• Lei tradisce senza troppi perché

    I tempi moderni comportano nuove scale di valori. Una volta si aveva un'immagine fissa del rapporto moglie-marito. L'uomo era colui che lavorava e sosteneva la famiglia ma, soprattutto, era il traditore per eccellenza. È il celebre mito dell'uomo cacciatore.


    Oggi, però, le cose sono molto cambiate. Gli uomini imparano a cucinare, con risultati alterni, e le donne diventano dottoresse e avvocati. Gli uomini cercano di rimanere fedeli, anche qui con risultati alterni, e le donne iniziano a tradire. Per essere più precisi, secondo la sessuologa americana Susan Shapiro Barash, almeno il 60% delle mogli negli Usa ha tradito o tradisce i propri mariti, spesso senza sentire alcun rimorso.

    Non si creda, inoltre, che queste scappatelle al femminile siano caratteristiche solo delle viziate signore dell'alta società. Questo fenomeno non conosce classe sociale e colpisce tutti indiscriminatamente. Per citare un caso celebre, Kerry Kennedy, figlia di Robert Kennedy, ha recentemente divorziato da Andrew Cuomo, ex ministro dell'edilizia durante la presidenza di Bill Clinton e figlio dell'ex governatore di New York. La separazione ha avuto come motivazione principale proprio l'infedeltà della moglie.

    Secondo Shirley Glass, psicologa di Baltimora, la responsabilità di questa tendenza sarebbe comunque da attribuire agli uomini. Le ricerche della dottoressa Glass hanno rivelato che è molto facile che le figlie di padri infedeli decidano di diventare loro stesse delle traditrici. Questo perché cercheranno in tutti i modi di evitare il ruolo di "zerbino" del proprio marito. In pratica, si sceglie di tradire prima di essere traditi. L'argomento è ampiamente trattato nel libro, scritto dalla stessa dottoressa, "Non solo amici: come proteggere il rapporto dall'infedeltà e superare il trauma del tradimento".

    La situazione, inoltre, potrebbe anche peggiorare se il tradimento non è solo frutto di una momentanea voglia di trasgressione. Se il proprio partner "cornifica" perché si è innamorato di un'altra persona, allora la questione è molto più complessa. Se una donna o un uomo "rimorchiati" si possono anche perdonare, un amante non si scorda e può distruggere l'intero rapporto. Una relazione del genere, infatti, non si limita a essere un'aggiunta al normale rapporto coniugale, ma ne diventa un vero e proprio sostituto, con tutte le conseguenze del caso.

    Fonte