A chi sta bene e a chi sta male

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
O

Old Ari

Guest
Ciao a tutti,
scrivo oggi un nuovo post perchè mi sembra di impazzire. Insomma o scrivo qui o scrivo a lui (e non mi sembra il caso), quindi sfogo le miei piccole ditina sulla tastiera....
A chi sta bene e a chi sta male auguro buon giorno.
Ditemi che sono stata bravissima, non ho più parlato di lui in queste...ehm vediamo...in questa ultima settimana. Però sono stata brava. E' la settimana più dura e ho represso tutto con uno schiacciasassi.
Ebbene, il risultato voluto e sperato era quello di non chiamarlo e così è stato. Magra conoslazione però, percè sono uno straccio, sono uscita da questa prima tranche di feste come una donna distrutta.
Ho pianto più in questi giorni che nell'ultimo mese, un continuo.
Ebbene si. Ragazzi sto proprio male. Ieri sera sono uscita con dei colleghi che parlavano di lui, a voglia a sviare il discorso, era terribile, niente, non ci riuscivo e ogni parola riferiata a quanto fosse bravo sul lavoromi uccideva.
Inoltre mi guardo allo specchio e ammetto miseramente che ho scoperto quanto sia più bella la vita quando sei felice.
Ora ho un bel surrogato. Certo, a volte rido e sorrido....ma era VITA quando ero felice.
Non ve lo scrivo perchè poi mi cazziate, ....però due paroline si....chissà se anche lui si accorge della differenza della vita rispetto a prima.... Le ho scritte velocissima così magari non ve ne accorgete


Comunque sto davvero male, mi sarei aspettata un sms a Natae, così giusto per sapere che non sono uscita dal suo cuore...ma non è arrivato. E come mi ha detto Calipso, non sarebbe cambiato niente con o senza sms.

Un triste bacio
 
O

Old fay

Guest
Gli sms a Natale si mandano a tutti con grande facilità. Meglio un non sms, ha più senso. Vai avanti, è la sola cosa che puoi fare. Ti abbraccio.
 
O

Old Fa.

Guest
Ciao Ari, … non c’è dubbio che scrivere qui si ha sicuramente l’impossibilità di fare errori con il tuo bello.

Non sono molto propenso nello sforzo che fai a non scrivergli, … per un paio di ragioni:

- E’ un sforzo che richiede troppo impegno e pensi a lui continuamente.

- Quando scriverai (e lo farai prima o dopo), rischi di dire delle castronerie; sia chiaro che queste ultime le giudico buone per quanto folli possano essere.

Insomma, non porta alcun beneficio trattenersi come fai, anzi, … ci vedo molte penali.


E’ mia opinione smettere di contare i giorni, ed iniziare a mandargli una valanga di e-mail con scritto tutto quello che vuoi dirgli. Non è sicuro che sia una buona cosa, … ma è sicuro che ti farà bene.
 
O

Old Ari

Guest
Ciao Ari, … non c’è dubbio che scrivere qui si ha sicuramente l’impossibilità di fare errori con il tuo bello.

Non sono molto propenso nello sforzo che fai a non scrivergli, … per un paio di ragioni:

- E’ un sforzo che richiede troppo impegno e pensi a lui continuamente.

- Quando scriverai (e lo farai prima o dopo), rischi di dire delle castronerie; sia chiaro che queste ultime le giudico buone per quanto folli possano essere.

Insomma, non porta alcun beneficio trattenersi come fai, anzi, … ci vedo molte penali.


E’ mia opinione smettere di contare i giorni, ed iniziare a mandargli una valanga di e-mail con scritto tutto quello che vuoi dirgli. Non è sicuro che sia una buona cosa, … ma è sicuro che ti farà bene.
Hai ragione....se fosse così, se avessi almeno un conato di vomito verso di lui.
Ma non è così, non gli scriverei cattiverie ma tanto, tanto amore....

Eh, quindi è meglio non scrivere....
Si, eh già, andare avanti è la sola cosa che posso fare.
Infatti, dai, ditemi che sono superbravissima.
Mi sfogo un pò oggi, perchè sto tanto male.
 
O

Old Clessidra1

Guest
Ciao a tutti,
scrivo oggi un nuovo post perchè mi sembra di impazzire. Insomma o scrivo qui o scrivo a lui (e non mi sembra il caso), quindi sfogo le miei piccole ditina sulla tastiera....
A chi sta bene e a chi sta male auguro buon giorno.
Ditemi che sono stata bravissima, non ho più parlato di lui in queste...ehm vediamo...in questa ultima settimana. Però sono stata brava. E' la settimana più dura e ho represso tutto con uno schiacciasassi.
Ebbene, il risultato voluto e sperato era quello di non chiamarlo e così è stato. Magra conoslazione però, percè sono uno straccio, sono uscita da questa prima tranche di feste come una donna distrutta.
Ho pianto più in questi giorni che nell'ultimo mese, un continuo.
Ebbene si. Ragazzi sto proprio male. Ieri sera sono uscita con dei colleghi che parlavano di lui, a voglia a sviare il discorso, era terribile, niente, non ci riuscivo e ogni parola riferiata a quanto fosse bravo sul lavoromi uccideva.
Inoltre mi guardo allo specchio e ammetto miseramente che ho scoperto quanto sia più bella la vita quando sei felice.
Ora ho un bel surrogato. Certo, a volte rido e sorrido....ma era VITA quando ero felice.
Non ve lo scrivo perchè poi mi cazziate, ....però due paroline si....chissà se anche lui si accorge della differenza della vita rispetto a prima.... Le ho scritte velocissima così magari non ve ne accorgete


Comunque sto davvero male, mi sarei aspettata un sms a Natae, così giusto per sapere che non sono uscita dal suo cuore...ma non è arrivato. E come mi ha detto Calipso, non sarebbe cambiato niente con o senza sms.

Un triste bacio
Cara Ari, come ti capisco...avrei potuto scriverla io la stessa email...sto vivendo le stesse identiche situazioni...avrei una pazza voglia di scrivergli e infatti per evitarlo...scrivo anche io qui...Non so perchè ma sto soffrendo più in questi giorni che nei giorni dopo che ci siamo detti addio...sento dentro di me un forte dolore che non riesco a reprimere e non ho voglia di fare nulla, di uscire, di vedere gente...Sarà ma quando c'era lui nella mia vita anche a metà riuscivo ad uscire con gli altri e a divertirmi di più...Auguro a tutte due che il Nuovo Anno possa essere bellissimo e soprattutto il Vecchio si porti via questa sofferenza. AUGURI
 
O

Old Ari

Guest
Cara Ari, come ti capisco...avrei potuto scriverla io la stessa email...sto vivendo le stesse identiche situazioni...avrei una pazza voglia di scrivergli e infatti per evitarlo...scrivo anche io qui...Non so perchè ma sto soffrendo più in questi giorni che nei giorni dopo che ci siamo detti addio...sento dentro di me un forte dolore che non riesco a reprimere e non ho voglia di fare nulla, di uscire, di vedere gente...Sarà ma quando c'era lui nella mia vita anche a metà riuscivo ad uscire con gli altri e a divertirmi di più...Auguro a tutte due che il Nuovo Anno possa essere bellissimo e soprattutto il Vecchio si porti via questa sofferenza. AUGURI
La speranza che il nuovo anno sia come un cancello che viene chiuso è un'illusione a cui mi piace credere.
Purtroppo non sarà così lo so. Ma la speranza c'è.
E' che santo cielo, il mio dolore si è modificato parecchio è vero...all'inizio era quello disperato, che ti faceva venire la nausea, i crampi allo stomaco, era la disperazione....per fortuna è finito e sono tornata a respirare.... come se prima fossi sott'acqua e ora sono col nasino fuori....
Certo respiro, è la mia vita di prima, respiravo ma non sapevo come si stesse all'asciutto su un bellissimo isolotto a prendere il sole...
Ora, come dicevo quel dolore disperato è passato e ha lasciato il posto a uno diverso, ma se vogliamo più profondo, che scende nelle viscere, ne senti l'immensità, è forse quello che non può essere curato, è quello che aleggia nelle tue giornate, circonda le tue azioni e i tuoi pensieri....
Come la febbre, prima era un febbrone da cavallo che poteva farti morire, ora è quella febbriciattola che è meno distruttiva ma che c'è sempre...
Questo a mio parere è il più brutto....
Caspita come ero felice con lui, come tutto sapeva di buono, come i colori erano splendenti....
Era bello prima, ora è normale.
 
O

Old Fa.

Guest
Hai ragione....se fosse così, se avessi almeno un conato di vomito verso di lui.
Ma non è così, non gli scriverei cattiverie ma tanto, tanto amore....

Eh, quindi è meglio non scrivere....
Si, eh già, andare avanti è la sola cosa che posso fare.
Infatti, dai, ditemi che sono superbravissima.
Mi sfogo un pò oggi, perchè sto tanto male.
Non intendevo cattiverie, ... intendo che nel delirio ci può essere tutto quello che in un momento più pacato non si direbbe. Insomma tutto, amore, gioia, dolori ... e ancora meglio, incazzature furibonde.

Anche se di solito non mi controllo mai in niente, la cosa che mi viene da pensare a mente lucida (quando ci arrivo
), ... è valutare che cosa ho da perdere nel desiderare di fare quello che voglio. Se ho poco da perdere, ... lo faccio e basta, senza spaccarmi la testa nel volermi trattenere.

Mi procuro una giustificazione se vedo che spappolato le mie aspettative: Ho solo fatto quello che mi sentivo di fare (niente di più facile e semplice), ... se torno indietro, ... faccio uguale. Un modo per auto-assolversi da tutto. In questo modo esiste qualcosa che vale più del giusto o sbagliato: una propria coerenza personale
 
O

Old Clessidra1

Guest
La speranza che il nuovo anno sia come un cancello che viene chiuso è un'illusione a cui mi piace credere.
Purtroppo non sarà così lo so. Ma la speranza c'è.
E' che santo cielo, il mio dolore si è modificato parecchio è vero...all'inizio era quello disperato, che ti faceva venire la nausea, i crampi allo stomaco, era la disperazione....per fortuna è finito e sono tornata a respirare.... come se prima fossi sott'acqua e ora sono col nasino fuori....
Certo respiro, è la mia vita di prima, respiravo ma non sapevo come si stesse all'asciutto su un bellissimo isolotto a prendere il sole...
Ora, come dicevo quel dolore disperato è passato e ha lasciato il posto a uno diverso, ma se vogliamo più profondo, che scende nelle viscere, ne senti l'immensità, è forse quello che non può essere curato, è quello che aleggia nelle tue giornate, circonda le tue azioni e i tuoi pensieri....
Come la febbre, prima era un febbrone da cavallo che poteva farti morire, ora è quella febbriciattola che è meno distruttiva ma che c'è sempre...
Questo a mio parere è il più brutto....
Caspita come ero felice con lui, come tutto sapeva di buono, come i colori erano splendenti....
Era bello prima, ora è normale.
Brava! ottima descrizione...anche io provo un dolore esattamente come il tuo...ormai sono passate le lacrime e il dolore vivo dei primi giorni come di una ferita aperta...adesso ce ne è uno meno vivo, ma più profondo, intenso...che invade la giornata...lo senti al mattino appena sveglia, nei sogni notturni...non riesci ad addormentarti e invade le tue giornate. Accanto a questo c'è l'illusione che anche lui possa sentirlo...che anche a lui possano mancare le vostre risate, la tua voce, i tuoi occhi, la tua pelle, le tue labbra...e il fatto di non poter sapere se è effettivamente così fa male...Dio quanto vorrei ritornare indietro nel tempo anche solo per un attimo...stae con lui mi faceva sentire completa, felice...non avevo paura di nulla...è come se davvero mi avessero tolto una parte di me...me l'avessero portata via...Cara Ari, quanto fa male!
 

Verena67

Utente di lunga data
Ciao a tutti,
scrivo oggi un nuovo post perchè mi sembra di impazzire. Insomma o scrivo qui o scrivo a lui (e non mi sembra il caso), quindi sfogo le miei piccole ditina sulla tastiera....
A chi sta bene e a chi sta male auguro buon giorno.
Ditemi che sono stata bravissima, non ho più parlato di lui in queste...ehm vediamo...in questa ultima settimana. Però sono stata brava. E' la settimana più dura e ho represso tutto con uno schiacciasassi.
Ebbene, il risultato voluto e sperato era quello di non chiamarlo e così è stato. Magra conoslazione però, percè sono uno straccio, sono uscita da questa prima tranche di feste come una donna distrutta.
Ho pianto più in questi giorni che nell'ultimo mese, un continuo.
Ebbene si. Ragazzi sto proprio male. Ieri sera sono uscita con dei colleghi che parlavano di lui, a voglia a sviare il discorso, era terribile, niente, non ci riuscivo e ogni parola riferiata a quanto fosse bravo sul lavoromi uccideva.
Inoltre mi guardo allo specchio e ammetto miseramente che ho scoperto quanto sia più bella la vita quando sei felice.
Ora ho un bel surrogato. Certo, a volte rido e sorrido....ma era VITA quando ero felice.
Non ve lo scrivo perchè poi mi cazziate, ....però due paroline si....chissà se anche lui si accorge della differenza della vita rispetto a prima.... Le ho scritte velocissima così magari non ve ne accorgete


Comunque sto davvero male, mi sarei aspettata un sms a Natae, così giusto per sapere che non sono uscita dal suo cuore...ma non è arrivato. E come mi ha detto Calipso, non sarebbe cambiato niente con o senza sms.

Un triste bacio

tesoro, premesso che io l'sms a Natale l'ho avuto e non è cambiata una beata fava
, non voglio minimamente sminuire il tuo dolore. Anzi.
A parte l'ovvio consiglio di non frequentare i colleghi se parlano di lui, né altri luoghi o persone che te lo ricordano, so che quando si sta male "Il mal di pancia ce l'hai te" (come canta Vasco), però vedila da questo punto di vista: abbracciare il proprio dolore è l'unico vero modo per superarlo. Non è passato molto tempo, ci va un sacco, lo so, e fa un male cane, so anche questo. Ma dirsi "Ok sto di cacca, passerà" è l'unica. Non vedo nessunissima alternativa. Far finta di niente non serve. Rinnegare l'amore e il dolore, nemmeno. Basta aspettare che passi. Ci metterà piu' di un mal di testa, ma passerà.

Un grosso bacio e un abbraccio!!!!
 

Bruja

Utente di lunga data
Ari

Fare una riflessione piccola piccola sul fatto che la cosa è ancora fresca non pensi ti aiuterebbe? E' normale che la fase del grande dolore passando lasci quella dell'amarezza che, alla fine, è molto più razionale.
E' giusto suggerirti di evitare chiacchiere o incontri se non per puro incrocio, con chi potrebbe riaccendere le tue pene.
Amica mia certo che è bravo sul labvoro, non ha mica problemi lui, è al meglio, si toglie i capriccetti e se ne impippa dei problemi altrui.................sai che meriti!!!
E adesso ti darò la mazzata che forse non ti aspetti, ma ritengo sia indispensabile: NO lui non si accorge di nulla perchè a lui, le cose che ritiene contino nella SUA vita, NON sono cambiate. Prima te ne convinci e prima metti lo spirito tranquillo. Tu sei la persona sbagliata (perchè corretta nei termini) capitatagli nel momento giusto per lui. Ora è passato ed ha altri orizzonti.
Una sola cosa aspettati, che lui tema il tuo imbarazzo e la tua presenza che potrebbe diventare fastidiosa.
Se ne avesse il potere, credimi, ti avrebbe fatta trasferire in altra sede!
Non voglio dire nulla sul suo cuore..............ma sei uscita dalla sua vita, convincitene!!! E per uno come lui il cuore temo sia un muscolo, che diventa CUORE quando gli torna a fagiolo!
Auguri come se te li avesse mandati con un sms tutto il forum.
Sono stata dura, ma non immagini quanto affetto ci sia in questa durezza.
Bruja

p.s. Tutti gli stronzi brillanti vengono osannati dai colleghi di lavoro in pubblico............ è la migliore strategia per pararsi il c... , un alleato può sempre servire; cosa poi pensino veramente, come diceva Totò, "si lasci servire......", lo sanno solo loro nel loro intimo.
 

Old lancillotto

Utente di lunga data
Cara Ari

come dice Bruja lui non ha sentito la necessità di augurarti Buon Natale perchè era felice nella sua situazione, lui non ti vede e non ti sente, e non ha nemmeno quella sensibilità di comprendere il tuo dolore.

Dal mio punto di vista è meglio così, più la cosa è dolorosa, è più il nostro organismo reagisce in fretta per porvi rimedio, so che queste parole non sono di conforto, ma vorrei solo comunicarti che superata la soglia, poi vedrai tutto più serenamente. Continua ad ignorarlo e scrivi qui tutto quello che ti va di dire, lui non merita i tuoi pensieri
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
non capisco..

cosa cambierebbe se "lui" (qualunque sia) soffrisse...pensasse...sentisse...
cosa cambierebbe del vuoto che sentite?
Pensare che sta male anche lui che consolazione sarebbe? Non sarebbe più consolatorio pensare che ha scelto quel che lo fa stare bene? Ma che amore è se ti auguri che stia male?

So che lo vedresti come una "prova" di essere stata importante ..ma che ti importa? Lui è stato importante per te e quel che avete vissuto...cosa sente lui ora non cambia il passato!
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Comunque sto davvero male, mi sarei aspettata un sms a Natae, così giusto per sapere che non sono uscita dal suo cuore...ma non è arrivato. E come mi ha detto Calipso, non sarebbe cambiato niente con o senza sms.

Come ha detto Fay, una assenza è molto piu' significativa di una presenza fatta anche di parole ipocrite.
 
O

Old Clessidra1

Guest
cosa cambierebbe se "lui" (qualunque sia) soffrisse...pensasse...sentisse...
cosa cambierebbe del vuoto che sentite?
Pensare che sta male anche lui che consolazione sarebbe? Non sarebbe più consolatorio pensare che ha scelto quel che lo fa stare bene? Ma che amore è se ti auguri che stia male?

So che lo vedresti come una "prova" di essere stata importante ..ma che ti importa? Lui è stato importante per te e quel che avete vissuto...cosa sente lui ora non cambia il passato!
Io capisco cosa vuole dire Ari...sapere che in un certo qual modo anche lui soffrisse...pensasse...sentisse...è importante al fine di non sentirsi completamente inutili...Mi spiego meglio: probabilmente Ari, come me, ha investito molte energie in quel rapporto e ha dato tanto...sapere che cmq tutto questo donare (nonostante non sia andato a buon fine perchè è difficile guidare il mondo dei sentimenti) sia stato apprezzato dall'altra parte e sia servito a qualcosa... è una piccola gratificazione personale...un punto in più per l'autostima...un qualcosa in più che ti serve per rialzarti meglio...Va bene non si è innamorato di me però mi apprezza come persona, gli manco come persona e non come semplice oggetto orizzontale!....So bene che però questo apprezzare deve essere sincero!!!non un modo per dirti: mi fai pena...
 

Persa/Ritrovata

Utente di lunga data
nel momento..

(mi spiace citare De Carlo che ha protagoniste ehm ..emerite tr...), ma le cose sono quelle che sono nel momento in cui le vivi e è vero quel che senti in quel momento...
Se è stato bello è stato bello ed era vero..poi è finita ..per molteplici e diversificati motivi rispetto ad ogni storia...cosa cambia se è finita la storia con un uomo libero o con uno occupato? Comunque è finita..ma c'è stata. Perché pensare sempre questi uomini doppi ..perfidi...crudeli..ingannatori? A parte che il più delle volte sinceramente esordiscono chiarendo che sarà una cosa limitata e che non intendono lasciare la compagna, ma anche nel corso della storia dicono quel che sentono nel momento e mentre lo dicono ci credono..almeno un po'.
Sono narcisisti...immaturi..egocentrici..ma non spesso perfidi (qualche volta sì..ma più con la moglie a casa/in gravidanza/con bimbi piccoli/fiduciosa che con l'amante che sa sin dal principio in che sistazione si trova)..semplicemente hanno vissuto quello che le donne in questione gli hanno permesso di vivere.
E poi non capisco cosa significa "dare" in un rapporto?
Si dà quel che viene spontaneo dare e si riceve nella misura in cui si accoglie..è una cosa reciproca nel momento ..mica si possono fare bilanci dopo..
Il più delle volte il dare è misurato in base a quel che si prova ..ma non è certo misurabile..
E poi dà di più una persona libera che si adatta al tempo libero di quella occupata o quella occupata che ruba tempo attenzioni ai propri impegni?



Parlo proprio da tradita..ci mancherebbe che dopo aver messo in pericolo o distrutto un matrimonio un amante pensasse di non aver "avuto" abbastanza!
 

Bruja

Utente di lunga data
P/R

Insomma un po' di sana contabilità dovrai pure farla anche tu, non credi?

Bruja
 
O

Old Vulvia

Guest
Perché pensare sempre questi uomini doppi ..perfidi...crudeli..ingannatori? A parte che il più delle volte sinceramente esordiscono chiarendo che sarà una cosa limitata e che non intendono lasciare la compagna, ma anche nel corso della storia dicono quel che sentono nel momento e mentre lo dicono ci credono..almeno un po'.
Sono narcisisti...immaturi..egocentrici..ma non spesso perfidi (qualche volta sì..ma più con la moglie a casa/in gravidanza/con bimbi piccoli/fiduciosa che con l'amante che sa sin dal principio in che sistazione si trova)..semplicemente hanno vissuto quello che le donne in questione gli hanno permesso di vivere.

Parlo proprio da tradita..ci mancherebbe che dopo aver messo in pericolo o distrutto un matrimonio un amante pensasse di non aver "avuto" abbastanza!

Domanda:
secondo te, nella situazione che descrivi, è l'amante che distrugge un matrimonio?

Non capisco perchè molte donne assolvano questo tipo di personaggi ed attribuiscano tutte le responsabilità alle amanti, perchè sapevano.
A parte il fatto che occorrebbe intendersi sul sapevano.

Io credo che molte amanti (non dico tutte) abbiano seri problemi nello stimarsi e trovo che chi approfitta della situazione lo fa sapendolo. Forse il traditore in questione non ha completa coscienza del male che procura ma certo non è un suo problema quello di farsi venire un dubbio in tal senso.
 

Bruja

Utente di lunga data
Colpe ......

E' indubbio che un matrimonio può andare in crisi per i motivi che sappiamo, è noto che molte ragazze, che conoscono lo stato di certi uomini, ci stiano lo stesso adducendo a scusa il fatto che lui "dice" di essere infelice, si non andare d'accordo e di essere in procinto di lasciare la moglie, e spesso non ci credono neppure le amanti stesse.
Resta tuttavia chiaro che la colpa base è di chi compensandosi altrove sa benissmo i guasti che andrà a fare nel rapporto di coppia. Sono concorsi di colpa quelli del classico triangolo, la percentuale ovviamente varia dalla tipologia della situazione, ma lo schema generale è quello esposto............ prima di tutto ci sarebbe il dialogo ed il confronto da anteporre sempre alla compensazione unilaterale, e su quello l'amante terzo incomodo non avrebbe voce in capitolo!
Bruja
 
N

Non registrato

Guest
.....Scusate l'intromissione ma a proposito del triangolo, c'è ne sono di tipologie diverse? Può non esistere anche se nel rapporto compare il terzo?
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top