Alla faccia della ripicca

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

ramarro

Utente
Eccomi fra voi a raccontare la mia storia. Cercherò di essere breve anche se, come accade a molti, mi premerebbe raccontare il tutto nel modo piu' dettagliato possibile.
Nel 2003 mi 'fidanzo' con una ragazza. Negli anni successivi mi è capitato di fare lo 'splendido' con donne sconosciute su internet, senza un motivo particolare e non mi voglio addentrare in questioni di psicologia spicciola. Nessun messsaggio 'scandaloso' e nessuna conclusione fisica, solo qualche mail dal tono 'baccagliatorio' e qualche altra decisamente meno. Lei, scoperto tutto si infuria e salta subito alle conclusioni, ritenendo che io abbia fatto sesso. Mi dice piu' volte di smettere, e io un po' smetto, a volte riprendo, poi vengo beccato nuovamente, e via cosi'. Tutto sembra, ad un certo punto, (verso il 2005/2006) appianarsi, quando con un grosso lavoro su di me, mi convinco che non solo il sesso puo' essere considerato tradimento, ma anche i messaggi possono essere quantomeno irrispettosi. Nel 2006 ci sposiamo, nel 2008 abbiamo una bimba.
Oggi, scopro che lei per ripicca mi tradi', facendo sesso per tre volte (dice) con un suo conoscente (che in seguito, sempre prima del matrimonio mi ha anche presentato e abbiamo frequentato per un breve periodo!). E scopro anche conversazioni internet con quella persona e con altre, decisamente colorite per non dire volgari. Contenenti solo pero', dice lei, riferimenti a quel tempo che fu, assolutamente niente relativo a dopo il matrimonio (queste conversazioni sono di fine 2009). E, dice, suscitate solo dalla sua esasperazione per un periodo di 'stanca' sessuale fra di noi, peraltro piuttosto lungo.
Adesso ammette l'errore di quel tempo, ammette che avrebbe dovuto dirmelo (probabilmente non l'avresi sposata). Dice altresi' di essere convinta che io avessi fatto sesso con quelle donne (ma non è cosi' e non ho motivo di mentire a voi!)). Dice di amarmi, il sesso in questi giorni e diventato, per carità, estremamente soddisfacente. Ma io sono combattuto, metà di me la ama, l'altra metà vorrebbe strangolarla e poi sopprimersi. Col fantasma di quel lui che aleggia sempre sopra il letto.
Che ne pensate?
Grazie a tutti e scusate l'italiano magari precario, ma ho scritto e pubblicato di getto.
 

Amoremio

Utente di lunga data
Eccomi fra voi a raccontare la mia storia. Cercherò di essere breve anche se, come accade a molti, mi premerebbe raccontare il tutto nel modo piu' dettagliato possibile.
Nel 2003 mi 'fidanzo' con una ragazza. Negli anni successivi mi è capitato di fare lo 'splendido' con donne sconosciute su internet, senza un motivo particolare e non mi voglio addentrare in questioni di psicologia spicciola. Nessun messsaggio 'scandaloso' e nessuna conclusione fisica, solo qualche mail dal tono 'baccagliatorio' e qualche altra decisamente meno. Lei, scoperto tutto si infuria e salta subito alle conclusioni, ritenendo che io abbia fatto sesso. Mi dice piu' volte di smettere, e io un po' smetto, a volte riprendo, poi vengo beccato nuovamente, e via cosi'. Tutto sembra, ad un certo punto, (verso il 2005/2006) appianarsi, quando con un grosso lavoro su di me, mi convinco che non solo il sesso puo' essere considerato tradimento, ma anche i messaggi possono essere quantomeno irrispettosi. Nel 2006 ci sposiamo, nel 2008 abbiamo una bimba.
Oggi, scopro che lei per ripicca mi tradi', facendo sesso per tre volte (dice) con un suo conoscente (che in seguito, sempre prima del matrimonio mi ha anche presentato e abbiamo frequentato per un breve periodo!). E scopro anche conversazioni internet con quella persona e con altre, decisamente colorite per non dire volgari. Contenenti solo pero', dice lei, riferimenti a quel tempo che fu, assolutamente niente relativo a dopo il matrimonio (queste conversazioni sono di fine 2009). E, dice, suscitate solo dalla sua esasperazione per un periodo di 'stanca' sessuale fra di noi, peraltro piuttosto lungo.
Adesso ammette l'errore di quel tempo, ammette che avrebbe dovuto dirmelo (probabilmente non l'avresi sposata). Dice altresi' di essere convinta che io avessi fatto sesso con quelle donne (ma non è cosi' e non ho motivo di mentire a voi!)). Dice di amarmi, il sesso in questi giorni e diventato, per carità, estremamente soddisfacente. Ma io sono combattuto, metà di me la ama, l'altra metà vorrebbe strangolarla e poi sopprimersi. Col fantasma di quel lui che aleggia sempre sopra il letto.
Che ne pensate?
Grazie a tutti e scusate l'italiano magari precario, ma ho scritto e pubblicato di getto.
benvenuto,
io penso che devi aspettare di vedere quale delle 2 metà prevale
 

Mari'

Utente di lunga data
Spuntano che funghi dopo la pioggia :rotfl:




ADMINNNNNNNNNNNNNN ma ci sei? ... chi li controlla gli IP? :rotfl::rotfl::D
 

Mari'

Utente di lunga data

ramarro

Utente
Posso richiedere una lecita spiegazione sulla questione del fake?
Mi sono registrato, ho postato un messaggio direi ultra-pertinente...ma che si deve fare per avere qualche risposta e/o magra consolazione ai propri pensieri?
Boh.
 

Mari'

Utente di lunga data

Mari'

Utente di lunga data

Mari'

Utente di lunga data

Mari'

Utente di lunga data

Papero

Utente di lunga data
Eccomi fra voi a raccontare la mia storia. Cercherò di essere breve anche se, come accade a molti, mi premerebbe raccontare il tutto nel modo piu' dettagliato possibile.
Nel 2003 mi 'fidanzo' con una ragazza. Negli anni successivi mi è capitato di fare lo 'splendido' con donne sconosciute su internet, senza un motivo particolare e non mi voglio addentrare in questioni di psicologia spicciola. Nessun messsaggio 'scandaloso' e nessuna conclusione fisica, solo qualche mail dal tono 'baccagliatorio' e qualche altra decisamente meno. Lei, scoperto tutto si infuria e salta subito alle conclusioni, ritenendo che io abbia fatto sesso. Mi dice piu' volte di smettere, e io un po' smetto, a volte riprendo, poi vengo beccato nuovamente, e via cosi'. Tutto sembra, ad un certo punto, (verso il 2005/2006) appianarsi, quando con un grosso lavoro su di me, mi convinco che non solo il sesso puo' essere considerato tradimento, ma anche i messaggi possono essere quantomeno irrispettosi. Nel 2006 ci sposiamo, nel 2008 abbiamo una bimba.
Oggi, scopro che lei per ripicca mi tradi', facendo sesso per tre volte (dice) con un suo conoscente (che in seguito, sempre prima del matrimonio mi ha anche presentato e abbiamo frequentato per un breve periodo!). E scopro anche conversazioni internet con quella persona e con altre, decisamente colorite per non dire volgari. Contenenti solo pero', dice lei, riferimenti a quel tempo che fu, assolutamente niente relativo a dopo il matrimonio (queste conversazioni sono di fine 2009). E, dice, suscitate solo dalla sua esasperazione per un periodo di 'stanca' sessuale fra di noi, peraltro piuttosto lungo.
Adesso ammette l'errore di quel tempo, ammette che avrebbe dovuto dirmelo (probabilmente non l'avresi sposata). Dice altresi' di essere convinta che io avessi fatto sesso con quelle donne (ma non è cosi' e non ho motivo di mentire a voi!)). Dice di amarmi, il sesso in questi giorni e diventato, per carità, estremamente soddisfacente. Ma io sono combattuto, metà di me la ama, l'altra metà vorrebbe strangolarla e poi sopprimersi. Col fantasma di quel lui che aleggia sempre sopra il letto.
Che ne pensate?
Grazie a tutti e scusate l'italiano magari precario, ma ho scritto e pubblicato di getto.
benvenuto ramarro!

tua moglie si è comportata veramente da cretina ma te cerca di controllare la tua metà schizoide! Con il tempo la ferita si risargirà anche se il segno rimarrà per sempre
 

Amoremio

Utente di lunga data
...
Oggi, scopro che lei per ripicca mi tradi', facendo sesso per tre volte (dice) con un suo conoscente (che in seguito, sempre prima del matrimonio mi ha anche presentato e abbiamo frequentato per un breve periodo!). E scopro anche conversazioni internet con quella persona e con altre, decisamente colorite per non dire volgari. Contenenti solo pero', dice lei, riferimenti a quel tempo che fu, assolutamente niente relativo a dopo il matrimonio (queste conversazioni sono di fine 2009). E, dice, suscitate solo dalla sua esasperazione per un periodo di 'stanca' sessuale fra di noi, peraltro piuttosto lungo.
Adesso ammette l'errore di quel tempo, ammette che avrebbe dovuto dirmelo (probabilmente non l'avresi sposata). Dice altresi' di essere convinta che io avessi fatto sesso con quelle donne (ma non è cosi' e non ho motivo di mentire a voi!)). Dice di amarmi, il sesso in questi giorni e diventato, per carità, estremamente soddisfacente. Ma io sono combattuto, metà di me la ama, l'altra metà vorrebbe strangolarla e poi sopprimersi. Col fantasma di quel lui che aleggia sempre sopra il letto.
Che ne pensate?
Grazie a tutti e scusate l'italiano magari precario, ma ho scritto e pubblicato di getto.

a parte quel che ti ho già detto (relativo al fatto che sia prioritario capire cosa vuoi fare TU, perchè per il recupero della vostra storia serviranno tutte le tue forze)

come l'hai scoperto?
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top