• Adulterio nel mondo contemporaneo

    L'adulterio movimenta la vita sentimentale di sempre più larghi strati sociali. E, di sentimenti, le donne sono sempre più assetate. L’adulterio regna sovrano nel romanzo per tutto l’Ottocento e i primi del Novecento. consumato o no, la sua importanza nella vita della donna è enorme.

    Mai aveva avuto gli occhi così grandi, così neri e profondi. Qualcosa di inafferrabile, diffuso sulla sua persona, la trasfigurava. Si ripeteva: ‘Ho un amante, un amante’, deliziandosi a questo pensiero come a quello di una nuova pubertà sopravenuta. Avrebbe finalmente posseduto quelle gioie dell’amore, quella febbre di felicità di cui aveva disperato. Entrava in qualche cosa di meraviglioso, dove tutto sarebbe stato passione, estasi, delizia: un’immensità azzurra la circondava, le cime del sentimento brillavano nel suo pensiero - G. Flaubert: La signora Bovary.

    Altrettanto essenziale per la figura dell’amante, per colui che trascina la donna all’adulterio, è la consapevolezza di Vronskij all’inizio della sua passione in Anna Karenina:

    Egli sapeva molto bene che, agli occhi di Betsy e di tutte le persone di mondo, non rischiava di diventar ridicolo. Sapeva molto bene che agli occhi di queste persone la parte dell’amante infelice di una ragazza e in generale di una donna libera poteva parer ridicola: ma la parte del corteggiatore di una donna maritata che, qualunque cosa accada, pone la propria vita in giuoco per trascinarla all’adulterio, questa parte aveva qualcosa di bello e di grande e non poteva mai apparir ridicola L. Tolstoj - Anna Karenina

    Forse nessun altro atto o pratica relativa alla sessualità ha subito nel tempo una trasformazione altrettanto radicale quanto l’adulterio. Il termine, che non indica più un delitto, è caduto in disuso e lo sostituisce relazione extraconiugale o infedeltà. Maturata attraverso tutta una serie di fattori che hanno portato alla costituzione della società postindustriale, la trasformazione si può però considerare iniziata già prima, nella sensibilità se non nella mentalità. Così ad esempio nel racconto di Robert Musil: Il compimento dell’amore che è del 1911, la relazione extraconiugale non adultera lma, al contrario, compie addirittura l’amore quando l’amore sia stato legalizzato dal matrimonio. La protagonista del racconto è infedele al marito amato sebbene provi schifo o, che è lo stesso, non perché prova schifo, dell’uomo che incontra casualmente.

    Una quarantina d’anni dopo, in quelli che sui usano chiamare Rapporti Kinsey, venivano così evidenziate le componenti extraconiugali del rapporto coniugale: I rapporti extraconiugali sono causa di difficoltà nella maggior parte di casi in implicano relazioni d’affetto e di sentimento con la nuova persona che prende il posto del coniuge.

    Nelle nostre storie troviamo alcuni individui per i quali l’armonia sessuale nel matrimonio è stata senza dubbio favorita da relazioni extraconiugali. Talvolta questo dipende dall’aver imparato nuove tecniche o dall’aver acquisito nuovi atteggiamenti che diminuiscono le inibizioni che ostacolano le loro relazioni coniugali.

    Anche alcune donne che hanno difficoltà nel raggiungere l’orgasmo con il marito trovano che la novità nello stare con un altro uomo le stimola al punto di avere il loro primo orgasmo e, avendo questo come sfondo, si armonizzano meglio con i loro mariti.

    I rapporti extraconiugali hanno avuto l’effetto di convincere alcuni maschi che i rapporti con la moglie erano molto più soddisfacenti di quanto non avessero compreso.

    PS: Naturalmente in questo capitolo non si tiene presente i paesi arabi in generale, i quali possono essere riassunti a grandi linee nella Epoca Antica.