Bias cognitivo, dissonanza, autoinganno.

giorgiocan

Utente prolisso
Non mi stupisce più di tanto. Non la interpreto come stupidità di massa. Siamo proprio fatti così. E' uno dei motivi per cui DOPO si trasecola delle conseguenze, quando l'evidenza dell'oggettivo si manifesta deflagrando: alcuni riescono, almeno, a riconoscere il proprio errore di giudizio. Altri si illudono (ancora) di un fato ostile, incapaci sistematicamente di un processo deduttivo.


Non è un caso se siamo diventati il soggetto di numerosi interessanti documentari.
 

stany

Utente di lunga data
Anche anche nelle città degli Stati Uniti è così , anche peggio; non in tutte.
Come anche in Italia, non dappertutto è così.
 

giorgiocan

Utente prolisso
Certo, non dico che il problema è nostro. Mi aspetterei, mediamente, lo stesso comportamento un po' ovunque. Quel che potrebbe risultare differente, semmai, è l'atteggiamento verso le direttive ricevute.

Il punto è, piuttosto, la tendenza della nostra mente al rifiuto - o alla produzione di una verità alternativa, all'innescarsi di determinate condizioni (che suppongo possano variare da individuo a individuo). Per quanto mi riguarda, ad esempio, mi rifiutavo di credere alla mia compagna quando sosteneva che, contrariamente a quanto suggeritomi dalle mie percezioni, ci sono momenti in cui mi addormento (e russo) senza accorgermene.

Suppongo che nei paesi dell'estremo Nord, dove la permanenza in casa in alcune circostanze fa parte del consueto, se fosse ordinata la serrata generale obbligatoria sarebbe meglio tollerata.
 

stany

Utente di lunga data
Sicuramente a latitudini nordiche è più facile sopportare la clausura; ma è tutto relativo,anche lì quando si allungano le giornate ed arriva il caldo viene voglia di uscire.
È sicuramente più facile resistere in tre in un appartamento di centocinquanta metri quadri che in quattro in cinquanta .
Ma anche con un giardino a disposizione; meglio ancora con un parco, piscina e campo da tennis.
Anche ai funerali (non cagionati dal CV) è difficile resistere; anche per i sindaci.
 

ipazia

Utente disorientante (ma anche disorientata)
Ma è perchè le strade sono strette, e allora sembra tanta gente!! (cit)

E' un inganno prospettico :D
 

Vera

Moderator
Staff Forum
Sempre se le foto sono di oggi e non di un anno fa.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Non mi stupisce più di tanto. Non la interpreto come stupidità di massa. Siamo proprio fatti così. E' uno dei motivi per cui DOPO si trasecola delle conseguenze, quando l'evidenza dell'oggettivo si manifesta deflagrando: alcuni riescono, almeno, a riconoscere il proprio errore di giudizio. Altri si illudono (ancora) di un fato ostile, incapaci sistematicamente di un processo deduttivo.


Non è un caso se siamo diventati il soggetto di numerosi interessanti documentari.
Io posso parlare di me, io ti dico che a star senza fare, soffro

Ed è perfettamente inutile tu mi spieghi che il mio fare nel gruppo è quello di stare a casa a far le pulizie o sistemare armadi

Non mi motivo

Chiaro che rispetto le regole e lo faccio

Ma non mi motivo

Sarebbe lo stesso come se giocando a calcio, un allenatore mi spiegasse che il mio utilissimo contributo alla squadra sia andare in tribuna.

Io mi motivo a andare in campo, sporcarmi, al limite rompermi una gamba

Quindi capisco chi non sta nella pelle, anche se magari il suo non star nella pelle, nulla ha a che fare con il mio non star nella pelle
 

Arcistufo

Papero Talvolta Posseduto
Se non consideri il fattore psicologico il problema è il tuo. Ci sono ragioni storiche millenarie per le quali il popolo in Italia non si fida dei governanti in materia di ordine pubblico.
E hanno la stessa dignità delle istanze al restate a casa.
Il motivo per cui un decisore ha certe guarentigie e certi privilegi è esattamente il fatto che deve considerare tutto.
Io esco e me ne fotto. Faccio la spesa e mi trombo l'amichetta asintomatica.
Certo non chiedo ai miei parenti di farmi la spesa rischiando di infettare anche loro. I vigili che dovrebbero controllare la mia quarantena non si sono mai visti.
Tanto il virus ha uno spessore molecolare che basta una mascherina chirurgica, manco le ffp2
Se mi fermano mi facessero la multa.
Farò ricorso, una scusa si trova.
So che è politicamente scorretto, ma se muore qualche migliaio di sconosciuti nella bergamasca mi fa lo stesso effetto dei milioni ammazzati a machetate da Boko Haram: finché la cosa non mi tocca direttamente, sono numeri.
 

Ginevra65

Moderator
Staff Forum
Se non consideri il fattore psicologico il problema è il tuo. Ci sono ragioni storiche millenarie per le quali il popolo in Italia non si fida dei governanti in materia di ordine pubblico.
E hanno la stessa dignità delle istanze al restate a casa.
Il motivo per cui un decisore ha certe guarentigie e certi privilegi è esattamente il fatto che deve considerare tutto.
Io esco e me ne fotto. Faccio la spesa e mi trombo l'amichetta asintomatica.
Certo non chiedo ai miei parenti di farmi la spesa rischiando di infettare anche loro. I vigili che dovrebbero controllare la mia quarantena non si sono mai visti.
Tanto il virus ha uno spessore molecolare che basta una mascherina chirurgica, manco le ffp2
Se mi fermano mi facessero la multa.
Farò ricorso, una scusa si trova.
So che è politicamente scorretto, ma se muore qualche migliaio di sconosciuti nella bergamasca mi fa lo stesso effetto dei milioni ammazzati a machetate da Boko Haram: finché la cosa non mi tocca direttamente, sono numeri.
@giorgiocan ecco la risposta
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Certo, non dico che il problema è nostro. Mi aspetterei, mediamente, lo stesso comportamento un po' ovunque. Quel che potrebbe risultare differente, semmai, è l'atteggiamento verso le direttive ricevute.

Il punto è, piuttosto, la tendenza della nostra mente al rifiuto - o alla produzione di una verità alternativa, all'innescarsi di determinate condizioni (che suppongo possano variare da individuo a individuo). Per quanto mi riguarda, ad esempio, mi rifiutavo di credere alla mia compagna quando sosteneva che, contrariamente a quanto suggeritomi dalle mie percezioni, ci sono momenti in cui mi addormento (e russo) senza accorgermene.

Suppongo che nei paesi dell'estremo Nord, dove la permanenza in casa in alcune circostanze fa parte del consueto, se fosse ordinata la serrata generale obbligatoria sarebbe meglio tollerata.
per ora sono proprio Olanda e Svezia che si stanno rifiutando di mettere in pratica le misure di distanziamento e si comportano come se nulla fosse.
 
Se non consideri il fattore psicologico il problema è il tuo. Ci sono ragioni storiche millenarie per le quali il popolo in Italia non si fida dei governanti in materia di ordine pubblico.
E hanno la stessa dignità delle istanze al restate a casa.
Il motivo per cui un decisore ha certe guarentigie e certi privilegi è esattamente il fatto che deve considerare tutto.
Io esco e me ne fotto. Faccio la spesa e mi trombo l'amichetta asintomatica.
Certo non chiedo ai miei parenti di farmi la spesa rischiando di infettare anche loro. I vigili che dovrebbero controllare la mia quarantena non si sono mai visti.
Tanto il virus ha uno spessore molecolare che basta una mascherina chirurgica, manco le ffp2
Se mi fermano mi facessero la multa.
Farò ricorso, una scusa si trova.
So che è politicamente scorretto, ma se muore qualche migliaio di sconosciuti nella bergamasca mi fa lo stesso effetto dei milioni ammazzati a machetate da Boko Haram: finché la cosa non mi tocca direttamente, sono numeri.
non è politicamente scorretto,è semplicemente gretto
 

perplesso

Administrator
Staff Forum
Se non consideri il fattore psicologico il problema è il tuo. Ci sono ragioni storiche millenarie per le quali il popolo in Italia non si fida dei governanti in materia di ordine pubblico.
E hanno la stessa dignità delle istanze al restate a casa.
Il motivo per cui un decisore ha certe guarentigie e certi privilegi è esattamente il fatto che deve considerare tutto.
Io esco e me ne fotto. Faccio la spesa e mi trombo l'amichetta asintomatica.
Certo non chiedo ai miei parenti di farmi la spesa rischiando di infettare anche loro. I vigili che dovrebbero controllare la mia quarantena non si sono mai visti.
Tanto il virus ha uno spessore molecolare che basta una mascherina chirurgica, manco le ffp2
Se mi fermano mi facessero la multa.
Farò ricorso, una scusa si trova.
So che è politicamente scorretto, ma se muore qualche migliaio di sconosciuti nella bergamasca mi fa lo stesso effetto dei milioni ammazzati a machetate da Boko Haram: finché la cosa non mi tocca direttamente, sono numeri.
le possibilità di essere toccati dalle conseguenze della morte di migliaia di sconosciuti che magari sono venuti a contatto con persone con cui puoi essere venuto a contatto sono alte.

non è confortante sapere che i vigili che dovrebbero controllare che tu non vada a giro a chiavarti l'amichetta asintomatica non si siano mai visti. chè se scoppia il bordello a Roma, poi manco se li buttiamo nel Tevere la risolviamo la gestione delle salme.

diciamo che non è una questione di politicamente corretto, è più una minchiata dire che migliaia di bergamaschi morti sono numeri perchè non ci toccano direttamente. sempre al netto che magari qualcuno che legge potrebbe anche non prenderla benissimo sta cosa.

sono un campanello d'allarme bello grosso ed ignorarlo è da fessi.
 

giorgiocan

Utente prolisso
In effetti, a proposito dell'argomento iniziale del thread, è proprio sul principio che pone come spunto che si basano le capacità manipolatorie delle fonti di informazione
Ciao Martes!
Però non la vedo questa necessità di manipolazione. Quello che sto dicendo è che ci siamo SEMPRE comportati così.
 

giorgiocan

Utente prolisso
Se non consideri il fattore psicologico il problema è il tuo. Ci sono ragioni storiche millenarie per le quali il popolo in Italia non si fida dei governanti in materia di ordine pubblico.
E hanno la stessa dignità delle istanze al restate a casa.
Il motivo per cui un decisore ha certe guarentigie e certi privilegi è esattamente il fatto che deve considerare tutto.
Io esco e me ne fotto. Faccio la spesa e mi trombo l'amichetta asintomatica.
Certo non chiedo ai miei parenti di farmi la spesa rischiando di infettare anche loro. I vigili che dovrebbero controllare la mia quarantena non si sono mai visti.
Tanto il virus ha uno spessore molecolare che basta una mascherina chirurgica, manco le ffp2
Se mi fermano mi facessero la multa.
Farò ricorso, una scusa si trova.
So che è politicamente scorretto, ma se muore qualche migliaio di sconosciuti nella bergamasca mi fa lo stesso effetto dei milioni ammazzati a machetate da Boko Haram: finché la cosa non mi tocca direttamente, sono numeri.
Ma guarda, il senso di questo thread non è tanto che il tuo comportamento sia eticamente corretto o meno. Certo, karma vorrebbe che ti si rivoltasse contro. Ma aspetta e spera, il karma! ;)

E poi, non è che io non sia un figlio di puttana per millemila ragioni.

Il neretto è la sintesi di una presa di distanza da quel che succede. La mente umana che dice "No", che si allontana dal problema in qualsivoglia modalità. Potrei aver aperto questo thread a proposito del riscaldamento globale e funzionerebbe lo stesso.
 
Ultima modifica:
Top