“IL NUOVO MICHELANGELO”

perplesso

Administrator
Staff Forum
udiu, l'affermazione è un tantino pretenziosa....
 

spleen

utente ?
Lupone, grazie per la segnalazione. E' una cosa che vale la pena di vedere, un atto di intelligenza in un mare di merda e mediocrità.

Spero che questo equivoco dell'arte concettuale che si protrae da oltre 100 anni, dall' orinatoio di Duchamp, venga finalmente superato.

Sono stanco di vedere banane appese.
 
Ultima modifica:

Vera

Moderator
Staff Forum
Lo avevo già visto. Questa è la vera Arte. Bravissimo Jago.
 
Meraviglioso. Però non capirò mai chi si sente in grado di giudicare l'arte. Godetevi quelli che vi piace lasciando a chi l'apprezza l'arte contemporanea .personalmente non ho limiti e paletti e spero proprio di non averli mai. Lo stesso jago ha parlato di un punto di riferimento da "superare" anche in virtù del fatto che dal maestro michelangelo sono passati tanti anni e troppi cambiamenti per non passare dal contemporaneo (il suo personale). Jago non esclude Bansky
 

spleen

utente ?
Meraviglioso. Però non capirò mai chi si sente in grado di giudicare l'arte. Godetevi quelli che vi piace lasciando a chi l'apprezza l'arte contemporanea .personalmente non ho limiti e paletti e spero proprio di non averli mai. Lo stesso jago ha parlato di un punto di riferimento da "superare" anche in virtù del fatto che dal maestro michelangelo sono passati tanti anni e troppi cambiamenti per non passare dal contemporaneo (il suo personale). Jago non esclude Bansky
L'arte non è ingiudicabile. E' ora di finirla con sta faccenda della presunta sacralità dell'arte, che a me sembra solo un mito alimentato dalle gallerie e dai mercanti.
L'arte secondo me deve essere amata, odiata, giudicata, bistrattata, litigata etc. Solo così potrà uscire da quell'aura elitaria in cui si è inpiegabilmente ficcata da un po di tempo a questa parte.
Se poi parliamo di competenze, certo, qualcuno si è sentito persino di pagare 90 milioni di dollari per un coniglio di Coons.
Fatti suoi in fondo, ma ho sempre davanti l'immagine di Fantozzi e della corazzata potemkin. 😁
Con questo non intendo dire che secondo me non ci sia arte da Duchamp in poi, sia chiaro.

A Bansky che trovo fin troppo scontato nei contenuti, personalmente preferisco Ericailcane o Blu, ad esempio.
 
Ultima modifica:

Vera

Moderator
Staff Forum
L'arte non è ingiudicabile. E' ora di finirla con sta faccenda della presunta sacralità dell'arte, che a me sembra solo un mito alimentato dalle gallerie e dai mercanti.
L'arte secondo me deve essere amata, odiata, giudicata, bistrattata, litigata etc. Solo così potrà uscire da quell'aura elitaria in cui si è inpiegabilmente ficcata da un po di tempo a questa parte.
Se poi parliamo di competenze, certo, qualcuno si è sentito persino di pagare 90 milioni di dollari per un coniglio di Coons.
Fatti suoi in fondo, ma ho sempre davanti l'immagine di Fantozzi e della corazzata potemkin. 😁
Con questo non intendo dire che secondo me non ci sia arte da Duchamp in poi, sia chiaro.

A Bansky che trovo fin troppo scontato nei contenuti, personalmente preferisco Ericailcane o Blu, ad esempio.
Oppure Alicè o JR.
 
L'arte non è ingiudicabile. E' ora di finirla con sta faccenda della presunta sacralità dell'arte, che a me sembra solo un mito alimentato dalle gallerie e dai mercanti.
L'arte secondo me deve essere amata, odiata, giudicata, bistrattata, litigata etc. Solo così potrà uscire da quell'aura elitaria in cui si è inpiegabilmente ficcata da un po di tempo a questa parte.
Se poi parliamo di competenze, certo, qualcuno si è sentito persino di pagare 90 milioni di dollari per un coniglio di Coons.
Fatti suoi in fondo, ma ho sempre davanti l'immagine di Fantozzi e della corazzata potemkin. 😁
Con questo non intendo dire che secondo me non ci sia arte da Duchamp in poi, sia chiaro.

A Bansky che trovo fin troppo scontato nei contenuti, personalmente preferisco Ericailcane o Blu, ad esempio.
ottimo...grande passo avanti
 

spleen

utente ?
La satira è una forma di critica. In questo caso specifico, verso un mondo che si auto ritiene elitario ed incriticabile, mettendone in evidenza l’autoreferenzialità e le contraddizioni profonde. Se poi a qualcuno va bene così, non è certo un problema di chi riesce a vederla, la frattura.
 

Brunetta

Utente di lunga data
La satira è una forma di critica. In questo caso specifico, verso un mondo che si auto ritiene elitario ed incriticabile, mettendone in evidenza l’autoreferenzialità e le contraddizioni profonde. Se poi a qualcuno va bene così, non è certo un problema di chi riesce a vederla, la frattura.
Ci sono insegnanti che fanno distinzioni tra complemento di prezzo, stima e valore che nell’ambito dell’analisi logica hanno poco senso, ma credo che sia importante che tutti abbiano una idea che il prezzo è il risultato del mercato e della domanda e dell’offerta e che il valore, soprattutto artistico, è un’altra cosa ed è valutabile soprattutto storicamente.
In questo senso penso che l‘orinatoio di Duchamp abbia un grande valore.
 

brenin

Utente
Staff Forum

Primo di due video " provocatori " ma che - per alcuni versi - potrebbero essere motivo di proficuo confronto.
 

Skorpio

Utente di lunga data
Mi inserisco volentieri per dire che per me l'arte è "espressione" e quindi in qualche modo è legata intimamente a colui che produce

In questo senso siamo tutti un po' artisti, alla fin fine
 

spleen

utente ?
Mi inserisco volentieri per dire che per me l'arte è "espressione" e quindi in qualche modo è legata intimamente a colui che produce

In questo senso siamo tutti un po' artisti, alla fin fine
La differenza, secondo me, la fa la capacità tecnica, il talento.
E' per questo che non tutti quelli che hanno qualcosa da dire, da esprimere, diventano automaticamente artisti.
Ma che lo dico a fare? Se nella contemporaneità tutto è arte perchè con macchinose circoevoluzioni lo si vuol far diventare, ecco che praticamente nulla lo è.
 
Top