• Lo psicologo

    La psicologia ci insegna che per perdonare chi ha tradito la nostra fiducia facendoci soffrire è necessario comunicare il nostro dolore, tirare fuori la rabbia e razionalizzare l’evento. Quando il torto da perdonare è un tradimento è fondamentale il dialogo, il confronto. Capire le ragioni di chi ci ha tradito e spiegare le ragioni percui non possiamo superare il dramma facilmente. «Quando si tradisce si soddisfa una condizione di necessità. con ciò non intendo assolutamente dire che il tradimento è ammissibile perché un conto è appagare i propri bisogni, un altro farlo a discapito di un altro. Una persona adulta può cambiare idea e non sentirsi più disposta a mantenere la parola data.

    Deve però necessariamente spiegare le proprie ragioni al compagno o alla compagna e accettare le conseguenze. Inoltre molto spesso ognuno di noi tradisce se stesso, i propri desideri, i propri sentimenti. E lo facciamo tutte le volte in cui ci carichiamo di impegni eccessivi, quando mettiamo da parte ciò che sentiamo in virtù di quello che vuole chi ci sta accanto, quando mettiamo il bene degli altri davanti al nostro. Inoltre tutte le volte che non utilizziamo bene le opportunità che la vita ci concede tradiamo noi stessi. Tornando al tradimento in senso stretto, è importante considerare le motivazioni che hanno indotto a compiere il tradimento.

    Una persona con un codice morale particolarmente forte difficilmente riuscirebbe a tradire mettendo in atto strategie truffaldine. Inoltre non c’è molta differenza tra i tradimenti che si verificano nei diversi rapporti con gli altri (amicizia, lavoro, amore). Il principio è lo stesso: fin quando riusciamo a dare ad una persona qualcosa che le fa piacere ricevere e ce lo dimostra, difficilmente rischierà di perderci con comportamenti sbagliati. Considerando un tradimento nell’ambito di un rapporto di coppia bisogna dire che perdonare dipende dalla voglia di continuare a stare insieme e il dimenticare dipende dalla fiducia. Questo non vuol dire dimenticare per sempre ma non esasperare ciò che è stato fatto. Inoltre il vero perdono richiede tempo e razionalità. Un tradimento ferisce profondamente con estrema scorrettezza, per questo occorre pazienza. Un tradito è come un malato che ha bisogno di tempo e cure per guarire». Ha dichiarato Emanuela Perotti sentita in merito all’argomento. Perdonare e dimenticare si può. Ed è necessario per stare meglio e guarire dalla deluzione. Ma le difficoltà sono tante e i risultati, alla fin fine, incerti. Tu hai perdonato davvero?

    Fonte