A chi ha voglia di scriverlo

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Miciolidia

Utente di lunga data
Come state, come state davvero in questo momento.

Io immaginandomi come una torta mi sento come tagliata a fette, ad ogni fetta corrisponde una sensazione.

Forte una, quella che segue debole, l'altra stanchissima, la succesiva rilassata, una piccola un poco arrabbiata e triste, a seguire una fetta che ha voglia di non essere arrabbiata perchè fa male e non serve a nulla e a nessuno, l'altra ancora curiosa di Voi, ...l'altra che ringrazia spesso perchè leggervi è tonico per l'anima.
 
O

Old légère

Guest
Mi sento bene, poi male, poi bene, poi male, poi così così.

Però si va avanti, pensando che il tempo aiuta a riflettere e che tutti i nodi, piano piano, si scioglieranno.
Io, intanto, continuo a vivere secondo la mia linea. E a leggervi...'brodo caldo per l'anima'.

Légère
 

Old Lilith

Utente di lunga data
lilith

buongiorno

stamattina va meglio e mi sono vestita di rosso nonostante i divieti in ufficio


come sto??

un pò altalenante, a volte bene...a volte triste, a volte fiduciosa della vita perchè non può andare sempre tutto male...mi sento piena di energia e vorrei una vita nuova

vi leggo e vi rileggo ogni giorno con immenso piacere, mi fa bene e mi fa stare coi piedi per terra...

grazie per quest'opportunità...

vi abbraccio tutti/e
lilith
 

La Lupa

Utente di lunga data
'giorno!
Non c'è male dai!

C'ho un sacco da fare e un sacco di impegni.
Stamattina ho incontrato per caso un tipo quale ho avuto una storiella anni fa... lui è sempre così provolo...
... niente male, dai!
 

Verena67

Utente di lunga data
Il ristagno

Il mio ching di oggi (che mi riflette in pieno) è il seguente:

Pi: Il Ristagno,
In questo momento non ti conviene agire perché la situazione generale non risulta del tutto favorevole. Otterrai miglior profitto ritirandoti temporaneamente e mantenendo intatta la tua indipendenza. La tua saggezza adesso consiste nell'aspettare evitando persone malevoli

nelle insieme le energie non mancano, mancano i campi in cui esercitarle, il lavoro al momento non offre sbocchi per ulteriori ascese, a lui ci penso sempre, mi dico che non devo pensarci, eppure ci penso, comunque mi domino, in famiglia va bene, va come sempre, ma io mi dico "E' finita qui, per me?"


Tra qualche giorno (il 21) è il mio compleanno, 39 anni. Tra un anno vorrei essere di nuovo serena o chissà, se proprio vogliamo esagerare, alle prese con una sfida NUOVA (che NON sia un adulterio!).

Un bacio!
 
O

Old Fa.

Guest
Ciao Miciolidia,

Io mi sento cronicamente svogliato su tutto, .... vivere per se stessi non è proprio quello che si dice: stimolante.
 

La Lupa

Utente di lunga data
Fa. ha detto:
Ciao Miciolidia,

Io mi sento cronicamente svogliato su tutto, .... vivere per se stessi non è proprio quello che si dice: stimolante.
A no?
 
O

Old Fa.

Guest
La Lupa ha detto:
No carissima ....


Sono 2 anni secchi che lo faccio, ... e non ti dico quanto mi rompo i coglioni.

PS: alcune volte non mi alzo nemmeno dal letto da quanto sono scoglionato di occuparmi di me stesso.
 

La Lupa

Utente di lunga data
Fa. ha detto:
No carissima ....


Sono 2 anni secchi che lo faccio, ... e non ti dico quanto mi rompo i coglioni.

PS: alcune volte non mi alzo nemmeno dal letto da quanto sono scoglionato di occuparmi di me stesso.
Ma figliolo!
Non ci siamo!

Io sono 37 anni abbondanti che lo faccio e mi trovo benissimo!

Mettiamola così... ma secondo te, chi dovrebbe occuparsi di te stesso se non te stesso medesimo?
 
O

Old Fa.

Guest
La Lupa ha detto:
Ma figliolo!
Non ci siamo!

Io sono 37 anni abbondanti che lo faccio e mi trovo benissimo!

Mettiamola così... ma secondo te, chi dovrebbe occuparsi di te stesso se non te stesso medesimo?
Allora non so, ... forse c'è chi è fatto per questo e altri no.


A quanto pare, occuparmi di me stesso non mi pare proprio uno "sballo" ....
 
G

Glun

Guest
Oggi sto benone...
Ho tirato fuori tutto....tutta la rabbia, tutte le lacrime e tutti i miei stupidi propositi di un futuro insieme...
Ora sono svuotata ma posso finalmente riempirmi la vita e l'anima di cose nuove...che abbiano davvero senso....
Nell'ultima conversazione ho perfino avuto l'ardire di dirle "Tieniti stretto il nulla che hai perchè è davvero tutto cio che hai!"...e lo penso davvero...
Io invece ho me stessa....e tra le credenziali posso vantare l'essere rispettosa, onesta e fedele....non mi pare poca cosa...
Queste piccole e semplici considerazioni mi fanno sentire appunto BENONE!
Un abbraccio a tutti/e
 
F

Fedifrago

Guest
Glun ha detto:
Oggi sto benone...
Ho tirato fuori tutto....tutta la rabbia, tutte le lacrime e tutti i miei stupidi propositi di un futuro insieme...
Ora sono svuotata ma posso finalmente riempirmi la vita e l'anima di cose nuove...che abbiano davvero senso....
Nell'ultima conversazione ho perfino avuto l'ardire di dirle "Tieniti stretto il nulla che hai perchè è davvero tutto cio che hai!"...e lo penso davvero...
Io invece ho me stessa....e tra le credenziali posso vantare l'essere rispettosa, onesta e fedele....non mi pare poca cosa...
Queste piccole e semplici considerazioni mi fanno sentire appunto BENONE!
Un abbraccio a tutti/e
GRANDE!!!
 

Bruja

Utente di lunga data
Glun

Davvero un bel traguardo..........vai così!

La domanda era come ci si sente?
Tendenzialmente direi abbastanza bene anche se ho sempre l'impressione che ci sia qualcosa che potrebbe rendere più interessante la vita e mi sfugge o che, delle tante cose che vorrei fare, molte soano dipendenti dagli impegni sociali, morali e di responsabilità che ho come chiunque altro.
Già che ci siamo affrontiamo un altro "tradimento".............
Non lo considerate tale verso sè stessi il non potere, anche se per impedimenti oggettivi e inevitabili, scegliere di fare o di essere come veramente ci sarebbe naturale e preferenziale?
Non intendo le normali realtà esistenziali, marito, figli, lavoro ma tutti quegli extra che la sfortuna, la fatalità o le circostanze avverse mettono sulla vostra strada impedendovi di avere quella libertà di scelta per presuppone ad una vera autogestione di sè stessi!

Vi ho piazzato un problemino da nulla vero???

Bruja
 

Miciolidia

Utente di lunga data
Bruja ha detto:
Davvero un bel traguardo..........vai così!

La domanda era come ci si sente?
Tendenzialmente direi abbastanza bene anche se ho sempre l'impressione che ci sia qualcosa che potrebbe rendere più interessante la vita e mi sfugge o che, delle tante cose che vorrei fare, molte soano dipendenti dagli impegni sociali, morali e di responsabilità che ho come chiunque altro.
Già che ci siamo affrontiamo un altro "tradimento".............
Non lo considerate tale verso sè stessi il non potere, anche se per impedimenti oggettivi e inevitabili, scegliere di fare o di essere come veramente ci sarebbe naturale e preferenziale?
Non intendo le normali realtà esistenziali, marito, figli, lavoro ma tutti quegli extra che la sfortuna, la fatalità o le circostanze avverse mettono sulla vostra strada impedendovi di avere quella libertà di scelta per presuppone ad una vera autogestione di sè stessi!

Vi ho piazzato un problemino da nulla vero???

Bruja

Cara Bruja, non apriamo sta ferita...

- ieri sera ho sentito una battuta che mi ha fatto molto ridere da un tipo che diceva " sono cosi pessimista che i progetti li faccio direttamente per il passato"...io non mi ritengo una pessimista, ma è anche vero che per scegliere di dare priorità alla vera autogestione...e libertà di scelta, etc....etc...di salti ne devi fare...e magari arrivi talmente sfiancato che magari perdi pure il piacere dell'obbiettivo.
 

Bruja

Utente di lunga data
Miciolidia

Già, immagino, d'altronde bisogna pure prendere atto che queste situazioni oggettivamente mandano in fanteria molte nostre progettualità............
Non servirà, ma è come quando si è traditi, parlarne può aiutare a superare i momenti duri, in fondo è un tradimento delle aspettative

Bruja
 
F

Fedifrago

Guest
Bruja

Perchè escludi quelle che chiami "normali realtà esistenziali"?

Anche quelle possono deludere le nostre aspettative e far si che tradiamo noi stessi, il nostro naturale sentire, portandoci a snaturarci ad essere come nn siamo realmente.

Quante volte ci fermiamo e ci chiediamo se davvero quello che abbiamo e facciamo è quello che desidereremmo avere e fare?

Quando ho parlato di "sano egoismo" (in altri post) è questo che intendevo, è il far emergere quella parte di noi che il concatenarsi degli "eventi", il senso di responsabilità (verso gli altri) ha spesso soffocato. Ma c'è, è lì, in qualche angolo del nostro cuore e della nostra mente e a volte fa capolino per ritagliarsi il proprio spazio. Il più delle volte si ricaccia indietro, lo si tradisce appunto, sull'altare di un bene superiore (?) ma a volte è quasi impossibile, tanta è la necessità di ritrovare il nostro vero IO.
 
O

Old auberose

Guest
Secondo me già la vita stessa, spesso ci ''tradisce'', nel farci credere .... nella facilità del conquistare le cose.... nell'illusione del nostro potere..... con lo stesso ottimismo...
Quando poi ti trovi con il culo per terra e ti accorgi che devi solo lavorare duro per ogni tua conquista.......

Forse sono troppo pessimista??
 

La Lupa

Utente di lunga data
Fedifrago ha detto:
Perchè escludi quelle che chiami "normali realtà esistenziali"?

Anche quelle possono deludere le nostre aspettative e far si che tradiamo noi stessi, il nostro naturale sentire, portandoci a snaturarci ad essere come nn siamo realmente.

Quante volte ci fermiamo e ci chiediamo se davvero quello che abbiamo e facciamo è quello che desidereremmo avere e fare?

Quando ho parlato di "sano egoismo" (in altri post) è questo che intendevo, è il far emergere quella parte di noi che il concatenarsi degli "eventi", il senso di responsabilità (verso gli altri) ha spesso soffocato. Ma c'è, è lì, in qualche angolo del nostro cuore e della nostra mente e a volte fa capolino per ritagliarsi il proprio spazio. Il più delle volte si ricaccia indietro, lo si tradisce appunto, sull'altare di un bene superiore (?) ma a volte è quasi impossibile, tanta è la necessità di ritrovare il nostro vero IO.
Ooooo yessss.

Sottoscrivo in pieno.
Vedi post precedenti con Fa.
Occuparsi di sè. Con sano egoismo.

Non farlo è davvero il peggiore dei tradimenti.

ah... 'giorno a tutti.
 

Bruja

Utente di lunga data
Feddy

Bene................... questo è un concetto che avrà seguito!!!
Possiamo a questo punto dire che a volte si tradisce per non tradire troppo sè stessi?
Concetto abbastanza nuovo su cui potremmo lavorare, purchè si accetti che il tradimento, sempre e comunque, è l'escamotage, mai la soluzione!
Bruja
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top