• Ce la farò? Aiutatemi voi!

    Ciao Frieda!
    Non è che io non pensi che non si possa non pensare sempre e continuamente che se qualcuno ci ha mancato di fedeltà una volta, poi alla minima occasione ci possa ricascare.
    Ma così assillati e involuti nel pensiero monolitico dell'insicurezza e sfiducia poi dubito che si possa scansare un'ansia malvagia e deleteria e si viva infelici e soprattutto si renda tranquillo anche chi ti sta accanto!
    La radice del male, foss'anche slegata dal comportamento labial palpeggiante del tuo ragazzo, è ininfluente, che molte e varie sono le ragioni che che minano gli appoggi e fanno perdere la fiducia!
    E un fiducioso rapporto è la stessa cosa che un rapporto che ha qualche speranza di essere non disfunzionale e dissonante e disgregante!
    Che se un giorno ti venisse il desiderio guasto, a seguito forse d'un tempo gradevole oltremodo che raggrumasti con lui, di maritarlo legalmente poi a lui daresti inequivocabilmente delega di gran parte della tua vita!
    E non si rende proprio amministratore delegato colui in quale non ha presso di noi la massima dignità di fiducia!
    Se tu fossi svenuta ed inconscia ed in immininente pericolo di salute all'ospedale, sarebbe tuo marito indegno e meschino a disporre della tua vita e di come salvarla, mica i genitori il cui amore è fuor da ogni dubbio!
    Continuare a trastullarti con lui può significare dirigersi senza scampo in un futuro in cui un marrano di poco amore e scriteriato giocherà a dadi con la tua vita e solo tu sarai quella che non potrà mai vincere!
    Negozia quanto prima una certa e decisa exit strategy dalla frequentazione di questo uomo foriero d'un tristo presagio!
    Sia la fiducia compagna dell'amore e la sfiducia molla del distacco!
    Ciao!
    Questo articolo era stato originariamente pubblicato nella discussione del forum: Ce la farò? Aiutatemi voi! iniziato da Frieda Visualizza Messaggio Originale