• Il tradimento=1000 menzogne

    Se un innocente paragone ferisce gli esseri umani allora le malattie e i crimini e le guerre e le morti ci dovrebbero stecchire al primo monosillabo che una formica sussurra sulla cima di una montagna cinese? Hai sottolineato cosa ti ha dato più fastidio e lasci ancora il dubbio sul perchè ti abbia dato così ai nervi e dici che se fossi tradito mi comprenderesti meglio e dici che non ti ferisco e dici che non ti tradisco, e sono tutte parole piene di sostanza le tue ma inutili! Se non ti senti una cavalla e una vacca e una sgrillettabile dopo una pizza da asporto, cosa ti fa straripare la bile e vomitare parole velenose e risentite come la coda di uno scorpione?
    Se ti sei fatta pettinare i baffi da un parrucchiere che non tosava solo le tue basette e hai il grugno contorto e il cuore secco come il cranio di una vacca morta nel texas non dovresti che prendertela con te stessa! Non c'è umiliazione di nessun tipo di essere umano se si paragona il suo comportamento a quello di un deviato e di un barbaro e di un animale e non c'è dubbio che neppure il paragone del modo di contenere le deviazioni e i barbari e gli animali possa essere frainteso se lo si considera per quello che è cioè un paragone! Le galline e i caproni che razzolano e bivaccano e brucano e becchettano sono bei confronti per quelli che poco hanno di più degno di loro per i loro comportamenti da becchi e sgallettati e il termine di confronto ignobile e umiliante e basso gli calza a pennello anche se non in senso letterale!
    Ciao!