• Il silenzio è d'oro

    Volete che la vostra relazione sentimentale, datata che sia o del tutto recente, vada avanti anche nell’anno nuovo? Possibilmente senza gravi scosse? Ed allora sappiate che secondo uno studio effettuato dall’Istituto di Psicologia transdisciplinare di Roma la vita di coppia dura in media cinque anni di più se i partner non si dicono sempre la verità, ma tacciono, per esempio, su argomenti che riguardano la fedeltà reciproca o non esprimono giudizi sull’altro componente della coppia. Questo non vuol dire affatto che le bugie fanno bene all’amore, semmai è bene non optare per la sincerità assoluta.


    Per esempio relativamente ad eventuali tradimenti, rivelarli significa rischiare la rottura almeno nel 75% dei casi mentre tacendo si hanno 85 su cento che l’unione non subisca alcuna incrinatura. Inoltre la confessione di un tradimento viene rinfacciato dal 95% delle donne e dal 90% degli uomini anche più volte al giorno perché, sia pure in minima percentuale, i maschi sono più disposti delle femmine a rimuovere le cosiddette corna. La cosa che l’uomo proprio non sopporta è che venga messa in dubbio dalla partner la sua potenzialità virile.

    Per giunta per quel che riguarda la sessualità, il maschio mette da parte il senso dell’umorismo. Guai a fare battute su Viagra o compagnia bella o peggio ancora ad arricciare il naso se lui formula la fatidica domanda: ”Come sono andato?” Si andrebbe al litigio nel 90% dei casi.

    Bisogna tener presente che il maschio vuol essere ammirato dalla sua amorosa. Stando alle statistiche nel 90% dei casi un uomo tollera molto difficilmente di non essere considerato il più intelligente, nell’87% dei casi il più affascinante, nel 48% dei casi il più elegante, nel 56% dei casi il più colto, nel 42% dei casi il più dialettico e nel 37% dei casi il più sportivo.

    Le donne invece non ci stanno a venir considerate dal loro Lui inferiori ad un’altra. Se il maschio dimostra o confessa di apprezzare il modo di vestire o il comportamento di un’altra, nell’80% dei casi scoppia una bella lite. Alle donne non piace affatto essere considerate poco eleganti, poco educate e poco sexy.

    Insomma è buona regola per andare d’accordo non sottolineare i difetti vicendevolmente.

    Vanno evitate anche le bugie. Come accorgersi se l’altro è un bugiardo? Un indice sono le frasi brevi, intervallate da pause lunghe, le variazioni continue del timbro vocale, gli schiarimenti di voce, i grattini sul naso, sul viso o in testa, il movimenti continuo delle sopracciglia quasi per cercare inconsciamente un’espressione credibile, l’allontanamento degli oggetti che ha sul tavolo, portare il busto all’indietro oppure cambiare ripetutamente appoggio da un piede ad un altro in posizione eretta.