è tutta l'angoscia... ma no. credo di no. in realtà ci penso in continuazione


la mia domanda è, lui deve sapere proprio tutto?
Io credo di no...credo sia meglio tenere questa cosa per te:
1. perchè se veramente pensi e senti che non farai piu' cose simili, un'altra confessione sarebbe inutile, anzi direi distruttiva (ovviamente e giustamente!) per il tuo rapporto! ma soprattutto per il tuo ragazzo, che immagino (anzi so!
) starebbe malissimo...se davvero vuoi provare a salvare la tua storia, evita!
2. perchè credo che il tuo voler "confessare" cio' che hai fatto sia un modo, per te, di toglierti un peso ed un senso di colpa, e come hai detto,...e anche in questo caso non è giusto x l'altro! in sintesi: il tuo confessare non sarebbe un "atto d'amore" verso l'altro...ma ancora un atto di egoismo!
3. perchè io l'ho saputo...e tutto sommato forse era meglio non sapere!
Mi auguro davvero che tu abbia capito quello che hai fatto...anche se il fatto che dici nei tuoi post: x me non è stato nulla...non è stato grave ecc...mi lascia qualche dubbio!
Un abbraccio,
Simo.
 
O

Old Airforever

Guest
quindi air,
secondo te dovrei tenerglieli nascosti eppure ho fatto una cosa tremenda, pugnalato e ammazzato?
beh... come si fa a vivere con un rimorso così?
se credi che le mie azioni siano tanto gravi, è evidente che non posso starci insieme nascondendogliele. marcirei dentro.

a quanto pare è giusto che io paghi fino all'ultima goccia...
Non ho detto di tenerglieli nascosti. Ho solo detto che, dopo quel che hai combinato, il tenerglieli nascosti è il "minore" dei mali.
Anzi, dovresti auto-punirti: confidagli che lo hai tradito per ben 3 volte. Ti lascerà? Questa è la tua punizione.
Se hai avuto il fegato di tradirlo dovresti anche avere il fegato di confessare tutto. E di subire le giuste conseguenze.
Air
 
O

Old Airforever

Guest
Io credo di no...credo sia meglio tenere questa cosa per te:
1. perchè se veramente pensi e senti che non farai piu' cose simili, un'altra confessione sarebbe inutile, anzi direi distruttiva (ovviamente e giustamente!) per il tuo rapporto! ma soprattutto per il tuo ragazzo, che immagino (anzi so!
) starebbe malissimo...se davvero vuoi provare a salvare la tua storia, evita!
2. perchè credo che il tuo voler "confessare" cio' che hai fatto sia un modo, per te, di toglierti un peso ed un senso di colpa, e come hai detto,...e anche in questo caso non è giusto x l'altro! in sintesi: il tuo confessare non sarebbe un "atto d'amore" verso l'altro...ma ancora un atto di egoismo!
3. perchè io l'ho saputo...e tutto sommato forse era meglio non sapere!
Mi auguro davvero che tu abbia capito quello che hai fatto...anche se il fatto che dici nei tuoi post: x me non è stato nulla...non è stato grave ecc...mi lascia qualche dubbio!
Un abbraccio,
Simo.
Simo, credo anch'io che sia distruttiva. Non voglio sembrare cattivo ma se l'è cercata lei questa situazione...se lo "merita".
Non può farmi compassione un traditore se viene mollato dal partner. Casomai mi fa compassione un tradito.
Air
 
per simo:

grazie dei tuoi consigli e ti prometto che rifletterò sul mio prendere queste storie così alla leggera. forse c'è ancora qualcosa da scavare e capire...
in ogni caso so di essere egoista, l'ho imparato adesso; ho fronteggiato una faccia di me che non conoscevo. è stata un'amara sorpresa e spero ora mi possa aiutare, dopo averne preso coscienza, a diventare migliore...

per air:

sapendo quanto sarebbe distruttiva la mia confessione, e non solo per me non sono sicura di farlo. se fossi solo io a pagare d'accordo, ma così gli faccio un male indescrivibile. forse posso invece fare ancora molto bene a entrambi noi ripartendo da me stessa, con un percorso che però non deve essere per forza cominciato in trasparenza totale...
 
O

Old Airforever

Guest
per simo:

grazie dei tuoi consigli e ti prometto che rifletterò sul mio prendere queste storie così alla leggera. forse c'è ancora qualcosa da scavare e capire...
in ogni caso so di essere egoista, l'ho imparato adesso; ho fronteggiato una faccia di me che non conoscevo. è stata un'amara sorpresa e spero ora mi possa aiutare, dopo averne preso coscienza, a diventare migliore...

per air:

sapendo quanto sarebbe distruttiva la mia confessione, e non solo per me non sono sicura di farlo. se fossi solo io a pagare d'accordo, ma così gli faccio un male indescrivibile. forse posso invece fare ancora molto bene a entrambi noi ripartendo da me stessa, con un percorso che però non deve essere per forza cominciato in trasparenza totale...
Vedi tu: se il rimorso non ti smangia il fegato, se riesci a tenerti dentro il tutto...
Io dopo un solo tradimento non riuscirei manco più a guardare negli occhi la mia lei. Dopo tre....meglio che non ti dico.
Air
 

Old simo

Utente di lunga data
Beh...

per simo:

grazie dei tuoi consigli e ti prometto che rifletterò sul mio prendere queste storie così alla leggera. forse c'è ancora qualcosa da scavare e capire...
in ogni caso so di essere egoista, l'ho imparato adesso; ho fronteggiato una faccia di me che non conoscevo. è stata un'amara sorpresa e spero ora mi possa aiutare, dopo averne preso coscienza, a diventare migliore...

per air:

sapendo quanto sarebbe distruttiva la mia confessione, e non solo per me non sono sicura di farlo. se fossi solo io a pagare d'accordo, ma così gli faccio un male indescrivibile. forse posso invece fare ancora molto bene a entrambi noi ripartendo da me stessa, con un percorso che però non deve essere per forza cominciato in trasparenza totale...
in realtà il tuo percorso riparte in semi trasparenza...ma deve essere un ripartire sincero...vero, cosciente! te lo dico x esperienza...il perdono non è affatto facile...e non va, anzi non deve essere, affrontato univocamente! se DAVVERO ci credi nella tua storia...probabilmente riuscirai a salvarla...ma devi salvarla xchè lo vuoi veramente!
in quanto al fatto di capire che si è egoisti sempre dopo...beh non potrebbe essere altrimenti...
Simo.
 

dererumnatura

Utente di lunga data
sarò grata a tutti coloro che vorranno leggermi e rispondermi...
sono nuova qui, e vi ho cercati perchè ho bisogno di sollievo. ho un peso enorme sul cuore. ho una storia meravigliosa col mio boy da quattro anni. ci amiamo follemente ed io solo a pensare di perderlo muoio di dolore. sul serio. è quello giusto voglio stare con lui tutta la vita! si da il caso per che non appena ho dovuto allontanarmi per lavoro in un'altra regione non so nemmeno io spiegare il motivo ma l'ho già tradito tre volte. nessuna di queste volte sono andata a letto con l'interessato. ero sempre felice ed eccitata all'idea di attrarre e di essere corteggiata e penso questo mi spingesse, la soddisfazione di vedere che piaccio a tanti. gli ho confessato una di queste volte ed è successo un pandemonio indescrivibile. n on potete immaginarvi quanto ho dovuto patire e piangere e come è stata dura. tuttavia stiamo ancora insieme. lui si è molto raggelato però. naturalmente mi è passata completamente la voglia di rivelargli le altre due scappatelle, che erano cose soprattutto di dolcezze, messaggi, abbracci e baci. insomma non cose gravi, per di più so di amarlo e lo amo follemente, credo che dovrei perdonare in qualche modo me stessa .. ma non ci riesco se penso che se lui sapesse mi lascerebbe in tronco. sul serio. non esagero. lo conosco troppo bene. mi manda al diavolo istantaneamente. anche perchè non avevo veramente motivi. vorrei andare da uno psicologo per capire ma più di ogni altra cosa vorrei sollevarmi dal senso di colpa, pensare che sono cose che succedono e che posso dormire tranquilla senza guardarlo negli occhi e temere di rubare il suo amore al quale non avrei diritto. non so cosa fare per stare serena. di parlargliene non se ne parla. o lo perdo per sempre. ma è poi giusto essere così egoisti? forse dovrei invece dirgli tutto, perderlo e soffrire per sempre l'averlo perso. come ho fatto a essere così cretina? perchè mi è successo? aiuto.....
vi prego, ditemi che non ho fatto niente di così tremendo. vorrei tanto sentirmelo dire. ma ovviamente preferisco la verità alle bugie. ah un'ultima cosa, ho una specie di fobia assurda, temo che una di queste tre persone lo cerchi per raccontargli tutto, mostrargli le mie lettere etc. etc. ne sono ossessionata e tterrorizzata!! ma a volta sembra fantascienza. secondo voi è possibile che succeda? aiuto, aiuto!
penso che le persone vogliano rovinarmi, penso di essere una stronza, e un sacco di altre cose,...ho paura che nel sonno mi metto aparlare o quando sono ubriaca e gli rivel,o tutto. ....sto così male.....
Posso chiederti quanti anni hai?E ' il tuo primo ragazzo?
Se è il primo ragazzo non dico che sia giustificabile il tuo attaggiamento, ma quanto meno è comprensibile che tu sia curiosa di essere corteggiata da altri..che abbia voglia anche di nuove esperienze.Ma in questo caso dovresti armarti di coraggio e riconoscere che magari la storia con il tuo 'boy' non è più per te..e che hai bisogno di conoscere un'altra persona.
Se invece non sei giovanissima...e anche in tue precedenti storie hai ritrovato questo tuo atteggiamento capisco la tua voglia di capire meglio te stessa e forse hai davvero bisogno di qualcuno che ti aiuti a farlo.In questo caso comincia a contattare uno specialista e poi puoi dire al tuo 'boy' che stai cercando di fare chiarezza in te perchè vuoi migliorare e crescere nel rapporto a due.Non vedo perchè rivelare i particolari delle tue scappatelle se comunque hai riconosciuto essere sbagliate e se vuoi smetterla e cambiare.Lo ferirebbero solamente.
 

Verena67

Utente di lunga data
Cara Amo me stessa, benvenuta, ma tu non ti ami affatto!


Parli di dramma e tragedia per una banalissima vicenda di corna (non consumate inoltre...) da te realizzate a mero titolo di SUPPORTO NARCISISTICO!!!!


Ti prego, senza offesa, lascia perdere i termini alla Cosmopolitan (chi dice ancora "boy"?!?!?), e plana sulla realtà.

La storia che hai - da quattro anni - non placa il tuo desiderio di sentirti bella e donna. NON C'E' NULLA DI MALE IN CIO'!!!!


Non sta scritto da nessuna parte che una debba martirizzarsi alla fedeltà se non se la sente dentro!!!

Ciò che è sbagliato è che tu tradisci all'INTERNO DELLA COPPIA: lascialo, e dedicati all'esplorazione di te e della tua femminilità!

Non sei evidentemente abbastanza matura per avere una vita di coppia FEDELE E STABILE: anche qui, non c'è assolutamente nulla di male!

Ma ragazze, lo vedete come va il mondo?! Credete ancora alla cucca del fidanzamento - matrimonio felice?!?!? Non vedete la sorte di tantissimi matrimoni!?!?

Non vedete gente con figli che si mena e ammazza? Dopo ovviamente essersi avvilita e tradita?!

Le unioni forti e stabili si costruiscono a partire da individui forti e stabili!!!

Meglio vagare per anni se non si è pronti che rientrare poi nelle statistiche dei separati e dei rovinafamiglie!!!

Lascia perdere il "BOY"
che ti fa passare l'inferno e abbassa a zero la tua autostima, e dedicati a crescere come persona!!!


Un abbraccio!
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
mancano elementi

Quoto Verena.
Capisco che la prima volta che si scrive si cerchi di essere sintetici (escluso Turnbacktime
), ma conoscere la vostra età e il tipo di rapporto è indispensabile per capire. Il fatto che tu chiami lui "boy" fa pensare a una coppia molto giovane, così come se avessi detto "il tipo" o altri termini giovanili.
Fa anche pensare che si tratti di un rapporto senza la quotidianeità della convivenza e anche dell'intimità.
Infatti sembra che tra voi non vi sia intimità, fiducia e confidenza e che tu vorresti, ma sai di non poter trovare in lui che reagisce in modo impulsivo e immaturo vedendo solo la ferita al suo narcisismo. Del resto anche tu hai cercato conferme narcisistiche.
Cosa ti fa pensare che nel periodo nella lontananza anche lui non abbia cercato graticazioni?
Spero in ulteriori chiarimenti.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Ah...

Senti bella ...stai insieme a lui dai 16 anni?!
E VUOI che sia l'ultimo?!

Non vorrai dire che quelle che hai avuto dai 12 ai 16 sono state relazioni? Sono stati esperimenti per provare te stessa!
Quel che è grave è che dai 12 anni (un po' prestino in effetti!) non sei mai stata sola affetta da quella che io chiamo "frenesia dell'essere in coppia" perché non ami per niente te stessa, ma anche perché con te stessa non ci sei mai stata e hai ricercato solo negli occhi degli altri il tuo valore che riduci al tuo valore come oggetto di desiderio...
Ma la tua mamma non ti ha detto niente?
Ma il femminismo è passato invano?

Leggi Simone de Beauvior, per cominciare, e Elena Gianini Belotti e...trova il tuo valore in te (gli uomini...vengono dopo)!
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Cara Amo me stessa, benvenuta, ma tu non ti ami affatto!


Parli di dramma e tragedia per una banalissima vicenda di corna (non consumate inoltre...) da te realizzate a mero titolo di SUPPORTO NARCISISTICO!!!!


Ti prego, senza offesa, lascia perdere i termini alla Cosmopolitan (chi dice ancora "boy"?!?!?), e plana sulla realtà.

La storia che hai - da quattro anni - non placa il tuo desiderio di sentirti bella e donna. NON C'E' NULLA DI MALE IN CIO'!!!!


Non sta scritto da nessuna parte che una debba martirizzarsi alla fedeltà se non se la sente dentro!!!

Ciò che è sbagliato è che tu tradisci all'INTERNO DELLA COPPIA: lascialo, e dedicati all'esplorazione di te e della tua femminilità!

Non sei evidentemente abbastanza matura per avere una vita di coppia FEDELE E STABILE: anche qui, non c'è assolutamente nulla di male!

Ma ragazze, lo vedete come va il mondo?! Credete ancora alla cucca del fidanzamento - matrimonio felice?!?!? Non vedete la sorte di tantissimi matrimoni!?!?

Non vedete gente con figli che si mena e ammazza? Dopo ovviamente essersi avvilita e tradita?!

Le unioni forti e stabili si costruiscono a partire da individui forti e stabili!!!

Meglio vagare per anni se non si è pronti che rientrare poi nelle statistiche dei separati e dei rovinafamiglie!!!

Lascia perdere il "BOY"
che ti fa passare l'inferno e abbassa a zero la tua autostima, e dedicati a crescere come persona!!!


Un abbraccio!


Condivido completamente Vere.

Benvenuta" Amo me stessa", in realtà a mio parere è la tua persona che teme di non ricevere piu' quelle attenzioni sicure e necessarie che il tuo ragazzo ti ha destinato per amore. Non è la paura di fargli male che non ti consente di raccontargli tutto.

Lo hai già fatto..e sei entrata in crisi perchè non capisci cosa in realtà vuoi e perchè lo fai .

Guardare in se stessi costa fatica dolore e sangue, assumersi le proprie responsabilità significa con dolore affrontare i propri limiti.

Ci si credeva "giusti", e invece perfetti non siamo. E ora... che immagine dobbiamo ricotruire di noi stessi?

Certo, attraverso questo spazio facilmente non troverai consenso per la tua azione reiterata nel tempo o diversamente lo troverai, ma è con te stessa infine che dovrai fare i conti, e questi conti fino a che non deciderai di affrontarti "a nudo"...nella relazione con lui....saranno destinati ad essere procastinati sempre piu' oltre nel tempo.

Potrebbe accadere anche che lui ti perdoni, anzi personalmente la trovo una cosa assai possibile, solitamente le personalità narcisistiche si incastrano mal volentieri ( inconsciamente) a persone dal segno caretteriale simile al loro. Se lui ti ha scelta , benchè non si pronto con se stesso ancora ad accettarti per quella che sei, è perchè anche lui a sua volta, teme di mettersi a confronto con le sue paure...

Quindi, cara amica, se sei sicura di voler provare davvero a misurare la capacità di gestire una relazione con un qualcosa che è altro di un "amore per se stessi", ma è attenzione e rispetto per una relazione" a due" , spogliati con l'umilità e la sofferenza che ne conseguirà, e scava...ascolta...mettiti nudo davanti a quello specchio.

Solo cosi potrai capire come sei realmente..quali sono i quei limiti che contraddistinguono ognuno di noi nelle relazioni con gli altri, e acquisterai maggiore serenità nel tempo perchè rispetterai prima di tutto te stessa.

micia orecchium sorde :))- stamane-

Giorno pimpi.
 

Verena67

Utente di lunga data
Questo tuo "lo amo tanto" mi fa paura


Hai 20 anni, non ti diro' che a 20 anni non si ama, perché si ama eccome. Pero' ci capto una nota ossessiva di PAURA DI STARE DA SOLA, al di fuori del ruolo di "fidanzata".

Chi ama davvero non giochicchia con altre persone.

Ribadisco, hai un cammino di crescita davanti, e non diventate maturi dicendovi che vi piacciono altre persone!!!!

E' una pia illusione, la tua, di poterglielo dire. Che ti aspetti, da lui, gli applausi?!?


A 40 anni puo' essere divertente stuzzicare (una volta ogni tanto) il coniuge dicendo "Sai che piaccio ancora?", a 20 è assurdo.

Devi veramente maturare e per farlo...perché non liberarti dalla zavorra di un unione troppo precoce?!??!

un bacio!
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top