avete visto...

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old TurnBackTime

Guest
Sono uscito in mattinata con mia madre per dei giri...mi e' saltato all'occhio un cartellone pubblicitario di una marca di abbigliamento da donna credo...non so se dove vivete voi ce gia...qui a roma e' la prima volta che lo vedo...si vede una donna nuda...chiaramente sottopeso...sicuramente e' un immagine fatta al computer ma fa davvero impressione....la casa di produzione credo si chiami noanorexia o roba del genere...una cosa tristissima...non sono d'accordo che si possa far pubblicita' con immagini simili seppur fatte al computer....voi che ne pensate?Li avete visti alcuni di questi cartelloni???
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
ehm

Sono uscito in mattinata con mia madre per dei giri...mi e' saltato all'occhio un cartellone pubblicitario di una marca di abbigliamento da donna credo...non so se dove vivete voi ce gia...qui a roma e' la prima volta che lo vedo...si vede una donna nuda...chiaramente sottopeso...sicuramente e' un immagine fatta al computer ma fa davvero impressione....la casa di produzione credo si chiami noanorexia o roba del genere...una cosa tristissima...non sono d'accordo che si possa far pubblicita' con immagini simili seppur fatte al computer....voi che ne pensate?Li avete visti alcuni di questi cartelloni???
Scherzi?
Non l'ho vista, ma se il nome è NO-ANOREXIA forse è una pubblicità progresso...contro l'anoressia...
 
O

Old TurnBackTime

Guest
potevano...

Scherzi?
Non l'ho vista, ma se il nome è NO-ANOREXIA forse è una pubblicità progresso...contro l'anoressia...

Dubito che sia una pubblicita' progresso....e anche se lo fosse...potevano usare un immagine diversa....perche' quello che hanno messo in mostra non aiuta certo le persone che di quel problema si soffrono...poi onestamente...per come la scritta e' colorata.....mi pare proprio una pubblicita' per una catena di negozi d abbigliamento...quando lo rivedo leggo bene la parola e poi la metto in ricerca su google per vedere se mi da qualcosa riguardo una linea di abbigliamento...detto questo..resta il fatto che l'immagine che si vede non e' una grande idea..ne per una pubblicita'...ne per una pubblicita' progresso....
 

Iris

Utente di lunga data
Io l'ho vista.
Non credo sia una marca, ma una forma di pubblicità progresso.
L'anoressia è un problema gravissimo. Non so se è efficace. Le anoressiche non vedono la loro magrezza.
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
trovata

E' la campagna ideata da Oliviero Toscani di una linea di abbigliamento che si immagina che non richieda per essere indossata di un fisico filiforma.
E' quindi come quasi tutte le pubblicità di Toscani volutamente provocatoria.

http://www.nolita.it/noanorexia/index.htm
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
commenti

La Turco approva Toscani,
l'Associazione sull'anoressia no
Il Ministro Livia Turco approva la campagna schock di Oliviero Toscani contro l'anoressia
Il Ministro: "E' in grado di aprire efficacemente un canale comunicativo". L'Aba: "Inutile e dannosa perchè non aiuta le persone alle prese con l’anoressia".
ROMA
La nuova pubblicità shock di Oliviero Toscani contro l’anoressia trova approvazione da parte del ministro della Salute Livia Turco che lo scorso 18 luglio aveva ricevuto dallo stesso Toscani la proposta di campagna di comunicazione.
«Apprezzo sinceramente sia i contenuti - scrive Turco al fotografo che ha elaborato già un’altra campagna dove la Sanità veniva rappresentata con guance rosee, sorriso smagliante ed espressione rassicurante con lo slogan "pane, amore e sanita"» - in linea principi ispiratori del programma “Guadagnare in Salute”, che le modalità di realizzazione».

Per il ministro una iniziativa come questa è «uno strumento da prendere in assoluta considerazione» perchè «è in grado di aprire efficacemente un canale comunicativo originale e privilegiato idoneo a favorire un’assunzione di responsabilità verso il dramma dell’anoressia».

Il ministro ricorda anche a Toscani come una dieta alimentare sana ed equilibrata, come fattore per promuovere il benessere psico-fisico della persona, è, infatti, «uno dei dei capisaldi della politica di prevenzione e di comunicazione del programma interministeriale Guadagnare in Salute».

Una iniziativa, che come scrive lo stesso ministro, ha l’obiettivo «di avviare una profonda trasformazione in senso salutistico dei comportamenti della popolazione».

L'indignazione del presidente dell'Aba
Una campagna pubblicitaria «da brivido», «inutile e dannosa perchè non aiuta le persone alle prese con l’anoressia, ma ferisce soltanto le famiglie costrette a fare i conti con la malattia che, in assoluto, uccide di più tra quelle psichiche. E addirittura rischia di scatenare, nelle persone malate, una sorta di competizione verso la magrezza estrema». È indignata Fabiola De Clercq, ex ragazza anoressica e oggi presidente e fondatrice dell’Aba, Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia, l’obesità e i disordini alimentari. Si definisce «furente» per la campagna shock dell’azienda di abbigliamento Nolita, firmata dal fotografo Oliviero Toscani.
[www.lastampa.it

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/societa/200709articoli/26059girata.asp
 

Iris

Utente di lunga data
Avendo subito, anche se in maniera molto lieve e transitoria quel disturbo, sono d'acordo con l'ABA.
Gli anoressici entano in competizione con se stessi per raggiungere livelli di magrezza esasperanti...incredibile, ma è così.
Non è la paura della morte che ti guarisce, ma l'amore e la comprensione.
 

Bruja

Utente di lunga data
Mah

Se è una Pubblicità Progresso..... dubito sia efficace e sicuramente è "regresso" di buon gusto e sensibilità per chi vive in proprio e con terzi il problema.
Bruja
 
O

Old TurnBackTime

Guest
anche per me...

Se è una Pubblicità Progresso..... dubito sia efficace e sicuramente è "regresso" di buon gusto e sensibilità per chi vive in proprio e con terzi il problema.
Bruja

Ho letto gli altri post....
e' allucinante che venga permesso di mettere in mostra quelle immagini...seppur fatte al computer...il misitro livia turco deve avere dei problemi mentali BEN PIU' GRAVI DELL'ANORESSIA se ha detto quello che ha riportato P/R...

Personalmente andrei in giro a stracciare via quei cartelloni...che schifo!
 

Iris

Utente di lunga data
Non era un'immagine al computer. E' reale per quanto ho letto io.
Non ho alcuna stima di Toscani personalmente, nè della sua fantasmagorica macchina per far soldi ammantata di presunti messaggi utili a risvegliare le coscienze.
Come ho letto oggi su un quotidiano, bisognerebbe chiedere a Toscani e a tutti gli stilisti suoi amici per quale motivo si servono di anoressiche cocainomani come modelle, e pwerchè riducono le taglie all'inverosimile.
Io porto solo la terza di reggiseno, e non sono grassa, ma se vado in un negozio normale e mi compro una giacca, la 42 mi tira...ma la 44 mi va larga di spalle.
Esistono donne ben più formose, cosa dovrebbero indossare? Siamo al ridicolo.
 

Grande82

Utente di lunga data
Non era un'immagine al computer. E' reale per quanto ho letto io.
Non ho alcuna stima di Toscani personalmente, nè della sua fantasmagorica macchina per far soldi ammantata di presunti messaggi utili a risvegliare le coscienze.
Come ho letto oggi su un quotidiano, bisognerebbe chiedere a Toscani e a tutti gli stilisti suoi amici per quale motivo si servono di anoressiche cocainomani come modelle, e pwerchè riducono le taglie all'inverosimile.
Io porto solo la terza di reggiseno, e non sono grassa, ma se vado in un negozio normale e mi compro una giacca, la 42 mi tira...ma la 44 mi va larga di spalle.
Esistono donne ben più formose, cosa dovrebbero indossare? Siamo al ridicolo.
eccomi, eccomi!
44 di giacca e 44 di pantaloni, se non 46 talvolta.
e vi assicuro che non sono tanto male in costume o minigonna e allospecchio mi piaccio.
Oggi vado dal negozio della pubblicità e vediamo che mi danno da indossare per l'every day life, visto che i jeans stretti sotto mi fanno schifo e sembro una balena!
comunque forse la pubblicità può avere effetto su chi anoressico non è ancora ma ci si avvia solo per essere bello? la modella pesa 31kg ed è una modella francese "La donna, completamente nuda, ha deciso di accettare di mostrarsi «perchè la gente sappia e veda davvero, a che cosa può portare l’anoressia». «Mi sono nascosta e coperta per troppo tempo: adesso voglio mostrarmi senza paura, anche se so che il mio corpo ripugna - spiega al settimanale - Le sofferenze fisiche e psicologiche che ho subito hanno un senso solo se possono essere d’aiuto a chi è caduto nella trappola da cui io sto cercando di uscire». La campagna pubblicitaria si rivolge in particolare alle giovani donne attente alle indicazioni delle mode e intende richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla malattia che, insieme alla bulimia, colpisce in Italia due milioni di persone ed è spesso causata dagli stereotipi imposti dal mondo della moda."
insomma, è un'immagine di anti-modello. Anzichè guardarla e dire vorrei assomigliarle, la vedi e dici non vorrei essere in lei! Secondo me può avere senso.
 

Bruja

Utente di lunga data
Ragazze.........

Una mia zia era première dalla Biki (capo reparto sartoria insomma) e posso garantirvi che per tutta la mia adolescenza ho visto indossatrici o modelle, che allora si chiamavano "mannequins" esattamente come i manichini.
Erano donne che avevano la taglia media 44 con oscillazione fra la 42 e la 46. Erano bellissime e assolutamente femminili, cosa che trovo sempre più faticosamente in queste modelle androgine e scheletrite che sfilano oggi.
Una cosa che poi mi colpisce molto è vedere come nella conformazione asessuata delle indossatrici odierne sia completamente assente il punto vita e ci sia un bacino che rasenta la linea virile. Non faccio il tifo per le "bonone", ma certe linee obbligatorie del corpo femminile, e non mi riferisco ai giornaletti ma a Prassitele, a Fidia, a Canova, a Rodin, sono proprio sparite!!!
Inoltre le scelte di abbigliamento attuali, casual, glamour o da bricolage non depongono molto sul piatto dell'eleganza.
D'altronde sfilate di moda a parte, su cui potremmo discutere per la loro evidente anomalìa rispetto alla portabilità quotidiana, se per scommessa volessi trovare delle donne "veramente eleganti" girando per la strada, ne avrei d'avanzo delle dita di una mano; all'epoca non mi sarebbe bastata l'agenda!
Bruja
 
O

Old TurnBackTime

Guest
mi dispiace...

Mi dispiace ma io non trovo alcun senso in questa cosa...se poi vogliamo parlare di profitti di mercatto ecc ecc vabbe'...si sa che negozi come "taglia42" e quest'altro uscito ora,hanno il loro punto forte proprio perche' non vanno oltre quella taglia...della serie...se tu che indossi la 46 stai andando in giro a fare shopping e entri in un negozio "taglia42" sai gia che non troverai nulla per te....mentre una che ci va consapevole di poter indossare quei vestiti magari...entrando ti snobba pure...come per dire...io si e tu
....ma andassero a cagare loro e le taglie piccole....con tutto il rispetto per quelle persone che indossano taglie minute perche' non e' detto che indossare una 40 o una 38 significhi stare male...ma non vedo proprio il motivo per cui non sia possibile fare lo stesso pantalone taglia 42 anche in taglie piu' grandi...magari una minigonna o i pantaloni attillati sarebbero un po' ridicoli....ma un pantalone normalissimo...nero di quelli che cadono un po' larghi....non vedo quale problema possa creare a chi li produce...l'unico motivo e' creare un set di "clienti d'elite..." per dare la soddifsfazione a chi fa shopping di potersi permettere oltre che di spendere tanto...anche di essere la sola a poter entrare in quello specifico negozio....triste....tutto davvero molto triste...

Fra poco oltre a esserci negozi di serie A e di serie B per quanto riguarda il prezzo...ci saranno pure negozi di abbigliamento per donne che POSSONO....e gli altri per quelle che "non ce la fanno a resistere a un piatto di rigatoni alla carbonara..." MA CHE VADANO TUTTI GENTILMENTE AFFANCULO...LORO...LE LORO MOTIVAZIONI...E CHI GLI VA APPRESSO
 

Old Giusy

Utente di lunga data
Ho visto le foto incriminate... davvero sconvolgenti... Credo però che immagini così forti servano eccome! Niente è più forte di un'immagine... ti rimane dentro e ti sconvolge, più di mille parole. Io posso dirmi fortunata, sono alta (quasi 1.80) e oscillo tra la 42 e la 44, sono sempre stata bene con il mio corpo. Ma quand'ero più piccola, una mia amica si ammalò di bulimia... una giovinezza spezzata...
 
O

Old TurnBackTime

Guest
per me no...

Ho visto le foto incriminate... davvero sconvolgenti... Credo però che immagini così forti servano eccome! Niente è più forte di un'immagine... ti rimane dentro e ti sconvolge, più di mille parole. Io posso dirmi fortunata, sono alta (quasi 1.80) e oscillo tra la 42 e la 44, sono sempre stata bene con il mio corpo. Ma quand'ero più piccola, una mia amica si ammalò di bulimia... una giovinezza spezzata...

Per me no...non e' normale...mi immagino un bimbo che va a scuola insieme alla madre e vede quell'immagine....che domande potra' fare alla madre?Oppure un genitore che ha una figlia che ci soffre di quel male...non credo serva a nulla...e di cattivo gusto...
 

Grande82

Utente di lunga data
Per me no...non e' normale...mi immagino un bimbo che va a scuola insieme alla madre e vede quell'immagine....che domande potra' fare alla madre?Oppure un genitore che ha una figlia che ci soffre di quel male...non credo serva a nulla...e di cattivo gusto...
domanderà perchè quella è così brutta. E la madre risponderà che è malata. Malata di fame non solo di cibo. E' un inizio per non ammalarsi? forse. o forse no. ma è meglio del silenzio.
Per le taglie dei pantaloni:il problema non sono le taglie, ma spesso i modelli, che sono conformati sulle 40-42 e non "cadono" come dovrebbero!
Io ODIO i pantaloni a sigaretta. Mi fanno due cosce come polletti allo spiedo. PERCHE' devo metterli? Perchè non trovo un jeans degno del nome che mi vada come piace a me? Posso anche spalancare il protafogli, ma quando mia sorella mi dice "andiamo a cercarti un jeans/pantalone per tutti i giorni" a me viene da piangere. E premetto che quando lo trovo come piace a me sono felice e il mio corpo MI PIACE! perchè non me lo devono far piacere apposta?
 
O

Old TurnBackTime

Guest
mercato...

domanderà perchè quella è così brutta. E la madre risponderà che è malata. Malata di fame non solo di cibo. E' un inizio per non ammalarsi? forse. o forse no. ma è meglio del silenzio.
Per le taglie dei pantaloni:il problema non sono le taglie, ma spesso i modelli, che sono conformati sulle 40-42 e non "cadono" come dovrebbero!
Io ODIO i pantaloni a sigaretta. Mi fanno due cosce come polletti allo spiedo. PERCHE' devo metterli? Perchè non trovo un jeans degno del nome che mi vada come piace a me? Posso anche spalancare il protafogli, ma quando mia sorella mi dice "andiamo a cercarti un jeans/pantalone per tutti i giorni" a me viene da piangere. E premetto che quando lo trovo come piace a me sono felice e il mio corpo MI PIACE! perchè non me lo devono far piacere apposta?

E' il mercato a richiederlo....pensa che mia madre che e' sarta rifinita,ha lavorato per un negozio di abbigliamento donna(di quei negozi dove non puoi spendere meno di 50 euro per una magliettina....roba di roberto cavalli % company....per capirci...)

Ebbene fatevi due risate....moltissime volte a mia madre davano una marea di gonne/pantaloni/jens a cui non doveva fare niente a livello di "aggiustamento",l'unica cosa che doveva fare era CAMBIARE L'ETICHETTA DELLA TAGLIA...del tipo...a una gonna taglia 48 metteva' l'etichetta taglia 44 a volte addirittura anche 42
...le clienti ci cascavano O CI VOLEVANO CASCARE...ma il colmo e' che alcune...LO CHIEDEVANO DIRETTAMENTE DI CAMBIARE L'ETICHETTA DELLA TAGLIA...

Quindi Piccolina non stare a pensare tanto perche' non si possa trovare qualcosa di "normale" ma solo pantaloni e altro con taglie da semimodella...e' il mercato...e la gente che lo chiede...PER QUANTO MI RIGUARDA...GENTE CHE HA SERI PROBLEMI


Ad ogni modo trovo quella publicita' orribile...mi spiace ma dipendesse da me la farei togliere...Buongiorno a tutti,vado a portare mio nipote a scuola che oggi entrano piu' tardi a dopo...
 
O

Old Lillyna19

Guest
Per le taglie dei pantaloni:il problema non sono le taglie, ma spesso i modelli, che sono conformati sulle 40-42 e non "cadono" come dovrebbero!
Io ODIO i pantaloni a sigaretta. Mi fanno due cosce come polletti allo spiedo. PERCHE' devo metterli? Perchè non trovo un jeans degno del nome che mi vada come piace a me? Posso anche spalancare il protafogli, ma quando mia sorella mi dice "andiamo a cercarti un jeans/pantalone per tutti i giorni" a me viene da piangere. E premetto che quando lo trovo come piace a me sono felice e il mio corpo MI PIACE! perchè non me lo devono far piacere apposta?
Menomale che la mia era una forma lieve e che poi sono guarita...sono tornata alla mia vecchia 46\48 (che poi non è tale, perchè le etichette alzano sempre le taglie).... ma ho il tuo stesso problema!
Mi devo adattare a comprare jeans osceni...che sì, fanno quella figura "a pesce" che non mi piace..
ne ho comprati un paio proprio due giorni fa, perchè costavano dieci euro e per una volta che ne trovavo un paio che mi entravano a poco costo, li ho presi.

Neanche per cifre più alte, riesco a trovarne della mia taglia e che cadano bene, eppure a vedermi non sono\sembro grassa.

Penso che abbiano il mio problema un sacco di ragazze, perchè quando vado ai negozi le taglie 46\XL sono le prime a sparire. Poi le 44, infine restano dalla 42 in giù e nessuno le compra, o quasi nessuno...e i modelli sono pure brutti :-(

L'ho vista anche io la foto di quella modella, per me è di pessimo gusto, non so se e quanto possa servire, ma spero di sì...

Credo che la modifica delle taglie sia dovuto a motivi di mercato.Confrontando una 44 degli anni 80\90 noterete che è molto più larga di una 44 di adesso. L'ho fatto con vari capi di mia madre, che non butta mai via niente.
Mi sono accorta che alcune delle mie prime 44 equivalgono alle sue 38, indipendentemente dal capo e dalla marca.
Tra l'altro ho fatto un provino, un paio di annetti fa per un'agenzia e mi hanno chiesto la taglia, io ho detto "46" e la responsabile "ma che dici sarai una quarantadue!" così le ho mostrato il cartellino della maglietta e ha detto anche lei che i cartellini in realtà riportano misure più grandi.

Penso sia dovuto all'entrata nel mercato dei capi d'abbigliamento importati cinesi\asiatici a basso costo: sono conformati per fisici molto magri e la qualità non è granchè: inizialmente mi ricordo che quando sono stati introdotti nel mercato (io ero piccola) erano guardati con diffidenza, poi hanno preso piede.

Se una ragazzina che porta effettivamente una 44 entra in un negozietto di quelli graziosi con nomi simpatici e musica a palla, e prova vari jeans di quella che lei crede essere la sua misura, perlopiù non le entreranno.
Quindi proverà con una misura più grande e si chiederà se per caso non è ingrassata. Da lì comincia a farsi strada il "devo dimagrire, perchè questa non è la mia taglia e per due taglie sotto potrò finalmente indossare dei vestiti che mi piacciono di più e spendere meno"
A me è cominciata così, non riuscivo più a trovare abiti a costo relativamente basso che mi entrassero e mi sono convinta a dimagrire,e poi per problemi miei personali, stavo parecchio male e ho continuato a dimagrire fino a un limite "d'allarme", ma il meccanismo alla base si innesca molto facilmente: "se vendono questo tipo di jeans ovunque significa che ci sono ragazze che possono indossarli\che hanno il fisico adatto mentre io non me li posso permettere, quindi devo dimagrire"
e' facile che un ragionamento del genere attecchisca su una persona triste\depressa\debole che va a fare shopping magari per tirarsi un pò su.

E' solo una sfumatura, ovviamente, e una mia personale critica.
 

Grande82

Utente di lunga data
Menomale che la mia era una forma lieve e che poi sono guarita...sono tornata alla mia vecchia 46\48 (che poi non è tale, perchè le etichette alzano sempre le taglie).... ma ho il tuo stesso problema!
Mi devo adattare a comprare jeans osceni...che sì, fanno quella figura "a pesce" che non mi piace..
ne ho comprati un paio proprio due giorni fa, perchè costavano dieci euro e per una volta che ne trovavo un paio che mi entravano a poco costo, li ho presi.

Neanche per cifre più alte, riesco a trovarne della mia taglia e che cadano bene, eppure a vedermi non sono\sembro grassa.

Penso che abbiano il mio problema un sacco di ragazze, perchè quando vado ai negozi le taglie 46\XL sono le prime a sparire. Poi le 44, infine restano dalla 42 in giù e nessuno le compra, o quasi nessuno...e i modelli sono pure brutti :-(

L'ho vista anche io la foto di quella modella, per me è di pessimo gusto, non so se e quanto possa servire, ma spero di sì...

Credo che la modifica delle taglie sia dovuto a motivi di mercato.Confrontando una 44 degli anni 80\90 noterete che è molto più larga di una 44 di adesso. L'ho fatto con vari capi di mia madre, che non butta mai via niente.
Mi sono accorta che alcune delle mie prime 44 equivalgono alle sue 38, indipendentemente dal capo e dalla marca.
Tra l'altro ho fatto un provino, un paio di annetti fa per un'agenzia e mi hanno chiesto la taglia, io ho detto "46" e la responsabile "ma che dici sarai una quarantadue!" così le ho mostrato il cartellino della maglietta e ha detto anche lei che i cartellini in realtà riportano misure più grandi.

Penso sia dovuto all'entrata nel mercato dei capi d'abbigliamento importati cinesi\asiatici a basso costo: sono conformati per fisici molto magri e la qualità non è granchè: inizialmente mi ricordo che quando sono stati introdotti nel mercato (io ero piccola) erano guardati con diffidenza, poi hanno preso piede.

Se una ragazzina che porta effettivamente una 44 entra in un negozietto di quelli graziosi con nomi simpatici e musica a palla, e prova vari jeans di quella che lei crede essere la sua misura, perlopiù non le entreranno.
Quindi proverà con una misura più grande e si chiederà se per caso non è ingrassata. Da lì comincia a farsi strada il "devo dimagrire, perchè questa non è la mia taglia e per due taglie sotto potrò finalmente indossare dei vestiti che mi piacciono di più e spendere meno"
A me è cominciata così, non riuscivo più a trovare abiti a costo relativamente basso che mi entrassero e mi sono convinta a dimagrire,e poi per problemi miei personali, stavo parecchio male e ho continuato a dimagrire fino a un limite "d'allarme", ma il meccanismo alla base si innesca molto facilmente: "se vendono questo tipo di jeans ovunque significa che ci sono ragazze che possono indossarli\che hanno il fisico adatto mentre io non me li posso permettere, quindi devo dimagrire"
e' facile che un ragionamento del genere attecchisca su una persona triste\depressa\debole che va a fare shopping magari per tirarsi un pò su.

E' solo una sfumatura, ovviamente, e una mia personale critica.
sono dello stesso parere.
Pensa che l'anno scorso ho comprato dei pantaloni di media fascia di prezzo e qualità in un negozio di marca nota. Taglia 42. Bel taglio. Odpo alcuni mesi vado a vedere la collezione estiva e mi va solo la 44. Allora penso che sono ingrassata, ma quando vedo che il modello era orrendo e chiedo alla commessa mi dice.... che hanno cambiato il taglio dei pantaloni, quindi vestono diversamente...... ovvero, se hai le curve meglio che cambi marca! Ma ti pare? Io chiedo solo che i modelli siano pensati per taglie 44, non ovunque, ma ogni tanto sì! Bah!
 
O

Old Lillyna19

Guest
sono dello stesso parere.
Pensa che l'anno scorso ho comprato dei pantaloni di media fascia di prezzo e qualità in un negozio di marca nota. Taglia 42. Bel taglio. Odpo alcuni mesi vado a vedere la collezione estiva e mi va solo la 44. Allora penso che sono ingrassata, ma quando vedo che il modello era orrendo e chiedo alla commessa mi dice.... che hanno cambiato il taglio dei pantaloni, quindi vestono diversamente...... ovvero, se hai le curve meglio che cambi marca! Ma ti pare? Io chiedo solo che i modelli siano pensati per taglie 44, non ovunque, ma ogni tanto sì! Bah!

Sigh, Grande...io ti dico soltanto che sono arrivata al punto di cucirmele io alcune cose e a riadattarne altre...è impegnativo ma vuoi mettere...
E un'altra cosa che non mi piace sono i colori: tutti rosini\gialli\neri\bianchi\blu puffo..
ma se volessi trovare una maglia a un buon costo rosso bordeaux-porpora? Magari con fantasie di rose o fiori? oppure un bell'azzurro mare profondo? o un verde con striature grigie? O un bel viola carico color uva?
Anche se mi si rovinasse dopo un annetto non importa.. E poi le scritte .. sono oscene :)
Boh, i capi ora sono molto standardizzati...
Tant'è che alla fine mi sono comprata tutto bianco\nero almeno non faccio casini per gli abbinamenti..però che triste :-(
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top