Al bar del quartiere

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Al bar del quartiere stazionano spesso sfaccendati o disoccupati che fanno passare il tempo discutendo di vari argomenti e talvolta degenerando in discussioni in cui si accalorano sul nulla o rivangando le discussioni dei giorni precedenti. Non ho mai pensato di fermarmi a partecipare alle loro discussioni, neppure (o tanto meno) quando sentivo qualcosa che mi faceva pensare che degli argomenti facessi parte io. Finché gli sfaccendati non passano alla violenza fisica, li ignoro senza offendermi neppure dei loro complimenti insultanti e poi dei loro insulti (conseguenza dell'aver ignorato i "complimenti") non attribuendo alcuna competenza e autorevolezza a chi li dice.
Anche all'epoca delle medie esistevano ragazzine che trovavano stima di sè solo dall'apprezzamento del ragazzotto considerato il belloccio del quartiere e facevano gruppo sparlando delle altre facendo girare, a secondo del momento, voci sull'apparente pubblico perbenismo e le private depravazioni delle altre fuori dal giro: ma chi se n'è mai preoccupata?
Gli uni restavano nel loro bar e le altre sul loro muretto.
Ovviamente ognuno è libero di considerare me seduta su un altro muretto.
 

Old SarahM.

Utente di lunga data
Al bar del quartiere stazionano spesso sfaccendati o disoccupati che fanno passare il tempo discutendo di vari argomenti e talvolta degenerando in discussioni in cui si accalorano sul nulla o rivangando le discussioni dei giorni precedenti. Non ho mai pensato di fermarmi a partecipare alle loro discussioni, neppure (o tanto meno) quando sentivo qualcosa che mi faceva pensare che degli argomenti facessi parte io. Finché gli sfaccendati non passano alla violenza fisica, li ignoro senza offendermi neppure dei loro complimenti insultanti e poi dei loro insulti (conseguenza dell'aver ignorato i "complimenti") non attribuendo alcuna competenza e autorevolezza a chi li dice.
Anche all'epoca delle medie esistevano ragazzine che trovavano stima di sè solo dall'apprezzamento del ragazzotto considerato il belloccio del quartiere e facevano gruppo sparlando delle altre facendo girare, a secondo del momento, voci sull'apparente pubblico perbenismo e delle private depravazioni delle altre fuori dal giro: ma chi se n'è mai preoccupata?
Gli uni restavano nel loro bar e le altre sul loro muretto.
Ovviamente ognuno è libero di considerare me seduta su un altro muretto.
anche io sono seduta su un altro muretto, ma tu dici che basta questo? che è solo questo?
 

dererumnatura

Utente di lunga data
Al bar del quartiere stazionano spesso sfaccendati o disoccupati che fanno passare il tempo discutendo di vari argomenti e talvolta degenerando in discussioni in cui si accalorano sul nulla o rivangando le discussioni dei giorni precedenti. Non ho mai pensato di fermarmi a partecipare alle loro discussioni, neppure (o tanto meno) quando sentivo qualcosa che mi faceva pensare che degli argomenti facessi parte io. Finché gli sfaccendati non passano alla violenza fisica, li ignoro senza offendermi neppure dei loro complimenti insultanti e poi dei loro insulti (conseguenza dell'aver ignorato i "complimenti") non attribuendo alcuna competenza e autorevolezza a chi li dice.
Anche all'epoca delle medie esistevano ragazzine che trovavano stima di sè solo dall'apprezzamento del ragazzotto considerato il belloccio del quartiere e facevano gruppo sparlando delle altre facendo girare, a secondo del momento, voci sull'apparente pubblico perbenismo e delle private depravazioni delle altre fuori dal giro: ma chi se n'è mai preoccupata?
Gli uni restavano nel loro bar e le altre sul loro muretto.
Ovviamente ognuno è libero di considerare me seduta su un altro muretto.

Il tuo atteggiamento vale fino a quando questi sfaccendati non urlano così tanto da disturbare la tua quiete, non si avvicinano così tanto da occupare i tuoi spazi, da calpestarti i piedi, da spintonarti così tanto che tu quasi non hai più spazio per vivere serenamente come prima....
allora forse cominci a chiamare la polizia.....che dovrebbe intervenire..
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Il tuo atteggiamento vale fino a quando questi sfaccendati non urlano così tanto da disturbare la tua quiete, non si avvicinano così tanto da occupare i tuoi spazi, da calpestarti i piedi, da spintonarti così tanto che tu quasi non hai più spazio per vivere serenamente come prima....
allora forse cominci a chiamare la polizia.....che dovrebbe intervenire..
Io credo che se eviti il bar e il muretto ti accorgi che il quartiere è grande.
Certo qualche volta si muovono dal bar e dal muretto ma la maggior parte del tempo lo passano lì.
Sì ogni tanto la polizia o la pulizia dovrebbe passare...
 

dererumnatura

Utente di lunga data
Io credo che se eviti il bar e il muretto ti accorgi che il quartiere è grande.
Certo qualche volta si muovono dal bar e dal muretto ma la maggior parte del tempo lo passano lì.
Sì ogni tanto la polizia o la pulizia dovrebbe passare...

eccome se deve passare.....in questo momento è completamente cieca....incapace di prendere posizione....è allo sbaraglio...come si dice...non ci difende per niente...
che non gliene freghi un tubo?
 

MK

Utente di lunga data
Anche all'epoca delle medie esistevano ragazzine che trovavano stima di sè solo dall'apprezzamento del ragazzotto considerato il belloccio del quartiere e facevano gruppo sparlando delle altre facendo girare, a secondo del momento, voci sull'apparente pubblico perbenismo e le private depravazioni delle altre fuori dal giro: ma chi se n'è mai preoccupata?
Gli uni restavano nel loro bar e le altre sul loro muretto.
Ovviamente ognuno è libero di considerare me seduta su un altro muretto.
bello P/R...
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Io

eccome se deve passare.....in questo momento è completamente cieca....incapace di prendere posizione....è allo sbaraglio...come si dice...non ci difende per niente...
che non gliene freghi un tubo?
Io non mi sento minacciata dalle "facce truci" o da chi parla, sparla o flirta.
Non bisogna confondere la percezione dell'insicurezza con la reale minaccia.
Sono più che infastidita annoiata da certi thread, ma restano molti luoghi in cui parlare e confrontarsi con rispetto.
Mi dispiace per i nuovi del quartiere se entrano nel bar malfamato.
 

dererumnatura

Utente di lunga data
Io non mi sento minacciata dalle "facce truci" o da chi parla, sparla o flirta.
Non bisogna confondere la percezione dell'insicurezza con la reale minaccia.
Sono più che infastidita annoiata da certi thread, ma restano molti luoghi in cui parlare e confrontarsi con rispetto.
Mi dispiace per i nuovi del quartiere se entrano nel bar malfamato.

non è questione di sentirsi minacciati
Se scelgo di entrare in un giardino pubblico perchè mi sembra pulito e sicuro vorrei che così rimanesse...
se cominci ad essere frequentato da drogati comincio a farlo notare...se continua a rimanere così la gente comincia ad andarsene...
scelta di chi non interviene.....evidentemente tiene più ai drogati che alla gente che c'era prima.

ciao
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
non è questione di sentirsi minacciati
Se scelgo di entrare in un giardino pubblico perchè mi sembra pulito e sicuro vorrei che così rimanesse...
se cominci ad essere frequentato da drogati comincio a farlo notare...se continua a rimanere così la gente comincia ad andarsene...
scelta di chi non interviene.....evidentemente tiene più ai drogati che alla gente che c'era prima.

ciao
Credo che i drogati abbiano gravi problemi.
Credo che chi si raggomitola in scontri autoreferenziali qualche problema lo abbia e forse perfino più grave dei miei (che già non sono messa benissimo
) .
Il problema è se il bar o il giardinetto diventano affollati di chi con le torce vuol "far pulizia".
Il quartiere limita i problemi aumentando le iniziative di incontro positive, costruttive e serene non con le spedizioni punitive contro i disturbatori.
 
Ultima modifica:

La Lupa

Utente di lunga data
Vedi Persichè... credo che tu sappia che mi piaci un sacco e ti sento affine, nonostante siamo molto diverse, e spesso sono d'accordo coi tuoi pensieri.

Però a volte ho l'impressione che tu veda solo un lato di certe cose.

Ti faccio l'esempio:

Nel mio bar di quartiere, invece, si sono un sacco di ragazzi (magari un pò cresciuti) che si incontrano lì, finito di lavorare, per bersi una cosa prima di tornare a casa dai figli, le fidanzate, i mariti, le mamme.
Hanno lavorato tutto il giorno. C'è il chirurgo plastico di fama e il benzinaio della piazza a fianco. C'è la Lupa con gli occhi gonfi da una giornata di pc e smadonnamenti (lavoro eh, mica forum), c'è Napo (idem come me però di più), c'è Tizio... che invece lui c'ha una storia un pò pesante alle spalle, c'è Caia che sta finendo l'università e lavora come cameriera... ci sono le pivelle sedute sullo stesso tuo muretto che guardano i ragazzini e ammiccano... e i ragazzini, intorno alle moto e alle macchine che parlano di pallone e non se le filano nemmeno.
E lì si parla di lavoro, di problemi sociali, di multe, di rossetti e di bambini, di calcio, di politica e delle nostre rispettive vite.

Più o meno come si faceva qua.

Nel mio baretto di quartiere... nessuno permette che il baretto diventi come quello che hai descritto tu.
Soprattutto il proprietario.
 

@lex

Escluso
due chiare medie al 4!

ma come vi/ci/ti/si/mi prende/te/iamo/o/i/e sul serio......in ordine sparso.....
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
Vedi Persichè... credo che tu sappia che mi piaci un sacco e ti sento affine, nonostante siamo molto diverse, e spesso sono d'accordo coi tuoi pensieri.

Però a volte ho l'impressione che tu veda solo un lato di certe cose.

Ti faccio l'esempio:

Nel mio bar di quartiere, invece, si sono un sacco di ragazzi (magari un pò cresciuti) che si incontrano lì, finito di lavorare, per bersi una cosa prima di tornare a casa dai figli, le fidanzate, i mariti, le mamme.
Hanno lavorato tutto il giorno. C'è il chirurgo plastico di fama e il benzinaio della piazza a fianco. C'è la Lupa con gli occhi gonfi da una giornata di pc e smadonnamenti (lavoro eh, mica forum), c'è Napo (idem come me però di più), c'è Tizio... che invece lui c'ha una storia un pò pesante alle spalle, c'è Caia che sta finendo l'università e lavora come cameriera... ci sono le pivelle sedute sullo stesso tuo muretto che guardano i ragazzini e ammiccano... e i ragazzini, intorno alle moto e alle macchine che parlano di pallone e non se le filano nemmeno.
E lì si parla di lavoro, di problemi sociali, di multe, di rossetti e di bambini, di calcio, di politica e delle nostre rispettive vite.

Più o meno come si faceva qua.

Nel mio baretto di quartiere... nessuno permette che il baretto diventi come quello che hai descritto tu.
Soprattutto il proprietario.
Io pensavo proprio alla mia esperienza reale nel paese dove lavoro: c'è il bar degli scemi (fama immeritata: è chiamato così perché parecchi anni fa era di una famiglia Discemi), c'è quello frequentato dal mio ex alunno che era già violento e difficilmente contenibile a 7 anni e ha fatto scelte negative e ci sono graziosi bar con i tavolini dove si beve il caffé e si chiacchiera tranquillamente.
Il proprietario del caffé non vende birra, soprattutto in bottiglia, e chiede la consumazione all'interno del locale e la presenza di pacate conversazioni non dà soddisfazione a chi provoca e, nel caso, se ne torna al "suo" bar o cambia paese.
Però ogni tanto la polizia si porta via le "legere"
Gli "amici" del mio ex alunno si spostano raramente e li si lascia smadonnare tra loro.
Anche qui i post "inquinati" sono pochi, se non si risponde alle provocazioni.
 

La Lupa

Utente di lunga data
Io pensavo proprio alla mia esperienza reale nel paese dove lavoro: c'è il bar degli scemi (fama immeritata: è chiamato così perché parecchi anni fa era di una famiglia Discemi), c'è quello frequentato dal mio ex alunno che era già violento e difficilmente contenibile a 7 anni e ha fatto scelte negative e ci sono graziosi bar con i tavolini dove si beve il caffé e si chiacchiera tranquillamente.
Il proprietario del caffé non vende birra, soprattutto in bottiglia, e chiede la consumazione all'interno del locale e la presenza di pacate conversazioni non dà soddisfazione a chi provoca e, nel caso, se ne torna al "suo" bar o cambia paese.
Però ogni tanto la polizia si porta via le "legere"
Gli "amici" del mio ex alunno si spostano raramente e li si lascia smadonnare tra loro.
Anche qui i post "inquinati" sono pochi, se non si risponde alle provocazioni.
Un bacione Persichè!
 

Old lancillotto

Utente di lunga data
Per poter allontanare dal bar le persone malgradite il processo è sempre lungo e faticoso.

Nella vita reale puoi rivolgerti alle forze dell'ordine, ma siete sicuri di non incorrere poi in ritorsioni??

Se vuoi adottare le maniere morbide bisogna imparare a fare crocchio a pare, intervenire e rispondere con educazione solo quando ci si rivolge a noi con medesima educazione, mentre ignorare ogni provocazione, anche se abbiamo sulla punta della .... dite ..... la risposta. Abbiamo tutto il tempo di riflettere e metterci in un piano superiore tutti quanti, tutti quelli che sono d'accordo sullo scrivere e confrontarsi a toni pacati.

I provocatori credono di essere più importanti degli altri, ma togliendogli l'importanza di una sola risposta, tranquilli che si stancano, non avranno null'altro da dire............

Su quale muretto siete????
 

Old SarahM.

Utente di lunga data
Per poter allontanare dal bar le persone malgradite il processo è sempre lungo e faticoso.

Nella vita reale puoi rivolgerti alle forze dell'ordine, ma siete sicuri di non incorrere poi in ritorsioni??

Se vuoi adottare le maniere morbide bisogna imparare a fare crocchio a pare, intervenire e rispondere con educazione solo quando ci si rivolge a noi con medesima educazione, mentre ignorare ogni provocazione, anche se abbiamo sulla punta della .... dite ..... la risposta. Abbiamo tutto il tempo di riflettere e metterci in un piano superiore tutti quanti, tutti quelli che sono d'accordo sullo scrivere e confrontarsi a toni pacati.

I provocatori credono di essere più importanti degli altri, ma togliendogli l'importanza di una sola risposta, tranquilli che si stancano, non avranno null'altro da dire............

Su quale muretto siete????
beh lancillotto, anche per i nuovi non è difficile individuare ilmuretto su cui sedersi: è quello dove non c'è nessuno che sporchi (anche se poi lava, o fa finta di lavare).
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top