Amor platonico

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
F

Fedifrago

Guest
Sembrerà strano, visto il nick che mi son scelto e il taglio dato finora ai miei interventi.

Eppure, sto rivalutando questo aspetto "romantico" dell'amore, anche se mi dico che sembrano storie da quindicenni, che un uomo "maturo" che si relaziona con una donna "matura" non può certo sottovalutare o negare certe spontanee pulsioni.

Sublimare però queste pulsioni, sta rendendo bello e intrigante - più di una "conquista" - il rapporto con la persona che sto frequentando in questo periodo.

Qualcuno dirà che è perchè non me la da :O), ma garantisco che le occasioni ci sarebbero state ma senza bisogno di dirci nulla, anzi, scambiandoci un tenero sorriso d'intesa, abbiamo fatto finta di nulla e siam tornati agli sguardi, alle tenerezze innocenti, asessuate.

Mi sembra quasi disintossicante vivere un momento così.
 
O

Old Fa.

Guest


Carissimo l'ho scoperto anch'io l'amore platonico, ... ed è eccezionale, puoi amare senza mai avere i pessimi incovenienti dell?amore ? tout cour ?; l?ho sperimentato per un po? di tempo, ? invece adesso non c?è niente che vorrei cambiare; potrei anch?io andare a zonzo e conquistare, ? ma a che pro !?! Ho tutto così.


Inoltre, posso scegliermi chi voglio senza mai stancarmi di amarla.

Ad un certo punto mi sono anche detto: ?ma che c?o stai facendo ? !?!

Dopo averne conosciute un paio e capito l?andazzo, ?. mi sono risposto: ?Stai facendo la cosa più sensata? !?!

Oggi le ragazze le voglio solo come amiche, per il sesso rimedio, ? per l?amore come sentimento; beh, ? sono a posto, amo una ragazza che non ho, con cui fantastico ? ma per questo è perfetta.
 

Bruja

Utente di lunga data
platone................?

Ho letto i vostri interventi e mi sono piaciuti, per la verve, il disincanto garbato e lo spirito............
Che posso dire, l'amore platonico, romantico o perfino intellettuale, è quello che non è suscettibile della cosa più labile che esista..........la passione "estetica".
In fondo noi siamo un po' tutti schiavi di questo tiranno, basta rapportarsi con qualunque realtà per comprenderlo. Ma non è di una guerra alla bellezza stereotipata attuale che voglio parlare, ma del valore di sentimenti che passano per le mille sfumaturo dello spirito e dell'intelligenza di una persona.
L'amore cerebrale, perchè di questo si tratta, è sempiterno e confortante. Non esistono inconvenienti di performance, non ci si deve inventare un look che non ci somiglia, basta essere sempre quella persona che caratterialmente, intellettualmente e spiritualmente è piaciuta a chi ci dedica il suo affetto.
sapete qual'è la più grande delusione? Vedere che tanti candidati a questa alta rappresentazione dei sentimenti umani si travestano da platonico in attesa di tirar fuori,alla prima occasione, il satiro sotto mentite spoglie.
Bruja

x Feddy
Nessuno penserà che lei "non te la dia"........ è così meschino!
Se così fosse non saresti più con lei a "platoneggiare".......sbaglio? Comunque capisco quello che dici di sentire e, siccome credo di avere più annetti e più esperienza, credimi, per l'amore platonico non ci vogliono i quindicenni romantici, ma ci vogliono dei fior di uomini con fior di attributi, e lo dico in tutti i sensi.
 
O

Old Fa.

Guest
Bruja, ... credo di essere un devoto dell?amore platonico.

E? vero che perdo delle parti frizzanti, ? ma è pure vero che sul piatto della bilancia sono anche in equilibrio visto che perdo nello stesso tempo anche le parti più disastrose.

Un amore platonico è senza tempo, o almeno, è tutto regolato da un ?unico orologio?, ? il mio.


In fondo cercavo l?amore perfetto, ? l?ho trovato, ? ma non avevo idea che fosse così.


L?amore platonico non ha tonalità, ? ha sempre lo stesso suono, ? è costante e garantito, ? una cosa impossibile da trovare con altre forme di amore.
 
O

Old Nausica

Guest
fa. ha detto:
Bruja, ... credo di essere un devoto dell?amore platonico.

E? vero che perdo delle parti frizzanti, ? ma è pure vero che sul piatto della bilancia sono anche in equilibrio visto che perdo nello stesso tempo anche le parti più disastrose.

Un amore platonico è senza tempo, o almeno, è tutto regolato da un ?unico orologio?, ? il mio.


In fondo cercavo l?amore perfetto, ? l?ho trovato, ? ma non avevo idea che fosse così.


L?amore platonico non ha tonalità, ? ha sempre lo stesso suono, ? è costante e garantito, ? una cosa impossibile da trovare con altre forme di amore.
quindi, tu con una fotografia sul comodino, sei un uomo risolto!


p.s. a me sembra che questo amore platonico di cui parlate, sia solo una scusa per non esporsi, non rischiare. Sarà ....
 

Bruja

Utente di lunga data
Fa

Condivido molto di quello che dici, ma non quel senso di grigiore che pervade la tua descrizione. L'amore romantico o "cavalleresco" è per sempre un grande contenitore di emozioni e di sensazioni; il fatto che siano più sottili non le rende insipide, anzi ci vuole molta sensibilità per percepirle e goderne.
Senza eccedere direi che c'è la differenza di sensazione che prova uno spettatore appassionato ed un critico d'arte di fronte ad un capolavoro pittorico.............è un altro modo di vedere e di sentire. Il critico non proverà la sindrome di Stendhal, ma capirà in modo molto approfondito tutte le sfumature di cui l'autore ha intriso la sua opera.
Ciao amico "ascetico"

Bruja
 
O

Old Fa.

Guest
Nausica ha detto:
quindi, tu con una fotografia sul comodino, sei un uomo risolto!


p.s. a me sembra che questo amore platonico di cui parlate, sia solo una scusa per non esporsi, non rischiare. Sarà ....
Può essere semplicemente così, ... una scusa per non esporsi, ... una scusa per non soffrire, ... e forse molte altre scuse.

Ma che differenza può fare, dal momento che questo è l'unico amore perfetto esistente ... e che fa bene a chi lo prova


In alternativa c'è il classico amore a due, ... a tempo determinato, con casini indeterminati.
 
O

Old Nausica

Guest
Sarà Fa, ma a me non piace l'idea di un amore perfetto.


NOn siamo in grado di amare i nostri figli in maniera perfetta, come vuoi che si possa amare un perfetto estraneo in modo perfetto.

Amiamo come sappiamo, con i nostri limiti.

Chi aspira o pretende l'amore perfetto è in preda a delirio di onnipontenza!!
 

Allegati

Bruja

Utente di lunga data
Nausica

Presumo tu sia molto giovane,ma in ogni caso guarda che l'amor platonico non nega l'altro, solo che spesso, proprio per profonda e sperimentata esperienza vissuta, non si ha più voglia di "buttarsi" in amori che spesso sconfinano nel buttarsi tout court. Quando provi un cibo molto speziato e piccante, sei contenta di averlo assaggiato, ma non sempre saresti disposta a mangiarlo quotidianamente.
Parlo per me ma credo che Fa abbia la stessa situazione, noi di esperienze nel senso che intendi tu ne abbiamo avute parecchie, ci siamo spesi e spesso lasciando anche la mancia..........è tanto grave se adesso, con un occhio molto più saggio e meno machiavellico di quanto tu lo supponga, vogliamo far prevalere i valori sulle passioni? Alla fine il rogo della passione estingue se stesso alla svelta, ma la brace ha molto calore senza incendi tutto sommato utili alla scenografia e basta, e dopo due o tre roghi hai voglia, come per certi film, di andarti a leggere il libro.
Bruja
 
Ultima modifica:
O

Old Fa.

Guest
Nausica ha detto:
Sarà Fa, ma a me non piace l'idea di un amore perfetto.


NOn siamo in grado di amare i nostri figli in maniera perfetta, come vuoi che si possa amare un perfetto estraneo in modo perfetto.

Amiamo come sappiamo, con i nostri limiti.

Chi aspira o pretende l'amore perfetto è in preda a delirio di onnipontenza!!
Non si può mischiare diversi sentimenti, ... io parlavo di quello tra coppie.

Come dicevo, ... se non si desidera l'amore perfetto, ... c'è quello comune che ti da tutte le sfaccettature dell'imperfezione.

L'amore platonico invece segue propio i nostri limiti e massimi, ... è un amore controllato.
 
O

Old Nausica

Guest
Bruja ha detto:
Presumo tu sia molto giovane ....

ma credo che Fa abbia la stessa situazione, noi di esperienze nel senso che intendi tu ne abbiamo avute parecchie
Bruja, mi hai fatto un complimento bellissimo ... se pensi che io sia molto giovane è perchè le mie parole te lo hanno fatto pensare, no, non son giovanissima ... ho un figlio di 20 anni ...

Mi fa piacere sapere che tu hai avuto parecchie esperienze, io pure, e a differenza di te, le ripeterei, sarei pronta a ripetere .... così come sono disponibile a nuove passioni, purchè siano tali.

FA pure? che sorpresa!
 

Bruja

Utente di lunga data
Nausica

Ma chi parla di perfezione, sai che noia!
L'imperfezione esiste anche nei sentimenti platonici che, chiariamolo una volta per tutti, non sono scevri da passione sentimentale. E poi, non stiamo facendo una classifica ma solo una serie di considerazioni....... si ama come ci è più confacente e, tra le altre cose, l'amor cortese, inteso come romantico, almeno non è suscettibile delle promesse da due soldi di grandi amori passionali in cui il fine ultimo è la sveltina quando non la relazione tesa ad avere un amore ancillare e godereccio da sfruttare quando la routine ingabbia i sensi.
Sarei per l'amore totale, va da sè, ma rifiuto molti di quegli amori in cui ho visto più menzogne dette all'amante che alla moglie o al marito, perchè a nessuno piacerebbe passare per "passatempo passionale" come spesso invece si è!!!!
Se poi ti riferisci allì'amore da grande passione romantica tipo quello da primo amore o da grande amore giovanile...............siamo d'accordo! In quel caso è necessario non solo provare ma sperimentare nel senso più alto.
Quello che mi incuriosisce sempre sai cos'è? Che più le passioni sono totalizzanti e più finiscono in un falò o se ci si sposa si trascinano in una serie di tradimenti che servono a rinvigorire le nostre sensazioni affievolite.
Sei tu se non sbaglio che hai detto che tradire è emanciparsi............bene emancipiamoc dunque per variegarci la, ma ti spiace se io mi ritengo emancipata a prescindere?
Rispetto molto le tue posizioni e sono lieta per questo argomentare, ed il fatto che si abbia opinioni diverse è una forma anch'essa di emancipazione dall'omologazione.
Bruja
 
O

Old Nausica

Guest
Bruja ha detto:
almeno non è suscettibile delle promesse da due soldi di grandi amori passionali in cui il fine ultimo è la sveltina quando non la relazione tesa ad avere un amore ancillare e godereccio da sfruttare quando la routine ingabbia i sensi.

....bene emancipiamoc dunque per variegarci la, ma ti spiace se io mi ritengo emancipata a prescindere?
Rispetto molto le tue posizioni e sono lieta per questo argomentare, ed il fatto che si abbia opinioni diverse è una forma anch'essa di emancipazione dall'omologazione.
ma come mai questa visione del sesso così scadente? o è un amore platonico oppure una sveltina ... c'è una gamma di sfumature tra le due situazioni ..

no, non ci capiamo, però leggo tanta intransigenza ... e non è nel mio carattere.

Sai Bruja? Sono stata sposata 14 anni, più 3 di fidanzamento, non ci siamo mai traditi, ma non ha funzionato lo stesso perchè mi sono sentita tradita mille volte di più, ma lui non ha mai avuto un'altra ...

Per me la passione può cogliere due persone, l'ho provata, senza per questo dover pianificare un futuro insieme .... è stato un coinvolgimento mentale totale con una rispondenza dei sensi e delle percezioni, un'esperienza unica e mi auguro ripetibile ...

ciao!
 

Bruja

Utente di lunga data
Nausica

Aspetta, la mia visione del sesso non è scadente, ma limitatamente a molte storie di tradimenti di cui sono a conoscenza è semplicemente referente in percentuale. Nulla più. Le sfumature ci sono dovunque, ma alla fine quel che conta è che si arrivi alla fine di una storia, anche conclusa non felicemente con un bilancio almeno in pari, e questo accade poco frequentemente. E' possibile che tu viva in un'isola felice in cui tu e le tue conoscenze hanno solo esperienze che rifarebbero, ed in questo caso sono lieta per te.
Non sono intransigente, e da sempre non punto dita contro chi tradisce nè che si innamora avendo una storia in atto (perchè è di questo che parliamo ora, solo ho molti dubbi sulla spiritualità della loro storia. La gamma che tu nomini è certo vastissima ma, come dire, vale per gli amori liberi e sorgivi. E nessuno nega che siamo stupendi e appassionati, ma perchè i sentimenti della sfera cerebrale dovrebbero essere penalizzanti e inferiori. La migliore prova la offrono le lettere di Eloisa ad Abelardo che, pur in condizione di separazione e di clausura, posso sostenere siano le frasi più appassionate e carnalmente intense mai lette, molto più travolgenti di qualunque trasporto fisico. Intendiamoci non nego nessuna delle due possibilità, ma poichè l'amore standard è tutto sommato facilmente rimediabile, quello mentale, spirituale o platonico che dir si voglia, a certi livelli diventa una specie di delicata perla naturale fra tante coltivate.

Io sono stata sposata per molti anni, ho divorziato con molta armonia e civiltà perchè non c'era più intesa, mantenendo amicizia e buoni rapporti, ed ora ho una lunha e felice convivenza. Immagino di non essere stata tradita, ma è ininfluente nel merito della discussione, ed anzi spesso io stessa sono stata tentata da speciali situazioni, ma ti dirò, poco importa come vadano le cose, esattamente come hai detto tu, può capitare a tutti che si ceda alle passioni totalizzanti senza una proiezione di futuro. Nessuno nega questo nè si vogliono svilire le sensazioni che si provano, ma qui stiamo parlando su un piano semi accademico.
Andiamo, quale donna non vorrebbe un moderno Lancillotto che le dedicasse l'equivalente delle "imprese" che erano frutto dell'amor cortese? Non si tratta di sogni o chimere favolistiche, ma oggi come oggi, se mi si dedicasse una lettera d'amore di livello o un dono pensato e mirato in funzione della mia entità personale, lo troverei preferibile alla più grande passione in una casa accogliente o in un hotel. Ti parrà strano ma per me si tratta davvero di priorità.

Forse sarà perchè la vita l'ho vissuta intensamente prima di legarmi e non ho conti in sospeso o crediti con la vita, tuttavia sono e resto per l'assoluta e totale liberalità affettiva delle persone; mi disturba solo la sofferenza che si può infliggere a chi, scoprendosi tradito/a, e non avendo avuto diritto al dialogo prima del tradimento, si ritrovi con chi, tradendo per moto proprio, si autoassolve con le solite tiritere sulla routine, la noia, l'abitudine e il calo di interesse...........ma la lingua, non la si potrebbe usare per parlare, magari prima delle menzogne?
Ecco è solo su questo che posso apparire intransigente, ma solo perchè ritengo che si debba rifuggire, dove possibile, da mezzucci che sviliscono prima chi li usa che coloro a cui sono destinati.
Bruja
 
F

fedyfrago

Guest
Non condivido con FA l'aspetto dell'amor platonico inteso come nascosto.
Ci vedo un non so che di narcisistico, di volersi ritagliare un mondo proprio di emozioni senza confrontarsi con l'oggetto del desiderio.

Per amor platonico io intendo quello palesato, manifesto che si nutre forse proprio del "vorremmo ma è più bello così".

Attenzione, non faccio una graduatoria di merito, non dico che un'unione carnale dettata da incontrollabile passione sia peggio o meglio.

E' qualcosa di diverso.

Un orgasmo della mente è meglio di un orgasmo fisico?

E' questo che mi chiedo ed è questo che sto vivendo, non escludendo che alla fine l'uno possa portare all'altro, ma quasi convinto che laddove accadesse, in questo caso, sarebbe un minus.

In fondo qualcosa di analogo mi è già capitato e forse il fattore fisico (seppur travolgente e meraviglioso) ha eretto come una barriera al prosieguo di un'intesa cerebrale e di cuore, che avvertivo come sublime e carica di sensazioni ed emozioni uniche.
 
O

Old Fa.

Guest
fedyfrago ha detto:
Non condivido con FA l'aspetto dell'amor platonico inteso come nascosto.
Ci vedo un non so che di narcisistico, di volersi ritagliare un mondo proprio di emozioni senza confrontarsi con l'oggetto del desiderio...
Hai ragione fedyfrago, ... è proprio così che lo intendo, ... e che mi piace.


fedyfrago ha detto:
...Un orgasmo della mente è meglio di un orgasmo fisico?
Non ci sono dubbi per me nella risposta: " SI " !, ... anzi, quello fisico e niente in rapporto a quello mentale.
 

Bruja

Utente di lunga data
orgasmo fisico o cerebrale

Non voglio parlarne troppo, è talmente individuale la questione, ma credo che essendo quello cerebrale piuttosto raro, sia indicativo che è di un livello poco praticato; non dico superiore, semplicemente non è parificabile perchè diversi sono i piani delle sensazioni coinvolte.
Una volta una persona mi ha fatto un paragone che reputo calzante, ha detto che l'orgasmo è come un volo: in quello fisico voli con un aereo da turismo personale e senti tutti i comandi mentre ti abbandoni alla gioia del potere di volare, mentre in quello cerebrale voli con un deltaplano e sei parte in gioco perchè sei tu che sei all'unisono con i venti e le correnti ascensionali, come se fossi un uccello in volo ........... due modi diversi e parimenti entusiasmanti che sono preferibili solo in base alla natura a cui ci sentiamo più versati.
Bruja
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
uhm

Sembrerà strano, visto il nick che mi son scelto e il taglio dato finora ai miei interventi.

Eppure, sto rivalutando questo aspetto "romantico" dell'amore, anche se mi dico che sembrano storie da quindicenni, che un uomo "maturo" che si relaziona con una donna "matura" non può certo sottovalutare o negare certe spontanee pulsioni.

Sublimare però queste pulsioni, sta rendendo bello e intrigante - più di una "conquista" - il rapporto con la persona che sto frequentando in questo periodo.

Qualcuno dirà che è perchè non me la da :O), ma garantisco che le occasioni ci sarebbero state ma senza bisogno di dirci nulla, anzi, scambiandoci un tenero sorriso d'intesa, abbiamo fatto finta di nulla e siam tornati agli sguardi, alle tenerezze innocenti, asessuate.

Mi sembra quasi disintossicante vivere un momento così.
Leggo che poco più di un anno fa apprezzavi quel che ora mi hai risposto che credi impossibile e frustrante ...
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top