• Cheryl Cole - Three Words

    Perché è la canzone del momento: l’Inter del petroliere Moratti ha eliminato il Chelsea del petroliere Abramovich dalla Champions League. Vincendo questo derby dei distributori, la squadra che ha sede in Italia ha anche dato una vittoria alle donne inglesi, che in un sondaggio hanno votato due giocatori della squadra londinese come uomini più odiati del Regno Unito. Il n.2 è John Terry, che è andato a letto con la moglie del suo migliore amico (beh, facciamo “ex migliore amico”).

    Ma il n.1 è Ashley Cole, marito fedifraghissimo della cantante di questa canzone, Cheryl Tweedy delle Girls Aloud, fidanzatina di Gran Bretagna. La cosa interessante è che Cheryl in questa canzone riabilita il tradimento, lo descrive come l’esito di una forza irresistibile – fondamentalmente, l’amore. Il brano parte con lui e lei che dopo essersi incontrati, sono chiaramente un po’ scossi ma raccontano al proprio partner: “Ho incontrato una persona, ma ho fatto subito presente che io ho te, che ti sposerò, che avremo dei bambini, che per me sei la persona più importante, uh, ah, uh, ah…”. Ecco, appunto: uh, ah, uh, ah.

    La frase da ripetere con un sospiro: (“It wasn’t complicated, wasn’t premeditated”) (o anche, in italiano: “Non c’era niente di complicato, non c’era niente di premeditato”)

    Il significato nascosto della canzone: i tradimenti non sono tutti uguali. E a parte che già il genere umano non ha le idee chiare dal punto di vista linguistico, perché se la parola “tradimento” implica condanna, al contrario la parola “amante” significa in fondo, che c’è qualcuno che ama – che insomma, buttalo via. Come se non bastasse, i tradimenti non sono tutti uguali nemmeno tra uomini e donne: uno studio del prof. Kanazawa della London School of Economics sostiene che le donne che hanno un amante sono mediamente più intelligenti delle altre; al contrario gli uomini che hanno un’amante sono mediamente più stupidi. Che smacco. E sembra proprio che l’intelligenza femminile sia in aumento, visto che sei donne su dieci ammettono una relazione clandestina. D’altro canto, “La catena del matrimonio è così pesante che a volte bisogna essere in tre per portarla”. Lo ha scritto Alexandre Dumas figlio. E quasi due millenni prima di lui, le cose non dovevano essere molto diverse, se Giovenale scriveva: “In molte case, un amante ha salvato un matrimonio in crisi”. Citazioni prese dall’impagabile sito www.tradimento.net, che non prende posizione né a favore né contro: si limita a prendere atto e dare consigli sia a traditi che a traditori – anzi, traditrici. Perché se gli studi succitati sono attendibili, le tre parole sottintese dalla canzone non sono tanto “I love you” quanto: “Cielo, mio marito!”


    Fonte