• La necessità di un uomo da amare

    Ciao Messalina!
    Te sei una guappola frivola fin troppo cruscante di tuo, per codesta ragione di pienezza e perfezione di ben rotonda sfera che secerni, non ho prima d'ora infilato le mie frequenze sui tuoi post.
    Ma ora che ripeghi le elitre sbrodole sotto il tegumento d'amor cortese, mi vien da constatare come poco ti s'adatti la poetica del Guinizzelli!

    L'amore che fiorisce come il candido giglio può bene aver origine nei pruriti del basso ventre, anzi, senza i fertili sonagli mascolini e senza le feconde matrici muliebri, l'amore non esisterebbe.

    La tua promiscuità è terreno fertile per talmente tanto romantico sentimento che potresti trasformarti nell'eroina del prossimo poema sentimental-cavalleresco che comporrà il noto guitto di nome Aldo Busi!

    Hai talmente tante vinacce da distillare che non faticherai a trovare anche lo spirito del romanticismo in qualche frazione di esse!

    Possano i tuoi alambicchi essere sempre efficienti!
    Attenta al saturnismo!

    Ciao!